Tortelloni Carciofi e Pistacchi: un ripieno tutto da scoprire.

4  19.03.2012

Vantaggi:
ottima sfoglia, sapore delicato, tempo di cottura ridotto

Svantaggi:
il sapore del ripieno è fin troppo delicato

Consiglio il prodotto: Sì 

loreley_ge

Su di me: Mi piace provare nuovi prodotti e recensirli, da quando è nata la mia scricciola però faccio un po' ...

Iscritto da:06.11.2004

Opinioni:177

Fiducie ricevute:57

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 21 utenti Ciao

Qualche giorno fa tornando dal lavoro mi sono fermata “al volo” al supermercato alla ricerca di qualcosa di svelto da cucinare, vista l’ora ormai tarda e il frigorifero clamorosamente vuoto.

Ho puntato diretta il banco frigo, intenzionata a comprare un classico pacco di ravioli, quelli che cuociono in pochi minuti, ma una volta davanti all’infinita scelta dei ripieni mi sono detta “perché non cambiare?” e così ho deciso senza pensarci troppo di provare questi ravioli Fini ai carciofi e pistacchi: un abbinamento particolare e curioso.

LA STORIA DEL MARCHIO
La marca sicuramente è una marca che ispira fiducia: la ditta FINI è infatti un marchio della tradizione italiana per quel che riguarda la pasta fresca. Di tradizione modenese la famiglia Fini produce da oltre cento anni diversi prodotti a base di pasta fresca; la loro storia inizia a Modena esattamente 100 anni fa, nel 1912, con il signor Telosforo Fini che apre una salumeria in città mentre la moglie nel retrobottega inizia a tirare la pasta e preparare dei tortellini per pochi e selezionati clienti. Visto il successo che riscuotono, la salumeria diventa troppo piccola e così il signor Fini decide di aprire il Ristorante Fini; il figlio Giorgio amplia ancora l’attività di famiglia inaugurando l’Hotel Real Fini ma soprattutto portando la ditta da piccola azienda famigliare a piccola industria alimentare. Negli anni successivi verrà stipulato un accordo con Agip per la gestione della ristorazione nelle aree di servizio autostradali e l’azienda familiare diventa così negli anni una vera e propria industria alimentare.

IL PRODOTTO: DAL BANCO FRIGO AL FORNELLO
Appena arrivata a casa mi metto subito all’opera e preparo una pentola di acqua che porto a bollore per versare poi i ravioli. Mentre l’acqua si riscalda guardo la confezione che riporta come nome del prodotto “Tortelloni in sfoglia rustica con Carciofi e Pistacchi” e su cui è riportata l’immagine di due carciofi (uno intero e uno tagliato a metà) e di due pistacchi (anche qui uno intero e uno sgusciato).
L’acqua bolle e butto i ravioli: il tempo di cottura indicato sulla confezione è di 4/5 minuti. Il dubbio sul condimento mi assale ma poi (chi ha letto qualche altra mia recensione ormai lo saprà) decido di provarli senza alcun sugo ma semplicemente saltati in padella con un po’ di burro per apprezzare appieno il sapore del ripieno che altrimenti temo sempre possa venire troppo coperto e alterato. Scolo quindi i ravioli e li faccio saltare con una noce di burro: la confezione è da 250 grammi, l’ideale per due porzioni.

IL PRODOTTO: DAL FORNELLO…..ALLA FORCHETTA!
I tortelloni non sono eccessivamente grandi e si possono anche mangiare interi: io ho comunque preferito dividerli a metà mentre li mangiavo, cosa che si riesce a fare tranquillamente con la forchetta.
Al primo assaggio si nota subito la pasta sfoglia con cui sono fatti: non la solita sfoglia che si disfa al primo morso bensì una sfoglia più alta, più ruvida, come se fosse stata fatta davvero in casa.
Il ripieno al primo boccone invece è quasi impercettibile… il sapore dei carciofi e dei pistacchi quasi non si sente. Ma è solo l’impressione iniziale; continuando a masticare con calma il tortellone ed assaporandolo si può riconoscere inizialmente solo il sapore del carciofo, a questo punto completamente distinguibile, e successivamente, ancora di più al secondo tortellone, anche il sapore del pistacchio.
Devo dire che mi aspettavo un sapore un po’ più marcato per entrambi gli ingredienti ma poi, una volta terminata la portata, mi sono resa conto che i sapori si distinguevano decisamente senza però che fossero troppo marcati: un retrogusto delicato di carciofo e pistacchio che pervade le nostre papille gustative man mano che mastichiamo ed apprezziamo il tortellone.
Sembra una sciocchezza ma io ho il brutto vizio di mangiare in fretta, ingurgitando tutto e masticando davvero poco: il primo tortellone non ho nemmeno sentito il sapore del ripieno tanto è delicato e quindi mi sono messa di impegno per cercare di sentirlo, “costringendomi” involontariamente a mangiare più piano, con calma e masticando di più e solo così ho potuto apprezzare appieno il sapore dei carciofi e dei pistacchi.
Una bella scoperta, adatta a coloro a cui piace sperimentare nuovi abbinamenti e a cui piacciono i sapori delicati.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO: INGREDIENTI E INFORMAZIONI NUTRIZIONALI
La confezione da 250 grammi costa 2,99 €, decisamente in linea con le altre marche e con gli altri tipi di ravioli presenti al banco frigo. Questa variante dei tortelloni fa parte di una gamma Fini chiamata “La Selezione” in cui vengono presentati i sapori della tradizione racchiusi in una sfoglia più porosa e alta rispetto a quelle normalmente sul mercato; in questa gamma troviamo anche i tortelloni con ripieno di:
- Prosciutto crudo e parmigiano reggiano
- Radicchio rosso e speck
- Gorgonzola piccante e noci
- Zucca
- Carne chianina
- Ricotta di pecora e noci
Questi gli ingredienti:
Ingredienti della pasta: Farina di grano Tenero tipo 00, uova, semola di grano duro
Ingredienti per il ripieno: carciofi (28%), pangrattato, ricotta, siero di latte in polvere, pistacchi (4,4%), olio vegetale, sale, anacardi, fibra vegetale, estratto di lievito, piante aromatiche, aroma.
Questi invece i valori nutrizionali indicativi per 100 grammi di prodotto:
- Kcal: 271
- Proteine: 8,8 g
- Carboidrati: 40 g
- Lipidi: 7,3 g
- Fibre 3,2 g
La confezione deve essere conservata a temperatura non superiore a 4°C euna volta aperta deve essere conservata in frigorifero e consumata entro 3 giorni. I tortelloni vengono prodotti in uno stabilimento dove viene utilizzata altra frutta secca a guscio.

IL GIUDIZIO FINALE
Nel complesso un buon prodotto, molto delicato che può non piacere a tutti.
Curioso e da provare ma sicuramente non rientra nella categoria “entusiasmanti”.


Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
LuDER91

LuDER91

04.06.2012 12:52

bella ricetta, molto interessante.

superchicca67

superchicca67

03.06.2012 19:20

da provare!

beatrice6

beatrice6

21.05.2012 22:58

mai provati

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Leggi di più su questo prodotto
Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Fini Tortelloni carciofi e pistacchi è stata letta 1041 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (23%):
  1. danidani78
  2. supercocco78
  3. Ciobin
e ancora altri 3 iscritti

"molto utile" per (77%):
  1. UccelinoII
  2. LuDER91
  3. superchicca67
e ancora altri 17 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Risultati simili a Fini Tortelloni carciofi e pistacchi