Opinione su

Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd)

Valutazione complessiva (33): Valutazione complessiva Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd)

4 offerte a partire da EUR 6,99 a EUR 9,99  

Tutte le opinioni su Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd)

 Scrivi la tua opinione


 


La forza di volontà premia sempre

5  15.09.2011

Vantaggi:
sprona a credere di più in se stessi

Svantaggi:
nessuno

Consiglio il prodotto: Sì 

Dettagli:

Tensione:

Trama

Attori

continua


somra

Su di me: PQ= 0 € : Non ho più tempo da perdere con chi non è in grado di apprezzare il "lavoro" alt...

Iscritto da:20.05.2011

Opinioni:78

Fiducie ricevute:194

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata Eccellente da 74 utenti Ciao
Introduzione

Prima di parlarvi del film “Il discorso del Re”, voglio raccontarvi come sono venuta in possesso di questo dvd e cosa mi ha spinto a vederlo.
Era una piovosa sera di giugno, - quest’anno, contrariamente agli altri anni, l’estate è arrivata in ritardo e in ritardo pare se ne voglia andare - avevo un appuntamento con un carissimo amico, ma siccome non avevo alcuna intenzione di uscire di casa per inzupparmi d’acqua in pochi minuti, propongo di rimanere in casa in compagnia di una pizza ed un film.
La proposta viene accolta ed accettata con entusiasmo.
In genere si decide insieme ma quel giorno ci siamo divisi i compiti.
Lui l’addetto a scegliere il film mentre io mi sarei dovuta occupare delle pizze.
All’ora stabilita arriva con in mano un dvd. Curiosa glielo strappo letteralmente dalle mani ma il panico mi assale.
“Cavolo! Marco, lo sai che i film storici non mi piacciono”
“Ma questo ti piacerà”
“Sì, certo, mi piacerà. Magari è pure un film in costume”
“No, non è in costume ma tranquilla, fidati di me! ”
Se un amico ti dice: “fidati di me” tu che fai? Gli concedi la fiducia.
E così, a malincuore, ho risposto: “Va beneee”. Ho trascinato per un po’ “E” perché dentro di me pensavo “ufff… ha usato la sua solita tattica. Ha puntato sulla fiducia perché sa bene che è un valore a cui do molta importanza.”

Con uno spirito tutt’altro che contento mi “spaparanzo” sul divano in attesa dell’inizio del film.
La scelta del divano non è stata casuale. Se mi fossi annoiata durante la visione non avrei dovuto fare altro che chiudere gli occhi e con accanto quel morbido cuscino abbandonarmi tra le braccia di Morfeo.

Vi dico subito che durante la visione del film, Morfeo non mi ha accolta tra le sue braccia anzi, vi dico di più, il film mi è piaciuto così tanto che a distanza di qualche settimana mi sono recata alla libreria Feltrinelli e l’ho acquistato.
Lo dico sempre io che non bisogna mai partire prevenuti!

Bene, fatta questa premessa, non mi resta che passare alla recensione del film non prima però di avervi indicato i personaggi principali e i legami che intercorrono tra gli stessi, altrimenti risulterà difficile seguire il filo del discorso.

I personaggi

Re Giorgio V marito della principessa Mary di Teck e padre di 6 figli.
Per non rendere il racconto troppo complesso, tralasciamo quattro dei sei figli e soffermiamoci sugli altri due:

• il primogenito Edoardo divenuto poi con la morte del padre, avvenuta nel 1936, Re Edoardo VIII

• ed il secondogenito Albert , chiamato in famiglia Bertie, e divenuto successivamente Re Giorgio VI.

Edoardo : Il primogenito Edoardo, futuro erede al trono, è il “figlio sbagliato”, è colui che ha una scarsa considerazione del padre, è colui che infrange ogni regola e si esime dai suoi doveri, è un Don Giovanni che alla fine si innamora

Fotografie per Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd)
Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd) Il Discorso - Il Discorso Del Re (LTD Oscar Editio
Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd)
perdutamente di Wallis Simpson di Baltimora - ricca ereditiera americana sposata e divorziata per ben due volte – e per amore della quale, alla fine, sceglie di abdicare al trono.

Albert Duca di York (chiamato in famiglia Bertie) : È un padre ed un marito affettuoso. Felicemente unito in matrimonio con Elizabeth Bowes-Lyon. Da questa unione nascono due figlie: Elizabeth (attuale Regina Elisabetta II) e Margaret.
Ma prima di diventare marito e padre, Albert è stato figlio, una condizione questa che egli ricorda con immensa tristezza e tanto dolore.

La sua infanzia, si scoprirà dalle sedute con il suo logopedista, è stata per nulla felice.
E’ stato costretto a correggere, in modo crudele, non pochi “problemi fisici”: le sue gambe a X sono state raddrizzate con delle stecche di legno ed inoltre, da mancino quale era, è stato costretto a diventare destroide.
Da bambino non solo era deriso dal fratello ma non era accettato neanche dalla balia la quale, si scoprirà in seguito, spesso lo lasciava senza cibo e ci vollero ben tre anni prima che i genitori si accorgessero dell’antipatia che ella nutriva nei confronti di Bertie.
Inoltre, come se non bastasse, sempre da bambino, il principe subisce un ulteriore trauma: la morte del fratello John, malato di epilessia, a cui era molto legato.

All’età di 4-5 anni Albert inizia ad avere problemi di balbuzie. Problema sorto, con molta probabilità, dalle continue frustrazioni e umiliazioni che ha subito fino ad allora dalle persone a cui lui teneva di più.
Questo problema diventa per Albert motivo di grande disagio ed è inutile precisare che ciò marcherà per sempre ed indelebilmente la sua vita e la sua personalità.

Lionel Logue : è un attore fallito amante di Shakespeare.
È colui che prenderà in “cura”, pur senza avere alcun titolo, il principe Albert.
È colui che finalmente riuscirà a far “vomitare” al principe i brutti ricordi legati all’infanzia, le umiliazioni e le ingiustizie subite.
È colui che farà ritrovare, o forse trovare, al principe quell’autostima che ogni uomo dovrebbe avere.
È colui che farà guarire Albert e lo aiuterà a vivere meglio nella società come Re ma soprattutto come uomo.

La trama

L’intera vicenda si svolge tra la fine degli anni ‘20 e l’inizio degli anni ’30.
Il principe Albert è in procinto di leggere allo stadio di Wembley, innanzi a migliaia di persone e in diretta via radio, il messaggio che il padre Re Giorgio V ha scritto per la cerimonia di chiusura dell'Empire Exhibition.
Mancano solo due minuti all’evento: il cronista si schiarisce la voce per farla apparire più impostata e adatta all’evento, misura che la distanza tra la bocca ed il microfono sia giusta, prova il microfono con piccoli balbettii. E’ tutto ok.

Ultimi avvertimenti al Principe e la cerimonia di chiusura ha inizio “ Ricordate Sr, tre lampi, poi rosso fisso e siete in diretta "
E così, dopo i tre lampi, il rosso fisso e qualche esitazione il principe inizia a leggere il messaggio:
Ho ricevuto… da Sua M… Maestà il… il… il… il
Spaventato dal contesto e intimorito dagli occhi della gente che ha di fronte,
il principe non riesce a dire altro, non riesce a portare a termine la lettura del messaggio. Il principe ha fallito. Ancora una volta non è stato in grado di superare la paura. Non è stato capace di far venir fuori quella meravigliosa voce fluida che si manifesta solo in presenza della moglie e delle figlie.

Tuttavia Albert anche se, agli occhi della gente appare fragile, è in realtà un uomo cocciuto e determinato. È un uomo che lotta con tutte le sue forze per ottenere ciò che desidera. E così, intenzionato a guarire il problema della balbuzie, inizia ben presto una serie di cure rivolgendosi ai migliori dottori del campo, si presta agli esperimenti più impensabili ma nessuno di questi però è decisivo e risolutivo per il suo problema.

Sconfortato dai pessimi risultati, Albert pensando di essere senza speranze, rinuncia da quel momento in poi a comparire ed a pronunciarsi in pubblico.

Ma la moglie, Elizabeth, non si da’ per vinta e decide di giocare l’ultima carta che poi risulterà essere quella vincente.
Su segnalazione del Presidente dell’associazione dei logoterapisti, Elizabeth si rivolge a Lionel Logue fissando, sotto falso nome e all’insaputa del marito, un appuntamento con il logopedista che poi si scoprirà non essere tale.

Al primo incontro Lionel Logue, non sapendo certo di avere a che fare con la moglie del Duca di York, si comporta con lei esattamente come si sarebbe comportato con qualunque altro comune mortale e non sembra voler cedere alle richieste delle donna.
Logue detta infatti subito le sue regole e alle insistente della donne risponde “ Mi dispiace. Mia la partita, mio il campo, mie le regole ”.
Parole che si rimangerà un attimo dopo quando Elizabeth, costretta dalla circostanza, dichiara di essere la moglie di Albert il duca di York.

Al primo incontro con il principe, il signor Logue precisa che lì bisogna “essere alla pari” per cui dovrà essere abbattuto qualunque formalismo e qualunque titolo.
Si farà chiamare Lionel e chiamerà il principe non altezza reale come lui vorrebbe ma semplicemente Bertie.

Da subito Logue capisce che il problema della balbuzie di cui soffre il principe non è parte integrante di lui, perché quando pensa, quando parla con se stesso, non balbetta.
Da questo momento, tra alti e bassi, tra abbandoni e ritorni, inizia la lunga conoscenza tra i due.
Conoscenza diretta a far riaffiorare i ricordi di infanzia del principe, a scavare nel suo passato, nelle sue emozioni e nei suoi dolori al fine di ricercare l’origine del problema perché qualunque problema per essere affrontato e sconfitto deve essere conosciuto nella sua interezza.
Ma questo però avviene solo con il passare del tempo, solo quando tra i due si instaura una certa simbiosi. Inizialmente infatti, per volere del principe e della sua consorte, Logue dovrà limitarsi a trattare solo la superficie del problema, dovrà semplicemente aiutare il principe a “risolvere le difficoltà meccaniche” che egli ha nel parlare.
Iniziano così una serie di esercizi per il rilassamento dei muscoli della mascella, per il rafforzamento della lingua, ripetizione continua di scioglilingua.

Intanto siamo giunti al 1936 e Re Giorgio V, ormai da tempo gravemente malato, si spegne.
A lui succede il primogenito Edoardo che diventa così Re Edoardo VIII il quale, nonostante il suo nuovo ruolo all’interno della famiglia reale, non interrompe la relazione con la donna della sua vita Wallis Simpson di Baltimora, anzi è sempre più intenzionato a sposarla.
Iniziano le pressioni sul nuovo Re. Quale Capo della Chiesa d’Inghilterra non può sposare una donna divorziata.
Una donna di dubbia moralità, una donna che oltre ad aver divorziato due volte, intrattiene “rapporti amichevoli” oltre che con il Re anche con un venditore di auto e con l’ambasciatore di Hitler.
Sulla base di ciò il Governo pone al Re una sola alternativa: O abdica oppure il Governo si dimette lasciando così il Paese allo sbando senza Governo.

Il Re Edoardo VIII, per amore, rinuncia al Trono ed a lui succede il fratello Albert che per continuità nel nome e nell’operato del padre si fa chiamare Re Giorgio VI.

Intanto, dopo una breve interruzione, la terapia con il signor Logue continua.
Logue invita Re Giorgio VI a non temere più le cose che temeva quando aveva cinque anni. Ora Logue afferma: “ Bertie, siete padrone di voi stessi ”. E ancora “ Avete una grande perseveranza Bertie, siete il più coraggioso di tutti. Sarete dannatamente bravo ”.
Con queste parole finisce il mio racconto. Il resto è storia.
Conclusione

Devo dire con tutta franchezza che questo film mi ha divertito molto e allo stesso tempo mi ha fatto riflettere.
Mi ha fatto riflettere su quanto conta nella vita la forza d’animo di una persona.
Ognuno di noi può raggiungere l’obiettivo che desidera raggiungere se solo lo vuole.
Bisogna essere determinati nella vita, bisogna mostrare le proprie debolezze, bisogna vincere le proprie paure e se qualche volta siamo presi dallo sconforto, pensiamo al nostro passato e al nostro presente per affrontare meglio il futuro.
Pensiamo a chi eravamo, a chi siamo, e chi invece vorremmo essere. Pensiamo a quale ruolo ricopriamo nella famiglia e nella società e quale invece vorremmo ricoprire.
Posti gli obiettivi non ci resta tirar fuori quella grande forza di volontà che è dentro ognuno di noi ed iniziare a percorrere la strada che ci porterà alla vittoria.

Mentre scrivo mi viene in mente la frase di Vittorio Alfieri che fino a questa mattina è stata presente nel mio “Su di me”: “ Volli, sempre volli, fortissimamente volli ”.
Il principe Albert voleva con tutte le sue forze guarire dal problema della balbuzie.
La sua determinazione l’ha portato lontano.
Seguiamo il suo esempio.

Infine per completezza ecco a voi il cast completo:

Regista
Tom Hooper

Attori
Colin Firth,
Geoffrey Rush,
Helena Bonham Carter
Guy Pearce
Jennifer Ehle
Derek Jacobi
Michael Gambon
Timothy Spall
Anthony Andrews
Filippo Delaunay
Dominic Applewhite
Jasmine Virtue
Max Callum
Tim Downie
James Currie
Harry Sims
Anna Reeve Cook
Mark Barrows
Sean Talo
Dick Ward
Mary Robinson
Naomi Westerman
Freva Wilson
Eve Best

Grazie a tutti per la lettura.


Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
erratacorrige0

erratacorrige0

26.03.2013 08:58

Impeccabile recensione, anche nei particolari.

Marybelle

Marybelle

08.03.2013 15:11

ottima recensione

Les1995

Les1995

17.07.2012 15:59

Recensione veramente eccellente, sia per la minuziosa descrizione del film, che per la narrazione, BRAVA

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento
Compara i prezzi ordinate per Prezzo
Discorso del Re (DVD)

Discorso del Re ​(DVD)

regia di Tom Hooper con Colin Firth; Geoffrey Rush; Helena Bonham Carter; Guy ...

continua

€ 6,99 Ibs.it 248 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: Disponibilità immediata

     Al negozio  

Ibs.​it

Il Discorso Del Re (2 Dvd)

Il Discorso Del Re ​(2 Dvd)

Su Amazon.it dal: 2011-05-11

€ 8,90 amazon.it dvd 531 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: Generalmente spedito in 24 ore.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it dvd

Il Discorso Del Re (2 Dvd)

Il Discorso Del Re ​(2 Dvd)

Su Amazon.it dal: 2011-05-11

€ 9,27 amazon.it marketplace dvd 34 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,99

Disponibilità: Generalmente spedito in 1-​2 giorni lavorativi.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it marketplace dvd



Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd) è stata letta 669 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (91%):
  1. erratacorrige0
  2. Les1995
  3. Rossella1978
e ancora altri 70 iscritti

"molto utile" per (9%):
  1. Marybelle
  2. alex22g
  3. Parsito
e ancora altri 4 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Prodotti interessanti per te
Io La Conoscevo Bene (Dvd) Io La Conoscevo Bene (Dvd)
Numero dischi: 1 - Durata: 112' - Regia: Antonio Pietrangeli - Cast: Stefania Sandrelli, Mario Adorf, Franco Nero, Franco Fabrizi, Ugo Tognazzi, Nino Manfredi, Enrico Maria Salerno, Robert Hoffmann, Jean-claude Brialy, Turi Ferro
1 Opinioni
Acquista a soli € 12,86
Vi presento Joe Black (Dvd) Vi presento Joe Black (Dvd)
Regia: Martin Brest - Cast: Anthony Hopkins, Brad Pitt, Claire Forlani, Jeffrey Tambor
109 Opinione
Acquista a soli € 5,50
Al di la dei sogni (Dvd) Al di la dei sogni (Dvd)
Nazione: USA - Durata: 108' - Regia: Vincent Ward - Cast: Annabella Sciorra, Cuba Gooding Jr, Max Von Sydow, Robin Williams
106 Opinione
Acquista a soli € 4,96