I Viaggi di Sensational Giro dell'Isola d'Ischia in bus

Immagini della community

I Viaggi di Sensational Giro dell'Isola d'Ischia in bus

> Vedi le caratteristiche

60% positiva

1 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "I Viaggi di Sensational Giro dell'Isola d'Ischia in bus"

pubblicata 12/08/2011 | Groudy.Blue
Iscritto da : 25/05/2004
Opinioni : 2184
Fiducie ricevute : 453
Su di me :
Mi chiamo Chiara,ho 28 anni, sono sociologa e vegana. Vivo a Bologna. Nelle mie opi cerco sempre di trovare qualcosa che semplifichi la vita quotidiana. Seguitemi sulla pagina Facebook "Le recensioni di Groudy.Blue " groudy.blue@gmail.com
Soddisfacente
Vantaggi una vetrina per conoscere il lato immerso nel verde dell'isola
Svantaggi giro sommario, più nozionismo che visita sul campo
Eccellente
Grafica
Reperibilità

"Un tour nell'entroterra ischitano in alternativa al giro in barca"

I Viaggi di Sensational Giro dell'Isola d'Ischia in bus

I Viaggi di Sensational Giro dell'Isola d'Ischia in bus

Se siete veterani delle vacanze a Ischia sicuramente avrete già effettuato il giro dell’Isola via mare con le navette Capitan Morgan di Ischia Sea, ma, se nelle vostre nuove ferie sull’isola, a meno che non incapperete nella fatidica data di Sant’Anna (26 luglio) dove di notte si organizzano visite in battello notturne per ammirare la sfilata delle barche vestite a festa nella baia di Carta Romana e l’incendio del Castello Aragonese con fuochi pirotecnici che si protrae nella notte, il giro in bus potrebbe essere un’alternativa per scoprire qualcosa in più, soprattutto sul versante dell’entroterra, visto che nei sei comuni che compongono l’isola di Ischia (Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana e Barano d'Ischia) c’è anche tanto da vedere su per i colli e per scoprire che oltre alle terme e alla vacanza sole mare ci si può muovere tra trekking, cultura e passeggiate a cavallo o in asino.

LA PARTENZA

Il transfer in bus costa 18 euro, chiedete nel vostro hotel se ci sono convenzioni di sconto o, se siete sull’isola in una sistemazione differente potete far riferimento all’info point turistico che trovate al porto accanto alle terme comunali di Ischia.
Per sedervi in bus vi consigli i posti sulla sinistra (sul lato dell’autista), il panorama è tutto su quel versante.

Si parte alle 14.30 da Ischia nei pressi della pompa di benzina di fronte al bar Calise, l’escursione dura 3 ore con tre soste (una sosta libera di 20 minuti a Serrara Fontana, 20 minuti al borgo di Sant’Angelo e una sosta al Belvedere Bernardo per una degustazione gratuita di Rucolino (il liquore a base di rucola tipico di Ischia), Lemonis, Limoncello e Melonis).

IL VIAGGIO

Da Ischia, accompagnati dal commento voce della vostra guida comincerete a salire nell’entroterra: non vedrete tutto, alcuni cenni saranno soltanto teorici (come il Castello Aragonese a cui non è dedicata una visita) e visiterete molti luoghi in volata con il frusciare del vostro bus tra una curva e l’altra.

Risalendo in collina toccherete per primo il comune di Barano con il passaggio sotto l’Arco Romano in verità del XIV secolo, percorrerete la frazione di Piedimonte a tre km dalla rinomata spiaggia dei Maronti visibile in molti punti a strapiombo sul mare, poi passerete nei pressi della sorgente dei Nitrodi che, divisa dalla strada da una scalinata sembra essere un’acqua termale della giovinezza che ha anche effetti afrodisiaci e rappresenta per questo il lato dell’isola dedicato all’eros con – a detta della guida – due alberghi in zona dedicati a questi istinti.

In volata, sul muretto di un villino della frazione di Buonopane troverete una maiolica che raffigura la ‘Ntrezzata, la danza antica di Ischia che ancora oggi si ripete il 24 giougno nel giorno di San Giovanni Battista e durante la sagra del vino: il testo associato a questa danza di 15 uomini risale al 1300 e rievoca la cacciata sei Saraceni.

Arrivati quasi alle falde del monte Epomeo (circa 750 m) su cui si può salire a piedi, in ‘asino taxi’ o a cavallo dove in molti amano dormire in sacco a pelo.
Da qui cominciano i filari dei vigneti e delle caratteristiche case scavate nel tufo. Appena giunti nel comune di Serrara Fontana, per spezzare un po’ le curve vi faranno sostare per 20 minuti, tempo che vi consiglio di spendere visitando il negozio di ceramica L’eclisse: si tratta dell’unico laboratorio dell’isola che produce farfalle di ceramica (dai 4 euro in su): artigianali e un po’ grossolane è comunque un prodotto tipico che troverete solo in questa location, a Ischia solitamente trovate soltanto cestini di Capodimonte (Napoli) e maioliche della Costiera Amalfitana.
La frazione di Serrara, conosciuta come ‘Svizzera d’Ischia’ è un borgo noto per la sua dedizione all’allevamento.

Scendendo verso valle e verso il mare, si avvicina l’ora della sosta a Sant’Angelo: si tratta del ritrovo dei vip, è una piccola spiaggetta con un borgo medievale e un centro storico con negozietti in stile caprese.

Questa sosta è un po’ una levataccia, è un fuggi fuggi: il bus parcheggerà a 800 metri dal centro che dovrete raggiungere a piedi in discesa (è il ritorno il problema!) se comunque siete temerari e riuscirete nell’impresa, al centro potrete trovare la torteria Il Pescatore, un must della zona. Ma ricordate, andata e ritorno in 20 minuti altrimenti, aut aut, la guida avvisa che chi non arriva in orario sarà lasciato lì visto che ci sono i bus di linea circolari con cui poter tornare indietro.
Dopo questa visita si risale e si giunge nel comune di Forio attraversando la frazione di Panza dove si produce il rinomato vino dell’isola dei Fratelli D’Ambra e dopo essere passati tra Citara e gli scorci dei Giardini di Poseidon è di nuovo tempo di sosta al belvedere Bernardo per la degustazione dei liquori in un bar/ristorante caratteristico da cui avete una bella vista sul golfo di Napoli.
Rimessi in pullman alla buona e meglio su un parcheggio lungo il ciglio della strada, si attraversa Forio con uno scorcio tra la spiaggia di Chiaia e San Francesco e Punta Caruso in quegli scorci che tanto amava Angelo Rizzoli: qui cominciano le ville: Villa Gancia è un giardino botanico maestoso, Villa Visconti, la ‘Colombaia’ è un museo visitabile dedicato al regista de Il Gattopardo dove dal 2003 si trovano le sue ceneri e un museo aperto al pubblico, più in lì c’è villa Walton più nota come i Giardini La Mortella: Walton è un compositore inglese che ideò le musiche della cerimonia d’incoronazione della Regina Elisabetta, oggi la sua vedova, Susana, gestisce il giardino che si tratta di un parco botanico tra i più belli dell’isola dove si svolgono anche concerti di musica classica.

Sul colpo di coda del tour si arriva nella piccola e lussuosa Lacco Ameno votata al culto di Santa Restituta, patrona dell’isola dove, il 16 maggio si ricostruisce in mare il ritrovamento del suo corpo annegato e il 17 maggio si festeggia la sua ricorrenza.

Da Lacco Ameno si arriva a Casamicciola Terme con il suo porto artificiale e la piazza Marina con il parco Termale Pio Monte Misericordia che permette le cure termali anche ai meno abbienti e poco più avanti l’ingresso alle Terme di Castiglione e la pineta di Maddalena.
Di ritorno ad Ischia Porto, vedrete in lontananza il Castello Aragonese e l’isolotto di Vivara.

E la gita finisce a Piazza degli Eroi, un po’ più su da dove siete partiti, ma vicino a piedi da Via De Luca e Corso Colonna.

IN CONCLUSIONE

Come ho detto in apertura è una gita che pospongo al giro dell’Isola in barca, è un buon tour nozionistico per acquisire informazioni a proposito di un eventuale planning da organizzare per muoversi sull’isola. Non si tratta che di una vetrina un po’ omnicomprensiva e frettolosa, ma imparando a farvi l’occhio e con un po’ di buona volontà, con i collegamenti di linea dei bus potrete andarvi ad approfondire questi luoghi.

Consigliata all’inizio del vostro soggiorno per aver tempo di recuperare più nel dettaglio le attrazioni che vi interessano.

INFO

Ischia Transfer Service
marioischia@libero.it
tel: 081 3331053


** N.B. tutti i prezzi citati in questa recensione si riferiscono alle tariffe dell'estate 2011

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1561 volte e valutata
83% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • easymoney00 pubblicata 31/10/2011
    punto di vista interessante.
  • ex_equo pubblicata 15/08/2011
    Il Tirreno passo per passo ... :)
  • Marco.Doria pubblicata 13/08/2011
    eccellente
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : I Viaggi di Sensational Giro dell'Isola d'Ischia in bus

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 07/08/2011