Green Zone (Rajiv Chandrasekaran)

Immagini della community

Green Zone (Rajiv Chandrasekaran)

Zona nord di Baghdad, una mattina qualsiasi. Quattro kamikaze si fanno saltare in aria in un santuario. Quando Rajiv Chandrasekaran arriva sul posto, ...

> Vedi le caratteristiche

85% positiva

9 opinioni degli utenti

Opinione su "Green Zone (Rajiv Chandrasekaran)"

pubblicata 24/04/2010 | blastik90
Iscritto da : 19/01/2010
Opinioni : 32
Fiducie ricevute : 10
Su di me :
Buono
Vantaggi realismo, effetti speciali, cast
Svantaggi -----
molto utile

"Green Zone : ottimo film per gli amanti del genere!"

Buongiorno!
In questa mia opinione vorrei esprimere il mio parere riguardo all'ultimo film che ho visto al cinema: si tratta di GREEN ZONE.
Sicuramente molti di voi ne avranno sentito parlare,anche solo per aver visto il trailer in tv. Comunque,questa settimana avevo voglia di andare al cinema per passare una serata diverse dalle solite quindi mi sono informato riguardo ai film in programmazione: tra questi vi era pure Green Zone quindi non ci ho messo molto a fare la mia scelta.
Sono stato inoltre motivato alla visione di questo film anche perchè i componenti della mia squadra me ne avevano parlato in modo positivo e inoltre perchè è nota ormai la mia passione per tutto ciò che riguarda l'ambito militare.

Facciamo innanzitutto qualche accenno alla trama...
Ci troviamo nel periodo dell'occupazione dell'esercito americano in Iraq,nell'anno 2003. L'ufficiale Roy Miller (interpretato da Matt Damon,il protagonista principale) assieme alla sua squadra ha il compito di localizzare nel deserto dell'Iraq i depositi in cui si pensa si trovino le armi di distruzione di massa.
Dopo svariate ricerche,Miller e la squadra non riescono però a trovare mai nulla: ed è proprio qui che l'ufficiale scopre che quella della ricerca delle armi chimiche è soltanto una "copertura".
Una sorta di depistaggio,se così la possiamo definire,per nascondere degli intrighi totalmente impensabili.
Sarà così che Miller pian piano verrà a scoprire la verità "reale" e non quella apparente che volevano far credere al mondo intero...

Quando è iniziata la proiezione del film in questione,quello che mi aspettavo di vedere era una vicenda militare si,ma con una storia personale all'interno; mi aspettavo che la vicenda avesse riguardato questi militari e l'attesa delle loro famiglie nel vederli ritornare a casa...
E invece no: con Green Zone ho avuto modo di vedere un film che nei suoi 115 minuti di durata si è dimostrato veramente coinvolgente.
L'inizio del film è già di per sè molto avvincente e devo dire che mi ha coinvolto tantissimo: la scena si apre con dei bombardamenti pazzeschi sulla città; riguardo a ciò,mi sento di dire che il film mostra un quadro altamente realistico riguardo alla crudeltà della guerra,di tutte le guerre in generale.
Mi è piaciuto molto il fatto che il film ha un ritmo incalzante; con ciò intendo dire che le scene si susseguono rapidamente,quindi non ci si annoia mai perchè i colpi di scena sono parecchi e l' azione non manca mai.
Ma questo ritmo è allo stesso tempo molto chiaro e permette allo spettatore di seguire la trama senza perdersi nulla,seguendo un filo logico degli eventi.
Quindi lo definirei molto scorrevole.
Per quanto riguarda le scene di azione,dei combattimenti e degli inseguimenti devo dire che sono altamente verosimili,anche grazie all'ambientazione adatta che è stata scelta per girare le varie scene del film.
Il cast mi è piaciuto moltissimo,gli attori sono veramente bravi e devo dire che anche i personaggi secondari recitano in modo alquanto superbo,rendendo ancora più verosimile tutta la scena.
In particolare,mi ha colpito molto Matt Damon perchè ha saputo calarsi benissimo nei panni dell'ufficiale.
Dettagliatamente,abiti,attrezzature,tattiche militari imitate perfettamente, una cosa che mi ha colpito e che mi è piaciuta molto è stata quella di mettere i terroristi internazionali ricercati in un mazzo di carte da poker, cioè riportare la foto del soggetto nel mazzo, però tutto questo seguendo una logica : il terrorista più pericoloso e quindi più ricercato, messo nella carta che ha più valore, cioe la K, e a seguire le altre persone interessate in ordine decrescente, questa è stata una idea dell'esercito americano, realmente esistente, e riportarla nel film è stata un idea sicuramente ottima.
Ho visto il film con la mia ragazza, a lei non piaceva molto il genere e quindi il film, ma appena è finita la proiezione siamo usciti dal cinema soddisfatti entrambi della visione, spettacolare, convolgente e piena di "colpi di scena".
Un bel film sicuramente da non perdere, sopratutto per gli amanti del genere

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1367 volte e valutata
98% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • stringbasso pubblicata 15/09/2010
    non l'ho visto ma sembra interessante.grazie
  • Brunx pubblicata 15/09/2010
    molto interessante
  • libera2010 pubblicata 04/09/2010
    ottimo
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Green Zone (Rajiv Chandrasekaran)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Green Zone (Rajiv Chandrasekaran)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Zona nord di Baghdad, una mattina qualsiasi. Quattro kamikaze si fanno saltare in aria in un santuario. Quando Rajiv Chandrasekaran arriva sul posto, quel che resta dei cadaveri è già ricoperto da teli bianchi. Brandelli di corpi sparpagliati arrivano fino al secondo piano dei palazzi circostanti. Meno di un quarto d'ora dopo, nella Green Zone, il giornalista ne parla con un funzionario del contingente americano, ma questo è ignaro del massacro: era "troppo preso a lavorare per la democrazia in Iraq" per seguire le notizie. E solo uno dei paradossi della guerra raccontata in questo libro: un reportage che somiglia a una spy-story per la vicenda al limite del romanzesco, per la carica di avventura e ironia, per i personaggi incredibili che lo popolano. E per la sua ambientazione, l'enclave americana a Baghdad: 10 chilometri quadrati di ex palazzi reali, piscine, cocktail, aria condizionata, corsi di salsa e yoga, due ristoranti cinesi e una mensa con personale musulmano che serve principalmente carne di maiale. Costruito in quasi due anni di interviste e ricognizioni nella capitale irachena e dintorni, "Green Zone" è la cronaca del disastro annunciato scatenato dall'America e dai suoi alleati tra cui l'Italia.

Caratteristiche Tecniche

Regia: Paul Greengrass

Anno di Uscita: 2010

Durata: 156'

Area DVD: Area 2 (Europa/Giappone)

Produttore: Medusa Home Entertainment

Formato: Dvd

Genere: Guerra, Colonne Sonore

Telefono: +44 121 7645577 / 0121 7645588

Indirizzo: 1159 Warwick Road, Birmingham, West Midlands B27 6RG, Inghilterra

Continente: Europa

Stato: Regno Unito

Città: Birmingham

Genre: Indiano

Tipo: Fastfood e Take away

Registrazione: Studio

Numero dischi: 1

EAN: 9788817027205, 8010020055906, 4005939701123

Tipologia del prodotto: Libro in brossura

Data di uscita: 15/03/2010

Numero catalogo: VSD 7011

Autore: Rajiv Chandrasekaran

Traduttore: M. Gardella

Casa discografica: Varese Sarabande, Varèse Sarabande

Numero totale di pagine: 381, 350

Titolo: Green Zone, Green Zone (Original Soundtrack/Film Score)

Artista / Gruppo: Artisti Vari, John Powell

Alice Classification: Scienza Politica, Letterature Straniere: Testi

Editore: Rizzoli

Sottogenere: Colonne Sonore Film

Format: Artista / Gruppo

Data di pubblicazione: 2010, 2008

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Anno di pubblicazione: 2010

Stereo: STEREO

Titles on Disc 1

14.: Chaos/Email

13.: WTF

12.: Attack And Chase

11.: Evac Preps (part 2), Evac Preps

10.: Evac Preps (part 1), Evac Preps

9.: Mobilize/Find Al Rawi

8.: Truth/Magellan/Attack

7.: Miller Googles

6.: Questions

5.: Helicopter/Freddy Runs

4.: Meeting Raid

3.: Traffic Jam

2.: 1st WMD Raid

1.: Opening Book

Ciao

Su Ciao da: 11/04/2010