28-10-03

Immagini della community

28-10-03

> Vedi le caratteristiche

58% positiva

13 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "28-10-03"

pubblicata 13/09/2017 | koyanisqatsi
Iscritto da : 09/05/2014
Opinioni : 35
Fiducie ricevute : 13
Su di me :
Gran bel posto per prender dimora
Non fa per me
Vantaggi ..........................
Svantaggi ..........................
Eccellente

"Necessariamente gridare"

Ho ritrovato uno scritto perduto,
che parla di uno scritto perduto.
Entrambi partoriti durante uno dei nostri lunghi silenzi.
Entrambi persi,
e poi ritrovati.

"Giocattolo"

Come ai "bei" tempi.
Avevo scritto una lunga cosa per te.
Forse per me.
Ha, aveva, poco senso credo.
Tanto per non dirlo, che non ne aveva affatto.
L'ho cancellata, irrimediabilmente.
Immagino che fosse solo un modo per avere una risposta,
ad una domanda che non la vuole.
Per ascoltare la tua "voce".
Chissà.
Se avresti risposto.
Ma non avresti ascoltato la tua risposta.
Mi parli come fossi una macchina ora.
Il giocattolo si è rotto,
il complesso meccanismo non funziona più,
ed io mi trovo a rigirarmelo incredulo, tra le mani.
Avrei saputo farlo durare,
ne avevo bisogno.
Ho fatto male a fidarmi delle "tue" regole.
Dovevo immaginarlo.
Non ho mai rotto un giocattolo in vita mia,
vado a fidarmi di te che li hai sempre rotti tutti.
E' una cosa che somiglia molto alla morte.
Mia,
non tua.
L'ho costruito con fatica.
Con lacrime vere,
e dolore.
Con lui è andato in pezzi qualcosa dentro di me.
Era la mia creatura,
ma era lei ad inventare me,
un giorno dopo l'altro,
un mattoncino alla volta.
Non riesco più a sentirti,
anche quelle poche volte che mi parli.
Deve essere colpa della distanza che c'è tra noi due, ora.
La "corrente" che mi trascina fa si che aumenti ogni istante.
Mentre tu dormi io scappo via dalla tua riva,
sempre più lontano.
A volte ancora mi segui con lo sguardo,
ma ormai sono sicuro che arriverà quel momento.
Il momento in cui sarò un puntino all'orizzonte.
Ti volterai.
Sarò Solo per allora, un'altra volta.
Difficile.
Che riesca a sopportarlo.


Non esistono luoghi che mi fanno star male.
Non esistono luoghi che mi fanno star bene.
Esistono luoghi in cui fuggo,
(A Nord, a Sud, a Ovest, a Est)
scappo da me stesso.
Inevitabile che io mi incontri ovunque.
Inevitabile che io finisca per odiarmi.
Inevitabile che io continui a farlo.
è come urlare,
gridare aiuto,
sapendo che nessuno,
nessuno,
può ascoltarti,
né raggiungerti.
Ma necessariamente gridare.


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 79 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • antoile80 pubblicata 21/09/2017
    .....
  • camy91 pubblicata 14/09/2017
    Davvero bellissimo questo tuo scritto. Complimenti.......
  • noitre32 pubblicata 14/09/2017
    molto ma molto toccante................ECCELLENTE
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : 28-10-03

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 27/10/2003