Opinione su

Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)

Valutazione complessiva (1): Valutazione complessiva Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)

6 offerte a partire da EUR 19,65 a EUR 29,90  

Tutte le opinioni su Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)

 Scrivi la tua opinione


 


Per la grande Madre Russia, compagni!!

4  22.01.2010

Vantaggi:
Bella grafica; numerose unità; trama divertente; musiche rockeggianti

Svantaggi:
Difficile da giocare su console; troppi tasti da memorizzare per il jaypad

Consiglio il prodotto: Sì 

Katta

Su di me: NUOVA OPINIONE: Gurren Lagann - Sfondamento dei Cieli (divertente serie animata prodotta dallo studi...

Iscritto da:14.07.2006

Opinioni:447

Fiducie ricevute:363

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata Eccellente da 37 utenti Ciao

Se mi domandaste a freddo quale videogioco mi ha dato maggiormente la sensazione di avere potere e volume di fuoco tra le mani, indubbiamente risponderei Command & Conquer: Red Alert. Il gioco in questione, infatti, vi metteva nei panni o degli Alleati (stile NATO) o della possente URSS in uno scontro tra mezzi titanici per il dominio in un mondo dove la perestrojka non ha fatto crollare il muro di Berlino e lo stesso comunismo. Come comandanti dei due eserciti potevamo mettere le mani su possenti carri armati, titaniche navi da battaglia o veloci squadriglie aeree per riuscire a sconfiggere l’avversario di turno in un delirio di fuoco e onnipotenza…
Sono passati parecchi anni dall’uscita del secondo episodio e quando è stato annunciato finalmente il terzo, la mia esuberanza è stata subito placata dal fatto che tra le mani avevo un PC non più in grado di soddisfare neanche i requisiti minimi per un gioco del genere. Rabbia e delusione, chissà quanto avrei dovuto aspettare prima di cambiare computer?! Nel frattempo, però, è arrivata in casa mia la Xbox360 e subito dopo la conversione di RED ALERT 3 anche per le console maggiori come la mia.
Ho tentennato un po’ prima di prenderlo (poi vi spiegherò il perché), ma alla fine una super offerta su Ebay mi ha fatto cedere e l’ho comprato.
Cosa scontata, l’ho subito giocato, tornando a quello stato sovrannaturale di onnipotenza che vi dicevo poc’anzi…


ALLEATI CONTRO URSS… E IMPERO DEL SOL LEVANTE!:

La possente Unione Sovietica è agli sgoccioli: il comunismo sembra fallito e mentre ogni paese e città della vecchia unione cade nel panico e nella rivolta, il premier sovietico si dà alla fuga. Il colonnello Cherdenko ha però un’ultima disperata carta da giocare, rappresentata da un modello sperimentale di macchina nel tempo costruita dal geniale scienziato, il dottor Zelinsky.
Trascinandosi dietro il dottore e il suo superiore, il generale Krukov, Cherdenko torna indietro nel tempo per attuare un folle progetto che avrebbe permesso all’Unione Sovietica di avere un vantaggio dominante sugli Alleati: uccidere Einstain ed eliminare così ogni possibile traccia di scoperta sul nucleare, principale vantaggio degli alleati sui sovietici. Detto fatto, i 3 riescono nel loro compito e tornano di nuovo al punto di partenza, in una Mosca dove tutto sembra modificato… e in meglio! Le truppe sovietiche stanno dominando gli scontri con gli Alleati, arrivando sino al punto da aver sottomesso quasi l’intera Europa. Cosa ancora migliore, lo stesso Cherdenko è stato fatto premier della potente unione delle repubbliche socialiste sovietiche!!
Tutto sembra andare per il verso giusto, ma Cherdenko, Krukov e il dottor Zelinsky non avevano previsto che modificando il passato avrebbe potuto emergere un nuovo inaspettato avversario che avrebbe approfittato dell’interminabile scontro tra i due colossi militari. L’Impero del Sol Levante giunge come un fulmine a ciel sereno e diventa il terzo incomodo in una maniera pericolosamente fastidiosa.
Chi riuscirà ad aggiudicarsi il dominio mondiale alla fine di battaglie e scontri all’ultimo proiettile e mezzo corazzato? Sarà la possente ed autoritaria Madre Russia, i democratici ed indipendenti Alleati oppure l’ultra tecnologico ed onorevole impero del Sol Levante?
Ovviamente sarete voi a dare la risposta ;-)


LA GRAFICA DI RED ALERT 3

Come al solito RED ALERT 3 conquista fin da subito per una grafica dettagliata, ma anche molto colorata e piacevolissima a vedersi.
Le mappe sono state curate molto bene nei dettagli e spesso troviamo ricreate sezioni di città note come Mosca o Amsterdam che noi potremo tranquillamente demolire dal primo all’ultimo palazzo (cosa che sarete costretti a fare spesso visto che alcuni obbiettivi a volte sono proprio la demolizione di palazzi, monumenti o zone famose storicamente). Divertente che i programmatori della EA (Elettronic Arts) sono stati talmente ligi nei dettagli da mettere, sulle zone di spiaggia, anche salviettoni ed ombrelloni con relative cabine dove cambiarsi… e l’effetto balneare visto mentre viene attraversato da una colonna di carri armati (o peggio) è esilarante! ;-)

Carine le costruzioni dedicate alle basi, anche se sono rimasto maggiormente colpito da quelle nipponiche che rappresentano un connubio tra la tradizione storica del bushido (la via del samurai) e strutture avanzatissime tecnologicamente. Più anni ’70 le costruzioni sovietiche mentre quelle Alleate assomigliano molto a quelle dei giorni nostri in versione
Fotografie per Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)
  • Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360) 1 - Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)
  • Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360) 2 - Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)
  • Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360) 3 - Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)
  • Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360) 4 - Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)
Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360) 1 - Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360)
La copertina di RED ALERT 3
leggermente più avanzata.

Molto ben fatti gli innumerevoli mezzi militari presenti in RED ALERT 3, tutti ovviamente molto colorati e dettagliati. Anche qui abbiamo tre tipologie differenti di visioni a seconda dell’esercito scelto: i nipponici sfoderano il meglio che i loro fumetti e la loro animazione ha ingegnato in questi anni e quindi si va da bipedi trasformabili in aerei da combattimento (stile Robotech) fino ad arrivare a enormi robot che sparano raggi laser modello Daitarn III (fantastici!! :-D ) per poi giungere a schierare scolarette geneticamente mutate con poteri in grado di frantumare per aria un titanico incrociatore!! Concorderete con me che ne hanno di fascino!! ;-)
Se volete invece basarvi sulla potenza di fuoco nuda e cruda, allora dovete vedere e scegliere i sovietici! Con i loro carri armati Apocalypse (in grado di schiacciare sotto i loro cingoli praticamente anche altri carri armati!) o le terrificanti corazzate Dreadnought (in grado di lanciare missili a raffica), avrete tra le mani tanta potenza da radere al suolo una città!
E gli Alleati? Beh, chi ammira gli Alleati vuol dire che predilige la superiorità aerea. In essi infatti possiamo ritrovare supersonici caccia intercettori, imponenti bombardieri e portaerei in grado di far alzare in volo infiniti droni da battaglia per causare la devastazione su ogni bersaglio stabilito!


GLI ATTORI DI RED ALERT 3:

Se non avete mai giocato ad un Red Alert, sono sicuro che avrete fatto una faccia stupita di fronte a questo titolo… gli attori? Ma RED ALERT 3 non è un videogioco? E in un videogioco non si usa la computer graphica per creare i filmati d’intermezzo?
Normalmente vi darei ragione, ma la saga di Red Alert (ma tutto Command & Conquer in generale) ha sempre avuto la particolarità di far interpretare i ruoli dei protagonisti dei loro videogiochi ad attori in carne ed ossa! E così accade anche per RED ALERT 3.
Certo, non ci troviamo di fronte ad un film perché le scene girate sono quasi tutte statiche dove i vari attori si limitano a recitare, però danno un tocco più realistico all’intero gioco. Tutti quelli presenti sono abbastanza discreti, anche se qualcuno spicca per maggiore interpretazione, serietà o avvenenza… ebbene sì, pare che in questo presente alternativo si sia compreso molto presto l’importanza delle donne nell’esercito come fattore di richiamo e così ecco che avremo davanti ai nostri occhi discinte e affascinanti attendenti oppure soldatesse speciali che mischiano un corpo sensuale ad una letalità pari a quella di un intero battaglione corazzato! :-D
Tante bellezze ci accompagneranno nelle 3 diverse campagne di RED ALERT 3, ma non saranno le uniche perché molti altri attori sono presenti, tutti sconosciuti tranne uno famosissimo che fa la sua comparsata alla fine della campagna degli Alleati (e un altro è presente nell’espansione e anche se non è un attore, è molto conosciuto tra i più giovani).


IL SISTEMA DI GIOCO DI RED ALERT 3:

RED ALERT 3 non tradisce le sue origini e rimane un classico gioco strategico in tempo reale. Questo significa che le nostre truppe dovranno vedersela senza tregua con il nemico e non esiste la parola “pausa” o “turni”!
Di base il gioco prevede che da un edificio principale (tipo un quartier generale o cantiere) si costruisca tutto il resto della base per poi passare alle unità del nostro esercito. Per fare ciò ogni esercito ha i suoi modi predefiniti, ma i risultato finale è comunque identico per tutti. Le uniche cose che dobbiamo tenere bene a mente è che per costruire edifici e truppe ci occorrono soldi (che possiamo ricavare da minerali che vengono raffinati) e che per mandare avanti una base occorre energia elettrica che ci viene fornita da apposite centrali… ovviamente è inutile dire che se vi mancano i fondi siete fregati oppure rallentati nella costruzione, mentre se vi manca l’energia la vostra base (e le vostre difese aeree e terrestri) diventerà inerte!

Per tirare in piedi un buon esercito è cosa buona e giusta costruire gli edifici adeguati. C’è la caserma (chiamata con nomi diversi a seconda dell’esercito giocante) che addestrerà i vostri soldati di fanteria, la fabbrica costruirà i mezzi di terra come carri armati e artiglierie, il porto vi fornirà una flotta e l’aeroporto le vostre letali squadriglie aeree.
Ogni unità ha qualche abilità particolare che volendo può modificare assumendo un assetto alternativo: un incrociatore alleato può sparare con i suoi grossi cannoni o attivare un campo che attira tutti i colpi avversari mentre coloro che sono dentro di esso possono proseguire illesi oppure un Tengu Mech del Sol Levante può passare dalla modalità terrestre ed antifanteria a quella aerea per contrastare l’aviazione nemica.
Come ho potuto constatare sulla mia pelle, non bisogna intestardirsi nell’utilizzare determinate abilità o unità perché spesso è volentieri il nemico effettuerà delle tremende contro-mosse e quindi è quasi obbligatorio avere mezzi per tutte le necessità, in particolare antiaerea e anticorazzati. Fidatevi del mio consiglio ;-)


PREGI E DIFETTI:

DIFETTI:
- Ora vi spiego che cosa non mi aveva del tutto convinto nel prendere la versione Xbox360 di RED ALERT 3. In pratica, essendo questo uno strategico in tempo reale, temevo che fosse di difficile gestione rispetto alla versione PC e la cosa mi è stata confermata sin dal tutorial iniziale visto che in pratica dovevo usare una serie di combinazioni di comandi che sfruttavano tutto e anche di più del joypad. Le prime missioni sono state allucinanti per impratichirsi con la miriade di comandi (anche se comunque ben calibrate e quindi mai realmente difficili) ed effettivamente dopo un po’ ci si prende la mano, comunque è decisamente molto più complicato che giocarlo su PC.
- Cosa direttamente connessa a quella precedente è il fatto che tutte le unità abbiano un’abilità secondaria. Già ho problemi a muovere un insieme di carri, velivoli, fanti e chi più ne ha più ne metta, tutti insieme… se poi devo pure utilizzare velocemente le abilità di qualcuno in particolare è la fine. O si hanno veramente molti mezzi di quella tipologia oppure si cambia assetto proprio nel momento in cui viene distrutta proprio quella tua ultima unità!! Avere un mouse tra le mani sarebbe molto più semplice, ma con un joypad, velocità e precisione sono decisamente inferiori e quindi spesso ne risentono queste abilità secondarie (o le utilizzi prima dello scontro o ti attacchi, detto in parole povere!).
- Piccola pecca riguarda anche le unità presenti. Una volta che si comincerà a riuscire a produrre quelle di grosso calibro come le portaerei o i carri Mirage, le unità più piccole – soprattutto di fanteria – cominceranno a diventare inutili… ma forse è meglio così visto che evita al giocatore di dover avere sott’occhio una dozzina di truppe differenti e sparpagliate!

PREGI
- La grafica è davvero ben fatta e si fa gustare con gli occhi grazie ai molti piccoli dettagli e ai colori molto brillanti. Il design dei vari mezzi militari è accattivante come sempre e danno quel tocco di carisma in più quando li si deve comandare.
- Se l’occhio ha la sua parte, anche le orecchie non sono da meno perché la colonna sonora che può vantare RED ALERT 3 è di tutto rispetto. A cominciare dalla canzone del menù iniziale (sembra una marcia militare sovietica d’altri tempi!) a quelle del briefing delle missioni fino a quelle di gioco, potremo ascoltare pezzi di rock duro e grintoso (non vi ho ancora detto che l’intera tipologia di come è strutturato questo gioco appare molto, ma molto tamarra ;-) ), a finti pezzi sovietici fino ad arrivare alle evocative tracce nipponiche che mischiano i classici strumenti musicali d’origine giapponese a toni epici come si addice per un impero ri-nascente! Da ascoltare e canticchiare quando non siete impegnati in scontri all’ultimo sangue!
- Molto bravi (e belle, molto belle le attrici) presenti che riescono a dare un tocco di ironia e divertimento maggiore all’intero gioco. Mitica la comparsata di… non posso dirvelo, però vi lascio un indizio: faceva il bagnino in BayWatch ;-D
- Il doppiaggio in italiano è stato ben fatto, con voci azzeccate agli attori e al ruolo che ricoprono. La EA ha pensato proprio a tutto!
- Le missioni sono 8 per ogni campagna, quindi un totale di ben 24! Esse sono state strutturate in modo abbastanza vario e quindi non si dovrà temere la ripetitività (grazie anche alle varie tipologie degli eserciti). La più divertente e variegata che ho giocato è stata però la campagna del Sol Levante perché, vuoi per i mezzi troppo da appassionato di manga ed anime (come me ;-) ), vuoi per la presenza ogni tanto di un colossale robot alto come e più di un grattacielo chiamato Carnefice Shogun in grado di devastare da solo l’intero esercito nemico, essa si è rivelata essere la migliore delle 3 campagne!
- La varietà di mezzi è davvero notevole. Alcuni di essi, poi, erano super carismatici come il carro Apocalypse o la corazzata Shogun. Da notare, però, che anche in questo terzo capitolo ritroveremo il mitico agente Tanya, un commando degli alleati super sexy e super letale in grado di far saltare tutto e tutti con pistole e plastico C4 (interpretata anche da una bella ed affascinante attrice). A far da controparte sovietica è stata introdotta la gelida e superba Natasha, una cecchica di prim’ordine, e la nipponica Yuriko Omega, devastante grazie ai suoi poteri mentali. Peccato che non abbiano messo anche un attrice per Yuriko perché l’attrice di Natasha era una degna avversaria a Tanya ;-)
- Bella anche la novità che alcuni mezzi possono schiacciare letteralmente sotto i propri piedi o cingoli altre unità più piccole. Perché sparare con un cannone alla fanteria quando puoi passarci sopra e risolvere il tutto più velocemente? O perché non sfruttare la mole di un robot gigantesco come il Carnefice Shogun per spiaccicare intere flotte o schieramenti avversari? Spasso assoluto!!
- Trofei/Obbiettivi sbloccabili targati Xbox360 suddivisi in 2 sezioni: la prima di circa 500 punti è dedicata alla conclusione delle 3 campagne in modalità singola mentre i restanti 500 punti circa vengono suddivisi tra obbiettivi da realizzare in partite con giocatori multipli. Peccato per la seconda (che non posso giocare), ma i trofei per le campagne sono stati ben suddivisi!


L’EDIZIONE ITALIANA:

RED ALERT 3, come avrete notato dai pregi, vanta un buonissimo apparato di doppiaggio nel nostro italico idioma. Non solo gli attori sono stati ben doppiati, ma anche le stesse unità possono vantare questa virtù, spesso dando un tocco d’ironia ancora maggiore grazie a particolari frasi che li caratterizzano maggiormente (rozzi e duri i sovietici, frivoli e snob gli alleati e … beh, ancora da cartone animato i nipponici!!).

Nella confezione è contenuto un libretto in bianco e nero con la descrizione dei comandi e delle varie truppe. Se i primi vi vengono spiegati anche nel tutorial e quindi vi servirà a ben poco leggerli nel libretto (se non per un necessario ripasso ogni tanto), i secondi vi consiglio di leggerli perché sono infarciti di frasi divertenti ^^
Cosa che mostra una volta di più quanto la Eletronics Art ha puntato sul fascino femminile in questo capitolo è la presenza anche di un bel miniposter a colori con sopra tutte le bellezze di questo gioco. Saranno ben poche quelle che non vi colpiranno (io adoro le russe :-P ).

Il gioco viene venduto ancora sui 30-40€, ma se cercate su siti di aste come Ebay potreste beccare qualche buon affare come ho fatto io che l’ho pagato 20€, spese di spedizione comprese.


IL SOVIETICO PARERE DEL KATTA A RED ALERT 3:

Effettivamente il mio timore di trovarmi di fronte ad un gioco che appare tipicamente adatto per un computer (grazie alla precisione e velocità generata dall’avere un mouse e una tastiera) è stato centrato quasi in pieno. Quasi perché se una volta concluso il tutorial stavo disperando a ricordare l’abominevole quantità di comandi appioppati a tutti i tasti del joypad (spesso anche da utilizzare come combinazioni di tasti per arrivare a determinati utilizzi!), verso la terza missione della prima campagna già mi ero impratichito abbastanza per affrontare missioni di maggiore difficoltà.
Diciamo che gran parte del merito che mi ha aiutato a superare il primo temibile approccio è venuto dal carisma stesso di RED ALERT 3 grazie alla sua combinazione di ironia, belle donne, musiche grintose, grafica accattivante, truppe esaltanti e missioni ben organizzate. Tutti questi aspetti positivi mi hanno spinto avanti fino ad essere totalmente rapito da questo strategico in tempo reale come ai bei vecchi tempi.

Il mio consiglio di base sarebbe prenderlo per PC, se avete i requisiti di sistema adatti, però anche la versione per Xbox360 non è assolutamente male e- vediamola così – aggiunge un gradino al livello di difficoltà finché non vi sarete abituati coi comandi.
Suggerisco quindi RED ALERT 3 tutti coloro cui piacciono i giochi strategici in tempo reale, ma anche a coloro che sono patiti di mezzi militari perché ne ritroverete in quantità più che abbondante; inoltre l’ironia presente nelle scene degli attori, nella stessa presenza delle ragazze, nelle voci di certi mezzi e nello sviluppo della trama rende di sicuro il gioco più leggero e divertente e quindi adatto un po’ a tutti.
4 stelline con un meno davanti che però viene arrotondato ;-)
E ora… seguitemi miei fedeli compagni! Per la Grande Madre Russia!!!
(Versione alleata: “coraggio, amici miei, per la libertà del mondo!!!”)
(Versione nipponica: “avanti, miei fedeli guerrieri, per l’imperatore!!!”) :-D


FOTO:


1: La copertina di RED ALERT 3
2: Il menù di gioco fa molto sovietico con la marcetta di sottofondo!
3: Il cast di bellezze presenti in RED ALERT 3… non sbavate, grazie! :-D
4: Incrociatori alleati all’attacco di una base sovietica
5: I russi utilizzano molto armi ad elettricità Tesla
6: Mega scontro tra russi e nipponici
7: Dai filmati si può capire la grandiosità militare dei sovietici
8: Dai filmati si può capire la grandiosità militare dei sovietici
9: Le nostre attendenti ci informeranno sull’andamento della missione con i nuovi obiettivi
10: Ecco Yuriko… molto stile manga!! :-P


Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
GIOVANNAG1

GIOVANNAG1

01.10.2012 22:51

non è il mio genere ma ho apprezzato molto la tua opi!

Sully_5

Sully_5

02.02.2010 21:40

Credo proprio che aspetterò Command & Conquer 4, ormai imminente, a meno di gusti per me è decisamente meglio!!

mariafiorenza

mariafiorenza

30.01.2010 01:56

Eccellente Opinione!

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento
Compara i prezzi ordinate per Prezzo
Command & Conquer Red Alert 3 (Xbox 360)

Command & Conquer Red Alert 3 ​(Xbox 360)

Piattaforme: Xbox 360

€ 14,00 amazon.it marketplace videogiochi 19 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 5,00

Disponibilità: Generalmente spedito in 1-​2 giorni lavorativi.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it marketplace videogiochi

Command & Conquer Red Alert 3 (Xbox 360)

Command & Conquer Red Alert 3 ​(Xbox 360)

Piattaforme: Xbox 360

€ 19,65 amazon.it videogiochi 449 Valutazioni

Costi di sped.: Gratuito

Disponibilità: Generalmente spedito in 24 ore.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it videogiochi

EA Games Command & Conquer: Red Alert 3 - Xbox 360

EA Games Command & Conquer: Red Alert 3 -​ Xbox 360

Dopo sette anni di silenzio, Electronic Arts annuncia il ritorno di Red Alert, ...

continua

€ 19,99 Ibs.it 238 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,90

Disponibilità: 3 Giorni

     Al negozio  

Ibs.​it



Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Command & Conquer: Red Alert 3 (Xbox360) è stata letta 1658 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (86%):
  1. GIOVANNAG1
  2. Sully_5
  3. mariafiorenza
e ancora altri 35 iscritti

"molto utile" per (14%):
  1. teomara
  2. 123paolocesare
  3. andato63
e ancora altri 3 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Prodotti interessanti per te
Army of Two: Il 40 Giorno (Xbox 360) Army of Two: Il 40 Giorno (Xbox 360)
Genere: Azione - Età consigliata: 18+ - Sviluppatore: EA Games - Anno di pubblicazione: 2010
Questo prodotto non è ancora stato recensito. Valutalo ora
Acquista a soli € 21,90
Dead Space 3 (Limited Edition) (Xbox 360) Dead Space 3 (Limited Edition) (Xbox 360)
Genere: Azione - Età consigliata: 18+ - Sviluppatore: EA Games - Anno di pubblicazione: 2013
2 Opinione
Acquista a soli € 23,38
Battlefield 3 (Premium Edition) (Xbox 360) Battlefield 3 (Premium Edition) (Xbox 360)
Genere: Sparatutto - Età consigliata: 16+ - Sviluppatore: EA Games - Anno di pubblicazione: 2012
4 Opinione
Acquista a soli € 36,44