Oswego Classici (pseudo) Leggeri: una pausa né dolce, né leggera

1  16.02.2012

Vantaggi:
senza coloranti, conservanti e grassi vegetali idrogenati;  - 30% di grassi, ecoimballaggio, prezzo

Svantaggi:
pessimo gusto, pseudo - leggerezza

Consiglio il prodotto: No 

Signorina_C

Su di me: Il sito per chi ha un'opinione, anche illogica: purché sia un'opinione.

Iscritto da:13.08.2011

Opinioni:28

Fiducie ricevute:11

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata Eccellente da 8 utenti Ciao

La mia spasmodica ricerca di biscotti light stamattina mi ha portato a comprare un prodotto sbagliato: avendo, infatti, visto nel sito della Colussi che tali biscotti Oswego hanno le stesse calorie dei Pavesini, tanto da poterli considerare tra i biscotti meno calorici in commercio, ho inserito questi biscotti nella mia lista della spesa; non mi ero accorta, però, che esistono due varianti di questi biscotti, che l'azienda ha così denominato:

  1. Oswego – I Classici Leggeri (436 kcal per 100 g)
  2. Oswego – Gusto Leggero – Senza Zuccheri Aggiunti (396 kcal per 100 g)

Nel sito avevo visto e adocchiato i secondi. Avevo il 50 % di possibilità di sbagliare, e che ho fatto?
Ho sbagliato, ovviamente. Ho preso questi Classici Leggeri, senza guardare l'etichetta (eccetto per la data di scadenza, ma questo è ovvio) e li ho messi nel carrello. E solo quando sono arrivata a casa mi sono accorta che c'era qualcosa che non andava, che le calorie erano “sbagliate”. Una piccola ricerca su google e capisco che di sbagliato c'erano solo io e la mia sbadataggine, al più.
Qualcuno potrà pensare: quante storie per 40 kcal in più! Che differenza vuoi che faccia? In effetti lo scarto calorico, preso un singolo biscotto, è a dir poco ininfluente: 24 kcal (6,5 g) contro 27 kcal (6 g). Una ridicolaggine. Ma è una specie di questione di principio. Che li chiamano a fare Leggeri – ho pensato – se in fatto di calorie sono superati persino dai Cuor di Mela della Mulino Bianco, che contengono solo (si fa per dire) 425 kcal ogni 100 g? Volete mettere un Cuor di Mela con un Oswego in termini di bontà? Ma non scherziamo. È una battaglia ad armi impari. La Mulino Bianco è insuperabile in fatto di gusto. Almeno per me. Opinabile, certo. Bisogna poi considerare anche gli altri nutrienti, il contenuto di grassi e in special modo quello di grassi saturi. E anche in questo campo (quanto a grassi, si intende) la Mulino Bianco è insuperabile, nel senso che il contenuto di grassi dei biscotti della Mulino Bianco è sempre molto elevato, purtroppo. Ma non starò qui a fare un confronto tra i Cuor di Mela e gli Oswego: rischierei di andare fuori tema. Insomma, io ormai questi biscotti ho comprati, li devo consumare e oggi li recensisco per voi. In fondo, non sono costati neanche tanto: una confezione da 250 g l'ho pagata € 1,06.

OSWEGO - I CLASSICI LEGGERI


Alcuni Vantaggi

Un elemento positivo di questi biscotti è dato dal rispetto dell'ambiente che contraddistingue la Colussi: l'azienda, infatti, riduce al minimo la quantità di materiale necessario per imballaggio

Fotografie per Colussi Oswego
Colussi Oswego Oswego - I Classici Leggeri - Colussi Oswego
Colussi Oswego - I Classici Leggeri
della confezione: i biscotti, ordinatamente incolonnati, sono racchiusi in un foglio di plastica. E basta. Niente impacchettature singole, niente cartoni. Davvero il minimo indipensabile.

Un secondo dato da sottolineare è che, ben visibile nella confezione, è sottolineato il fatto che questi biscotti sono privi di coloranti, conservanti e grassi vegetali idrogenati. Il che, già di per se, è una grande cosa per dei biscotti industriali
Gusto

Gli Oswego sono sponsorizzati dalla Colussi come biscotti ideali da inzuppare, nel tè o nel latte: in effetti, la loro forma allungata li rende quantomeno adatti all'inzuppo. Se poi siano ideali da consumare con il latte (il tè proprio non mi piace, quindi non posso pronunciarmi) lo deciderà soprattutto il gusto.
L'odore non è particolarmente invitante. Non molto deciso, ricorda vagamente un prodotto integrale.
Come di consueto, testo questi biscotti sia al naturale, sia inzuppati nel latte.

1° Prova gusto: Oswego Classici Leggeri al naturale: terribili, è la prima cosa che penso. Il morso mi dà la misura della durezza di questi biscotti (e io di solito li preferisco friabili); mentri li mastico, mi pare di mangiare un cracker, non solo per croccantezza, ma anche per gusto. Sul finire, però, e dopo, quando lo ingoio del tutto, mi lascia una piacevole sensazione di dolce. Strano: iniziano come terribili, finiscono come dolci.

2° Prova gusto: Oswego Classici Leggeri inzuppati nel latte: non assorbono assolutamente il latte. Il loro gusto, rispetto alla degustazione al naturale, varia di poco. Se si ha la pazienza di lasciare inzuppato ogni biscotto per almeno – cronometro alla mano – 20 secondi, allora il risultato è soddisfancente: il biscotto assorbe il latte, il suo sapore si addolcisce. Ovviamente, non è pensabile di consumare una colazione o una merenda (come nel mio caso) aspettando 20 secondi prima degustare ogni singolo biscotto: dunque, posso dire che neanche il loro gusto nel latte mi ha soddisfatto.

Eppure le altre 5 opinioni presenti su questi Oswego sono tutte positive. Devo dire che proprio le opinioni che ho letto su ciao.it mi hanno convinta ad acquistarli. Io non li consiglio assolutamente. Per me, sotto il profilo del gusto, sono bocciati.
Confronto Oswego Classici Leggeri / Oswego Senza Zuccheri Aggiunti

Tornando al discorso della leggerezza, ammesso che il consumatore gradisca il gusto di questi biscotti, sapendo che esistono due versioni del prodotto in questione, l'eventuale problema che si pone è se è preferibile scegliere gli Oswego Classici Leggeri o gli Oswego Senza Zuccheri Aggiunti, e cioè quale dei due prodotti si possa considerare più Leggero, tenendo comunque presente che la dicitura “Leggero” è ingannevole e che la leggerezza di un prodotto è sempre da interpretare. Credo dunque che possa essere utile confrontare i due sottotipi di Oswego di cui sopra. Il mio confronto prescinderà dal gusto, dal momento che ho acquistato solo i Classici Leggeri, né tantomeno ho intenzione di comperare l'altra versione: non mi sono piaciuti gli Oswego Classici, figuriamoci se posso gradire quelli Senza Zucchero.Un confronto, dunque, basato sulle indicazioni nutrizionali e sugli ingredienti: la domanda a cui voglio cercare di dare una risposta il più possibile obiettiva è questa:
sono “più leggeri” gli Oswego Classici Leggeri o gli Oswego Senza Zuccheri Aggiunti?

Riporto i Valori medi per 100 g di entrambi i biscotti:

Oswego Classici Leggeri
Valore energetico kcal 436 / kJ 1840 Proteine g 8,4
Carboidrati g 81,0
di cui zuccheri g 24,2
Grassi g 8,5
di cui saturi 4,1
Fibre alimentari g 2,6
Sodio g 0,3

Oswego Senza Zuccheri Aggiunti
Valore energetico kcal 396 / kJ 1664
Proteine g 7,5
Carboidrati g 76,0
di cui zuccheri g 1,4
di cui polialcoli g 22,6
Grassi g 9,9
di cui saturi g 4,6
Fibre alimentari g 2,6
Sodio g 0,3

Cosa si può ricavare dal confronto delle informazioni nutrizionali dei due prodotti? A parte lo scarto di 40 kcal, di cui ho già detto abbastanza sopra, si può notare che:
  • gli Oswego Senza Zuccheri Aggiunti risultano, rispetto agli Oswego Classici Leggeri, un po' meno proteici e carboidratic ma un po' più grassi. Quest'ultimo dato mi ha sorpreso alquanto: quelli spacciati per Gusto Leggero hanno più grassi (anche se di poco)? Così è. Ne prendiamo atto. In ogni caso, le differenze sono davvero minime, tanto minime da potersi considerare trascurabili.
  • entrambi i biscotti contengono meno grassi della media dei biscotti più venduti, quantificabile, secondo l'IRI (Istituto per la Ricostruzione Industriale) con un meno 30%.

Inoltre, ho notato che la tabella nutrizionale degli Oswego Senza Zuccheri Aggiunti presenta una voce in più: “di cui polialcoli”. E che saranno mai, mi sono chiesta, questi polialcoli? Un'altra ricerca su internet mi ha permesso di sapere che i polialcoli, chiamati anche polioli, sono alcol dello zucchero: detto in parole semplici, sono una specie di dolcificanti (ma non sono veri e propri dolcificanti), o, a voler essere precisi, prodotti dietetici che dolcificano ma che contengono meno calorie dello zucchero, sicché vengono utilizzati dalle industrie dolciarie come dolcificanti per risparmiare sulle calorie. In ogni caso, pare siano prodotti assolutamente sicuri: non sono tossici, non sono cariogeni e non provocano picchi glicemici. Una sostanza di cui non c'è motivo di preoccuparsi in definitiva.

Conclusioni sui valori nutrizionale dei due prodotti: la differenza è praticamente inesistente. L'uno vale l'altro.

Confronto adesso gli Ingredienti delle due versioni:

Oswego Classici Leggeri
Farina di frumento, zucchero, olio vegetale, latte scremato in polvere, siero di latte in polvere, sciroppo di glucosio, destrosio, emulsionante: lecitina di soia, agenti lievitanti: carbonato acido d’ammonio, carbonato acido di sodio, sale, aromi.

Oswego Senza Zuccheri Aggiunti
Farina di frumento, olio vegetale, edulcoloranti: maltitolo, sciroppo di maltitolo, latte scremato in polvere, siero di latte, agenti lievitanti: carbonato acido di ammonio, carbonato acido di sodio, emulsionante: lecitina di soia, sale, aromi.

Anche sul fronte degli ingredienti, nessuna sorpresa: ciò che differenzia i due biscotti è per l'appunto la sostituzione negli Oswego senza Zuccheri Aggiunti dello zucchero con surrogati dello zucchero, ovvero con gli edulcoloranti. E qui entra in gioco la solita beffa dei prodotti “senza zuccheri aggiunti”: non contengono zuccheri, ma contengono sostituti dello zucchero. E i sostituti degli zuccheri, siano essi edulcoloranti o polialcoli, per l'Unione Europea sono inseribili tra gli ingredienti etichettati come “senza zuccheri aggiunti”. L'Ue può dire quello che vuole, per me resta una presa in giro. Questo spiega perché in genere i prodotti “senza zuccheri aggiunti” contengano più o meno le stesse calorie dei prodotti con zucchero; questo spiega perché lo scarto calorico tra Oswego Classici Leggeri e Oswego Senza Zuccheri Aggiunti sia così basso.

Conclusioni sugli ingredienti dei due prodotti: l'unica differenza sta nell'impiego dello zucchero nell'uno e di dolcificanti nell'altro.

Quale dei due prodotti sia meglio comprare, sotto il profilo nutrizionale, è difficile da dire: chi legge ha sufficienti elementi, credo, per poter giudicare da solo.

In ogni caso, rimane il fatto che SCONSIGLIO vivamente l'acquisto di Oswego, siano essi Classici Leggeri siano essi Senza Zuccheri Aggiunti

Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
moj72

moj72

28.02.2012 12:00

Ripassata...

moj72

moj72

27.02.2012 16:46

Devo ripassare...

anders55

anders55

22.02.2012 18:58

eccellente opinione

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Colussi Oswego è stata letta 1595 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (78%):
  1. moj72
  2. anders55
  3. Ginevra88
e ancora altri 4 iscritti

"molto utile" per (22%):
  1. lOverella
  2. Lares

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Risultati simili a Colussi Oswego