Come sono cambiate le vostre vite a seguito dello sviluppo tecnologico e la diffusione di internet?

Immagini della community

Come sono cambiate le vostre vite a seguito dello sviluppo tecnologico e la diffusione di internet?

> Vedi le caratteristiche

81% positiva

27 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Come sono cambiate le vostre vite a seguito dello sviluppo tecnologico e la diffusione di internet?"

pubblicata 05/03/2017 | Myriam_
Iscritto da : 13/02/2017
Opinioni : 18
Fiducie ricevute : 41
Su di me :
Buona vita a tutti :)
Ottimo
Vantaggi la comodità a portata di click
Svantaggi dipendenza da internet, cyberbullismo, depressione
Eccellente

"Ieri internet accorciava le distanze - oggi le crea."

Come sono cambiate le vostre vite a seguito dello sviluppo tecnologico e la diffusione di internet?

Come sono cambiate le vostre vite a seguito dello sviluppo tecnologico e la diffusione di internet?

I MILLENIALS - OVVERO LA GENERAZIONE CRESCIUTA CON INTERNET

Soltanto due decenni fa era inimmaginabile un tale coinvolgimento tecnologico in ogni parte della nostra vita. Oggi, nella società moderna internet e la tecnologia in generale sono di fondamentale importanza. Penso che siamo tutti d’accordo sul fatto che su internet oggigiorno si può trovare davvero tutto: lo dimostra il sito Ciao!, che ci permette di recensire ogni genere di prodotto e servizio. Internet ha sostituito i libri, la televisione, i giornali, i negozi, le banche, e persino i rapporti personali.
Su un recente articolo di Forbes, che parlava dei cosidetti Millenials (coloro che oggi hanno tra 17 e i 35 anni), erano presentate alcune ricerche che ci dipingevano come una generazione contagiata da un’epidemia di solitudine. Internet appunto è fra le ragioni di questa solitudine, perché sostituisce le relazioni reali a quelle virtuali, che sono spesso superficiali e di conseguenza insoddisfacenti. Alla luce di questi dati scientifici, ho fatto delle considerazioni personali da ventiquatrenne quale sono, incasellata per età in questa definizione dei Millenials.
Mi sento stanca e stufa di sentir dire che siamo dei giovani egoisti, viziati, senza coscienza sociale, con lo sguardo fisso sullo smartphone e l’indifferenza nel sangue. È vero che rispetto alle generazioni precedenti siamo molto fortunati. Abbiamo molto, e il peccato più grande è quello di dare tutto per scontato. Non conosciamo le emozioni dell’attesa di una lettera, le chiamate (limitate) sul telefono di casa, lo sfogliare decine o centinaia di libri prima di trovare l’informazione cercata, lo stare in fila tutta la notte per il biglietto di un concerto e tante altre cose autentiche e dall’aria romantica. Ma chi siete voi (i non Millenials) per incolparci? Questo è il mondo che ci siamo trovati a vivere, questi sono gli strumenti che abbiamo a disposizione e non conosciamo un’altra realtà. Mi viene in mente una scena banalissima: sala d’attesa dal medico di famiglia, le sedie disposte a ferro di cavallo, signori e signore più o meno anziani che parlano dei loro reumatismi, del loro gatto obeso che ultimamente non si muove molto, dei mal di testa forse dovuti al cambio di stagione… entro io, chiedo chi è l’ultimo della fila e non appena trovato un posticino ecco che sprofondo con tutta l’anima nel mio smartphone. Non distolgo lo sguardo nemmeno se qualcuno esclama che forse sta per arrivare il diluvio universale e che saremo costretti in quella sala d’attesa per sempre. Che cosa ne sapete voi di quello che sto facendo per definirmi una giovane rincitrullita? Sento benissimo gli occhi degli altri presenti che mi squadrano indignati per la mia totale indisposizione a partecipare alle loro conversazioni, e me ne dispiaccio, ma santo cielo, sono arrivata all’ultimo capitolo de L’amore ai tempi del colera, e non posso di certo abbandonare Florentino e Fermina.
Che piaccia o no, noi siamo il fututo e abbiamo a disposizione degli strumenti sorprendenti. Certo, ci sono dei risvolti negativi a causa di un uso improprio, esagerato ed ossessivo di internet da parte soprattutto dei giovanissimi, ma sono i genitori che devono insegnare ed educare i propri figli prima di mettere loro tra le mani uno strumento potenzialmente educativo ma spesso distruttivo.

INTERNET STRUMENTO PERICOLOSO E DISTRUTTIVO

Può esserlo per chi ne fa un uso improprio, solitamente per i ragazzini che fanno ancora fatica a distinguere il bene dal male, perché fa perdere la percezione tra quello che è realtà e quello che invece è virtualità. È facile per loro imbattersi in siti diseducativi, tra gli esempi più eclatanti cito la pedofilia, la violenza, l’acquisto di armi e droghe, tutte cose a portata di click. Oltre a questi rischi, che sfiorano o coincidono con l’illegalità e che quindi sono in qualche modo negati (ma non per questo inagibili) ci sono delle influenze psicologiche ben più gravi. Ormai quasi l’85% dei giovani possiede un profilo Facebook, Twitter o Snapchat: sono tutte piattaforme che creano dipendenza e fanno perdere l’abitudine dell’interazione autentica. Quanti sono i casi di cyberbullismo soltanto negli ultimi mesi? C’è una lotta spietata per accaparrarsi un po’ di notorietà, si è disposti a ridicolizzarsi pur di sentirsi accettati dalla maggioranza. Altra pecca della grande rete, forse quella che nell’immediato si nota meno ma ha più effetti collaterali, è la dipendenza da internet. Questa immensa rete ha il potere di tenerci bloccati, estraniandoci dal mondo esterno. Ci illude di poterci dare tutto, ma difficilmente ci saranno delle emozioni autentiche che ci potranno soddisfare appieno, quindi sprofondiamo nella depressione. Siamo per questo definiti come una generazione apatica e asociale.

INTERNET – UNO STRUMENTO MERAVIGLIOSO
Nonostante tutto quello che si dice sulla nostra generazione, sostengo che internet ci aiuti ad essere delle persone multitasking, internazionali, con un accesso perenne a informazioni potenzialmente illimitate ed inesauribili. Internet ha tagliato i chilometri con i miei amici che hanno deciso di studiare e vivere all’estero, con internet riesco a sentirli ogni giorno senza spendere eccessivamente. Posso comprare pressoché ogni genere di oggetto o servizio da qualunque parte del mondo. Non faccio più code in posta perché sbrigo tutto attraverso l’home banking, anche la sera tardi o di domenica. Su internet mi informo su film e musica, su libri e concerti. Internet è uno strumento fondamentale per organizzare un viaggio, dai trasporti all’alloggio, dai musei ai pub e ai ristoranti. Sono sempre aggiornata, leggo le notizie ancor prima che vengano annunciate al tg. Sono anche riuscita a racimolare qualche soldino grazie a internet mettendo in vendita degli oggetti che non usavo più. Per non parlare di Ciao! stesso, anche questa un’opportunità di guadagno e scambio di opinioni. Ogni cosa con internet è a portata di mano, e questo ha migliorato significativamente la qualità della mia vita.
Allego foto del mio tablet: come potete vedere, in questa mattinata domenicale oltre ad aver scritto questa opinione, ho pagato l’affitto del mio appartamento attraverso bonifico, ho prenotato i biglietti del treno per tornare a casa il prossimo fine settimana, ho ordinato online un tappeto bellissimo dell’ikea, mi sono ascoltata una compilation su Youtube di Ed Sheeran e ho cercato una ricetta per fare dei muffin al cioccolato.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 226 volte e valutata
93% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • partyshop pubblicata 14/06/2017
    eccellente
  • nonsolodisegni pubblicata 13/04/2017
    xl
  • icaro56 pubblicata 10/04/2017
    eccellente
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Come sono cambiate le vostre vite a seguito dello sviluppo tecnologico e la diffusione di internet?

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 02/03/2017