Fès

Immagini della community

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Fès"

pubblicata 08/08/2016 | SofiaChi
Iscritto da : 27/07/2016
Opinioni : 23
Fiducie ricevute : 2
Su di me :
Buono
Vantaggi città stupenda
Svantaggi nessuno
molto utile
Bellezze naturali
Ospitalitá
Attrazioni
Gastronomia
Efficienza trasporti pubblici

"La biblioteca più antica dell'Africa"

Ha riaperto nel maggio di quest’anno la più antica biblioteca del continente africano considerata, dall’ UNESCO, anche la più antica istituzione d’insegnamento mai esistita. Ci si riferisce alla biblioteca di Al Qarawiyyin situata in una delle città principali e più attraenti del Marocco, Fès. La sontuosa struttura, che nasce ufficialmente come moschea, fu costruita nel lontano 859 per opera di una donna, Fatima Al-Fihriya, che ne fece successivamente una vera e propria istituzione e quindi anche una delle principali Università del Paese. Infatti se inizialmente al suo interno ci si dedicava principalmente ad insegnamenti religiosi, ben presto si passò anche alla politica, alle scienze naturali e alla filosofia, allargandosi poi a molte altre discipline. Svolse un ruolo di grande importanza nelle relazioni tra il mondo islamico e l’Europa e furono molti gli studenti che vi studiarono tra cui famosi economisti e filosofi.
Da molti anni però l’edificio è chiuso e non più praticabile, tant’è che mentre l’università è stata spostata in una sede più moderna, la biblioteca e la moschea originaria sono state lasciate in balia del passare degli anni, andando così deteriorandosi. Nonostante in questi anni ci fossero state diverse opere di ristrutturazione, vi erano ancora cedimenti nel complesso architettonico che la rendevano pericolosa.

Nel 2012 è stata così chiamata una donna, l’architetto canadese di origini marocchine Aziza Chaouni, a completare una volta per tutte i lavori. «Nel corso degli anni, la biblioteca ha subito numerose ristrutturazioni, ma risente ancora di gravi problemi strutturali: la mancanza di isolamento e varie carenze nelle infrastrutture, così come piastrelle rotte, travi in legno incrinate, fili elettrici scoperti» informa la stessa Chaouni che annuncia anche i ritrovamenti di alcuni dipinti sui muri e, sottoterra, di un sistema fognario secolare.
Dopo quindi tre anni di lavori la famosa moschea ha riaperto i battenti, rendendo partecipi i cittadini della vastità di manoscritti antichi in essa contenuti. Si possono trovare infatti documenti di quasi dodici secoli fa, scritti di astronomia, grammatica e una copia del Corano risalente al quinto secolo. Inoltre, secondo quanto riportato da un articolo di Internazionale, grazie al restauro, l’edificio adesso è dotato di pannelli solari, un nuovo impianto idraulico, sistemi di sicurezza digitali e da sale espositive aperte al pubblico con anche un piccolo cafè all’interno. Insomma del tutto moderna e nuovamente disponibile per poterne apprezzare le risorse materiali e le bellezze architettoniche, la biblioteca di Al Qarawiyyin regala un ulteriore tocco d’arte e cultura alla magnifica cittadina di Fès.

l'articolo è presente anche su Voci di Città, sempre con la mia firma

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 188 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • catina56 pubblicata 23/09/2016
    ottima opi
  • Groudy.Blue pubblicata 09/08/2016
    una bellissima notizia, e poi il marocco è una delle capitali della cultura mondiale: l'università di Rabat è stata la prima del mondo ;)
  • martina890 pubblicata 08/08/2016
    grazie tante per la recensione alla prossima :D
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Fès

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 04/10/2000