American Idiot - Green Day

Immagini della community

American Idiot - Green Day

Punk Rock - Registrazione: Studio - 1 CD - Casa Discografica: Reprise - Distributore: Arvato Services, Cinram Logistics - Data di Pubblicazione: 20/09...

> Vedi le caratteristiche

88% positiva

54 opinioni degli utenti

Opinione su "American Idiot - Green Day"

pubblicata 23/01/2005 | cheeba_sk
Iscritto da : 28/09/2004
Opinioni : 37
Fiducie ricevute : 0
Su di me :
Buono
Vantaggi impegnato politicamente
Svantaggi le sonorità dei green day si riconoscono..sono quasi sempre le stesse!
molto utile
Qualità dei testi
Qualità della musica
Voce artista

"Verdi arrabbiati contro l'americano idiota"

Il gruppo

Il gruppo

"American Idiot", ultimo album dei Green Day, uscito nel settembre 2004, imponendosi subito ai primi posti delle classifiche mondiali (Italia compresa), è una chiara dimostrazione del livello di consapevolezza non solo musicale, ma anche politica raggiunto dalla band californiana.

Il titolo è un'ovvia presa in giro della trasmissione statunitense "American Idol" (tipo "Popstar" da noi): l'American idiot è chi accetta, sostiene ed alimenta il sistema fatto di tv, guerra e terrore che governa gli Stati Uniti.

Sono passati 10 anni dal loro esordio con "Dookie", l'album che li ha consacrati al successo, e, sebbene i nostri alfieri punk siano sempre verdi e sempre arrabbiati, sono anche cresciuti.
Billie Joe Armstrong, voce e chitarra, Mike Dirnt al basso e Tré Cool alla batteria non sono più solamente testimoni/cantori di un generico malessere generazionale, ma esprimono in maniera molto esplicita la propria insoddisfazione nei confronti del governo degli USA: "Don't wanna be an American idiot.
Don't want a nation that under the new media." (Non voglio essere un americano idiota, una nazione manipolata dai media) cantano nel loro primo singolo, "American Idiot", per l'appunto.
Ma la voglia di non sottomettersi all'american way of life propagandato da George W. Bush pervade tutto l'album: c'è perfino una impegnativa mini-suite in cinque movimenti che ha nel mirino il fondamentalismo cristiano, che il presidente (pur non fregandogliene molto, secondo me) continua a fomentare, "Jesus of Suburbia", secondo pezzo dell'album (per cominciare il disco alla grande!)
"I'm the son of rage and love
The Jesus of suburbia " (Sono figlio della rabbia e dell'amore, il Gesù dei sobborghi) canta il ragazzo, protagonista di questo mini romanzo, che cerca di trovare se stesso passando dalla ribellione all'autodistruzione alla fede. La canzone passa dalla melodia quasi dolce di 'Part II: City of the Damned' ad un andamento epico in 'Part III: I don't care', a sua volta simile a 'Part V: We're coming home again', ultima sezione dell'altra mini-suite dell'album "Homecoming".
"American Idiot" è, quindi, un concept album che ripercorre la storia di St.Jimmy (La canzone omonima è molto bella poichè riesce a conciliare semplicità e aggressività tipicamente punk).
Insomma, la prima* punk-rock opera nella storia della musica.

*mi è stato ricordato da sognoviola che in realtà la prima punk-rock opera è stata incisa dai Nofx, quindi mi scuso..la frase diventa:
Insomma una delle pochissime punk-rock opera nella storia della musica
(grazie sognoviola!)

Che sicuramente sarà stata messa in scena durante il concerto del 16 gennaio, a Milano (unica data in Italia), visto che il gruppo aveva dichiarato che in scaletta non era stato dato spazio ai vecchi successi, ma erano invece previsti costumi e scenografie... (e quindi, se qulcuno di voi è stato al concerto scriva un'opinione a riguardo!!!!!)

Le sette nomination per i Grammy Awards 2004 e i videoclip dei due singoli "American Idiot" e "Boulevard Of Broken Dreams" (che tra l'altro, è l'unico pezzo del disco che non mi piace granchè..) trasmessi a tambur battente da MTV non sono che una parte del successo dell'album:perfino lo scrittore horror Stephen King ha detto che “American Idiot” è il suo album dell’anno e, sicuramente uno dei più interessanti dell’intera era rock, poichè "Mai nessun disco è stato così dolce ed espressivo ad ogni livello.."


Tracklist:

01. American Idiot
02. Jesus Of Suburbia
Part I
Part II: City of the Damned
Part III: I don't care
Part IV: Dearly Beloved
Part V: Tales of Another Broken Home
03. Holiday
04. Boulevard Of Broken Dreams
05. Are We The Waiting
06. St. Jimmy
07. Give Me Novacaine
08. She's A Rebel
09. Extraordinary Girl
10. Letterbomb
11. Wake Me Up When September Ends
12. Homecoming
Part I: The Death of St. Jimmy
Part II: East 12th ST.
Part III: Nobody likes you!
Part IV: Rock and roll girlfriend
Part V: We're coming home again
13. Whatsername

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 3712 volte e valutata
81% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • daniela4 pubblicata 11/12/2006
    Bellissima opi! pensare che i Green Day me li ha fatti conoscere il mio nipotino!
  • Pollon1978 pubblicata 26/08/2006
    Sono uno dei miei gruppi preferiti... Li ho "conosciuti" a Londra più di 10 anni fa e non ho mai smesso di seguirli... L'ultimo concerto (a Milano) è stato una favola! Eccellente gruppo ed eccellente opinione... :o)
  • Polipetta pubblicata 23/07/2005
    devo dire che i Green day non mi hanno mai fatto impazzire..e il martellamento operato da Mtv mi ha provocato strane reazioni, cioè appena sento un giro di basso o di batteria che mi ricorda i Green day mi sale la bile fino al cervello! un pò come quando sento "i bambini fanno oh".. Nonostante questo devo dire che mi piace chi fa politica con la musica, mi piace chi tenta di scuotere le menti obnubilate, mi piace chi comunica attraverso vie non convenzionali.. E bella opinione :)
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "American Idiot - Green Day"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : American Idiot - Green Day

Descrizione del fabbricante del prodotto

Punk Rock - Registrazione: Studio - 1 CD - Casa Discografica: Reprise - Distributore: Arvato Services, Cinram Logistics - Data di Pubblicazione: 20/09/2004 - EAN: 93624877721

Caratteristiche Tecniche

EAN: 93624877721

Ciao

Su Ciao da: 30/05/2011