Il Capitale Umano (Dvd)

Immagini della community

Il Capitale Umano (Dvd)

Numero dischi: 1 - Nazione: Italia - Durata: 106' - Regia: Paolo Virzi' - Cast: Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Gifuni, Valeria Golino, Valeria Bruni T...

> Vedi le caratteristiche

85% positiva

4 opinioni degli utenti

Opinione su "Il Capitale Umano (Dvd)"

pubblicata 25/04/2017 | HANARELLE
Iscritto da : 13/01/2016
Opinioni : 30
Fiducie ricevute : 189
Su di me :
*****Lascio scorrere il tempo senza dargli importanza******
Ottimo
Vantaggi Un noir a puzzle che incuriosisce fino alla fine
Svantaggi Non riscontrati
Eccellente
Qualità Video (DVD):
Qualità Audio (DVD):
NUMERO SOTTOTITOLI
ETA' MINIMA
Trama

"IL CAPITALE UMANO --- UN NOIR A PUZZLE"

Il Capitale Umano (Dvd)

Il Capitale Umano (Dvd)

Finalmente sulla pelle una giornata di sole. Negli occhi ho il volo assoluto di un aquilone impazzito, nell’anima, invece, il piacere di un Dvd che in questi giorni occasionalmente ho rivisto. Alzo lo sguardo per un attimo e vedo la vastità del mare, non l’avevo mai visto così bello, così blu, quasi irreale da sembrare tutt’uno con il cielo. Si alza un vento leggero, metto via i miei pensieri e mi muovo in fretta, fermandomi di tanto in tanto per frequenti respiri.

Arrivata a casa, non sento più la stanchezza ma l’esigenza di scrivere. Si! Sento il bisogno di riportare su carta ciò che qualche istante prima mi passava nella mente, nonostante mia figlia stuzzicasse le mie narici con un profumo di brioche. Forse è meglio così.

Davanti ai miei occhi sfilavano le immagini delle interrogazioni, delle discussioni e delle spiegazioni, ma soprattutto stavo riflettendo su come Il Capitale, inteso in senso economico, stava suggestionando i miei ricordi scolastici.

Infatti Il Capitale l’ho sempre conosciuto e studiato per definizione come l’insieme dei beni economici materiali e immateriali destinati alla produzione di altri beni, ignorando completamente la dottrina filosofica di Marx secondo il quale è rappresentato invece dal Valore/'''Lavoro''', dove nella società capitalista, il Lavoro, è dato dalla merce sottoposta a compravendita, per il quale a vendere la forza-lavoro sono i proletari, i quali non dispongono di nessun altro bene, a comprarla sono invece i capitalisti che la pagano con il salario. Da ciò, il Capitalismo ha portato alla formazione da una parte di una classe di proprietari sempre più ristretta e più ricca, dall’altra una classe proletaria sempre più numerosa e più povera.

PERCHE’ MARX

Perché le teorie e le ideologie marxiste si sono maggiormente diffuse in Toscana ma soprattutto nella città di Livorno, dove il 21 Gennaio 1921, nel Teatro Goldoni nacque il Partito Comunista d’Italia e che ancora oggi i suoi capoluoghi di Provincia risentono di queste ideologie tanto da essere considerati Paesi Comunisti per eccellenza e che, quindi, chi meglio di un regista livornese di nascita come Paolo Virzì poteva interpretare in senso ironico una potente ed acuta commedia umana venata di Thriller e che trae ispirazione dal romanzo omonimo dello scrittore americano Stephen Amidon


CAST

La particolarità, a mio avviso, che ha reso interessante questo film è data dalla poco notorietà che il regista e produttore Paolo Virzì ha scelto per l’interpretazione dei ruoli in maniera da rendere vera, da una parte una famiglia piccolo-borghese e dall’altra una famiglia ricchissima e molto stimata scegliendo i seguenti attori:
  • Valeria Golino nella parte di Roberta Morelli
  • Valeria Bruni Tedeschi nella parte di Carla Bernaschi
  • Fabrizio Bentivoglio nella parte di Dino Ossola
  • Matilde Gioli nella parte di Serena Ossola
  • Guglielmo Pinelli nella parte di Massimiliano Bernaschi
  • Fabrizio Gifuni nella parte di Giovanni Bernaschi

IL REGISTA



Da Livornese di nascita non potevo tralasciare di parlare di un concittadino che ripercorrendo la sua straordinaria carriera ha conseguito come regista molti e importanti premi sia come miglior film, sia appunto come regista ed anche per migliore sceneggiatura.

Del regista Paolo Virzì ho visto altri film quali Ovosodo nel 1997 e Baci Abbracci nel 1999 in entrambi la particolarità di far recitare attori non noti in maniera da rendere più vera l’interpretazione dei vari personaggi nonostante in alcuni si sentisse l’inconfondibile accento dialettale Livornese-Pisano.

Anche per molti critici, infatti, è impossibile non sottolineare la sua livornesità anche perché Livorno, con il suo porto e le lunghe coste tirreniche si era già resa celebre nel film Il Sorpasso di Dino Risi. Quindi i film di Paolo Virzì sono facilmente riconoscibili non solo per il tono tendente qualche volta ad un dialetto colorito come nel film Baci Abbracci ma è l’autenticità umana nello scegliere attori verosimili alla vita degli spettatori cogliendone gli aspetti caratteriali attraverso varie sfaccettature psicologiche permettendo a chi guarda, di potersi riconoscere o identificarsi nelle proprie emozioni lasciando spazio e interesse di come la storia giungerà al termine.

LA TRAMA


Nonostante Paolo Virzì sia un Livornese doc, per questo film, in maniera da rappresentare al meglio la differenza sociale tra una famiglia piccolo-borghese degli Ossola e quella ricchissima e stimata dei Bernaschi, ha scelto di ambientare e girare le scene del film la Brianza cioè un’area geografica della Lombardia, a nord di Milano e a sud del lago di Como.

Il Film inizia con un misterioso incidente in una notte d’inverno che vede coinvolto il cameriere di un catering investito da un fuoristrada mentre in bicicletta percorreva una strada suburbana deserta e poco illuminata abbandonato ad agonizzare tra la neve gelata. Sulla vicenda indagherà la polizia e da qui a ritroso di sei mesi inizia il racconto e la versione vista attraverso gli occhi dei protagonisti delle due famiglie che si ritroveranno collegate tra di loro e che il regista espone le diverse versioni in Tre Capitoli fino ad arrivare al Capitolo Finale che rappresenterà la svolta del racconto, rivelando il colpevole del misterioso incidente.

DINO OSSOLA



Fabrizio Bentivoglio interpreta Dino Ossola nel Primo Capitolo a lui dedicato. Di professione Agente Immobiliare, rappresenta il capo famiglia piccolo borghese e che un giorno si trova ad accompagnare in macchina la figlia Serena alla villa di Massimiliano Bernaschi figlio di un ricco imprenditore. Resta subito ammaliato da quel mondo di ricca borghesia tanto da farsi trascinare e convincere dal Signor Bernaschi fiducioso dall’immagine professionale nel far soldi in investimenti convinto che lo guideranno verso una ambiziosa ascesa sociale. Investimenti che alla fine si riveleranno dei veri flop da far crollare quel sodalizio fiducioso che Ossola aveva con l’imprenditore raggiungendo l’apice della crisi quando a casa giunge l’Ispettore di Polizia chiedendo della figlia Serena

CARLA BERNASCHI


Valeria Bruni Tedeschi interpreta Carla Bernaschi nel Secondo Capitolo a lei dedicato.Donna ricca e insicura moglie dell’imprenditore Giovanni Bernaschi ,insegue un sogno rappresentato nel far ristrutturare Il Nuovo Teatro Politeama. Per ristrutturare il Teatro però occorrono molti soldi che deve chiedere al marito che Giovanni Bernaschi le nega rivolgendo l’investimento alla costruzione di nuovi appartamenti. L’idea comunque di sistemare il teatro la pone a contatto ed all’amicizia con il professore del teatro stesso a tal punto da restarne coinvolta tradendo il marito nel giorno in cui ubriaco rincasa suo figlio. Anche Carla si troverà coinvolta nel vedere a casa la Polizia mentre chiede al figlio notizie di Serena

SERENA OSSOLA



Matilde Gioli interpreta Serena Ossola nel Terzo Capitolo a lei dedicato. E’ molto più di un’amica per Massimiliano Bernaschi anche se la scintilla dell’amore scocca incontrando Luca, un giovane che disegna motivi natalizi alla vetrina del bar e che è in cura da Roberta, matrigna di Serena, che lavora in una struttura ospedaliera come psicologa. Una sera, mentre era insieme a Luca, Serena viene avvertita al cellulare che Massimiliano si trova ubriaco in casa di amici e che per portarlo a casa doveva andare a prelevarlo. Così Serena e Luca vanno a recuperare Massimiliano.

IL CAPITOLO FINALE


Il Capitolo Finale propone una conclusione dal sapore beffardo che sembra non assolvere nessuno di fronte ad un contesto geografico d’eccezione in una tela fitta di imbrogli, segreti e avidità suscitando un gorgoglio di nostalgia per le belle emozioni che a più riprese sembra di aver scoperto il colpevole ma che invece la storia continua a serbarci tanti particolari durante la visione del film che consiglio se volete in qualche modo soddisfare la vostra curiosità.



La custodia di plastica bianca rigida presenta nella parte frontale l’immagine di gruppo di entrambe le famiglie Ossola e Bernaschi rappresentate dai rispettivi attori. Sopra di essi la riproduzione di un codice a Barre con la scritta evidenziata di rosso che da origine al titolo del film -IL CAPITALE UMANO- ed a seguire la scritta che si tratta di un Film di PAOLO VIRZI’.

Su retro della custodia alcune scene particolari del Film in mezzo alle quali la sintesi della trama mentre sulla parte conclusiva tutte le varie informazioni di altro genere quali le Scene Tagliate, i Videoclip e come contenuto extra il Commento al Film di Paolo Virzì.

Genere drammatico della durata di 106 minuti circa con sottotitoli in Inglese, Francese e in Italiano per non udenti. Distribuito da Rai Cinema, il Film è indirizzato a TUTTI.

LA COLONNA SONORA



Il regista Paolo Virzì per quanto riguarda le musiche che andranno a comporre la colonna sonora del Film IL CAPITALE UMANO ha dato mandato a suo fratello Carlo di proporre musiche originali cosa che il fratello ha colto proponendo all’uopo pezzi definiti indie-pop dando origine a 19 tracce.

ECCO LA TRACKLIST

1. * Human Capital – Main Theme Carlo Virzì
2. * Il fondo di Bernaschi Carlo Virzì
3. * Una spiacevole conversazione Carlo Virzì
4. * Una giornata complicatissima Carlo Virzì
5. * Human Capital – cinquemila svanziche Carlo Virzì
6. * Incartamenti Carlo Virzì
7. * Un’attrice Carlo Virzì
8. * Brianza Carlo Virzì
9. * Serena Carlo Virzì
10. * Carla e il Politeama Carlo Virzì
11. * Invernale Carlo Virzì
12. * Teschi Carlo Virzì
13. * Incartamenti – Email Carlo Virzì
14. * Human Capital – il ricatto Carlo Virzì
15. * Slow Motion Carlo Virzì
16. * Invernale – Human Capital Carlo Virzì
17. * Serena – End Title Carlo Virzì
18. * I’m Sorry The Jackie O’s Farm
19. * The Four Seasons No. 4 – The Winter Antonio Vivaldi



Ricordo di aver pagato all’Euronics euro 14,99 ma credo che in internet nei siti specializzati si possa acquistare anche a meno. E’ un Film che ho trovato piacevole anche se il Noir a puzzle non è una caratteristica o genere di Film italiano rispetto a quelli americani che siamo abituati a vedere anche se con questo Film Paolo Virzì rispetto al primo Film si è elevato in qualità poichè ha saputo ben interpretare l’ambientazione fredda e distaccata della Brianza lombarda molto diversa dalla solarità toscana.

Una descrizione impeccabile dove attraverso il racconto di alcuni personaggi possiamo rivedere quelle persone che negli ultimi tempi hanno flagellato la nostra Nazione. Uomini vili, disposti a sacrificare anche la famiglia per il denaro. Un Capitale Umano conseguito attraverso le disgrazie che non ha prezzo rispetto al sentimento ed al valore della vita di ciascun individuo. Valutazione: 5 stelle di gradimento.

@ GRAZIE A TUTTI COLORO CHE AVRANNO LETTO LA MIA OPINIONE @



@ HANARELLE @

In allegato le foto che attestano il possesso del prodotto recensito.

1)-Fronte Il Capitale Umano
2)-Retro Il Capitale Umano
3)-Interno Il Capitale Umano
4)-Dvd Il Capitale Umano

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 416 volte e valutata
98% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • FedericoIII pubblicata 24/05/2017
    p.s. sta cosa di darsi da solo 3500 amicizie non passa inosservata tavvallopao ahahahah ma ancora ti fanno circolare???? Scusa Paola, ma tavallo è una vecchia conoscenza a cui non mi sono trattenuto nel salutarlo nella tua recensione ahahah calcola che è uno che porta bene eh? tu hai preso il diamante con la sua presenza, io ci ho vinto altre cose, beh tavallo, sei davvero un ferro di cavallo...
  • FedericoIII pubblicata 24/05/2017
    Ecco, me so fustigato...comunque questo film avevo idea di vederlo, ma quando l'ho caricato ABUSIVAMENTE si è fermato dopo 5 minuti ahahah il genere mi garba, alcuni attori un po' meno, ma se mi carica ABUSIVAMENTE lo guardo! ah però! auhahauahuahuahauhau TAVALLOPAO è diventato argento??????????? auhahuauhauhahuahuauhauh tavvallopaooooooooooooo è da tempo che non passi da me! mi manchiiiiiiiiiii.
  • FedericoIII pubblicata 24/05/2017
    cioè...io non sono passato su questa recensione diamantata? Mea culpa! mi fustigo e torno!............
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Il Capitale Umano (Dvd)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Numero dischi: 1 - Nazione: Italia - Durata: 106' - Regia: Paolo Virzi' - Cast: Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Gifuni, Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Luigi Lo Cascio

Caratteristiche Tecniche

Cast: Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Gifuni, Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Luigi Lo Cascio

Regia: Paolo Virzi'

EAN: 8032807054353

Formato Audio: Dolby Digital 5.1

Consigliato: per tutti

Anno di Uscita: 2014

Formato: Dvd

Durata: 106'

Area DVD: PalArea 2 (Europa/Giappone)

Produttore: Rai Cinema S.p.a.

Numero dischi: 1

Stato: Italia

Ciao

Su Ciao da: 26/02/2017