Acciaio (Silvia Avallone)

Immagini della community

Acciaio (Silvia Avallone)

Nei casermoni di via Stalingrado a Piombino avere quattordici anni è difficile. E se tuo padre è un buono a nulla o si spezza la schiena nelle acciaie...

> Vedi le caratteristiche

71% positiva

36 opinioni degli utenti

Opinione su "Acciaio (Silvia Avallone)"

pubblicata 27/07/2016 | fabyana1
Iscritto da : 22/07/2016
Opinioni : 72
Fiducie ricevute : 16
Su di me :
Soddisfacente
Vantaggi Libro molto significativo
Svantaggi E' difficile da leggere
molto utile
Contenuti
Reperibilità
Layout:
Qualità Materiale

"Acciaio"

Acciaio (Silvia Avallone)

Acciaio (Silvia Avallone)

Acciaio è il primo romanzo di Silvia Avallone.
L'opera narra delle vicende di due ragazze adolescenti
che vivono e crescono all'interno della realtà
operaia metallurgica piombinese.

CHI E' SILVIA AVALLONE?

Silvia Avallone (Biella, 11 aprile 1984)
è una scrittrice e poetessa italiana.
DI COSA PARLA QUESTO LIBRO?

Nei casermoni di via Stalingrado a Piombino avere
quattordici anni è difficile. E se tuo padre è un buono
a nulla o si spezza la schiena nelle acciaierie che danno
pane e disperazione a mezza città, il massimo che
puoi desiderare è una serata al pattinodromo, o avere
un fratello che comandi il branco, o trovare il tuo nome
scritto su una panchina. Lo sanno bene Anna e Francesca,
amiche inseparabili che tra quelle case popolari si sono
trovate e scelte. Quando il corpo adolescente inizia a
cambiare, a esplodere sotto i vestiti, in un posto così
non hai alternative: o ti nascondi e resti tagliata fuori,
oppure sbatti in faccia agli altri la tua bellezza, la usi
con violenza e speri che ti aiuti a essere qualcuno.
Loro ci provano, convinte che per sopravvivere basti lottare,
ma la vita è feroce e non si piega, scorre immobile senza
vie d'uscita. Poi un giorno arriva l'amore, però arriva male,
le poche certezze vanno in frantumi e anche l'amicizia invincibile
tra Anna e Francesca si incrina, sanguina, comincia a far male.
Silvia Avallone racconta un'Italia in cerca d'identità e di voce,
apre uno squarcio su un'inedita periferia operaia nel tempo in
cui, si dice, la classe operaia non esiste più.
Genere

-Romanzo
Prezzo:

6,30
Contenuti:

Interessanti
Layout:

Buono
Qualità materiale:

Buono
LA MIA OPINIONE:

Penso che sia un ottimo libro,
anche se la copertina non mi affascina molto
(perché la prima cosa che deve colpire per
far si che il proprio libro sia popolare, è:
-la copertina;
-il titolo del libro;
-il modo di scrivere).
Questo libro racconta in maniera cruda e diretta
la vita in un quartiere "difficile".
Un romanzo abbastanza forte, che racconta bene
e con scorrevolezza delle realtà dove a volte si preferisce
voltarsi dall'altra parte.
Do tre stelle perché è un libro che non è tanto facile
da leggere, tipo l'ho prestato a mia nipote e
disse che per la sua età era molto pesante come lettura,
però io l'ho trovato molto significativo perché narra la storia
di due ragazzine che vivono in periferia in un quartiere di
case popolari e delle loro famiglie disastrate;
poi l'autrice mi ha fatto capire quanto la sua scrittura
sia delicata e di classe.
Esiste anche il film, ma non l'ho ancora visto quindi penso che in
questi giorni lo vedrò, sicuramente.
Che altro dire? Leggetelo perché vi farà capire i veri problemi
che ci sono nella vita reale.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 142 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • federico321 pubblicata 29/07/2016
    ottima opinione ;)
  • BombaJr pubblicata 27/07/2016
    grazie ottima opinione :D spero di rivederti presto
  • Pacman1984 pubblicata 27/07/2016
    buona info.ciao.
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Acciaio (Silvia Avallone)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Acciaio (Silvia Avallone)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Nei casermoni di via Stalingrado a Piombino avere quattordici anni è difficile. E se tuo padre è un buono a nulla o si spezza la schiena nelle acciaierie che danno pane e disperazione a mezza città, il massimo che puoi desiderare è una serata al pattinodromo, o avere un fratello che comandi il branco, o trovare il tuo nome scritto su una panchina. Lo sanno bene Anna e Francesca, amiche inseparabili che tra quelle case popolari si sono trovate e scelte. Quando il corpo adolescente inizia a cambiare, a esplodere sotto i vestiti, in un posto così non hai alternative: o ti nascondi e resti tagliata fuori, oppure sbatti in faccia agli altri la tua bellezza, la usi con violenza e speri che ti aiuti a essere qualcuno. Loro ci provano, convinte che per sopravvivere basti lottare, ma la vita è feroce e non si piega, scorre immobile senza vie d'uscita. Poi un giorno arriva l'amore, però arriva male, le poche certezze vanno in frantumi e anche l'amicizia invincibile tra Anna e Francesca si incrina, sanguina, comincia a far male. Silvia Avallone racconta un'Italia in cerca d'identità e di voce, apre uno squarcio su un'inedita periferia operaia nel tempo in cui, si dice, la classe operaia non esiste più.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788817037631

Tipologia del prodotto: Libro rilegato

Autore: Silvia Avallone

Numero totale di pagine: 357

Alice Classification: Letteratura Italiana: Testi

Editore: Rizzoli

Data di pubblicazione: 2010

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 18/03/2010