Huon Valley, Hobart

Immagini della community

Huon Valley, Hobart

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

1 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Huon Valley, Hobart"

pubblicata 11/01/2017 | CHEZIAOTTO
Iscritto da : 18/07/2007
Opinioni : 314
Fiducie ricevute : 180
Su di me :
Un abbraccio Cristiano a tutti I componenti di questo meraviglioso Sito! Che Geova vi benedica per il vostro cuore a Lui dedicato Umberto Polizzi (CHEZIAOTTO)
Ottimo
Vantaggi bellissima valle
Svantaggi La lontananza, per molti.
Eccellente
Qualità
Rapporto qualità prezzo
Collocazione
Orari di apertura
Interesse

"La bellissima Valle di Huon e gli animali tipici del posto"

Huon Valley, Hobart

Huon Valley, Hobart

La nostra salutare vacanza in un ambiente naturale


Molti di voi sanno che dal 1982 vivo in Australia, ma comunque sono italiano, sono nato a Lucca.
Spesso io e mia moglie ci fermiamo per ammirare le meraviglie australiane, una di queste è la bellissima Valle di Huon che si può raggiungere prendendo un volo low cost!
Desiderosi una una salutare vacanza, abbiamo voluto integrarci io, mia moglie, suocera e altri amici, in questo ambiente 'diverso' naturale e prezioso al fine di una completa rigenerazione dello spirito se non anche totale del fisico.
Non eravamo abituati a quel mondo diverso, statico, imponente . Lo sguardo di mia moglie manifestava esaltazione e incertezza nel bel mezzo di quella pace.
Come diviene esaltante ascoltarla nelle sue note più profonde, quella pace immersa nel silenzio, mentre inebrianti boccate di ossigeno della 'foresta australe' ci riempivano i polmoni.
Essa ci rapisce lo spirito in simbiosi in quell'ambiente. Si diviene umili dinanzi alla immensità che ci circonda dandoci in cambio il senso di partecipare a quell' infinito.
È di quello spazio infinito ovattato di silenzio, che è poi espressione di vita della più intensa, che si diviene gelosi.
Gelosi e accaparratori di quelle esaltazioni che le piccole e grandi cose così statiche e imponenti ci sanno dare e nel frattempo ci inducano alla riverenza.
Un silenzio, ripeto, che è poi frastuono di vita; vita nascosta e nello stesso tempo frenetica che se vuoi la puoi trovare, basta saperla cercare con spirito di umile tenerezza e di rispetto.

La Valle Huon con le sue meraviglie vicine


La bellissima Valle Huon fa per uno dei migliori luoghi naturali nello stato ed è a soli 30 minuti da Hobart. Lasciando la città e passando dietro Wellington, presto troverete voi stessi a Huonville e l'inizio della valle di Huon dove la strada incontra il possente fiume Huon.
Dalla Huonville la strada segue il fiume Huon, che con le sue acque dona la linfa vitale a tutta la regione, si procede a sud di Port Huon e poi Geeveston per circa 20 chilometri, dove il fiume si allarga prima di sfociare in mare.
Proseguendo per Port Huon, troverete il tratto tra Franklin e Port Huon che secondo me è uno dei migliori posti che si trovano nella regione. Se il tempo è calmo, i riflessi nel fiume Huon sono insuperabili e degne dell'artista migliore di tutto l'universo, Geova Dio.
In fondo alla valle, passato Port Huon è Geeveston, vi troverete nel Parco Nazionale Hartz Mountains.
Nelle vicinanze è possibile rilassarsi nelle calde acque di una piscina di sorgenti termali, nelle grotte di Hastings, oppure di andare a piedi nei boschi della riserva e vivere l'esperienza unica di esplorare Newdegate Cave, la grotta turistica più grande in tutta l'Australia.
E a Taroona, poco prima di raggiungere Hobart, siamo saliti fino alla cima della Shot Tower (1870mt) e ci siamo gustati suggestivi panorami della foce del fiume Derwent. Lo spettacolo naturale è proprio accanto alla strada, non si può perdere.

Una ristoratrice passeggiata in una pacifica foresta e gli animali tipici del posto


Senza avventurarsi troppo lontano dalla capitale dello stato, Hobart, ci si incontra con una fauna selvatica amichevole. Questi incontri ravvicinati sono una caratteristica quasi inevitabile di viaggi in tutta la regione, incontri fortuiti e inaspettati, mentre si
gode della semplice attività di camminare ed esplorare la riserva forestale di Tahune.
Se siete alla ricerca di una ristoratrice passeggiata in una pacifica foresta, non mancate di partire per una escursione su uno dei sentieri di Tahune.
Alberi giganti si mescolano con vari arbusti nativi australiani e molti animali nativi possono anche essere visti camminando semplicemente per i sentieri.
Un marsupiale caratteristico della zona è il diavolo orsino o diavolo di Tasmania. Con le potenti mascelle e i denti robusti, questo “spazzino” muscoloso del peso di 6-8 chili può divorare l’intero corpo di un canguro morto, compreso il cranio.

Altri "incontri ravvicinati" che si possono fare nella regione


La regione nei d'intorni di Hobart è famosa per il puffino, o berta microrostra. Questo uccello, dopo essere partito dal Mare di Tasman e aver praticamente circumnavigato il Pacifico, ritorna ogni anno alla stessa tana nella sabbia: un’impresa che fa veramente onore al suo Creatore e Progettista.
Vicino alle colonie notturne del puffino vive un altro uccello, che “vola” sott’acqua: si tratta di quell’amabile fagottino impellicciato del peso di un chilo, munito di un piccolo becco, che si chiama pinguino minore. È il più piccolo di tutti i pinguini, e anche il più rumoroso! Le sue esibizioni variano di intensità, e a volte le sue grida e i suoi movimenti diventano parossistici. Quando è in vena di romanticherie, una coppia di pinguini può persino lanciarsi in un duetto per confermarsi l’attaccamento reciproco. Purtroppo, però, molti di questi pinguini vengono uccisi dalle reti dei pescatori, dalle fuoriuscite di greggio, da oggetti di plastica che scambiano per cibo o da cani e gatti inselvatichiti.
Di marsupiali ve ne sono molti così somiglianti d’aspetto e d’abitudini ai loro “sosia” placentali che si potrebbero facilmente scambiare.
Topi, ratti, gatti, talpe, formichieri e lupi marsupiali sono come i placentali sotto certi aspetti, tuttavia molto diversi in altri modi.
Per esempio, c’è un topo che può fare salti di quasi due metri e acchiappare un insetto per l’ala individuandolo col sonar; un gatto che partorisce venti gattini ma ha solo sei capezzoli e un lupo che può aprire la bocca di 180 gradi.
C’è il peramele che può scavare più in fretta che un uomo con la vanga e il cui marsupio si apre saggiamente all’indietro così che non si riempie di terra.
C’è un canguro con la coda prensile che è arboricolo ed è un notevole acrobata. C’è il numbat marsupiale (formichiere gigante) che non ha marsupio, e un piccolo topo marsupiale che abita nelle crepe del fango secco e ha un cranio di soli tre millimetri dalla cima al collo.
Vi meravigliate che i primi esploratori e colonizzatori d’Australia rimanessero sconcertati dagli animali selvatici così diversi da tutto ciò che avevano conosciuto prima? Eccetto due delle Americhe, i marsupiali non sono nativi di nessun altro luogo della terra.
Cosa ho pensato di tutto ciò?
Ho potuto vedere in tutta questa grande varietà di animali e di piante la mano di un saggio Creatore! Sì, sono stato grato di aver dato nella nostra vacanza un fugace sguardo ai capolavori australiani del Creatore.
La vacanza stava per finire, seguivo con il binocolo una donna e un bimbo, che, lenti sulle loro orme impresse sulla terra rossa raccolgono pietruzze colorate, ignare di chi li seguiva con sguardo triste e un soffocato nodo in gola per la gioventù perduta.
Forse domani vi vedrò ancora. Forse!

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 521 volte e valutata
91% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • AndreaEx72 pubblicata 16/02/2017
    Descrizione eccellente
  • pizzicatadallataranta pubblicata 13/02/2017
    eccellente
  • sunflowerss pubblicata 10/02/2017
    descrizione completa : eccellente!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Huon Valley, Hobart

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 29/01/2012