Opinione su

Film Bianco (Dvd)

Valutazione complessiva (1): Valutazione complessiva Film Bianco (Dvd)

 

Tutte le opinioni su Film Bianco (Dvd)

 Scrivi la tua opinione


 


Tre colori: film bianco

5  29.04.2010

Vantaggi:
bel film di introspezione .  Si svela alla grande la fragilità umana

Svantaggi:
-  -  -  -

Consiglio il prodotto: Sì 

Dettagli:

Tensione:

Trama

Attori

continua


Udinecentro

Su di me:

Iscritto da:11.03.2010

Opinioni:176

Fiducie ricevute:41

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 14 utenti Ciao

Dopo avervi presentato il film blu, tocca al Film Bianco del 1994 di Krzysztof Kieslowski; secondo film della trilogia del regista polacco. Tra i tre vi dico subito che si tratta del mio preferito, con le vicende che si susseguono a ritmo più tambureggiante rispetto al precendente. Anche se la grande critica (ma chi saranno poi sti critici?? come fanno a valutare?? vabbè non faccio polemica..ma sappiate che è una categoria da me poco amata...magari un giorno sarò più preciso)ahimè lo reputa il meno interessante... Ma dei tre è stato quello che mi ha fatto SCENDERE LA CLASSICA LACRIMUCCIA... Uno stimolo in più per voi lettori a guardarlo: UDINECENTRO (davide) VS. critca cinematografica e affini (Golia)

TRAMA (citazione)
La storia ha un doppio binario in cui si muove il protagonista Karol Karol: inizialmente Parigi e successivamente l'azione si sposta in Polonia, patria del protagonista.Egli ha sposato una bellissima donna francese, Dominique Ed è un eccellente parrucchiere. Il matrimonio, però, in pochi mesi fallisce, poiché Karol non riesce più a fare l'amore in quanto impotente. La donna porta in tribunale l'uomo per la separazione e la sentenza è favorevole proprio a Dominique . Karol cerca disperatamente di opporsi: è realmente innamorato della moglie, e chiede al giudice, vanamente, un po' di tempo, per riconquistare Dominique. "Dov'è qui l'uguaglianza?" domanda Karol al giudice, il quale sembra non dare ascolto ai suoi argomenti, espressi nel francese stentato proprio di un immigrato polacco. Addirittura prima di allontanarsi per sempre dalla casa con cui ha vissuto con la bellissima Dominique, Karol tenta un ultimo disperato approccio sessuale con la moglie, ma anche questo risulterà vano.

Karol è solo. In terra straniera e senza un tetto sulla testa e senza soldi. Vaga per parigi con la sua soloa valigia: niente vestiti dentro. Solo i suoi attestati e i suoi diplomi da parrucchiere e gli strumenti del mestiere: un pettine e una forbice. Incredibilmente, sarà proprio quella valigia, per Karol, la fonte di una nuova vita, e l'opportunità, per rivendicare l'uguaglianza, tradita dalla moglie e dal giudice.

Infatti, la sera stessa, Karol si ritrova nella metropolitana di Parigi, dove conosce, mendicando, un altro uomo polacco, Mikolaj. È con quest'ultimo che Karol dovrà scoprire la più amara verità: Dominique ha un altro uomo. Le voci, i sospiri, uditi al telefono della metrò in cui Karol vive, rendono la scoperta inequivocabile. Karol e Mikolaj restano insieme, nella stazione deserta; entrambi troveranno l'uno nell'altro la propria possibilità di riscatto. Mikolaj chiede a Karol un favore: c'è un uomo, in Polonia, che deve morire. Non può uccidersi, ma pagherà molto bene un estraneo, disposto a farlo. In cambio, Mikolaj aiuterà Karol a ritornare in patria, nascosto dentro l'enorme valigia, unico lascito dell'esperienza francese.

Il viaggio si rivela per Karol più pericoloso del previsto: giunta in Polonia, la valigia, entro cui viaggia, è rubata e portata via alla consegna dei bagagli dell'aeroporto, e solo dopo aver corso un grande pericolo, Karol riesce ad arrivare alla sua meta, cioè la casa del fratello Jurek, a Varsavia, dove riprende a lavorare come parrucchiere, nel negozio di lui.

Rapidamente Karol riesce a mettere da parte un po' di soldi, ma per il suo progetto questo non basta; ripreso contatto con Mikolaj, si accorda quindi per uccidere quell'uomo, di cui i due avevano parlato nella metropolitana di Parigi. Con stupore di Karol, quell'uomo si rivelerà essere proprio l'amico: Karol gli spara, come da accordi, ma la pistola è caricata a salve e Mikolaj, scampato alla morte, ritrova la forza per continuare a vivere e abbandonare il suo progetto. Karol riceverà ugualmente il suo compenso, e soprattutto, da questo momento in poi, i due diventeranno fidati amici e collaboratori. Karol infatti, con i soldi messi da parte e con altri, guadagnati mediante alcune speculazioni immobiliari, può fondare finalmente una sua impresa, che in breve tempo gli permette di accumulare un'enorme fortuna. È a questo punto che Karol può finalmente rivendicare l'uguaglianza perduta, riscattandosi dall'ingiustizia patita dalla moglie Dominique e dal tribunale francese. Il piano è questo: Karol organizzerà, con l'aiuto di Mikolaj, la propria morte, facendo ritrovare un cadavere dai lineamenti irriconoscibili e gettando la colpa sulla moglie Dominique, che nel frattempo sarà giunta dalla Francia attratta dall'espediente dell'enorme fortuna lasciata, in eredità, dall'ex-marito. In questo modo Dominique sarà arrestata per omicidio, e Karol si ritroverà all'estero, per iniziare una nuova vita dopo aver cambiato, nuovamente, identità.

Il piano va perfettamente in porto: inscenato il funerale, Dominique assiste al rito funebre del marito il quale, prima della sua fuga definitiva, per vendicarsi ancor più pesantemente di Dominique si fa trovare nel letto della camera dell'albergo dove la moglie alloggiava e finalmente riesce a fare l'amore con lei. Il rapporto sessuale è estremamente soddisfacente per Dominique, ed è proprio questo il dramma della vendetta di Karol, in quanto se da un lato l'aver soddisfatto finalmente la moglie prima che questa venga arrestata per omicidio, funge da coronamento alla vendetta di Karol, dall'altro lato permette a Dominique di capire di essere innamorata dell'ex marito deciso ormai solo a vendicarsi. Il regista sembra quindi suggerirci che il sesso e il denaro sono gli inevitabili corollari del successo, e sono infatti il successo economico e la ritrovata virilità che per Karol assurgono i connotati dell'uguaglianza perduta.

La conclusione del film è intensa e drammatica, quasi a certificare la sconfitta morale di entrambi i protagonisti: Karol si reca nel carcere, dove è detenuta la moglie, e osserva, da lontano, la finestra dove ella sembra affacciarsi. Dominique fa un gesto, come a riportare al dito l'anello - il matrimonio - rinnegato. E Karol, irrimediabilmente separato - stavolta per sua scelta - dalla moglie, finalmente piange. E forse solo adesso si rende conto del male che ha fatto non solo alla sua ex moglie, ma anche a se stesso.

Al solito, il grande compositore Preisner firma la colonna sonora del film. Motivo principale un tango, musica tanto malinconica quanto trascinante che ben si sposa con la vita tumultuosa di Karol

Come fa un film tanto intenso a risultare poco efficace agli occhi della critica? (a quanto pare stamattina mi sono alzato con una rabbia sfrenata contro la critica!! :-)
A presro con la prossima recensione.

Chiedo scusa se mi sono dilungato nel racconto della trama. Era solo per essere il più preciso possibile onde evitare banalizazzioni e far notare che in fondo non è malaccio come dicono!


Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
frnsml87

frnsml87

31.05.2010 12:24

l'ho comprato tempo fa, ma non ho ancora avuto l'occasione di vederlo....

britney86

britney86

02.05.2010 17:12

bella opinione, grazie e ciao

antoken2

antoken2

01.05.2010 16:06

interessante!

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Film Bianco (Dvd) è stata letta 462 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (5%):
  1. amdrea77

"molto utile" per (89%):
  1. grizzly89
  2. frnsml87
  3. britney86
e ancora altri 14 iscritti

"utile" per (5%):
  1. eugenio2.0

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Prodotti interessanti per te
Fight Club (Dvd) Fight Club (Dvd)
Regia: David Fincher - Cast: Brad Pitt, Edward Norton, Helena Bonham Carter, Meat Loaf
121 Opinione
Acquista a soli € 5,99
Al di la dei sogni (Dvd) Al di la dei sogni (Dvd)
Nazione: USA - Durata: 108' - Regia: Vincent Ward - Cast: Annabella Sciorra, Cuba Gooding Jr, Max Von Sydow, Robin Williams
106 Opinione
Acquista a soli € 5,88
Vi presento Joe Black (Dvd) Vi presento Joe Black (Dvd)
Regia: Martin Brest - Cast: Anthony Hopkins, Brad Pitt, Claire Forlani, Jeffrey Tambor
109 Opinione
Acquista a soli € 5,50