Opinione su "Black Butterfly (B. Goodman - USA 2017)"

pubblicata 29/07/2017 | kyui
Iscritto da : 30/04/2004
Opinioni : 2263
Fiducie ricevute : 185
Su di me :
Soddisfacente
Vantaggi tentativi di tirar fuori qualcosa di originale
Svantaggi non convince nel complesso
utile
Regia
Sceneggiatura
Colonna Sonora
Qualità Video (DVD):
Qualità Audio (DVD):

"LA CRISI DI UNO SCRITTORE"

Paul è uno scrittore di mezza età ritiratosi a vita solitaria in una magione di campagna, dopo che la moglie lo ha lasciato si è dato all’alcol e questo di sicuro non lo aiuta ad uscire dallo stallo dello scrittore. Infatti da anni non riesce a proporre nulla di valido al proprio agente e le sue finanze lo stanno portando sul lastrico, così mette in vendita la propria casa. Nel frattempo mentre va nel bar del posto ha un diverbio stradale con un avventato camionista, lo incontra nuovamente nel locale e questi lo aggredisce. Proprio quando sta per vedersela brutta interviene il giovane Jack che lo salva dalla rissa. Riconoscente Paul decide di dare un passaggio a Jack, parlando i due fanno amicizia e in cambio di qualche lavoretto lo scrittore decide di ospitare il ragazzo. Fra i due nasce uno strano rapporto e Paul avrà di che pentirsi per aver ospitato quello sconosciuto.

Black Butterfly è un thriller atipico uscito recentemente nei cinema è diretto da Brian Goodman e vede come stella principale Antonio Banderas che dicendolo sinceramente non mi ha mai convinto con le sue doti recitative. Il film a mio avviso non merita affatto la visione al grande schermo, è chiaramente un prodotto di seconda fascia che va bene per una serata di noia alla tv. Già a partire dal fatto che il film sfrutta clamorosamente idee già visto (tanto per citare Misery di Stephen King), ma questo sarebbe il meno se il film brillasse dall’anonimato. Il tutto si svolge fra quattro mura ma la povertà di location non impedisce di imbastire un film comunque guardabile grazie alla brevità e ai colpi di scena che verso la fine fanno aumentare il valore del lungometraggio. Non saranno rivelazioni sconvolgenti ma comunque appaganti dopo che tutto il film era indirizzato verso una direzione l’inserimento della storia del serial killer spiazzerà molti spettatori. Quindi anche se le prove recitative degli attori non sono del tutto convincenti i dialoghi seppur non geniali riescono a tenere alta la tensione soprattutto grazie all’idea dello scrivere nella nuova sceneggiatura di Paul gli stessi eventi che sta vivendo. Film consigliato solo in caso che non si trovi di meglio da vedere, thriller soft passabile.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 37 volte e valutata
50% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
inutile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • tammy.75 pubblicata 30/08/2017
    ok
  • clade1977 pubblicata 29/07/2017
    Oggi hai proprio deciso di darci dentro con le opinioni in bonus non regolari! INUTILE.
  • IlPive pubblicata 29/07/2017
    manca la foto, non voto
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Black Butterfly (B. Goodman - USA 2017)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 26/07/2017