Eric Sardinas Blues Band

Immagini della community

Eric Sardinas Blues Band

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

1 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Eric Sardinas Blues Band"

pubblicata 21/02/2005 | lelluzza75
Iscritto da : 14/10/2004
Opinioni : 192
Fiducie ricevute : 41
Su di me :
Ottimo
Vantaggi strabiliante unico eccezionale
Svantaggi nessuno
molto utile
Qualità dei testi
Qualità della musica
Voce artista

"Il Blues e il suo sacerdote **** concerto ***"

Vi aggiorno sulle date del concerto di settembre

25 SETTEMBRE
ALCATRAZ MILANO - Eric fara' da supporter a STEVE VAI

da non perdere, ovviamnte vi raccontero' il giorno dopo

***************************
suonera' questa sera all'idroscalo di milano
ore 21.30
06/luglio 2005

*********************************


Vi chiederete perche' scrivo di lui.
Sabato 19.02/2005 sono andata a vederlo per la seconda volta volta e mi sono resa conto che e' un artista realmente completo. E' un animale da palcoscenico non solo per la sua presenza, ma anche perche' la sua musica e' a livelli incredibili.
Per questo inizio a scrvere di lui raccontandovi le informazioni poche per la verita' che di lui ci sono in giro.
Perche' come persona e' realmente conosciuta pochissimo ma artisticamente ha un grandissimo valore.

Eric Sardinas nasce nel 1970 in un paesino della florida nelle vicinanze di fort loverdale, non si hanno sue ulteriori notizie se non a cominciare dal 1990 quando si trasferisce in california e comincia a suonare agli angoli delle strade . E' qui che incontra durante una jam-session in un piccolo club il bassista Paul Loranger, a cui due anni più tardi si unisce il batterista Scott Palacios sostituio in seguito da Mike Dupke.
Dal vivo questi due eccellenti musicisti sembrano letteralmente respirare con il leader ad ogni suo passo, ed e' stato proprio questo affiatamento che gli ha dato la possibilita' di farsi conoscere fino ad arrivare ai giorni nostri in cui fanno circa 200 concerti all'anno divisi tra USA ed Europa.

Ma passiamo ad Eric, vedendolo così di primo acchito con la sua miriade di tatuaggi e capelloni lunghissimi, penseremmo tranquillamente che e' il classico rocchettaro come ce ne sono tanti in giro.
E invece gli basta solo imbracciare la sua chitarra per farci cambiare totalmente idea. La sua musica lascia tutti a bocca aperta. si e' creato un suo stile realmente eccezionale , combinando uno stile chitarristico personale ed incisivo con l'ispirazione sola e l'influenza delle leggende del blues.
Suona esclusivamente una Dobro elettrificata e customizzata, alla quale da fuoco periodicamente, e nonostante cio' i suoi riff sono la prova lampante di quanto la sua tecnica sia aldispra di tutto.
Sardinas è un musicista con gli attributi, che suona sicuro di sè e con una buona formazione di base,riassume il blues-rock in ogni sua sfaccettaturam, all'insegna del caratteristico e devastante suono slide.
Quando impugna la sua dobro, Eric si rivela a noi ispirato: tira le note in un break che lascia sospesa la tensione fino ad una devastante accelerazione che coinvolge lo spettatore fino a farlo respirare all'unisono con la sua musica.

La sua ritmica, così classica e melodica ma allo stesso tempo elettrizante e coinvolgente, prende il vecchio blues per i capelli e lo rende accessibile e masticabile anche a quei ragazzetti che oggi ascolatno solo la musica leggere.

Travolge e coinvolge persone di ogni eta'.
In un concerto si trovano insieme il cinquantenne e il 20 anne che per una sera hanno un comune denominatore, il blus di Eric Sardinas. poi non ancora soddisfatto dell'enorme coinvolgimento fisico ed emotivo dello spettatrore Eric da fuoco alla sua dobro continuando a suonarla come se nulla fosse, e li scatta il delirio le folle lo adorano, io lo adoro, vederlo suonare mentre la sua chitarra andava in fiamme ricorda tanto Jimi Hendrix .
E forse questa sua capacita' di riportare in vita vecchie sonorita' o di rievocare le figure di vecchi mostri sacri, fa di lui una sorta di genio.
Forse per questo Steve Vai ( grande mostro sacro della chitarra) ha deciso di compartecipare ad suo album Black Pearls, l'ultimo in ordine di tempo.

Se per qualcuno il blues e' un rito, sappiate che c'è in giro un sacerdote che ne predica la sua resurrezione


Conformazione Band
Eric Sardinas: chitarra e voce
Paul Loranger: basso
Mike Dupke: batteria

Discografia :

2003 "Black Pearls"

2001 "Devil's Train"

1999 "Treat Me Right"

da ascolatare assolutamente.

Se volete vederlo dal vivo, a Milano suona sempre alla Blues House .

Sito www.ericsardinas.com


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1499 volte e valutata
77% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • StephenDorff pubblicata 16/09/2005
    una piacevole recensione, ciao
  • bicchiere pubblicata 12/09/2005
    ho visto anche l altro aggiornamento..azz sei meglio dell ansa..eheheh
  • geko1980 pubblicata 18/07/2005
    Ammetto la mia ignoranza...non lo conoscevo.....ma adesso cerco subito qualche suo brano !! Ciao ! Marco
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Eric Sardinas Blues Band

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 21/02/2005