Fahrenheit 9/11 (Dvd)

Opinione su

Fahrenheit 9/11 (Dvd)

Valutazione complessiva (22): Valutazione complessiva Fahrenheit 9/11 (Dvd)

8 offerte a partire da EUR 3,00 a EUR 9,73  

Tutte le opinioni su Fahrenheit 9/11 (Dvd)

 Scrivi la tua opinione


 


Ma gli ideali, l'umanità...dove sono finiti?

5  04.01.2005

Vantaggi:
rende più consapevoli di come va veramente il mondo

Svantaggi:
lascia una grande tristezza

Consiglio il prodotto: Sì 

Dettagli:

Trama

Attori

continua


Leda700

Su di me:

Iscritto da:17.09.2004

Opinioni:144

Fiducie ricevute:60

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 22 utenti Ciao

Vi avviso che l’opinione è lunga, quindi non mandatemi accidenti…e non leggetela se avete poco tempo…

Vi dico subito che non sono andata a leggermi le altre opinioni su questo documentario, per evitare che il mio parere potesse esserne in qualche modo influenzato. E benché abbia idee politiche ben precise, ho deciso di guardarmi il documentario da un punto di vista oggettivo, cercando di valutare e confutare il più possibile i fatti narrati.
Il documentario inizia con le elezioni presidenziali americane di 4 anni fa, o meglio col problema della Florida, prima attribuita ad Al Gore e poi passata per un pugno di voti a Gerge W. Bush. Il dubbio, non solo di M. Moore, è che sotto ci sia stata una magagna..nel senso che il primo network ad attribuire la Florida a Bush fu la Fox, diretta dal cugino, il governatore dello stato in questione è il fratello di Bush…e soprattutto, quando si procedette al riconteggio dei voti molte schede fino ad allora “regolari” e attribuite a Gore vennero annullate e la responsabile dello scrutinio aveva curato la campagna elettorale di Bush ecc. Insomma, le strane “coincidenze” sono veramente molte…e soprattutto sono tutte vere…insomma, nel documentario non si riporta un solo dato falso..e molte affermazioni furono riprese e approfondite da speciali di numerose testate giornalistiche che erano e sono addirittura pro-bush. Gli articoli sono disponibili su internet, ma soprattutto in inglese…ho verificato. Anche volendo mettere da parte i dubbi, e accettando il verdetto della Suprema Corte, c’è da riconoscere che la passeggiata del neoeletto verso la casa bianca fu disastrosa, ci si trovò di fronte alla folla arrabbiata che lanciava uova contro la sua macchina…tanto che l’autista dovette accelerare e inscenare quasi una fuga….ma lui, incurante di tutto, continua sulla sua strada e alle prime difficoltà se ne va in vacanza, incurante della rapida discesa del consenso popolare.
Poi arriva l’11/9, la catastrofe….e la reazione del Presidente fu a dir poco umiliante…se avete visto il documentario sapete che c’è poco da ridere…e purtroppo le informazioni sulle “amicizie” a dir poco equivoche sono note ormai da tempo (almeno in Europa…in America non ci giurerei)….mentre tutti gli aeroporti erano chiusi e nessuno volava, la famiglia di Bin Laden fu riportata in tutta fretta in Arabia Saudita….contro qualunque logica…scatenando l’ira dell’FBI che non potè nemmeno parlare con loro, che potevano essere informati dei fatti.
Poi segue la ricostruzione delle relazioni economiche, spesso poco chiare, tra la famiglia Bush e i Bin Laden e soprattutto si cerca di dare una connotazione al gruppo Carlyle….qui la documentazione disponibile è veramente molta..provate a fare una ricerca su internet e rimarrete stupiti. C’è una commistione di interessi da far paura e da far impallidire il conflitto di interessi del nostro Presidente del Consiglio.
Insomma…il documentario lo dovete vedere…non riesco a condensare il tutto in poche righe…perché mi ha lasciato tanta amarezza e soprattutto la convinzione che i famigliari delle vittime dell’11/9 non sapranno mai la verità..il vero perché…se lo stesso presidente americano ostacola le indagini della commissione sull’11/9 cosa si può fare per venirne a capo?
Il vero problema di tutta la vicenda è che è più importante proteggere gli interessi miliardari con i sauditi, che sono sotto gli occhi di tutti, invece che fare qualcosa per le famiglie delle vittime….è come se la verità vada negata ad ogni costo, insabbiata…perché può causare grosse perdite economiche.
Ed ecco allora che si arriva all’assurdo….si nega l’evidenza..ossia che quasi tutti i terroristi dell’11/9 erano sauditi, che Bin Laden è saudita, che la pianificazione dell’attacco è partita proprio dall’Arabia Saudita…e cosa si fa? Si va ad attaccare l’Afghanistan con un esercito misero…di 11.000 uomini…e si arriva al presunto covo di Bin Laden dopo due mesi…Perché? Naturalmente dietro l’attacco c’erano altre ragioni..ovviamente economiche e legate alla costruzione di un gas dotto che i talebani rifiutavano….
Insomma…più si va avanti nella visione e più aumenta il senso di nausea…gli spezzoni tratti dai vari telegiornali sono incredibilmente assurdi…colori sgargianti…frasi ad effetto (guerra al terrore), pura propaganda…si doveva agire sul popolo americano e farlo al più presto, creare un clima di paura che facesse compattare la gente intorno al suo capo…preparare il terreno all’assurda guerra in Iraq. Si stava ricreando il clima dei primi anni della guerra fredda, si stava convincendo il popolo americano ad acquistare dei piccoli bunker per proteggersi da attacchi di drogati e terroristi..si stava tornando ai rifugi contro l’invasione comunista…ai miei occhi tutta questa assurdità, questo delirio è veramente evidente. Questo documentario non fa altro che aggiungere informazioni su argomenti che ormai già conoscevo…ma dà un taglio più chiaro al problema delle menzogne a cui il popolo americano e noi tutti siamo sottoposti ogni giorno. Perché qui, oltre al testo, ci sono anche immagini…vi consiglio vivamente di vedere il documentario..qualunque sia il vostro orientamento. Molti dicono che è fazioso…perché Moore è un noto oppositore di Bush….ma il problema non è politico…il problema sono i fatti…e la stragrande maggioranza delle informazioni riportate sono documentate, veritiere e nemmeno Bush e i suoi amici hanno potuto controbattere…hanno potuto solo ignorare quanto riportato nel documentario sperando che la gente non lo guardasse, o non ci credesse…hanno solo potuto rafforzare ancora una volta la loro propaganda fatta di paura e di terrore. Si agisce sulle paure più oscure dell’animo umano per raggiungere i propri interessi..il proprio obiettivo…vedere questo documentario può dare maggior consapevolezza alla gente…può far capire che siamo tutti manipolabili…e che dobbiamo essere attenti e furbi a non cadere nelle trappole di tutte quelle persone, prime fra tutti i politici, che vogliono solo creare un popolo omogeneo che, mantenuto ignorante della verità, li appoggi nelle loro politiche spesso scellerate.
Ho visto questo documentario con molta tristezza..soprattutto nella parte dedicata alla guerra in Iraq…al riguardo se ne sono dette tante…ma delle verità sono emerse, anche se troppo tardi. E queste verità sono che le armi di distruzione di massa l’Iraq non l’ha mai avute, e che non c’era nessun rapporto tra Al Quaeda e Saddam Hussein…peccato che questi fossero due pilastri della guerra…e che la maggior parte del popolo americano ci aveva veramente creduto. Qui vedetevi le interviste ai soldati americani….che ascoltano CD idioti per caricarsi prima di andare in battaglia…ascoltate le parole assurde che dicono…perché probabilmente non le vedrete da nessuna altra parte.
E’ veramente una gran tristezza vedere un paese diventato famoso con il sogno americano che è riuscito in pochi anni a trasformare questo sogno in incubo…vedere un popolo che si beve tranquillamente ogni menzogna che gli viene propinata, perché completamente soggiogato dalla paura….vedere che i valori umani, gli ideali, ormai non contano più niente se confliggono con gli interessi economici, la brama di potere…e soprattutto vedere un Presidente a cui non importa assolutamente nulla del suo popolo…che vuole la verità sull’11/9…ma che non l’ha ancora avuta..per ora si preferisce tenerlo occupato con la lotta al terrorismo e le guerre inutili…che finora hanno creato più morti americani dai tempi del Vietnam…giovani per lo più reclutati per strada, nei sobborghi più poveri..dove l’esercito è visto come una prospettiva per il futuro, peccato che molti son morti, e un futuro non l’avranno mai. E non dimentichiamo le vittime civili irachene…che a fine conflitto arriveranno probabilmente a mezzo milione.
Insomma…il documentario è veramente uno sguardo sulla realtà…può non piacerci…ma la realtà va presa per quello che è. Il più grande paese del mondo ha perso la bussola…e non ci illudiamo che se al posto di Bush ci fosse un altro le cose sarebbero migliori. Si farebbero gli stessi errori, perché tutta la politica, lasciando entrare al suo interno il mondo della finanza, ne è rimasta corrotta. Noi possiamo solo denunciare le malefatte, alzare la testa e rifiutarci di entrare nella loro ottica…e questo documentario lo fa e anche considerando vere solo il 10% delle denuncie che vi si ritrovano…ci sarebbe comunque da tremare.

La regia secondo me è buona, scorrevole, il tutto non risulta pesante o noioso da seguire, perché le scene sono montate in sequenza molto bene, seguendo un fine logico. Il punto di forza del documentario credo che sia proprio il montaggio del materiale, come ha fatto notare anche un giornalista nella conferenza stampa di Cannes. Moore è riuscito a condensare immagini di vario tipo (spezzoni storici, interviste attuali, e soprattutto si è visto PARLARE i soldati impegnati…che non si sono limitati alle solite frasi precostituite ma si sono lasciati andare alle confessioni più incredibili. Il DVD è sicuramente di ottima qualità, c’è allegato un libretto in cui si riporta la rassegna stampa, un articolo di Moore che spiega come nacque il progetto, e soprattutto c’è il rapporto della Commissione d’inchiesta sull’11/9, che conferma il contenuto del documentario. Nello stesso DVD, tra gli extra, c’è la conferenza stampa di Cannes, che è veramente illuminante e che dura circa un’oretta. Ascoltate le domande e soprattutto le risposte date da Moore, sull’esercito, sulla strategia della paura, sulla cattiva informazione che manipola le menti della gente. Altrettanto interessante è la conferenza di New York, dove Moore se la prende soprattutto con i media, che si sono girati dall’altra parte non facendo le domande giuste e danneggiando il popolo americano…e dice le frasi secondo me più belle e più vere: il mio compito non è quello di dirvi le cose che vi hanno già detto tutti, ma di dirvi che forse c’è qualcos’altro da sapere, c’è un altro punto di vista da considerare, altre informazioni che sono nascoste e che se fossero conosciute cambierebbero il nostro giudizio sulle cose. Secondo me la vera essenza del giornalismo è questa, fare qualsiasi domanda, fornire le risposte con obiettività e lasciare al pubblico il compito di metterle insieme e farsi un’idea dei fatti. Peccato che non sia mai così. Insomma, ve lo consiglio…perché l’argomento è comunque interessante e soprattutto perché è uno spaccato di storia contemporanea.


Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
icobox

icobox

19.10.2007 20:14

visto, è un film da vedere

snail

snail

25.09.2007 11:47

visto il film al cinema ed acquistato il dvd. entrambi recensiti. eccellente strameritato.

luiqua

luiqua

31.10.2006 17:17

Perfetta: completa ma scorrevole, di piacevole lettura anche se lunga. Non dice nulla di inutile e, a dispetto della lunghezza, direi che è una sintesi del problema ed aiuta a capire il vero perchè di una guerra in cui sono morte infinitamente più vittime innocenti che non l' 11/9.

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento
Compara i prezzi ordinate per Prezzo
Fahrenheit 9/11 (DVD)

Fahrenheit 9​/11 ​(DVD)

Su Amazon.it dal: 2004-10-26

€ 3,00 amazon.it marketplace dvd 34 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 0,30

Disponibilità: Generalmente spedito in 1-​2 giorni lavorativi.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it marketplace dvd

Fahrenheit 9/11 (DVD)

Fahrenheit 9​/11 ​(DVD)

Su Amazon.it dal: 2004-10-26

€ 4,46 amazon.it dvd 531 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: Generalmente spedito in 24 ore.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it dvd

Fahrenheit 9/11 (DVD)

Fahrenheit 9​/11 ​(DVD)

regia di Michael Moore - Documentario - Società e attualità

€ 5,59 Ibs.it 248 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: Disponibilità immediata

     Al negozio  

Ibs.​it



Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Fahrenheit 9/11 (Dvd) è stata letta 1929 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (34%):
  1. snail
  2. luiqua
  3. poeta73
e ancora altri 10 iscritti

"molto utile" per (66%):
  1. icobox
  2. trash_head
  3. alibi
e ancora altri 22 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Prodotti interessanti per te
Apocalypse Now (Dvd) Apocalypse Now (Dvd)
Regia: Francis Ford Coppola - Cast: Dennis Hopper, Frederic Forrest, Harrison Ford, Laurence Fishburne, Marlon Brando, Martin Sheen, Robert Duvall
33 Opinione
Acquista a soli € 5,00
Agora (Dvd) Agora (Dvd)
(+) descritti
(-) non trovati
9 Opinione
Acquista a soli € 6,44
Il giorno piu lungo (Dvd) Il giorno piu lungo (Dvd)
Numero dischi: 2 - Nazione: USA - Durata: 95' - Regia: Ken Annakin - Cast: Andrew Marton, Henry Fonda, John Wayne, Richard Burton, Robert Mitchum, Rod Steiger
6 Opinione
Acquista a soli € 3,88