Di amanti non ce n'è mai abbastanza (Gaby Hauptmann)

Immagini della community

Di amanti non ce n'è mai abbastanza (Gaby Hauptmann)

Anna ama Lars. Lo incontra regolarmente al lunedì, all'hotel Ramses. Il marito di Anna, Rainer, è un avvocato molto stimato. In realtà anche lui ha il...

> Vedi le caratteristiche

70% positiva

2 opinioni degli utenti

Opinione su "Di amanti non ce n'è mai abbastanza (Gaby Hauptmann)"

pubblicata 25/08/2008 | laura1976
Iscritto da : 22/10/2004
Opinioni : 82
Fiducie ricevute : 43
Su di me :
Buono
Vantaggi divertente, ironico
Svantaggi finisce troppo presto
molto utile
Contenuti
Reperibilità
Layout:
Qualità Materiale

"..per me già uno è impensabile....."

Ho comprato questo romanzo verso fine giugno di quest'anno, in una delle nostre incursioni da Feltrinelli.
Noi di solito ne facciamo almeno 3 di incursioni lì nel nostro regno preferito...una a Natale e una poco prima di partire per le ferie così da aver da leggere.

Di questo libro mi è piaciuto il titolo:

Di amanti non ce nè mai abbastanza

In più dello stesso autore avevo già letto === Uomo impotente cercasi per serena convivenza === e mi era piaciuto. Quindi non ci ho pensato due volte ed ho preso il libro.

L'autore: Gaby Hauptmann

L'autrice è nata in Germania nel 1957, oltre a scrivere libri è una giornalista free lance e si occupa anche di produzione cinematografica. Vive sul Lago di Costanza ed oltre ai due libri già citati ha anche scritto: Un letto di bugie, Ma poi le donne ce la fanno, Parata di stalloni, Bello, ricco e che resti a colazione, Estate sul caicco, Cinque stelle maschio incluso.
Io come già detto ne ho letti solo due dei suoi libri e mi son piaciuti, c'è una sottile ironia nel suo modo di scrivere che ti attacca al libro tanto da rendere difficile staccarsi.

La trama

Il libro parla di una storia di tradimenti, ma con molta ironia.
Anna, moglie di Rainer, si vede con Lars, marito di Bettina, ogni lunedì all'Hotel Ramses.
Anna, Rainer, Lars, Bettina e Patricia e Frank, la migliore amica di Anna, sono amici che periodicamente si incontrano per delle belle serate tra amici.
Anna è da poco disoccupata, quindi ha tutto il tempo che vuole per godersi la vita, secondo il suo pensiero. Ma un giorno nella camera 516, mentre è con Lars sente dei gemiti dal piano di sopra. Gemiti così forti che la inducono a fare uno scherzo. Chiama nella camera 416 ( non so come ha calcolato che la camera era quella !) e mentre sente che stanno rispondendo chiude la chiamata.
La sera sente al telegionrnale che in quella stanza si è consumato un omicidio. Ma lei e Lars sanno che le indagini stanno andando nel verso sbagliato: loro due hanno sentito chiaramente che in quella stanza si consumava un rapporto due ore dopo che il medico legale aveva dichiarato la morte della vittima.

Rainer, marito di Anna, è un uomo molto debole. E' un avvocato, ma il suo lavoro non è molto elettrizzante. Anche sessualmente Rainer non è il massimo. Il rapporto con Anna è basato molto di più sulla sicurezza che l'uno c'è per l'altro, ma non va oltre al rapporto settimanale del venerdì. Rainer però ha un amante o meglio paga una donna per pratiche sadomaso: Gudrun. Lei è una semplice impiegata statale, che però viene ricattata per fare ciò che fa.

Lars e Bettina hanno un rapporto un pò più acceso di Anna e il marito, ma comunque non è il massimo. Bettina sembra una sonnina senza spina dorsale che esegue solo gli ordini del marito.

Patricia e Frank. Lei migliore amica di Anna, romantica all'ennesima potenza e sposata da poco con Frank, è una psicologa.
Patricia ha un fratello Max. Che ne combbina di tutti i colori e si trova all'improvviso legato agli avvenimenti a sorpresa che si avvicendano nel libro.

Rainer, marito di Anna, viene incaricato di difendere il presunto assasino della camera 416, Patricia viene incaricata di seguire il lato psicologico e Anna si improvvisa un detective.

A me il libro è piaciuto, anche se in giro non ho letto commenti molto positivi. E' di facile lettura, strappa bei sorrisi ed è molto ironico.. e poi.. la fine vi lascerà senza parole.

Ed. Feltrinelli.
€ 9,00

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 609 volte e valutata
97% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • senza-nome pubblicata 03/05/2009
    mi piace molto questo genere di letture: me lo segno (e pure l'altro: titolo ancora più bello!!!)
  • silvano.silvano pubblicata 20/09/2008
    Ottima recensione.
  • FF pubblicata 03/09/2008
    Sarà ma già senza ci sono casini, figurati con tanti amanti Ciao FF
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Di amanti non ce n'è mai abbastanza (Gaby Hauptmann)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Anna ama Lars. Lo incontra regolarmente al lunedì, all'hotel Ramses. Il marito di Anna, Rainer, è un avvocato molto stimato. In realtà anche lui ha il suo piccolo segreto: una relazione fissa - e a pagamento - con l'affascinante Gudrun. Quando all'hotel Ramses, nella stanza sopra quella di Anna e Lars, viene trovato un uomo assassinato, il perfetto meccanismo del doppio adulterio si inceppa. E' l'occasione per Anna di trasformarsi in una detective dilettante e mettere il naso in una vicenda che improvvisamente diventa più grande di quello che la donna avrebbe sospettato. Per fortuna è dotata di acume, intelligenza e ironia. Con tutte le armi femminili dell'introspezione e della seduzione, Anna indaga.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788807840081

Tipologia del prodotto: Libro

Categoria commerciale: tascabile

Autore: Gaby Hauptmann

Traduttore: M. Belardetti

Numero totale di pagine: 220

Alice Classification: Letterature Straniere: Testi

Editore: Feltrinelli

Data di pubblicazione: 2002

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 05/08/2014