Agenzia Riccardo Finzi,praticamente detective (B. Corbucci,1978)

Immagini della community

Agenzia Riccardo Finzi,praticamente detective (B. Corbucci,1978)

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

1 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Agenzia Riccardo Finzi,praticamente detective (B. Corbucci,1978)"

pubblicata 13/08/2017 | supercocco78
Iscritto da : 30/08/2005
Opinioni : 1110
Fiducie ricevute : 859
Su di me :
"È meglio essere odiati per ciò che siamo, che essere amati per la maschera che portiamo." - Jim Morrison
Ottimo
Vantaggi vedi opi
Svantaggi vedi opi
Eccellente
Regia
Sceneggiatura
Colonna Sonora
Qualità Video (DVD):
Qualità Audio (DVD):

"RENATO POZZETTO INVESTIGATORE PRIVATO"

Screenshot della mia opinione con accanto una scena del film del video di youtube dove ho visto il film

Screenshot della mia opinione con accanto una scena del film del video di youtube dove ho visto il film

Dopo un sacco di tempo torno a parlare di un film e lo faccio con questo che ho rivisto recentemente.. ho notato che su ciao è presente sia in questa categoria, sia in categoria DVD. Logicamente, dato che non posseggo il dvd, ve ne parlo in cultura e spettacolo, come dovrebbero fare tutti quelli che scrivendo in categoria DVD in realtà parlano solo del film...
Io il film l'avevo in VHS, registrato dalla tele svariati anni fa, non avendo più il videoregistratore, però, sono riuscito a guardarlo trovandolo su youtube ed essendo stato un film che mi era molto piaciuto, mi sono messo a riguardarlo..

Titolo: Agenzia Riccardo Finzi, praticamente detective
Regista: Bruno Corbucci
Nazione: Italia
Anno: 1979

Attori principali:
Renato Pozzetto - Riccardo finzi
Enzo Cannavale - Ciammarica
Adriana Facchetti - Signora Pina
Lory Del Santo - Pierpaola / Susy

TRAMA


Riccardo Finzi è un neo detective desideroso di cominciare una brillante carriera. Così, in arrivo a Milano, cerca subito di farsi pubblicità. Il primo caso glielo propone direttamente la commessa del negozio di stampa a cui lui si rivolge per farsi stampare volantini pubblicitari. Si tratta di spiare il marito di lei per capire se la tradisca. Un caso di ben poco conto considerato ciò che accade poco tempo dopo.. Già alla prima sera Riccardo, recandosi in discoteca per passare il tempo, conosce una ragazza di nome Susy che lo invita a casa sua. Passano pochi minuti e Susy, ricevendo una telefonata, scaccia di casa Riccardo che resta stupito di questo comportamento. Il giorno dopo viene a sapere che Susy, che presto si scoprirà chiamarsi in realtà Pierpaola, è morta in uno strano incidente d'auto, e quale miglior occasione di questa per mettersi ad indagare?. Così per Riccardo è arrivato il momento di farsi conoscere e tra un impedimento e l'altro comincerà seriamente ad indagare aiutato da Ciammarica, un ex poliziotto in pensione, frequentatore del bar sottocasa di Riccardo scoprendo ben presto che Pierpaola in realtà è stata assassinata e che non si è trattato di un incidente. Ce la farà a scoprire chi è l'assassino? Ovviamente non lo dico, per saperlo dovete guardare il film.

CONSIDERAZIONI SUI FILM ITALIANI


Chi mi conosce da tempo sa che non sono molto entusiasta del cinema nostrano, soprattutto quello attuale, infarcito di volgarità, di ripetizioni (vedi de sica e boldi rigorosamente minuscoli) e spesso con recitazione che andrebbe bene a teatro ma non in un film. Tra gli attori che invece mi sono sempre piaciuti c'è Renato Pozzetto che reputo uno dei migliori attori italiani che è sì un comico e ha fatto anche film con il duo citato sopra ma un comico con una comicità pulita e che è capace di far ridere anche solo con il suo modo di parlare, a volte surreale, Indimenticabile il famosissimo "TAAAAC" con cui apparecchiava la tavola ne Il ragazzo di campagna così come indimenticabili sono le sue esclamazioni "eh la madonna!" Ecco perché per me guardare un film di Pozzetto fa sempre piacere..

Ma tornando ai film italiani, quello che sto recensendo non è recente, è del 1979, ha un solo anno meno di me, siamo quasi coetanei eheheh. Alla fine anni 70 e anni 80 in Italia era pieno di film di serie B come quelli di Banfi, Alvaro Vitali e lo stesso Enzo Cannavale che qui troviamo nei panni di un ex poliziotto. Agenzia Riccardo Finzi si distingue invece per non essere un film comico ma un film decisamente guardabile e, a mio avviso, anche molto attuale e ora ve ne parlo

COMMENTO SUL FILM


Vedere Pozzetto nei panni di un detective è sicuramente particolare. Fin da subito lo vediamo un po' impacciato essendo per lui la prima volta in città, ma riesce subito ad adattarsi alla metropoli. Riccardo Finzi è uno squattrinato, non per niente viene in città per cercare di fare fortuna, come tale ha uno spirito di adattamento notevole. Gli viene dato un appartamento sgangherato, appartenuto ad una prostituta che amava guardarsi durante gli atti tanto da appendere al soffitto della camera uno specchio gigantesco.. Colpisce di Riccardo la facilità con cui riesce ad adattarsi alla situazione e perfino all'arredamento ristretto e alle poche risorse a disposizione. E Pozzetto si cala perfettamente nella parte. E Riccardo si fa subito amici ovunque, sia nel condominio, sia nelle vicinanze. La signora Pina, abitante del piano di sotto, è secondo me la più simpatica, sia per il nome che mi ricorda molto mia nonna, sia per i modi molto gentili che farebbero piacere a chiunque. La cito perché è uno dei miei personaggi preferiti del film. Pina si presenta spesso da Riccardo: gli offre pranzo e cena, gli porta la colazione in casa, non curandosi che lui l'accolga quasi in mutande, lo aiuta a modo suo con il suo caso ed è sempre infinitamente gentile. Impossibile rifiutarsi. L'attrice che la interpreta, Adriana Facchetti, è davvero bravissima e nonostante non sia la protagonista, ho voluto citarla perché è un personaggio davvero piacevole...
Simpaticissima anche la figlia del portinaio del condominio, Arista, con cui Riccardo avrà sempre dei battibecchi dato che la bambina gli farà non pochi dispetti mettendo a dura prova l'auto controllo di Riccardo / Renato..

Veniamo a Ciammarica, l'ex poliziotto. Enzo Cannavale, come detto sopra, visto soprattutto in film di seconda fascia con Banfi e Vitali, in questo film è molto simpatico, con il suo perenne accento napoletano e la sua brutta malattia ai piedi che causerà molte gag all'interno del film. Lo vedremo infatti spesso togliersi le scarpe anche in situazioni non proprio consone, lo vedremo con i piedi a mollo nell'acqua ed esibirsi in imprecazioni napoletane, non volgari, che suscitano diverse risate sebbene il film non è un comico.

E ora parliamo dello svolgimento della trama. Quando Renato viene a conoscenza che "la Susy" così come la chiamano ormai tutti, è morta si mette subito alla caccia dell'assassino con i suoi modi spesso poco ortodossi e con la sua estrema semplicità.. comico quando spiega al padre di Pierpaola (che come già detto sopra è il vero nome di Susy) il perché si trovasse a casa sua la sera prima... "voleva farmi assaggiare..." e qui si ferma un attimo a pensare "... la maionese" Tipico della comicità di pozzetto inserire parole molto surreali per nascondere la verità e cioè che Pierpaola volesse avere un rapporto con lui... E Riccardo trova subito degli ostacoli sul suo cammino, ostacoli che non posso rivelarvi perché sarebbe uno spoiler... Ma posso rivelarvi gli indiziati che Riccardo metterà nella lista, rigorosamente scritta su un taccuino cartaceo (altro che tablet o cellulari, quelli erano i bei tempi).
  • Il Padre di Pierpaola. Il signor Moser (questo il cognome della famiglia) è un uomo ricco molto conosciuto è non è molto contento di scoprire che la figlia possa essere stata assassinata. Per lui è stato solo un incidente. Senza contare che se si sapesse in giro per lui non sarebbe buona pubblicità. Sarà per caso l'assassino?
  • la madre di Pierpaola. La signora Moser è la classica moglie di ricco che si annoia e come tale non è molto fedele al marito. Non per niente, durante le indagini, Renato la scoprirà coinvolta in tresche anche con il fidanzato della figlia. Che sia un movente per un assassinio?
  • Samantha è una ragazza frequentatrice della stessa discoteca in cui Riccardo ha conosciuto Pierpaola.. Oltre a questo è anche la nipote della Signora Pina a cui però Samanta non vuole far sapere che frequenta la discoteca. La ragazza ha quindi qualcosa da nascondere, sarà l'assassina?
  • Filippo Sella. Proprietario di una macchina con un gagliardetto dell'inter (poveraccio lui) appeso davanti, Filippo è stato visto da Riccardo sotto casa di Pierpaola la notte che è stata uccisa.. Sarà lui l'assassino?
  • Prete tifoso dell'inter (povero lui). Pedinato da Riccardo perché visto utilizzare l'auto con il gagliardetto, si scopre ben presto essere una falsa pista in quanto non è altro che il cugino di Filippo Sella che ha preso in prestito l'auto del cugino per andare allo stadio a vedere l'inter
  • VInicio Altopascio.. Dal nome altisonante, Alpopascio è l'amante sia di Pierpaola, sia della signora Moser dalla quale percepisce anche diverse somme in denaro per potersi mantenere... può essere l'assassino?

Ovviamente ognuno degli indiziati può essere l'assassino ma chi sarà davvero di loro? Il film fino alla fine non lo spiega e personalmente, la prima volta che l'ho visto, sono rimasto stupito dalla verità, ma soprattutto dal modo in cui Riccardo la scopre, con un vero colpo investigativo da maestro...
Ma prima di arrivarci, come dicevo, Riccardo deve superare gli ostacoli che ciascuno dei personaggi cercherà di mettergli davanti e come se non bastasse anche il commissario di polizia, per nulla convinto che si tratti di un omicidio, cerca di impedire a Riccardo di fare il suo lavoro, il tutto condito da situazioni rocambolesche, a tratti comiche, ma che non si distaccano dal filo conduttore del film che resta sempre l'investigazione... Un film davvero bello e che riassumo con i PRO e i CONTRO
PRO

  • Film non volgare. Non troviamo volgarità in questo film, nonostante sia un film italiano di fine anni 70. Un film dalla comicità pulita e a tratti anche serio
  • Personaggi molto realistici. Per una volta troviamo una recitazione davvero molto ben fatta e con una profondità che difficilmente vedo in un film italiano di oggi. Anche lo stesso Renato, molto eclettico, veste bene i panni del detective senza comunque allontanarsi dalla sua verve comica che lo ha reso famoso in tutta Italia.
  • La storia. La trama non è poi troppo banale. Certo non è un delitto complicatissimo da risolvere al pari di quelli di CSI o di BONES, ma è sicuramente originale considerata l'epoca del film. Diciamo che è in grado di tenerci col fiato sospeso fino alle ultime scene facendoci chiedere chi sarà mai l'assassino di Pierpaola.
CONTRO

*Così non ne fanno più.. Purtroppo oggi di film di questo tipo in Italia non ne vediamo più. Da tempo non ne guardo più, ma leggendo le opinioni di ciao vedo che comunque poco o niente si salva oggi dal livello piuttosto basso del cinema italiano. Ho messo questa cosa nei contro anche se non riguarda il film ma il cinema italiano in genere, soprattutto quello odierno...

CONCLUSIONE


Ho rivisto volentieri il film. Assegno 5 stelle a questo film perché nonostante l'età si fa guardare ancora con piacere. E l'età non si sente proprio, sia per l'atmosfera del film, sia per la trama che comunque potrebbe essere benissimo attuale anche nel 2017..
5 stelle dunque...vi lascio il link del film che ho visto su youtube se volete rivederlo o vederlo per la prima volta. è il film completo ed è un canale gratuito.

https://www.youtube.com/watch?v=kVtHtd69xgI&t=1284s

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 140 volte e valutata
93% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • sarad12 pubblicata 23/10/2017
    Non lo conoscevo, grazie
  • edsf pubblicata 27/08/2017
    Gran bella recensione!!
  • LavitadiAnna pubblicata 24/08/2017
    Alla fine grazie alla tua opinione sono andata a vedermi il film su you tube e l'ho trovato veramente piacevole e divertente...mi ha fatto molto ridere quando Pozzetto scriveva sul suo bloc notes le cose (insolite) che doveva ricordarsi!!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Agenzia Riccardo Finzi,praticamente detective (B. Corbucci,1978)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 26/04/2005