Ama il prossimo tuo come te stesso. La vita in relazione prospettive etiche

Immagini della community

Ama il prossimo tuo come te stesso. La vita in relazione prospettive etiche

Quest'anno il tema è stato declinato con l'approfondimento delle esigenze etiche della vita "in relazione", esaminate alla luce del comando biblico "A...

> Vedi le caratteristiche

80% positiva

1 opinioni degli utenti

Opinione su "Ama il prossimo tuo come te stesso. La vita in relazione prospettive etiche"

pubblicata 29/05/2017 | CHEZIAOTTO
Iscritto da : 18/07/2007
Opinioni : 316
Fiducie ricevute : 180
Su di me :
Un abbraccio Cristiano a tutti I componenti di questo meraviglioso Sito! Che Geova vi benedica per il vostro cuore a Lui dedicato Umberto Polizzi (CHEZIAOTTO)
Buono
Vantaggi Ottimi argomenti
Svantaggi no
Eccellente
Contenuti
Reperibilità
Qualià Materiale

"LA CONDIZIONE DEL MONDO e CRONOLOGIA BIBLICA"

Ama il prossimo tuo come te stesso. La vita in relazione prospettive etiche

Ama il prossimo tuo come te stesso. La vita in relazione prospettive etiche

Prefazione


Nei Vangeli Gesu’ ci esorta con queste parole: ”AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO”.
Parole sagge suggerite solo dal terrore di esserne implicati e che queste stesse parole di ‘dignità infinita’ si possono ritorcere su chi le ha espresse ma non mai realizzate.
Sono oltre dieci le “CROCIATE” e le AUTORITA’ delle INQUISIZIONI che hanno funestato con episodi satanici i popoli dall’ínizio del secondo millennio per la scusante repressione dell’eresia.

Inoltre Gesu’ disse all’Apostolo Pietro : “Riponi la spada nel fodero, perche’ chi di spada ferisce di spada perisce...!” Quante delle religioni antiche e moderne hanno mai adottato il coniglio di Gesu’?

“LA CONDIZIONE DEL MONDO” e “CRONOLOGIA BIBLICA”


Gli atti criminali perpetrati nel mondo del passato, come anche in questi giorni, si imprimono nella nostra coscienza come una ferita aperta. I fatti sono troppo gravi per poter evitare di affrontare le domande che mi sono state proposte.
Penso che queste siano piu’ per dare risposte e non domande. Benchè siano terribilmente gravi, “si raccoglie ciò che si semina” in un mondo dove non c’è la visione di Dio, o se c’è è terribilmente distorta.
È possibile che un uomo, come chiunque esso sia, stermini donne, uomini e bambini, innocenti, con una mostruosa rabbia distruttrice? Da quando esiste il mondo, i deboli hanno subito SEMPRE simili efferatezze da chi, dichiaratamente religioso, si è valso di giustificare il crimine senza specificare una semplice ragione.
Da sempre, ma meglio in questi ultimi millenni, specialmente dalle guerre sante del Medio Evo, con milioni di morti per le “Crociate” e le Inquisizioni”, nel traffico di uomini neri come schiavi dal Sud Africa alle Ameri, per continuare poi, nei nostri giorni al Giappone con le bombe atomiche, alle Torri Gemelle a Madrid e in Francia, e ora in Inghilterra a Manchester in questo mese di maggio 2017 dove ventimila partecipanti minorenni, compresi i genitori di costoro, attratti da una giovane cantante, una violenta esplosione prodotta da un terrorista infame, 22 minorenni sono deceduti , mentre altri 59 sono in condizioni precarie,ma mai nessuno di potere,sia mai riuscito a spezzare la catena del male!

Ciascuno di noi, uomo di fede o non credente che sia, deve poter rispondere a queste domande per non cadere nella disperazione, nella rassegnazione o in una violenza maggiore.
La censura di queste domande non fa che accrescere la violenza che già abbiamo sofferto. Purtroppo non si tratta di censurare o meno queste storie funeste, ma domandarsi cosa animava nelle antiche Società, politiche e religiose, dall’inizio della loro storia sino ad oggi, hanno, da sempre, un partorire satanico di disastri fisici e spirituali. Attualmente le antiche disastrate religioni, hanno trovato il modo di riprodussi caratterizzando i secoli di tragedie , e funestando con maggior appiglio demonico.

Giocattoli di distruzione che formano lo spirito dei nostri figli


Noi tutti abbiamo cercato di rispondere a queste domande che si riaffacciano di continuo alla nostra mente. E ciascuno di noi ha potuto constatare la propria incapacità di darsi una risposta soddisfacente. Nessuna posizione politiche e sociali sono state sufficienti ad affrontare quanto è accaduto, e non basta certo l’apparente aiuto psicologico per superarlo. La grandezza della sfida ci fa cogliere il nostro limite da definirlo burlesco per quanto non efficace. Chiederei in quante famiglie ‘bene” garbate e ben pensanti, già dai primi passi della loro prole regalano giocattoli robot programmati per giochi distruttivi?

‘E’ solo un giocattolo’- si giustificano i genitori.., ma è un giocattolo di distruzione che forma lo spirito dell’adolescente. Ora siamo, o siete senza parole? Rispondiamo alla nostra coscienza...! Coraggio!
Gesu’ disse all’ Apostolo Pietro : “Riponi la spada nel fodero, perche’ chi di spada ferisce di spada perisce...!” Quante delle religioni antiche e moderne hanno mai adottato il coniglio di Gesu’?
Davanti a questa terribile ingiustizia che è la morte violenta degli innocenti e’ anche l’intento di distruggere i popoli in conflitto, vorremmo meditare per cancellare nei nostri cuori queste azioni che ci tarlano dentro. In ogni Stato vi e’ la propria religione. Domanda:
”Nessuna di queste e’ priva di armi o da benedire le forze armate dei loro Paesi sotto la loro giurisdizione spirituale nei conflitti armati? Oggi è il popolo dei crocifissi che subisce? Il male è cancro per qualsiasi popolo! Il male è stato progettato e perpetrato anche, o meglio, primariamente oggi, su quelli senza crocifissi che uccidono anche moltitudini di innocenti nel nome del loro dio.

Quelli che oggi uccidono, come ieri, anche loro lo fanno nel nome del loro dio


Il sacrificio di Cristo si erge come possibilità di essere liberati dall’angoscia del male. Solo la certezza di un destino buono, promesso dalla Risurrezione, in mezzo alla tragedia, può restituirci la fiducia in noi stessi, negli uomini, nella vita.
Quelli che oggi uccidono, come ieri, e sono senza mezzi termini degli “Assassini spietati”, anche loro lo fanno nel nome del loro dio come un tempo era spietatamente perpetrato per il loro colore della pelle in un livello geografico diverso e lontano.
Parole come queste non sono facili da comprendere nemmeno per noi cristiani, come per tutti i popoli aggiogati al terrore. È possibile dire questo e vivere nella pace di questa certezza solo attraverso un abbraccio umano di cui si fa esperienza nella propria vita? Cristo ci abbraccia e ci educa nella comunità cristiana insegnandoci ad affermare sempre la dignità di tutta la vita umana e la positività del reale.
Nei Vangeli Gesu’ ci esorta:”AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO” . Parole sagge suggerite solo dal terrore di esserne implicati e che queste stesse parole di ‘dignità infinita’ si possono ritorcere su chi le ha espresse ma non mai realizzate.
Sono oltre dieci le “CROCIATE” e le AUTORITA’ delle INQUISIZIONI che hanno funestato con episodi satanici i popoli dall’ínizio del secondo millennio per la scusante repressione dell’eresia.
Stiamo costruendo la convivenza civile nei popoli aggiogati dal terrorismo impegnati in una storia di dialogo che ha generato un bene comune che è nella nostra cultura. Affinché questa convivenza si sviluppi liberamente servono uomini che nel lavoro quotidiano e nelle loro iniziative pubbliche ci permettano di riconoscere che la vita è sacra, e che la ragione e la libertà non sono in armonia tra loro finché non incontrano il “Mistero Buono,” presente e prossimo a ciascuno.
Poter camminare assieme a uomini così è la nostra speranza e il nostro primo contributo per il bene comune. Un applauso e cordoglio anche per commemorare la morte degli innocenti della parte opposta perché la ‘vita è sacra’ anche per coloro che non sono contemplati da ‘Comunione e Liberazione’ di ispirazione antica ma senza frutto.
//////////////////////////////////////////
/////////////////////////////////////////
Caratteristiche tecniche
EAN: 9788831545594
Tipologia del prodotto: Libro
Curatore: Segretariato attività ecumeniche
Numero totale di pagine: 192
Alice Classification: Teologia Morale Cristiana
Editore: Paoline Editoriale Libri
Data di pubblicazione: 2015

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 134 volte e valutata
98% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Monfalconese pubblicata 21/06/2017
    Complimenti. Eccellente Opinione !!
  • Pacman1984 pubblicata 13/06/2017
    eccellente recensione....
  • katy.1983 pubblicata 09/06/2017
    eccellente opinione
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Ama il prossimo tuo come te stesso. La vita in relazione prospettive etiche"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Ama il prossimo tuo come te stesso. La vita in relazione prospettive etiche

Descrizione del fabbricante del prodotto

Quest'anno il tema è stato declinato con l'approfondimento delle esigenze etiche della vita "in relazione", esaminate alla luce del comando biblico "Ama il prossimo tuo come te stesso". Interessante la "presenza" di Bonhoeffer nelle riflessioni. Relazione, responsabilità, interdisciplinarietà, visione "olistica" della persona umana sono le parole chiave ricorrenti nei contributi raccolti in questo volume, il terzo che il SAE ha dedicato ai problemi etici, che sollecitano a ricercare un modello di etica affrontando le questioni che le neuroscienze e la bioetica pongono continuamente agli uomini e alle donne di oggi: le nuove fragilità richiedono nuove abilità e maturità in chi se ne deve occupare. Inoltre vi sono possibilità tecnologiche formidabili che pongono, però, nuovi problemi. Le riflessioni bibliche ripropongono un'interpretazione dei testi che non vuole essere solo ermeneutica, ma chiede di sfociare in prassi di vita.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788831545594

Tipologia del prodotto: Libro

Curatore: Segretariato attività ecumeniche

Numero totale di pagine: 192

Alice Classification: Teologia Morale Cristiana

Editore: Paoline Editoriale Libri

Data di pubblicazione: 2015

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 09/01/2015