I figli di Húrin (John R. R. Tolkien)

Immagini della community

I figli di Húrin (John R. R. Tolkien)

Húrin è un cavaliere, fraterno amico del suo re; è sposato con Morwen e ne ha avuto un primo figlio, Túrin. Quando Túrin è ancora un bambino, Húrin de...

> Vedi le caratteristiche

80% positiva

12 opinioni degli utenti

Opinione su "I figli di Húrin (John R. R. Tolkien)"

pubblicata 01/10/2008 | shatzyshell
Iscritto da : 01/10/2008
Opinioni : 12
Fiducie ricevute : 0
Su di me :
Ottimo
Vantaggi un'opera che raggiunge il dramma shakespeariano e la liricità omerica
Svantaggi nessuno, a meno che non piaccia lo stile e il genere
molto utile
Contenuti
Reperibilità
Layout:
Qualità Materiale

"Tolkien, eterna grandezza"

Hurin, figlio di Turin, cresce in una Terra di Mezzo cupa, sconvolta dalle battaglie, venendo allevato dagli elfi. Il padre, catturato dal malvagio Morgoth, rifiuta di soccombere al male e per aver osato sfidare lui e il suo regno di tenebre viene maledetto, insieme a tutta la sua stirpe. Ma proprio come Turin, Hurin rifiuta di consegnarsi a Morgoth e, crescendo, lotta con tutte le sue forze per opporsi al proprio destino. Diventerà un eroe temuto, immortale ma segnato dal dolore, che porterà suo malgrado grandi sofferenze, morte e distruzione anche tra quelle persone che aveva giurato di proteggere - la madre Morwen e la sorella Nienor.

Che dire? Come sempre Tolkien è Tolkien - o meglio, il Maestro Tolkien - e la sua scrittura aulica e grandiosa, che niente ha da invidiare agli antichi poemi cavallereschi. La storia della maledizione inferta da Morgoth alla stirpe di Hurin è intensa e drammatica; tra le pagine c'è Shakespeare, Omero e anche il dramma lirico, perchè no. Leggendo pare quasi che manchino soltanto orchestra e voci per trasformare I Figli di Hurin in un'imponente messinscena teatrale...
Molto e poco lega, al tempo stesso, Hurin a Il Signore degli Anelli, che certamente conteneva molta più speranza di questo tragico (e breve, rispetto alla trilogia) racconto ambientato in tempi remoti e oscuri, alla fine della Prima Era della Terra di Mezzo, migliaia di anni prima della comparsa di Frodo, Aragorn e Gollum. Nonostante questo I Figli di Hurin si lascia leggere con molta facilità, risultando comprensibile anche da chi non ha grandi conoscenze della mitologia tolkeniana. Anzi, credo possa essere un perfetto punto di partenza per tutti coloro che desiderano avvicinarsi all'opera del Prof. Tolkien. La vicenda ha corpo ed è incredibilmente concreta, meno dispersiva e descrittiva del lungo racconto dell'Anello, i personaggi tratteggiati con grandissima cura. Le loro trasformazioni interiori e l'avvicendarsi delle tante emozioni che li sconvolgono - odio, amore, compassione, speranza, gioia, angoscia e solitudine - sono il vero fulcro della narrazione: ecco perchè Hurin, Turin, Nienor e Morwen restano anche oltre la pagine, entrando nel cuore del lettore. Lode a Christopher Tolkien, che anche questa volta - e soprattutto questa volta - è riuscito a consegnarci un altro pezzetto dell'eredità del padre vestendolo della sua forma più autentica, dopo un lungo e appassionato lavoro di revisione e assemblaggio.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 779 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Marione69 pubblicata 14/11/2008
    Ottima opinione, anche se non è proprio il mio genere!
  • roevola pubblicata 03/10/2008
    Non fa per me...;))
  • paropiri pubblicata 02/10/2008
    mamma mia.......credo che sia troppo pesante per me che leggo poco......preferirei iniziare con qualcosa di leggero..........CIAO
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : I figli di Húrin (John R. R. Tolkien)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Húrin è un cavaliere, fraterno amico del suo re; è sposato con Morwen e ne ha avuto un primo figlio, Túrin. Quando Túrin è ancora un bambino, Húrin deve partire per combattere contro il perfido signore del male Morgoth, che prima lo cattura e poi lo tortura, per farsi dire dove si sono rifugiate le truppe superstiti. Poiché Húrin resiste, il signore del male lo minaccia: se non confesserà, a pagare sarà la sua famiglia. Per fortuna, nel frattempo, la saggia Morwen decide di allontanare Túrin, e lo manda da un re amico, Thingol. Túrin cresce e a diciassette anni si sente pronto per diventare anche lui cavaliere e andare alla ricerca di suo padre. Unendosi a una banda, Túrin si mette in viaggio e fra scorribande, assalti a tradimento e avventure di ogni genere, riesce a sfuggire agli uomini di Morgoth che lo inseguono, di regno in regno. Dopo essersi rifugiato presso un altro re, sotto falso nome, Túrin arriva allo scontro finale.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788845263002

Tipologia del prodotto: Libro rilegato

Categoria commerciale: tascabile

Autore: John R. R. Tolkien

Illustratore: A. Lee

Curatore: C. Tolkien

Traduttore: C. Ciuferri

Numero totale di pagine: 325

Alice Classification: Letterature Straniere: Testi

Classico della letteratura: classico

Editore: Bompiani

Data di pubblicazione: 2009

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 30/05/2011