In questo mondo di ladri - Antonello Venditti

Immagini della community

In questo mondo di ladri - Antonello Venditti

EAN: 8003724123736

> Vedi le caratteristiche

91% positiva

7 opinioni degli utenti

Opinione su "In questo mondo di ladri - Antonello Venditti"

pubblicata 12/12/2013 | Physces
Iscritto da : 31/10/2013
Opinioni : 663
Fiducie ricevute : 54
Su di me :
Tornato tra voi... o almeno spero...
Soddisfacente
Vantaggi Una manciata di brani all'altezza, qualche testo veramente ispirato
Svantaggi Troppi riempitivi, canzoni eccessivamente banali
molto utile
Design del disco
Qualità dei testi
Qualità della musica
Voce artista
Originalità

"In questo mondo di ladri: un mondo qualsiasi!"

Antonello Venditti - (1988)

Dopo il flop senza attenuanti di "Venditti e segreti", il cantautore romano trova la forza e la voglia per rialzarsi e ripartire al galoppo, fiutando l'aria che tira nei gusti del pubblico e piazzando almeno un paio di canzoni che ci mettono pochissimo ad entrare nella storia della musica leggera italiana.

Innanzi tutto la title track e quel sibillino verso che dice "Voi che vi divertite tra voi...", slogan di un'immediatezza e forza piuttosto rare.
Poi la nenia struggente che apre il disco, quella "Ricordati di me" che fa tornare alla mente le più belle ballate del Venditti di qualche anno addietro, pur non riuscendo ad avvicinarne del tutto la qualità.

Su un livello più che discreto ci sono anche la mossa "Miraggi" e la conclusiva "Ma che bella giornata di sole".
Diciamo che per almeno metà disco le musiche sono piacevoli e i testi scorrono tra slogan brucianti e sottili palpiti al cuore in un letto di discreta intensità artistica.

Poi ci sono anche gli altri quattro brani..tra il brutto e l'imbarazzante. Su tutte spicca "Il compleanno di Cristina" che inizia con le parole: "Ti ricordi quella strada; eravamo io e te; e la gente che correva; quanta gente intorno a noi..". Ma chi l'ha scritta? Un bambino dell'asilo?

E non va certo meglio con "Correndo Correndo" in cui il sound è copiato pari pari da quello Sting che era stato vittima e simbolo di tante cose che non andavano solo un paio d'anni prima.
E se la banale "21 modi per dirti ti amo" rimane incastonata nella mediocrità, "Mitico Amore" è una canzone più ambigua, poetica a tratti ma che non riesce mai a convincere del tutto dal punto di vista strumentale, con accompagnamenti di tastiere troppo pomposi, esagerati per l'intimità che evocano i testi.

Il tutto per un album meraviglioso se paragonato al suo diretto predecessore, ma in fondo caratterizzato a sprazzi da una vena artistica ritrovata solo in parte, sepolto da troppe incoerenze musicali e da eccessive strizzate d'occhio al grande pubblico.
Un album che si basa su due-tre brani ottimi e una valanga di riempitivi: un album qualsiasi!


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 297 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • pensolo pubblicata 15/12/2013
    eh no eh..il compleanno di cristina non si tocca! Per il resto concordo quasi in toto
  • epyman_2.0 pubblicata 12/12/2013
    lo ricordo molto bene
  • v1979 pubblicata 12/12/2013
    grazie delle info
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : In questo mondo di ladri - Antonello Venditti

Descrizione del fabbricante del prodotto

EAN: 8003724123736

Caratteristiche Tecniche

Tipo: Album

EAN: 8003724123736

Artista / Gruppo: Antonello Venditti

Ciao

Su Ciao da: 29/08/2000