Taci, st****a... che tu non capisci niente!!!

4  05.11.2007

Vantaggi:
tornare a vivere

Svantaggi:
con tanta tanta tanta fatica, ma ne vale la pena davvero

Consiglio il prodotto: Sì 

Sywen

Su di me:

Iscritto da:06.04.2005

Opinioni:70

Fiducie ricevute:40

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 31 utenti Ciao

Cari amici di Ciao, chi mi segue da un po' di tempo, o da molto tempo, sa che sono un'autrice molto variegata… Passo da discutibili amicizie con esponenti Aracnidi a Sperimentali vie per provare piacere migliore del sesso, senza escludere, ovviamente, banali informazioni commerciali sui Phon e sui prodotti vari che mi capita di usare.

Oggi voglio parlarvi di una realtà che mi sta molto a cuore.
Premetto con il dire che cercherò di avere il più possibile le "spalle a coppo" (come si dice dalle mie parti) con i vostri commenti, ammesso che ve ne siano di diversi dal "bella opi", ma confido molto nel fatto che chi mi segue normalmente va oltre questo inutile tipo di affermazioni.

Oggi voglio parlarvi di San Patrignano.
Ora, tutti voi immagino sappiate cosa sia San Patrignano, no? Serve che scrivo una opinione su quando è stata fondata e sul colore della homepage? Spero di no, ma in ogni caso, per quanti ancora non avessero alcuna idea di cosa io stia parlando, vi faccio una breve carrellata storica, svelando scheletri e non di questa Comunità.

San Patrignano è una comunità per il recupero di persone che vengono emarginate dalla società, inclusi i tossicodipendenti. Viene fondata da Vincenzo Muccioli nel 1978, dove inizia ad accogliere le prime persone nella propria dimora. Viene processato due volte, la prima nell'84 per aver tenuto dei giovani legati a catena, poi assolto, e nel '94 per concorso in omicidio di un ospite della comunità, sentenza che lo vede colpevole e nella quale viene condannato ad otto mesi di punizione detentiva in un carcere.
Nel frattempo San Patrignano diviene una tra i più importanti centri di recupero in tutta Europa, costituendo un modello per tante altre piccole comunità che ne seguono l'impronta.
Il resto lo potete leggere tranquillamente a questa pagina web: "http://www.sanpatrignano.org/page.php?catid=90" )

Ora che a tutti voi è chiaro di cosa io stia parlando, vengo a presentarvi quella che è la mia personalissima esperienza con questa Comunità. Con questo Centro di Recupero. Con questa Famiglia. Si perché ho visto una ragazza che si bucava fin dai tredici anni tornare a sorridere. Ho visto una ragazza di 22 anni ammettere sbagli, errori, piangere, e capire. Ho visto una ragazza ridere, lavorare, aiutare gli altri e quanto più aiutare sé stessa. Ho visto questa ragazza riprendersi l'adolescenza perduta, ho visto la voglia di tornare sui libri, con la coscienza di doversi prima di tutto impegnare a finire il proprio percorso lungo la via della guarigione.

Perché non crediate che due settimane alla Kate Moss o alla Lapo Elkann siano sufficienti. Forse sono sufficienti a combattere i sintomi dell'astinenza fisica, perché si, ho visto questa ragazza coperta da capo a piedi tremare dal freddo dopo un mese di astinenza. Ho visto i muscoli tremare convulsamente, il sudore e il vomito, la forza di chi vuole farsi a tutti i costi, il pianto dei genitori e degli amici. Ho visto tutto questo e posso dirvi che Lapo Elkann o Kate Moss ci sono dentro ancora fino al collo, e che non basta rischiare la vita una volta, perché non basta rischiarla nemmeno 5,6,7 volte. Non basta avere una stazione come casa e niente soldi per mangiare, tre aborti sulle spalle e una quasi overdose. Non basta mai, perché bisogna farsi.
Quindi questa gente, due settimane, può mettersele in quel posto, perché per uscire dalla droga ci vogliono ANNI. Anni. Quattro se va bene. Se va male otto, dieci. Dipende tutto dall'impegno personale che una persona ci mette.

Mi sono interrogata a lungo su cosa dire e su cosa non dire di San Patrignano. Ho una esperienza diretta, nel senso che la vivo come persona che ha una persona al suo interno, che si sta curando.
Mi sono interrogata a lungo e credo che devo dire di San Patrignano solo quello è. Il suo metodo… non ha nessun senso spiegarvi cosa fa, cosa non fa o come lo fa. Perché se avete questo tipo di problema, sia come genitori o come fidanzati o come fratelli o amici…. Allora dovete essere voi a fare la prima mossa, andare ad informarvi presso l'associazione Anglad, presso la stessa San Patrignano. Non aspettatevi che un tossicodipendente faccia la prima mossa. C'è chi lo fa, ma non aspettatevelo mai, è quasi impossibile.

Ecco cos'è San Patrignano. E' una scuola di vita, per i parenti e gli amici, ed è un mondo ovattato per chi ci vive, dove si reinsegna alle persone il valore delle proprie azioni, il valore delle proprie emozioni, il valore di essere vivi e il valore di fare la scelta giusta. Si deve reinsegnare a vivere a persone che non hanno mai vissuto, o che hanno dimenticato cosa vuol dire vivere, cosa vuol dire lavorare, cosa vuol dire avere delle relazioni sociali.

Ho visto anche comunità sorte sul modello di SanPa. Ma mi dispiace ammetterlo, molte fanno proprio schifo. San Patrignano ha delle regole molto restrittive, è vero. Sono regole difficili, sia per le persone che ci vivono dentro, sia per chi è fuori e aspetta con ansia di vedere il proprio fratello, sorella, padre, madre, amico o amica. E' dura, è difficile e ci sono i momenti brutti, non lo nego.
Ma quanto vale un momento brutto per rivedere la persona che ami sempre un po' piu matura, un po' più saggia, un po' meno bambina, con un po' più voglia di vivere di quanta non ne abbia mai avuta?

E non parliamo di quante ne ho sentite su San Patrignano, quante. Che ti fanno il lavaggio del cervello, che ti staccano a forza dalla famiglia, che, che, che. Quanti che, quanti se e quanti ma ho sentito. Ma l'unica cosa che vedo è il sorriso di una ragazza che trova il coraggio di dire "ti voglio bene" alla madre, la stessa madre alla quale diceva "Taci stronza, che tu non capisci niente!!!!".

Infine, concludo con un monito.
Non sottovalutate i vostri amici che si fanno, o se avete sospetti sui vostri figli, o sui vostri genitori.
Non sottovalutate mai, non crediate che si possa uscire da soli. C'è chi ce la fa, ma è un 1%.
Non prendiamoci in giro. Nella società "giovane" di oggi il 90% di chi va in discoteca si cala le "paste" o si dà all'alcool. Non prendiamoci in giro, che ci sono zone che in prima media già si fumano le prime canne. Non prendiamoci in giro, se tu che stai leggendo ti senti offeso dalla mia scarsa fiducia verso la droga, prima di lasciare un commento stupido pensaci due volte, e pensa se quello che sto dicendo è vero, e se sto facendo bene o male a denunciare questo mondo malato che si cela sotto gli occhi di tutti, in qualsiasi stazione dei treni.

Per dovere di cronaca, voglio aggiungere un paio di informazioni che ritengo comunque utili.
San Patrignano ha attualmente tre sedi, Rimini, Botticella e Trento. Botticella è provvista di un asilo nido gestito direttamente dai ragazzi di SanPatrignano per giovani madri che abbiano avuto figli all'interno della tossicodipendenza.
Vengono ospitati più di 1600 ragazzi, che lavorano, faticano e si riprendono, ognuno con i propri tempi e le proprie disponibilità.
San Patrignano è del tutto gratuita.
In allegato potrete vedere qualche foto degli esterni di San Patrignano Botticella.
Se volete maggiori informazioni perché ne avete bisogno personalmente o per qualcuno che conoscete, non esitate a rivolgervi alle seguenti associazioni:
San Patrignano, www.sanpatrignano.org , Via San Patrignano, 53 Ospedaletto di Rimini - RN
Una qualsiasi associazione Anglad, in particolare vi segnalo http://www.angladnapoli.it/ .
Infine se proprio doveste avere delle titubanze nel contattare direttamente le associazioni principali, sarò lieta di aiutarvi nei limiti del possibile, eventualmente contattatemi al box privato.

Fotografie per Fondazioni e Comunità
  • Fondazioni e Comunità Fotografia 5828519 tb
  • Fondazioni e Comunità Fotografia 5828521 tb
  • Fondazioni e Comunità Fotografia 5828522 tb
  • Fondazioni e Comunità Fotografia 5828523 tb
Fondazioni e Comunità Fotografia 5828519 tb
Sanpa
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
flyzmarco

flyzmarco

24.06.2012 00:14

Io non capisco perche la gente usa questa robbaccia... Ma forse sono stupido io

Guallera

Guallera

15.01.2008 15:55

Davvero eccellente. Hai fatto benissimo a scrivere quello che pensi. Ciao :-)

Princy1974

Princy1974

15.01.2008 12:08

Non c'è nulla da aggiungere...io lavoro come infermiera e nel mio bagaglio di preparazione a svolgere questa professione c'è stato un tirocinio nel reparto di malattie infettive. Ho toccato con mano la realtà dell'AIDS e conosciuto molti ragazzi che si drogavano. Persone meravigliose che hanno capito purtroppo troppo tardi di avere sciupato la loro vita...una cosa ti voglio chiedere: sai se è possibile visitare questi centri? Con simpatia.

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Fondazioni e Comunità è stata letta 3328 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (48%):
  1. Guallera
  2. Princy1974
  3. isola23
e ancora altri 17 iscritti

"molto utile" per (52%):
  1. flyzmarco
  2. dafmarte
  3. margherina
e ancora altri 19 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.