Bike & Motor Point, Praia a Mare

Immagini della community

Bike & Motor Point, Praia a Mare

> Vedi le caratteristiche

80% positiva

1 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Bike & Motor Point, Praia a Mare"

pubblicata 07/05/2017 | irina89
Iscritto da : 06/09/2010
Opinioni : 156
Fiducie ricevute : 548
Su di me :
Piccoli Prìncipi, non piccoli nei Princìpi.
Buono
Vantaggi .....
Svantaggi .....
Eccellente
Qualità del veicolo
Affidabilità su strada
Comfort
Spaziosità dell'abitacolo
Qualità di guida

"Loco-E-mozione"

Bike & Motor Point, Praia a Mare

Bike & Motor Point, Praia a Mare

Ciclotour...


Ogni viaggio – lungo o corto che sia – racconta di uomini: uomini di ieri, chini a calare reti o impiantare ulivi, pronti a traghettare turisti e/o allestire lidi, quelli di oggi.
Il pensiero testé riportato riaffiora primieramente quando intravedo il Golfo di Policastro, quindi Sapori, Maratea, Castrocucco, Tortora...: un delirio di bellezza, di montagne frondose fiancheggiate dal blu profondo di un mare spumeggiante persino quando nel cielo si danno convegno le nuvole.
A tali latitudini i preparativi per l'imminente stagione estiva vanno a rilento, nulla, o quasi, è stato concertato: sparuti gli ombrelloni aperti, rade le escursioni in barca, muti i ciarlieri animatori.
Il primo ponte primaverile mi vede calcare le strade di Praia a Mare (CS) ; città rientrante nel Parco nazionale del Pollino , la cui attività economica primaria, tuttavia, resta il turismo balneare. Infatti tale cittadina è panoramicamente contraddistinta dall'onnipresenza dell'_Isola di Dino_ , oltre che da uno sviluppo costiero ragguardevole, un arenile fine, spiagge – gestite e libere - ampie, lentamente degradanti verso il mare.
Il numero delle strutture ricettive nonché la collocazione geografica di Praia (a circa 40 Km dalla A3 , uscita Lagonegro Nord > fondovalle del Noce >SS18 ) attraversata dalla statale, rendono la località cosentina – più volte Bandiera Blu e Bandiera Verde – meta ambita annualmente da un buon numero di vacanzieri.
Praia è località vivace, godibile per il clima mite trecentosessantacinque giorni all'anno, dunque popolata: nei mesi invernali le tapparelle abbassate si alternano a veneziane aperte, la malinconia che coglie i luoghi di mare da ottobre e li culla sino a maggio, non trova confino a Praia
La cittadinanza tutta suole trascorrere peripatetiche domeniche assolate affollando il lungomare, appropinquandosi nei pressi il più delle volte con l'auto, come costume italico impone. Ad aprile, nel primo pomeriggio, il corso principale è gremito di fanciulli/e in fiore, bimbi, nonni, coppie e... motori, se a tale concentrazione sommiamo quella generata dall'afflusso turistico registrato nei mesi di luglio e agosto si converrà che la pressione esercitata sull'ambiente dalla congestione del traffico stradale, e non solo, raggiunge il suo acme.
Praia a Mare, ovviamente, è l'esempio pescato dalla recente esperienza personale per introdurre alcune riflessioni circa l'inquinamento cagionato direttamente dal turismo e inoltrare, al contempo, una proposta che si allinei alla sostenibilità socio-economica-ambientale: il nolo bici.
Ho scritto introdurre, non disquisire. Puntualizzo, cosciente della refrattarietà che il popolo-ciaoino dimostra verso tali argomentazioni.


''L'uomo è stato un animale avvelenatore, l'animale che per eccellenza insudicia. Che rivoluzione culturale bisognerà compiere perché ascenda nella scala e si trasformi in un animale pulito?''


... su una quattro ruote sui generis

La letteratura da viaggio prima, il Web poi, testimoniano l'evoluzione socio-antropologica e concettuale che ha favorito l'affermazione del turismo di massa seppure il poderoso corso-vacanziero negli ultimi decenni, si disperda in un delta di proposte in cui si intrecciano vecchi bisogni e nuove sensibilità.
Dati immessi in circolo da testate nazionali - online e non - avvallati da studi di settore, dimostrano
a ) una presa di coscienza da parte dell'opinione pubblica della relazione diretta tra turismo e impatto ambientale (cementificazione, sfruttamento delle risorse idriche, concentrazione dei rifiuti, inquinamento etc.)
b) diffusione di un modo nuovo di vivere la vacanza ridefinendo il termine eco-friendly in funzione di un approccio equilibrato alla problematica che non implichino rinunce e sacrificio.

Non possiamo negare la valenza psicologica, culturale, economica del turismo d'altro canto, però, non possiamo tacere le responsabilità del settore circa le emissioni di gas serra a causa dei trasporti aerei, primi responsabili in classifica, e su gomma.
L'impatto ambientale è esponenzialmete accresciuto con l'avvento dei voli low-cost e la tendenza attuale che privilegia mini-vacanze ripetute nel corso dell'anno.
Se completiamo la congiuntura – negativa o positiva, decidetelo voi – partendo dal postulato che a livello planetario ad essere maggiormente investito dal carico di turisti è - e sarà - il Mar Mediterraneo con le sue coste, converremo che il quadro d'insieme è alquanto mesto.
Poiché il diritto alla salute, alla bellezza, al godimento dei beni, alla Vita è universale e non negoziabile se ne deduce che porre una pezza a un vestito già consunto non ha senso.
Un approccio organicamente sistemico è ineludibile; come cittadini e contribuenti dovremmo chiedere a gran voce: incentivi pubblici per la ricerca, un mutamento di rotta nella produzione-distribuzione dei beni, interventi degli enti locali a favore dei trasporti pubblici, campagne pubblicitarie che mirino a promuovere una vera educazione – permanente - di stampo ecologista. Come individui facenti parte di una collettività dovremmo vigilare e chieder conto a chi di dovere delle politiche adottate in materie ambientalistiche nonché degli interventi programmati per il futuro.

Nel concreto – perimetrando il discorso all'inquinamento atmosferico e alla riduzione del consumo di risorse energetiche - lasciare l'auto, o qualsiasi mezzo motorizzato, a favore dei metodi di spostamenti alternativi è la via più semplice percorribile da un largo strato della popolazione.
Consumare suole, ruote di monopattini, pneumatici di bici dovrebbe essere un imperativo morale in città come al mare, o in montagna.
Salvo spostamenti da e per le località turistiche, l'autovettura dovrebbe permanere in sosta il più a lungo possibile.
Qualora non si possa raggiungere il luogo con mezzi pubblici, sarebbe preferibile spostarsi con autoveicoli riempiti al massimo della capienza.
Riscoprire il piacere della comitiva in viaggio è compartecipazione di pensieri, emozioni e... degli utili risparmiati.
Ci si dovrà limitare nel condurre con sé gli effetti personali, in caso contrario non sarà il bagagliaio ad essersi ristretto. ;)

Signori: il risciò!

Non sempre si ha a disposizione lo spazio adeguato o i supporti che consentono di trasportare le bici.
Per nostra fortuna – nostra dei ciclo-amatori, s'intende – i servizi di bike sharing sono una realtà di ultimissimo avvento per alcune città, a dire il vero molte località turistiche hanno anticipato il trend della condivisione come forma di locomozione economica, salutare, eco-friendly. In una parola: intelligente.
A Praia a Mare da quasi un trentennio è presente

Bike & Motor Point

in Via Armando Diaz, N° 1

Per info e contatti
Tel 0985. 72 126
Fax 0985. 79 21 58
Cell. 340.677 24 13
bikemotorpoint@gmail.com

Piccola realtà imprenditoriale che ruota, è il caso di dire, intorno alla bicicletta pertanto vende, ripara, noleggia biciclette (e relativi accessori) per ogni target anagrafico e ciclistico, tandem e risciò. Completano l'offerta di noleggio alcuni scooter.

Lo spazio interno ed esterno, a disposizione dell'esercente è piuttosto risicato, perlomeno quello aperto al pubblico.
Collocazione felice, per visibilità, quella prescelta dalla titolare dell'impresa, in quanto Via Armando Diaz si innesta sulla Via F. Longo , ossia sull'arteria stradale su cui si affacciano gran parte delle attività commerciali e ricreative praiesi, collocazione un po' meno ottimale se consideriamo la difficoltà a orizzontarsi con prontezza - a causa del reticolo di stradine e vicoli a senso unico di circolazione - e a procedere lesti senza intralciare la viabilità della provinciale, piuttosto sostenuta.
Per non restare imbottigliati nel traffico è buona norma prendere visione anticipatamente della mappa stradale soprattutto se deciderete di noleggiare un risciò, veicolo costituzionalmente più ingombrante e lento a divincolarsi tra pedoni, motoveicoli e autovetture che affollano la sede stradale.
Inoltre consiglio di non incaponirsi nel voler raggiungere il centro seduti comodamente a bordo della vostra auto, lasciatela in sosta nel primo parcheggio disponibile o in una delle tante vie collaterali. Praia è in piano, è piccoletta e con un minimo sforzo la si percorre a piedi, senza sfiancarsi, in tutta la sua larghezza e lunghezza.

Appena intravista la facciata di un bel colore verde mela, tonalità allegra che fa subito simpatia, le bici issate sull'uscio, le bici in mostra nel piazzale antistante ci si rende conto di essere giunti a destinazione.
Il grosso del campionario è custodito all'interno del negozio, nel retro, visto l'andirivieni di personale con utensili da lavoro al seguito, presumibilmente vi è l'officina.
Nessuna attesa, difatti siamo accolti con un sorriso da una ragazza la quale ci riassume brevemente le condizioni di nolo – orari, prezzi, obblighi – e, la stessa, avendo esaminato ad occhio e croce i nostri requisiti di idoneità alla guida, compilata la ricevuta per l'assegnazione del risciò, gentilmente si presta a farci da cicerone sulle ultime novità del settore disponibili al dettaglio da Bike& Motor Point.
Logicamente si esegue la normale prassi che richiede il rilascio di un documento di identità in corso di validità; il corrispettivo imponibile verrà conteggiato nel momento in cui si provvederà a riconsegnare il mezzo.

Enucleo l'assortimento rinvenibile nel punto-vendita & nolo:

scooter
city bike ultra-leggere ideali per gli spostamenti brevi
bici per bambini
bici definite da trekking preferite dai cicloturisti per una ricognizione della costa
Mountain bike adatta a chi ama scoprire l'entroterra calabro-lucano che presenta sentieri irti quanto panoramici
e-bike per le avanscoperte assistite
Bmx per spericolati ciclo-avventurieri
Fat bike adorate dai ciclo-crossisti slow, che adorano attraversare campi innevati, fangosi, sabbiosi, tratti accidentati in sella alla loro 'fattie'.
tandem ideati per romantici parsimoniosi
risciò a due e a quattro posti

Per i patiti dell'home fitness, Bike & Motor Point mette in vetrina cyclette da camera, panche, tapis roulant; in negozio sono esposti pochi articoli, con tutta probabilità chi è intenzionato all'acquisto dovrà fare esplicita richiesta.
La voce della Rete conferma la competenza del personale nel consigliare e nel seguire il cliente.
Servizio aggiuntivo, molto gradito, è la possibilità di provare subitaneamente la bici dei nostri desideri. Così, in sella alla prima fat-Bike pieghevole al mondo prodotta dalla Bad-bike – per inciso azienda italiana – finalmente pedalo con sicurezza e scioltezza dominando con stupore questo piccolo mostro di tecnologia e design.
Wow! ;)
Nell'udire il prezzo dell'articolo – € 1.750 – ritorno ben presto con i piedi per terra, decretando: fat-Bike, un sogno che non diventerà realtà. Addieu! ;(

Il noleggio presso Bike & Motor viene esplicato dalle ore 08:00 alle ore 20:00.
Il catalogo, come evidenziato, è ben nutrito e in ottime condizioni, segno che non si lesina sulla vigilanza e né tantomeno sulla manutenzione .
Ed ora miei affezionati lettori sarete curiosi di conoscere il tariffario praticato da Bike&Motor Point.
Ebbene, esso varia in riferimento al mezzo – o mezzi – noleggiato e al tempo, chiaramente si economizza se l'affitto è prolungato nel tempo, se si noleggia un tandem e non due bici, e così via.
Per mezz'ora di affitto di una bici o di un tandem occorrono € 3.00, di un risciò da due adulti più due bambini € 3.50 mentre per il risciò da 4 adulti più due bambini l'esborso è di € 7.00.
Una bici a nostra disposizione per una settimana costa solo € 40.00. Il risparmio di carburante, consumabili, non solo e non soltanto di emissioni di gas serra è assicurato. No? Se a tali fattori addizioniamo:
- il benessere conseguente al moto eseguito all'aria aperta a pieni polmoni in riva al mare
- la funzione antistress legata all'esclusione della guida dalla routine quotidiana, quindi della dannazione derivante dalla mancanza perpetua di parcheggi
- la valenza potenzialmente socializzante delle due ruote che costringe ad esporre il volto e a elargire un sorriso - di tanto in tanto - verso il prossimo
- il sostegno della micro-economia locale
si noterà come il fenomeno bike sharing possegga in sé tutte le credenziali per crescere.

I prezzi praticati da Bike&Motor Point sono evidenziati sul sito omonimo. Faccio presente che i corrispettivi sono reali dal momento che – trascorsa l'oretta abbondante preventivata – € 14.00 dovevamo ed € 14.00 abbiamo versato.
La clemenza per i ritardatari è di casa, bontà loro; dubito che tale atteggiamento venga perseguito quando l'affluenza turistica è al top, d'altronde l'ordine di prenotazione deve pur scorrere, è questione di serietà professionale nei confronti della clientela in attesa.
Caschi, lucchetti, seggiolini per bambini e cestini-bicicletta sono compresi nel prezzo e vanno richiesti all'atto della prenotazione per essere registrati sulla cedolina - sulla quale vengono appuntati orario e data effettivi del noleggio - che anticipa la ricevuta fiscale.
Credo che tutti almeno una volta nella vita abbiano noleggiato un risciò per curiosità, per divertimento, per pedalare in sintonia con amici, parenti o fidanzatini scambiandosi impressioni e sensazioni.
È un mezzo che con poco mette in moto i muscoli e il buonumore.
La pista ciclabile di Praia a Mare - segue parallelamente il Lungomare Colonnello Francesco Sirimaco - è davvero ben tenuta, nettamente divisa da un cordone verde dalla zona pedonale, forse lievemente stretta per consentire un passaggio agevole a due risciò, il che è un impedimento per coloro i quali desiderano pedalare a ritmo sostenuto o ingaggiare divertenti gare di velocità. Nei fatti il sorpasso si effettua con cautela, segnalando la manovra vocalmente.
Constatato il malfunzionamento del campanello e un minimo ritardo della frenata verranno, parte la segnalazione al punto-nolo.
L'esperienza nella scala delle preferenze personali merita comunque un posizionamento aureo in quanto le parti meccaniche del risciò reggono in pista e su asfalto, il tettuccio parasole, il porta-borse anteriore e la seduta anatomica dei quattro sediolini ammortizzano la fatica, ma non il sincero amore per le cose semplici
che concorrono a preservare la salubrità del respiro azzurro del mare.

A Praia a Mare,

Bike & Motor Point:

il posto giusto ove noleggiare il tuo mezzo di...


Loco-E-mozione.


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 872 volte e valutata
99% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • 76GIANNI pubblicata 02/09/2017
    bravissima!
  • tammy.75 pubblicata 23/08/2017
    eccellente
  • sarad12 pubblicata 14/08/2017
    Grazie per l'eccellente descrizione
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Bike & Motor Point, Praia a Mare

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 06/04/2017