Opinione su "Golden Gate Bridge, San Francisco"

pubblicata 12/11/2017 | supercocco78
Iscritto da : 30/08/2005
Opinioni : 1107
Fiducie ricevute : 854
Su di me :
Visto il momento, perché invece di continuare a fare click circle assurdi e votare senza leggere, non vi fate una buona volta un'analisi di coscienza? non vi rendete conto che se il sito ha dei problemi è solo colpa di questo?
Ottimo
Vantaggi vedi opi
Svantaggi vedi opi
Eccellente
Qualità
Rapporto qualità prezzo
Collocazione
Orari di apertura

"UN SIMBOLO INDIMENTICABILE"

Mentre guido sul Golden Gate (guardate il cielo terso)

Mentre guido sul Golden Gate (guardate il cielo terso)

Tra i tanti miei viaggi del passato, uno che ancora porto dentro con molto affetto è quello che ho fatto nell'estate del 2004 in California. Partito all'avventura, prenotando solo un auto e gli alberghi, avevo deciso di coronare questo mio sogni di visitare la California e, soprattutto, San Francisco che fin da bambino è la mia città preferita in assoluto. Ma della città avevo già parlato molto tempo fa in un'apposita opinione, oggi voglio parlare di Lui, il simbolo principe della città, oltre al Pier 39, alla Lombard Street, ai tram, e alla Coit Tower. Sto parlando del Golden Gate Bridge il ponte più famoso della zona che collega San Francisco all'altro lato nord della Baia Omonima...e veniamo all'opinione.

L'INCONTRO


Ci sono esperienze nella vita che solo se si vivono di persona si possono capire. Di certo molti di voi avranno visto almeno una volta nella vita un film ambientato a San Francisco e di certo conosceranno il Golden Gate che fa da sfondo in molte scene di suddetti film.San Francisco, città famosa in tutto il mondo anche per i saliscendi, ha un simbolo che è davvero eccezionale. Se c'era una cosa che volevo assolutamente fare quando ho prenotato il mio viaggio in California, era avere la possibilità di vederlo da vicino e così è stato.

Era una calda e soleggiata mattina di inizio settembre 2004, il 7 settembre per la precisione, mi ero appena svegliato dalla mia seconda notte passata a San Francisco ma ahimè era il momento di andarsene perché il mio viaggio doveva proseguire. Così mi sono messo in macchina dopo aver fatto il check out dall'albergo e mi sono diretto verso la mia prossima destinazione, Santa Rosa, a nord di San Francisco. Dopo aver girato un po' per le strade andando su e giù per le colline, e dopo aver attraversato il parco Presidio me lo sono trovato davanti... Lui... il colosso, Il Golden Gate, in tutta la sua maestosità rosso fuoco. Una grande emozione mi ha preso dentro, mi stavo avvicinando e mi batteva forte il cuore. E quando sono salito sul ponte l'emozione era altissima, un sogno che diventava realtà perché è vero che fin da piccolo sognavo di visitare San Francisco, ma è ancor più vero che il mio sogno comprendeva soprattutto il poter attraversare la Baia di San Francisco sul Golden Gate e così è stato quel giorno. Due minuti circa di attraversamento che però sono durati come un'eternità. Un piccolo periodo della mia vita che però resta fortemente dentro. Il Golden Gate, con quelle arcate altissime, e con quel colore arancione che per l'occasione sembrava rosso acceso che politicamente detesto ma che per un ponte come questo apprezzo tantissimo. Un percorso emozionante che quando è finito mi ha quasi fatto scendere qualche lacrimuccia perché sapevo che sarebbe stata un'emozione unica e difficilmente ripetibile anche perché non sarei tornato a San Francisco per altri 8 giorni ma non sarei più passato da li perché sarebbe stata solo una sosta breve in un albergo di periferia vicino all'aeroporto per poi prendere il volo verso Los Angeles.
E così quando sono passato ho continuato a guardarlo nello specchietto retrovisore della mia Chevrolet Cavalier, macchina presa a noleggio all'aeroporto, fino a che non l'ho visto sparire definitivamente una volta che la strada ha curvato dietro la collina successiva. Solo dopo che ormai ero quasi a Santa Rosa mi sono reso conto di aver commesso un errore a non fermarmi subito dopo il ponte a scattare una foto dello sfondo di San Francisco, un'immagine cartolina davvero bellissima con il sole che accarezzava l'intera baia, un rimpianto che spero un giorno di risolvere tornandoci. Le foto che vi mostrerò vi mostreranno il Golden Gate da lontano, e una foto emozionante che ho scattato invece mentre lo attraversavo. (lo so, non si dovrebbe scattare foto mentre si guida ma non ho resistito, ero troppo emozionato)...

Quel giorno resterà per sempre nel mio cuore, sia perché ha rappresentato un'emozione grandissima, sia perché sono stato anche fortunatissimo ad aver trovato una giornata di sole. Anni dopo, nel 2012, una mia collega è andata a Frisco nel mese di agosto e ha trovato giornate fredde e nebbiose. lo stesso un'altra collega che in California ha fatto il viaggio di nozze nel 2014. Io sono stato fortunatissimo o forse è stato proprio il destino a volerlo perché voleva farmi vedere il ponte nel suo splendore più completo. Fatto è che l'aver attraversato il Golden Gate in auto è stata una delle cose più belle che io abbia vissuto in tutti i miei viaggi fatti...

UN PO' DI LUI


Qualche informazione ora sul ponte. Inanzitutto una cosa che ho notato quando passavo è che sulla carreggiata in entrata c'era un casello, cosa che invece in uscita non c'era. Infatti, il ponte è a pedaggio gratuito se si esce da San Francisco, mentre se si entra da nord, c'è un pedaggio da pagare, un po' come la tangenziale di una nota città del nord italia dove la tangenziale si paga solo se si entra a determinati caselli, altrimenti è gratuita. La stessa cosa si verifica anche sull'altro grande ponte di San Francisco, il Bay Bridge, che collega Frisco a Oakland. Una cosa che ho trovato molto particolare...

Il golden Gate è stato costruito nel 1937, infatti ha compiuto da poco 80 anni, informazione che ho scoperto seguendo il telequiz BOOM sul 9 dove l'altra sera c'era una domanda che chiedeva, appunto, quanti anni avesse il Golden Gate ed è stata proprio quella domanda a farmi tornare in mente quel giorno in cui l'ho attraversato. Il ponte è lungo poco meno di 3 km e, senza traffico, si attraversa in poco tempo. Il ponte collega San Francisco alla parte nord della Baia da cui si prosegue poi per Santa Rosa e tutta la California settentrionale.

CONCLUSIONE


Non uso la sezione Pro e Contro oggi perché non ce n'è bisogno. L'emozione provata ad attraversare il ponte è stata magnifica e spero un giorno di poterla rivivere.. se vi capitasse vi consiglio un paio di posti da dove fotografarlo: una è la collina del quartiere Presidio da cui si vede molto bene.. si vede bene anche dalla Coit Tower e dal porto ma il punto migliore da dove scattare foto è proprio subito dopo averlo attraversato in direzione nord, cosa che io purtroppo non ho fatto ma è come se l'avessi fatto con i miei occhi dato che ho ancora in mente l'immagine vista subito dopo averlo attraversato. In ogni caso, se andate a Frisco, è un'esperienza che vi consiglio assolutamente di fare perché ne vale veramente la pena.. vi lascio alle foto che avevo scattato.

Marco

PS ho portato avanti nel mio profilo anche l'opinione completa su Frisco se vi incuriosisce la città.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 174 volte e valutata
91% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • SilverCrab pubblicata 19/11/2017
    Non sono ancora stato negli Stati Uniti. Recensioni come questa fanno davvero venire voglia di andarci!!
  • Eros96 pubblicata 19/11/2017
    Come ti invidio. Vorrei tanto andarci... eccellente a te ;)
  • Vincenza070688 pubblicata 18/11/2017
    eccellente grazie
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Golden Gate Bridge, San Francisco

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 04/05/2016