Il Maledetto United (Dvd)

Immagini della community

Il Maledetto United (Dvd)

L'avvincente e disperata cronaca dei quarantaquattro giorni dell'eccentrico Brian Clough da allenatore del Leeds United. Il ritratto di uno dei piu ca...

> Vedi le caratteristiche

90% positiva

4 opinioni degli utenti

Opinione su "Il Maledetto United (Dvd)"

pubblicata 17/02/2012 | ste2479
Iscritto da : 09/09/2004
Opinioni : 425
Fiducie ricevute : 71
Su di me :
Buono
Vantaggi la ricostruzione storica, la bravura dei protagonisti
Svantaggi --
molto utile
Qualità Video (DVD):
Qualità Audio (DVD):
NUMERO SOTTOTITOLI
ETA' MINIMA
Trama

"Il maledetto United....la storia del Mourinho degli anni '70"

TRAMA:
Inghilterra, 1974.
L’allenatore della nazionale inglese Alf Ramsey, dopo non essere riuscito a qualificarsi per la coppa del Mondo 1974, viene licenziato e sostituito da Don Revie, che negli ultimi anni aveva vinto tutto con il Leeds United.
Come nuovo allenatore del Leeds viene chiamato Brian Cough (Michael Sheen), l’ex CT del Derby Country, da sempre molto critico di questa squadra per i suoi comportamenti violenti e antisportivi dettati dal vecchio allenatore.


Con un flash back si ritorna al 1968 e ci viene mostrato quali sono le radici del grande odio tra i due.
Cough, che allena il Derby Country, si trova infatti ad affrontare il Leeds United di Revie in una partita di Coppa.
Durante quella partita, vinta 2-0 dal più quotato Leeds, Revie ignora completamente il collega e non lo degna neanche di un saluto o di una stretta di mano.

Cough, che naviga con la sua squadra nei bassifondi della Seconda Divisione (la nostra serie B), si mette così in testa di vendicarsi dell’affronto e per farlo ingaggia tre giocatori per rafforzare la squadra.
Grazie al veterano Dave Mackay e a due giovani promettenti la squadra migliora e scala la classifica fino ad arrivare alla promozione in Prima Divisione, la stessa del “maledetto United”

Si ritorna al 1974 nel primo giorno di allenamento di Cough al Leeds United. Con la sua solita arroganza l’allenatore dice ai giocatori che tutte le medaglie e i trofei vinti in passato li possono buttare nel gabinetto perché sono stati vinti in modo disonesto e antisportivo.
Il nuovo modo di giocare sarà impostato sulla correttezza e sul bel gioco e chi nominerà ancora il vecchio allenatore subirà delle punizioni.
I giocatori, come era prevedibile, non la prendono benissimo e durante la prima partita contro il Liverpool giocano esattamente alla vecchia maniera….risse, calci, pugni a tradimento, falli per far male agli avversari.

Con il consueto Flash back si ritorna al campionato 70/71 quando il Derby Country vinse il titolo inglese grazie ai metodi di Cough e al fiuto del suo collaboratore Taylor nello scoprire giovani talenti.
L’anno successivo il Derby Country partecipa alla Coppa dei Campioni ed arriva ad affrontare la Juventus in semifinale.
Tre giorni prima dell’importante sfida c’e’ però la partita di campionato con il solito e maledetto Leeds United di Revie.
Cough non ascolta il Presidente Longson e schiera la migliore formazione possibile….la sua ossessione di battere il Leeds di Revie è ogni anno più alta...
I giocatori del Leeds si dimostrano i soliti macellai e massacrano di botte i colleghi del Derby.
La squadra arriva così alla partita contro la Juventus in pessime condizioni fisiche e perde malamente.

Durante la conferenza stampa Cough si scaglia contro il suo presidente definendolo taccagno e incompetente….decide poi di “farlo fuori” e dà le dimissioni sue e del collaboratore Taylor.
E’ infatti convinto che le dimissioni verranno rifiutate dal consiglio direttivo del club e verrà licenziato lo stesso presidente per incompetenza.
Le dimissioni vengono però accettate e con grande disperazione dei giocatori e dei tifosi il mister Cough deve abbandonare il club.

A Cough e Taylor viene successivamente offerto un posto come manager al Brighton & Albion, club di terza categoria (Serie C).
I due accettano ma durante una vacanza a Maiorca vengono contattati da un dirigente del Leeds United che offre un posto per la stagione successiva quando il vecchio allenatore Revie andrà ad allenare la nazionale.
Cough accetta ma Taylor decide di rispettare la parola data al Brighton. Dopo un’accesa discussione i due amici si separano…

Si Ritorna al 1974 . Il Leeds, dopo la sconfitta con il Liverpool, rimedia altre figuracce e Cough, dopo solo 44 giorni, viene esonerato.
L’uomo, dopo un’intervista televisiva in cui affronta il vecchio rivale Revie, si reca poi a Brighton a scusarsi e fare pace con Taylor..

I due, di nuovo insieme, verranno poi assunti dal Nottingham Forest…..
Qui, oltre a vari titoli nazionali, riusciranno a vincere addirittura due Coppe dei Campioni consecutive !

OPINIONE:
Il calcio è probabilmente il meno cinematografico degli sport.
Sarà perché un attore che non sa giocare si percepisce subito…sarà anche che non è un fenomeno americano e solo gli americani hanno i mezzi economici e l’approccio giusto per spettacolarizzare uno sport in un film.
Così bisogna accontentarsi di vedere non gol e assist ma tutto quello che gli ruota intorno, come la vita dei protagonisti.

E dopo “Best”, incentrato sulla vita di George Best, è recentemente uscito “Il maledetto United” che non si riferisce al Manchester come in molti potranno pensare, ma al Leeds United…nobile attualmente decaduta del calcio inglese.

Il film racconta i 44 giorni in cui Brian Cough allenò con scarsi risultati questa “maledetta” squadra fino ad esserne esonerato.
Una squadra, quella del Leeds, da lui sempre esplicitamente detestata ma anche invidiata al punto da farsene una malattia.

Un unico neo di questo grande allenatore e showman che reggeva la telecamera con un incredibile faccia da schiaffi.
Un uomo che credeva fortemente in sé stesso, ma che aveva una grande affezione alle persone che gli stavano intorno….dai suoi giocatori, ai collaboratori, ai tifosi.

“Il maledetto United” è una bella storia di calcio nella terra del calcio, quando il calcio non era ancora sponsor, miliardi e Pay TV.

Le ambizioni, le imprese, le rivalità tra club storici, il riuscitissimo sfondo di vita quotidiana dell’Inghilterra anni ’70.
Un ottimo film, distribuito in Italia solo in DVD, che racconta con stile ed efficacia la storia di un uomo e delle sue sfide, sportive e più spesso personali.

Consigliato sicuramente…agli amanti del calcio e non….

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 635 volte e valutata
91% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • alex22g pubblicata 03/03/2012
    gran bel film
  • danidani78 pubblicata 22/02/2012
    devo vederlo,mi ha incuriosito...
  • rhea85 pubblicata 20/02/2012
    ottimo
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Il Maledetto United (Dvd)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Il Maledetto United (Dvd)

Descrizione del fabbricante del prodotto

L'avvincente e disperata cronaca dei quarantaquattro giorni dell'eccentrico Brian Clough da allenatore del Leeds United. Il ritratto di uno dei piu carismatici e controversi allenatori di tutti i tempi.

Caratteristiche Tecniche

Genere: Drammatico

Produttore: Sony Pictures

Regia: Tom Hooper

Cast: Jim Broadbent, Michael Sheen, Colm Meaney, Timothy Spall

Numero dischi: 1

Anno di Uscita: 2010

Consigliato: per tutti

Formato: Dvd

Durata: 94'

Titolo Originale: The Damned United

Lingue: Francese, Inglese, Italiano

Sottotitoli: Francese, Inglese, Italiano, Olandese, Arabo

Formato Video: Wide Screen

Formato Audio: Dolby Digital 5.1

Sistema: Pal

Area DVD: Area 2 (Europa/Giappone)

EAN: 8013123035714

Ciao

Su Ciao da: 21/06/2010