Gli americani (Robert Frank)

Immagini della community

Gli americani (Robert Frank)

È il 1955 e un giovane fotografo europeo, Robert Frank, ottiene una borsa di studio dalla Fondazione Guggenheim per realizzare un lavoro fotografico s...

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

1 opinioni degli utenti

Opinione su "Gli americani (Robert Frank)"

pubblicata 17/04/2012 | mayar01234
Iscritto da : 14/12/2005
Opinioni : 548
Fiducie ricevute : 71
Su di me :
Sono in pausa di riflessione, ma mi mancate....
Ottimo
Vantaggi Interessantissimo
Svantaggi Non trovati
molto utile
Contenuti
Reperibilità
Qualià Materiale

"Un mio "libro di testo""

"The Americans" di Robert Frank è un bellissimo libro fotografico, nato da un reportage del fotografo svizzero, che ha girovagato in lungo ed in largo gli Stati Uniti fra il 1955 ed il 1956, documentando la situazione dell'epoca con circa 24000 fotografie, da cui è nata poi quest'opera che ne contiene un centinaio fra le più rappresentative.
Tutto ciò è stato reso possibile da una borsa di studio che la Fondazione Guggenheim di New York ha assegnato a Robert Frank e che gli ha permesso di affrontare le spese necessarie alla realizzazione del suo ambizioso progetto.
I motivi di interesse nei riguardi di questa pubblicazione sono molteplici, ma fra tutti spicca la capacità dell'autore di raccontare per immagini un intero e vasto paese come gli Usa, utilizzando in alcuni casi particolari all'apparenza quasi insignificanti, ma che nella narrazione fotografica rendono ottimamente l'idea. In sostanza questo libro è uno dei primi esempi di "street photography" vale a dire di un genere fotografico destinato a diffondersi successivamente, che si basa su immagini prese semplicemente dalla strada, in cui i soggetti sono i passanti, ma nelle quali è altresì determinante l'ambiente circostante, da considerarsi come "elemento secondario" rispetto al soggetto principale, ma di fondamentale importanza nel contestualizzare i protagonisti delle fotografie.
Che si tratti di un semplice passante capitato lì sul momento o di un personaggio famoso, ripreso durante una particolare occasione, la bravura di Frank è quella di raccontare attraverso ogni immagine uno spicchio di America, tanto da riuscire poi a collegare fra loro le varie foto fino ad ottenere un vero e proprio racconto per immagini, con tanto di introduzione, svolgimento e conclusioni.
C'è chi lo fa scrivendo trattati di storia o chi racconta le proprie esperienze "on the road" come ad esempio Kerouac e chi invece come Robert Frank riesce a documentare il tutto tramite le sue foto, aggiungendo solo delle brevi didascalie, perché le immagini dicono già tutto da sole, più di tante parole...
Non a caso "The Americans" può essere considerato una sorta di libro di testo per chi voglia cimentarsi nell'arte della street photography, con l'intento di costruire una storia attraverso le fotografie scattate per le strade di un certo paese.
Forse non riusciremo ad arrivare ai suoi livelli o a quelli di altri fotografi famosi come Cartier Bresson o Erwitt, ma apprezzando questo elegante bianco e nero potremo ispirarci a Frank per migliorare il nostro modo di previsualizzare e di raccontare i luoghi che andremo a visitare.
Credo che ci sia molto da imparare da questo libro e che pur non essendo dei fotografi professionisti, la visione di queste immagini ci aiuterà a migliorare ed a capire come si fa un reportage degno di questo nome.
Ritengo che la scelta del bianco e nero, anche nell'era del digitale, abbia una sua motivazione e sia ancora di grande attualità. A quell'epoca era una scelta praticamente obbligata, ma oggi è una scelta ponderata, che non viene affatto sminuita dalla diffusione del colore, anzi ne risulta semmai rafforzata. Le immagini in bianco e nero hanno infatti un loro fascino che il colore a mio avviso non ha; quando si fotografa per strada inoltre può capitare di riprendere scene ricche di elementi interessanti, i cui colori potrebbero però distogliere la nostra attenzione fino al punto da produrre anche una certa confusione. La "pulizia" del bianco e nero aiuta invece a focalizzare l'attenzione sui soggetti, senza il rischio che tonalità forti finiscano per togliere rilevanza alle persone ritratte ed all'ambiente circostante.
Ecco quindi che un bel bianco e nero riporta l'attenzione sui veri protagonisti della foto, evitando che siano i colori ad attirare maggiormente l'attenzione dell'osservatore.

Pubblicato anche in italiano da Contrasto Due, questo bel volume si trova in vendita a circa trenta euro, che per un libro fotografico di questo spessore sono davvero pochi.
Tuttavia, ho notato che online è possibile imbattersi in venditori che lo offrono anche usato a prezzi ancora inferiori.
Se conservato in buone condizioni direi che possa essere un ottimo affare, perché questo è un libro che a mio avviso vale molto di più del suo prezzo, come potranno confermare i fotogiornalisti, che nella loro professione non possono non ispirarsi volenti o nolenti ad un maestro come Robert Frank.
In conclusione, non posso che consigliare quest'opera a tutti coloro che vogliano arricchire le proprie conoscenze sull'America degli anni 50, ma anche a tutti coloro che vogliano capire come si costruisce un vero reportage fotografico semplicemente camminando per strada con una fotocamera ed un po' di tempo a disposizione.

Buona lettura a tutti e... alla prossima!!!!

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 922 volte e valutata
64% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • sarad12 pubblicata 09/05/2012
    Grazie x la descrizione, ciao
  • melusina pubblicata 25/04/2012
    Molto bello!!!
  • mariafiorenza pubblicata 23/04/2012
    Grazie per l'interessante consiglio...ciao
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Gli americani (Robert Frank)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Gli americani (Robert Frank)

Descrizione del fabbricante del prodotto

È il 1955 e un giovane fotografo europeo, Robert Frank, ottiene una borsa di studio dalla Fondazione Guggenheim per realizzare un lavoro fotografico sull'America. Frank percorrerà tutto l'immenso paese, e tra il 1955 e il 1956 "toccherà" ben 48 stati diversi. Le strade, i volti delle persone incontrate, le piazze delle città, i bar e i negozi, i marciapiedi, i particolari più insignificanti passano e si fermano di fronte all'obiettivo intelligente e partecipe del fotografo. Il risultato sarà "Gli americani", un libro che consacra il suo autore come un maestro della storia della fotografia. Il volume rappresenta un vero "poema per immagini" dedicato alla strada americana e alla sua nuova e sconsolata epopea; un reportage che, come pochi altri, ha veramente segnato un'epoca diventando per generazioni di fotografi il riferimento principale da cui partire per fotografare, per viaggiare, per conoscere con lo sguardo.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788869651168

Tipologia del prodotto: Libro rilegato

Autore: Robert Frank

Traduttore: M. Baiocchi

Numero totale di pagine: 180

Tipo di illustrazioni o altri contenuti: sono presenti illustrazioni

Alice Classification: Fotografia

Editore: Contrasto

Data di pubblicazione: 2008

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 19/12/2009