Accadia

Immagini della community

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Accadia"

pubblicata 04/10/2017 | anders55
Iscritto da : 16/07/2010
Opinioni : 310
Fiducie ricevute : 58
Su di me :
Soddisfacente
Vantaggi tranquillità
Svantaggi spopolamento, infrastrutture inadeguate
molto utile
Rapporto qualitá prezzo
Qualitá
Assistenza al cliente
Collocazione
Arredamento

"Accadia, un piccolo borgo poco conosciuto"

Accadia panorama

Accadia panorama

Per caso ho scoperto qui su Ciao che non è ancora stata scritta un'opinione su Accadia...bene, provvedo subito io, visto che è un comune che frequento spessissimo per lavoro.

Accadia è un piccolo borgo di poco più di 2000 abitanti, situato in provincia di Foggia e per la precisione sui Monti Dauni, quella catena montuosa che è il naturale prolungamento degli Appennini e che fa da confine tra la Puglia e la Campania.

Accadia si raggiunge dall'autostrada A16, dai caselli di Candela o Lacedonia, entrambi distanti una ventina di km circa.

Il borgo si può dividere in tre parti: il rione Fossi, che costituisce il nucleo più antico del paese, oggi totalmente disabitato in quanto danneggiato dai frequenti terremoti di queste parti, la zona di via Borgo e la parte nuova, costituita da ampie strade larghe e palazzi di appartamenti a due piani costruiti dopo il terremoto.

Da visitare non ci sono molti punti di interesse. Nel rione Fossi si può fare una passeggiata visto che alcune zone sono state restaurate, si può percorrere via Borgo che è la strada principale, su cui si affacciano vari negozi e soprattutto la bellissima piazza dell'orologio che si caratterizza per la presenza di due edifici di rilievo: la torre dell'orologio color salmone e soprattutto la fontana monumentale a forma di tempietto neoclassico, costruita nella prima metà dell'800 sotto il re Ferdinando II di Borbone e che celebra l'arrivo dell'acquedotto. La piazza dell'orologio è veramente bella per gli edifici che la circondano, ma soprattutto anche per essere un balcone che si apre sul paesaggio circostante.

Il paesaggio è l'altro punto forte di queste terre: un paesaggio aspro, ma interamente coltivato lungo i pendii dei monti, una terra che sembra lontana e sperduta, con il fascino unico che solo le zone di confine possiedono. L'attrazione paesaggistica più importante di Accadia è il bosco Paduli, uno dei più antichi boschi della Puglia, caratterizzato da enormi querce secolari. All'interno del bosco si tiene il concerto finale della manifestazione musicale Accadia Blues che ha luogo in estate.

Accadia, come tutti i borghi vicini di questa zona della Puglia, soffre di un terribile e inesorabile spopolamento: qui il calo demografico ha assunto dimensioni critiche! Basti pensare che a inizio Novecento il paese contava oltre 5000 abitanti, mentre ora ne ha poco più 2000. Vivere qui non è semplice: è una zona di confine, lontana dal capoluogo e lontana dai grandi centri di produzione della ricchezza che possano offrire lavoro. In più il territorio montuoso non permette collegamenti rapidi e le istituzioni non valorizzano questi luoghi con infrastrutture adeguate, tali da renderli raggiungibili in breve tempo e in sicurezza. Di conseguenza in tanti emigrano e non restano che i più anziani. Con l'emigrazione vengono meno anche i servizi: i negozi sono pochi e piccoli, non ci sono possibilità di svago e luoghi di aggregazione. Molti immobili sono vuoti e sono in vendita a prezzi stracciati: comprare casa qui è facile e alla portata di tutti, visto che bastano poche migliaia di euro per un buon appartamento...cifre impensabili in città, ma anche in altri piccoli centri situati in pianura.

In compenso si vive molto tranquilli, la criminalità non esiste, ci si conosce un po' tutti, c'è sempre spazio per parcheggiare la macchina e soprattutto, le persone sono di una gentilezza ed educazione oggi impensabili in molti luoghi.

Che dire, se vi capita di passare da queste parti fermatevi un po' anche solo per ammirare il meraviglioso paesaggio. Queste terre non devono morire e spero che le istituzioni si rendano conto che i luoghi più interni dell'Italia, da nord a sud, non solo custodiscono la storia del nostro Paese, ma sono anche e soprattutto dei presidi di controllo del territorio e l'unico modo per mantenerli in vita è fare in modo che la gente non vada via per sempre.

Grazie per la lettura

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 203 volte e valutata
51% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • CHEZIAOTTO pubblicata 12/01/2018
    wow che meraviglia..
  • stabilinijessica84 pubblicata 31/12/2017
    Posto bellissimo
  • tisandthat pubblicata 09/11/2017
    Posto ampiamente valorizzato dalla tua opinione.Eccellente
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Accadia

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 28/08/2016