Opinione su

Alla Mia Età - Tiziano Ferro

Valutazione complessiva (94): Valutazione complessiva Alla Mia Età - Tiziano Ferro

22 offerte a partire da EUR 7,53 a EUR 30,59  

Tutte le opinioni su Alla Mia Età - Tiziano Ferro

 Scrivi la tua opinione


 


denunciamo la "VITA" di chi "NON VIVE PIU'"

5  25.09.2009

Vantaggi:
un piccolo grande aiuto per riflettere  .  .   .  .   .  .

Svantaggi:
Riflettere  .  .    .  .  è un bene o un male in questo mondo caotico? Abbiamo ancora il tempo per farlo?

Consiglio il prodotto: Sì 

Dettagli:

Qualità dei testi

Qualità della musica

Voce artista

Originalità

Design del disco

Paragone con dischi precedenti dell' artista


Inima

Su di me: Il mistero della vita è simile ad una bolla di sapone ... quando senti di averla intrappolata lei &q...

Iscritto da:24.09.2002

Opinioni:59

Fiducie ricevute:20

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 12 utenti Ciao

PREMESSA: Ho cominciato a commentare i testi di queste meravigliose canzoni all’inizio di questo nuovo anno, ma il tempo, i problemi, le difficoltà non mi hanno permesso di terminare tutto quanto.
L’ho fatto oggi 

Per quanto, alcuni lo giudicheranno "ripetitivo", trovo che anche questo CD abbia molto da regalare a tutti noi.
Il tema centrale credo sia la VITA, vita osservata da diversi punti di vista, un modo dei tanti per fermarci un secondo in più a riflettere su tutto ciò che abbiamo attorno, sui nostri desideri, sul nostro modo di affrontare la vita stessa.

LA TUA VITA NON PASSERA’
Primo testo di una raccolta.
Tema centrale “la vita” … la vita di tutti i giorni, la routine vissuta di corsa, l’ansia di volere sempre tutto e subito, l’incapacità di saper aspettare ….
Errori di tutti i giorni, errore ormai divenuto difetto principale del mondo intero. La convinzione di non aver abbastanza tempo per le cose più semplici e nella confusa routine non c’è nemmeno più il tempo di ringraziare Dio o di sorridere a chi ci è accanto.
Tutta la gente che abbiamo attorno parla: … lavoro, studio, investimento, denaro … tutti sanno tutto -di tutto e tutti: “parlano, parlano, parlano e dicono che sanno però mentono” - ma la vita???
La vera vita, quella costruita attorno a valori radicati nel cuore, spesso viene dimenticata, ci si dimentica dell’amico del cuore, della mamma, del papà e perché no anche dei nostri figli, una realtà che vivo costantemente stando a contatto con i ragazzi tutti i giorni … … …
Ma la vita resta pur sempre in noi senza mai riposarsi “la tua vita sarà più forte di ciò che a volte ti hanno detto – la tua vita rimane qui dietro – io la difendo”
E nonostante tutto .. quella stessa vita “non passerà” e anche quando ci urleranno contro di correre, di non fermarci a riflettere perché non c’è tempo: “corri, bastardo corri, che non c’è tempo” dobbiamo ricordare che la vita non deve essere sprecata, che la vita non è stata creata da valori materiali, che il denaro non ci regala la serenità e che la vera serenità è fatta di cose piccole, spesso agli occhi di molti “inutili”.
Non dimentichiamo che la vita è fatta di tanti piccoli tasselli ma ciò che davvero ci rende grandi e importanti è la serenità del cuore, bisogna essere forti e coraggiosi nell’essere noi stessi, con i nostri tempi, con la nostra remota necessità di fermarci un attimo a guardare il cielo, gli alberi, le rondini … a commentare le stagioni, a guardare dentro noi stessi in questo mondo egoista dove tutti corrono per arrivare primi, dobbiamo cominciare a pensare che vivere, forse, vuol dire seguire non solo il ritmo del mondo, che a volte può sbagliare, ma il ritmo di noi stessi ….
ALLA MIA ETA’
Il testo si capirebbe semplicemente immaginando tutto ciò che si cela tra le righe di questa bellissima frase “OSSERVAVO LA VITA COME L’OSSERVA UN CECO” …
E’ un testo di vita, la vita che diventa “difficile” quando il primo problema incombe in un tempo di successo! La vita nella società attuale, complessa più di quanto può sembrare, fatta di falsità non solo verso gli altri ma soprattutto verso se stessi. E forse mentire a se stessi è ciò che fa più male.
Fingere, diventa quasi sinonimo di pace, in questa realtà.
Fingere l’allegria, la simpatia, fingere di stare bene ..
La solitudine si sconfigge immaginando di non esser soli, fare di tutto per sentirsi un po’ meno soli, ma in ogni caso, nei momenti più difficili, siamo più soli di sempre: “come un terremoto in un deserto … che … crolla tutto e io son morto e NESSUNO SE N’E’ ACCORTO ” … è essenziale quindi nei momenti più bui SPICCARE IL VOLO e guardare verso l’alto, non sentirsi mai sconfitti ma combattere e abbracciare la vita con più forza perché è umano sentirsi campioni finchè tutto procede bene, ci piace mostrare sicurezza quando la realtà non presenta ostacoli, ma arriva per tutti un momento in cui bisogna essere campioni di se stessi per non arrendersi, bisogna imparare ad accettare i propri limiti e le proprie debolezze.
La vita è amore, gioia, dolore, tutto e noi dobbiamo apprezzarla anche quando l’universo sembra girar storto, anche quando ci sentiamo così fragili e stanchi, dobbiamo alzare gli occhi al cielo e camminare senza mai fermarci, a piccoli passi, ma senza mai fermarci, osservando la vita e tutto ciò che è attorno a noi come se fosse la prima volta.
Il dono della vita lo si può riscoprire vivendo. Nel percorso che ognuno di noi compie, c’è poi un tempo, un’ età, in cui spesso ci si chiede: “che senso ha continuare a battersi per una vita fatta d’egoismo, vuota di valori e sentimenti, tradita da noi stessi che non riusciamo ad apprezzarla e a difenderla “ ed è spesso in quel momento che sentiamo la nostra anima dibattersi, momenti in cui le lacrime scendon giu’ come cristalli puri e ci regalano ancora una speranza.
Il pianto simbolo di “realtà” …
un cenno positivo nel “voler ancora sperare” … una speranza, non è ancora tutto persa.

IL SOLE ESISTE PER TUTTI
“UNICO – PREZIOSO – INSOSTITUIBILE E SOLO TUO SIA IL DONO DELLA VITA” nuovamente, un inno alla vita, chi deluso dalla vita non riesce più ad accettarla, più a ritrovare nella stessa gli elementi meravigliosi che le appartengono.
Il dramma di chi non accetta la cattiveria dell’uomo, di chi non sa cosa sia l’odio, il rancore, le battaglie di vinti e vincitori, il dramma di chi è costretto a doversi adeguare alla vita impostata su sporchi valori.
Ed è questo l’inferno di un uomo vero, che vorrebbe poter vivere la vita con più lealtà e amore, con maggior solidarietà ma riconosce che ciò non è possibile e la rinuncia a questa vita diventa rinuncia alla vita stessa. Una vita, basata su valori sinceri si spegne giorno dopo giorno e c’è un punto in cui nemmeno l’amore è così forte da poter salvare questo sconosciuto malessere che ti travolge e ti trasporta in un abisso, un inferno dove non c’è più luce … una stella, si spegne soffocata dal mondo che ha dimenticato il valore di un semplice sorriso … ma una stella, continuerà a brillare alta nel cielo e ancora non è stanca di regalarci la possibilità di mediare ai nostri errori.

INDIETRO
Indietro …
Non riesco a commentare questo testo. Credo possa essere interpretato in modi differenti. Io ci provo.
“Indietro” .. riferito a tutti coloro che si legano al passato e non riescono a guardar avanti (il bene più segreto sfugge all’uomo che non guarda avanti mai) … e capita a tutti di ritrovarsi a rivangare nel passato e riscoprire emozioni, magari guardando una semplice foto, appartenente al passato e sentire il tempo, scorrere veloce, veloce … fermarsi in quella foto come spettatori del tempo stesso, fermarsi ad aspettare qualcuno o qualcosa mentre tutto continua a correre … perdendo parte di quelle possibilità che si sarebbero potute presentare solo guardando avanti in una prospettiva diversa, non per forza migliore o peggiore ma semplicemente diversa, nella convinzione che ogni singola emozione vissuta, non potrà mai tornare con la stessa intensità di sempre, ogni emozione vissuta è e sarà unica e irripetibile.

IL REGALO Più GRANDE
Un regalo. Simbolo d’affetto, d’amore, di simpatia, d’impegno …
Regali e regali. Una volta nella vita, forse anche due, può capitare di sentire la materia (per quanto materialmente costosa) non in grado di ricambiare il valore di un amore.
Ormai i regali son diventati simbolo di benessere e di possibilità e non più simbolo d’amore.
Il regalo più grande, in una storia d’amore è qualcosa che non si può mostrare agli altri e a volte nemmeno raccontare; il regalo più grande si riscopre nella sincerità di un’emozione tanto grande, capace di farti piangere e sorridere nel contempo. Il desiderio di donare il sorriso della persona che si ama alla “luna” affinché ogni qualvolta lo sguardo cadrà su di lei (sulla luna), l’amore trionferà su tutto, sulle cattiverie della gente, sui piccoli problemi di tutti i giorni, sui dubbi, sulle insicurezze … … … …
Il regalo più grande si rappresenta in un sogno inespresso, qualcosa che nessuno ha mai potuto condividere con la persona che si ama, che per la prima volta, però, si condividerà insieme …………………………………………………….
E nel desiderio di veder sorridere la persona che si ama, di volere il suo bene … si ammette, con dolore, che per amore si accetterebbe anche la fine di questo amore grande … solo se lo stesso amore, sentisse la necessità di volare in alto, di aprire le ali ed essere nuovamente libero.
L’amore è il regalo più bello che ognuno di noi possa dare e ricevere, un amore che non soffoca ma sorride alla libertà e l’accetta i”in nome dell’amore”, tra una lacrima e un sorriso!!!

IL TEMPO STESSO
Il testo è un dono del maestro Franco Battiato a Tiziano Ferro, difatti lo stesso Battiato ne ha fatto un’introduzione parlata.
Il valore del tempo viene riesaminato. Troppe volte desideriamo “anticipare” il tempo per superare dolori, tristezze, momenti poco positivi.
Quante volte socchiudiamo gli occhi e sussurriamo a noi stessi: “spero che questo momento passi in fretta!” un modo come tanti per guardare avanti, con una nota più positiva … un modo dei tanti di abbandonare le tristezze. Ed è in questa “vaga” speranza che ci ritroviamo fermi, immobili, in attesa dello scorrere del tempo, in attesa che il momento passi … fermi, guardando il mondo con distacco.
Ma tutto segue un suo corso, un movimento regolare che va pari passo con il tempo, che scorre senza mai fermarci ad aspettare.
Si commettono errori, si sbaglia, si fanno delle scelte e il tempo diventa un fantasma di “ieri”, parte dei ricordi, parte di quegli errori che avremmo voluto “non commettere”, parte di quei passi che non abbiamo compiuto per paura, parte di tutto ciò che ha rappresentato la nostra vita e ancora farà parte di essa …
Ma è con il tempo che si curano le ferite peggiori e i legami si trasformano …
Il tempo porta cambiamenti che spesso vorremmo escludere dalla nostra esistenza ma il tempo, è e sarà, un nostro compagno di vita, da sempre e per sempre.

LA PAURA NON ESISTE
Paura, paura intesa come “paura di sbagliare”.
Momenti della nostra vita in cui si ha la necessità di non “sorridere”. Il “BISOGNO DI ESSERE TRISTE” per scelte di vita “sbagliate”, sbagliate perché è facile sbagliare in questa vita, perché a volte è facile far del male persino a se stessi, senza volerlo.
Ma troppe volte non ci si rende conto che: un errore è errore se lo si commette sapendo di sbagliare. “Sbaglia solo chi voleva” chi consapevolmente ha commesso degli errori, con cattiveria, con il desiderio di farti male, perché: “chi odia – sai può fingere – solo per vederti piangere”.
Ma quella gente non ammetterà mai di aver sbagliato.
E allora l’errore non esiste, la paura di sbagliare non esiste …
Sbagliare fa parte del gioco della vita, non si può sempre vincere e bisogna imparare a perdere senza sentirsi “perdenti” anche quando non si è i soli a soffrire.
E nel buio della notte, spesso, facciamo i conti con noi stessi. A volte basta alzare gli occhi al cielo e guardare le stelle, ci sembrerà di volare verso di loro per abbracciarle e rubare la loro luce, per aver la forza di amarci un pochettino di più, di volerci un po’ più bene, di sorridere anche quando abbiamo perso una sfida, un amore, una parte di noi.
Momenti in cui vorremmo solo continuare a guardare i nostri difetti, vorremmo credere che il perdono non ci spetta, vorremmo credere di essere noi “sbagliati”, vorremmo solo farci del male … ma è in quei momenti che dovremmo socchiudere gli occhi e abbracciarci per volerci un po’ più bene. Non servirà cambiare casa, girare il mondo senza meta, aspettare il perdono di qualcuno che non sa perdonare, non servirà a perdonare noi stessi.
Ogni passo compiuto in modo non razionale, può segnare una scelta sbagliata, ma questo non ci deve impedire di seguire il cuore perché tante volte, quel passo segna il confine di una vita PIU’ VITA.

LA TRAVERSATA DELL’ESTATE
Il coraggio di lasciarsi andare con persone delle quali non si è sicuri. Persone che nascondono “qualcosa” ma in apparenza o ancor meglio, razionalmente, sappiano non potranno mai darci certezze, sicurezze o amore.
“L’amore eterno dell’inverno”, che porta due nudi corpi ad abbracciarsi come se fossero gli ultimi sopravvissuti sulla terra, per darsi calore, l’un l’altro. L’apparenza dell’eternità e il pensiero di un estate che prima o poi arriva e travolge ogni cosa con il suo passaggio, con il suo calore.

SCIVOLI DI NUOVO
Una realtà esistente da sempre, per molti di noi, la mancanza di sicurezza, l’inesistenza di una persona che non si ama per quella che è ma che cerca conferme dal mondo esterno e pur di non deludere, abbassa lo sguardo e dimentica se stesso.
C’è un momento nella vita in cui ognuno di noi riesamina attentamente la relazione della sua vita … ciò che abbiamo avuto, la serenità che siamo riusciti ad ottenere attraverso le nostre azioni, guardarsi dentro e sentirsi più forti, più maturi, più sereni ….
Ma è davvero tutto così semplice?
No, non sempre le cose vanno a questo modo. A volte, pur di non deludere il mondo, le imposizioni morali che ci circondano, le convenzioni famigliari, siamo disposti a dimenticare noi stessi, ciò in cui crediamo davvero, quello che realmente può renderci felici e soddisfatti di questa vita.
“Conti ferito” il conteggio di tutte quelle cose che desideravamo diverse e che non siamo riusciti minimamente a cambiare per paura di deludere, per paura di non essere più accettati, per paura di essere giudicati dal mondo, per paura di mostrarci più deboli di quello che vogliamo apparire. E tutto ciò che di materiale costruiamo, la casa, la posizione lavorativa, l’essere famosi non basteranno mai per donarci quella sicurezza disperatamente cercata, semplicemente perché ci siamo dimenticati della vita vera, dei valori importanti che essa ci regala, valori semplici ma pur sempre essenziali, ci siamo dimenticati di noi stessi. E nonostante ci si rende conto di aver intrapreso la strada di una serenità costruita e non reale, spesso, si continua a sbagliare “scivoli di nuovo” …
Le passioni, gli interessi, la nostra serenità viene dimentica e ad essa si contrappone una serenità costruita, la ricerca di conferme, l’ammirazione da parte di chi ci guarda e nel contempo un disprezzo nascosto verso noi stessi … lo sguardo teme altri sguardi, teme di far apparire quella tristezza travolgente eclissata magari dietro quel lavoro più prestigioso, quella ricchezza esagerata, e allora sorrisi falsi che si spengono quando restiamo soli e poi vergogna e bugie verso se stessi.

ASSURDO PENSARE
Con il termine “assurdo” si fa riferimento a tutte quelle cose che razionalmente ci appaiono illogiche, prive di un senso. Inevitabilmente ci ritroviamo a definire “privi di senso” alcuni nostri comportamenti, spesso dovuti ad un ingiustificata contrapposizione della mente con il cuore, comportamenti dettati spesso dall’orgoglio o dal timore di apparire più “deboli”.
Comportamento assurdo è l’amore mai rivelato, la pazienza di aspettare l’uno la conferma dell’altro, la conferma di un amore e le continue attese, attese senza fine.
Assurdo quando non si ha pazienza di attendere, quando si desidera tutto e subito, quando ci s’innamora senza volerlo e ci si ritrova in un mare di emozioni senza fine.
Assurdo è l’impegno posto per realizzare un sogno, per arrivare ad un traguardo e il modo con cui lo stesso traguardo diventi uno dei mille ricordi ancor prima di averlo superato.
Ogni nostro pensiero o comportamento, può diventare assurdo quando lo osserviamo con logica e razionalità ma nel contempo si può tentare di fare meglio, comportarsi in modo più corretto, più sincero, verso gli altri e verso se stessi, sapersi accontentare delle piccole cose che per quanto possano sembrar futili sono quelle che danno senso alla vita di ognuno di noi. I piccoli gesti quotidiani, quelli di cui spesso ci facciamo abitudine, quelli che diamo per scontato.

PER UN PO’ SPARIRO’
Un bellissimo testo che critica i comportamenti umani che inconsciamente seguono “una moda”.
Per anni l’uomo ha seguito l’istinto, l’istinto animalesco  attuo alla riproduzione, poi la forza del cuore ha fatto sì, che, l’istinto umano non si identificasse solo in un atto sessuale ma dietro la maschera della fisicità ci fosse molto, molto di più, ovvero sentimenti ed emozioni, il valore della famiglia.
La gente è tanta, diversa, avente valori, idee e punti di vista discordanti.
Tornando ai comportamenti “illogici” con questo testo si cerca di denunciare comportamenti irrispettosi, privi di valori che hanno rappresentato per anni l’umanità. Oggi nel II Secolo ci ritroviamo alle prese con un mondo cambiato, un mondo che in parte dimentica i valori importanti e li sostituisce con valori materiali e falsa serenità.
Ingiusto è chi crede che amore sia prendere, prendere tutto ciò che può e scappare a gambe levate, un po’ come se tutto gli fosse dovuto.
Ingiusto è chi si concede pensando che questo possa renderlo/la più forte. Concedere se stesso a tutto e tutti senza limitazioni, senza inibizioni, senza un minimo di rispetto per se.
Ingiusto è chi scappa dinanzi ai sentimenti illuso di una finta vittoria, ma sicuramente vincitore è colui che non si nasconde e non si nasconderà mai dinanzi alle emozioni, dinanzi all’amore, vincitore è chi non ha paura d’amare anche dopo esser stato ferito.
“Ti sei chiesto mai perché capita che – farsi male è più facile che darsi un bacio” e quante volte è capitato anche a me, quante volte invece di un bacio, di una carezza, di una parola di conforto ho ricevuto “cattiveria”. Quante volte io, personalmente mi sono ritrovata in questa frase, ho preferito far del male,con le parole, pur di difendermi dall’amore. Ho ferito, forse non in modo fisico ma con le parole, che possono diventare come lame taglienti e distruttive per il cuore di una persona.
La sciocca realtà ci fa credere che “fare del male” sia fisico che psichico sia sinonimo di forza ma ovviamente non è così. 
E nel contempo, troppe volte si arriva a far del male anche a se stessi …
E pure si può essere più forti, in grado di perdonare, di guardare negli occhi chi ci ha fatto del male senza provare rancore.
E allora non resta che guardare avanti, magari sparire per un po’, annullarsi persino a se stessi pur di ritrovare la forza di abbracciarsi e volersi più bene.

FOTOGRAFIE DELLA TUA ASSENZA
La fine di una storia, restano i ricordi e le fotografie, restano le emozioni ancora impresse dentro di noi a farci compagnia.
La vita scorre veloce in ogni caso, non si ferma ad aspettare niente e nessuno e allora l’unica speranza e poterla vivere al meglio.
Alla fine di una storia si avverte un senso di libertà che fa male: “non guarderò mai più negli occhi la mia gelosia” – “e tornerà l’indifferenza a farmi compagnia” … ci si ritrova soli con i ricordi a cercare di comprendere la vita da una posizione differente. Fotografie o ancor più spesso immagini impresse nella mente, sotto forma di ricordi che ci emozionano ogni qualvolta tornano a farci visita.
L’abitudine, l’abitudine dell’ avere avuto accanto una persona ci porta poi a cercare un “minimo dettaglio” di lei, in altra gente, in grado di regalarci sia pur in parte quelle emozioni disperse nei ricordi di una parte di vita insieme.
Tra i mille ricordi il viso si rattrista, la tristezza diventa nostra compagna e noi non dobbiamo fingere serenità “e il viso triste, sopra ogni dubbio – non lo nascondo e se lo faccio – SBAGLIO” … … …

BREATHE GENTLE
Un testo inedito, o se preferite la versione inglese della canzone “Indietro” con la collaborazione di Kelly Rowland, una ballata romantica che dona sensazione dolcissime al cuore.


Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
IceMan46

IceMan46

17.10.2009 11:01

ottima disquisizione su di un cantante che non conosco

oreste81

oreste81

08.10.2009 17:51

ottima opinione ciao alla prossima

The_Magic

The_Magic

01.10.2009 22:51

veramente bravo

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento
Compara i prezzi ordinate per Prezzo
Alla Mia Eta - Tiziano Ferro

Alla Mia Eta -​ Tiziano Ferro

Audio CD, EMI

€ 6,85 amazon.it marketplace musica 29 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,99

Disponibilità: Generalmente spedito in 1-​2 giorni lavorativi.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it marketplace musica

Alla mia eta live in rome Tiziano Ferro

Alla mia eta live in rome Tiziano Ferro

Alla mia eta live in rome, il CD Musicali di Tiziano Ferro edito da Universal ...

€ 9,99 Inmondadori.it 38 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,90

Disponibilità: vedere sito

     Al negozio  

Inmondadori.​it

Tiziano Ferro. Alla mia età. Live in Rome (DVD)

Tiziano Ferro.​ Alla mia età.​ Live in Rome ​(DVD)

con Tiziano Ferro - Musica

€ 11,13 Ibs.it 246 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: disponibile

     Al negozio  

Ibs.​it



Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Alla Mia Età - Tiziano Ferro è stata letta 1143 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (25%):
  1. IceMan46
  2. oreste81
  3. alberto50

"molto utile" per (75%):
  1. armano
  2. The_Magic
  3. epy
e ancora altri 6 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Prodotti interessanti per te
Senza Nuvole - Alessandra Amoroso Senza Nuvole - Alessandra Amoroso
Pop e Rock italiano - Anno di Pubblicazione: 2009
20 Opinione
Acquista a soli € 5,22
Primavera in Anticipo - Laura Pausini Primavera in Anticipo - Laura Pausini
Pop e Rock italiano - EAN: 5051865053620
77 Opinione
Acquista a soli € 7,53
Una canzone pop – Pierdavide Carone Una canzone pop – Pierdavide Carone
Pop e Rock italiano - Casa Discografica: Sony - Anno di Pubblicazione: 2010 - EAN: 0886976877224
12 Opinione
Acquista a soli € 4,70