Information Rules. Le regole dell'economia dell'informazione (Hal R. Varian, Carl Shapiro)

Immagini della community

Information Rules. Le regole dell'economia dell'informazione (Hal R. Varian, Carl Shapiro)

I beni immateriali basati sull'informazione, dai film alla musica, dai codici software alle quotazioni di Borsa, hanno preso il posto dei prodotti ind...

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

2 opinioni degli utenti

Opinione su "Information Rules. Le regole dell'economia dell'informazione (Hal R. Varian, Carl Shapiro)"

pubblicata 09/12/2001 | mecmary
Iscritto da : 21/07/2000
Opinioni : 476
Fiducie ricevute : 254
Su di me :
Ottimo
Vantaggi molto interessante e concreto
Svantaggi a volte troppo tecnico
molto utile
Contenuti
Reperibilità
Qualià Materiale

"L'economia nell'era di internet"

Informazione è tutto ciò che può essere digitalizzato, tradotto in bit.
Produrre un'informazione costa ma riprodurla no (in termini tecnici il costo marginale è pari a zero).
Il suo prezzo deve essere fissato in base al valore intrinseco, non al costo.
Le infrastrutture tecnologiche, facilitando l’accesso alle informazioni, ne aumentano il valore.
Dunque l’informazione è un prodotto a tutti gli effetti, e come tale possiede un peculiare mercato di scambio.

Shapiro analizza questo fenomeno in tutti i suoi aspetti, parlando in prima persona e rivolgendosi direttamente all’interlocutore target di questo libro: il manager.

Il primo capitolo descrive gli aspetti salienti dell’economia dell’informazione, le caratteristiche del bene in esame (che vi ho sommariamente elencato all’inizio), le regole base del mercato.
Il secondo suggerisce come fissare il prezzo del nostro output informativo (o informatico): personalizzandolo a seconda del cliente obiettivo, della versione di prodotto, del raggruppamento di consumatori effettuato.
Il terzo capitolo parla del versioning: la strategia ottimale per un’impresa che produce materiale informativo è proporre versioni differenti a clienti opportunamente clusterizzati (suddivisi in gruppi omogenei) .
Un problema particolarmente sentito nella gestione dell’informazione è l’assegnazione dei diritti di proprietà ed il loro necessario rispetto. Di questo si discute nel capitolo quarto.
I capitoli 5 e 6 parlano dell’individuazione e della gestione dell’effetto lock in, ossia dell’effetto “intrappolamento” a cui i clienti di una specifica impresa sono sottoposti. Il fenomeno in questione dipende dagli elevati costi che spesso vanno sostenuti per cambiare fornitore (switching costs). Un classico esempio di lock si ha quando un consumatore acquista un bene formato da più componenti complementari e durevoli, specifici per un sistema di Hi-Tech.
Il capitolo 7 presenta il fenomeno degli effetti di rete: nelle reti, reali o virtuali che siano, il valore che ciascun utente assegna al connettersi dipende dal numero di altre persone che già vi fanno parte. Si parla poi di feedback positivo: il successo si trasforma in ulteriore successo, innestando un circolo virtuoso per l’impresa leader.
L‘effetto feedback è particolarmente forte proprio nelle economie di rete.
Il capitolo ottavo parla della strategia di cooperazione, come unica possibilità di salvezza in un mondo come quello informatico.
Ciò è particolarmente vero nella lotta per l’affermazione dello standard. Di quest’ultimo argomento si trova trattazione nel capitolo seguente.
Sono gli utenti con le loro aspettative (autoverificantesi, come le teorie sociali ci insegnano) a determinare il successo di quella o quell’altra tecnologia e di elevarla a livello di standard.
Infine una veloce ed interessante esposizione della regolamentazione nel settore del’informazione.

Un libro veramente ricco ed attuale, adatto a tutti coloro che si interessano di sistemi informativi, internet e tecnologia e desiderano capire fino in fondo le dinamiche economiche e comportamentali del processo di gestione dell’informazione.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 2348 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • freedom pubblicata 04/01/2002
    Ho notato ora i miei amatissimi Shapiro e Varian... Information Rules è libro di testo in ben 4 esami diversi nella mia università, e sono tutti e 4 nel mio piano di studi :) "L'informazione è costosa da produrre, economica da riprodurre" Mi sa che frequentiamo la stessa università :)
  • paola_82 pubblicata 28/12/2001
    opinione interessante, paola
  • epy pubblicata 10/12/2001
    Un'opinione davvero strepitosa!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Information Rules. Le regole dell'economia dell'informazione (Hal R. Varian, Carl Shapiro)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Information Rules. Le regole dell'economia dell'informazione (Hal R. Varian, Carl Shapiro)

Descrizione del fabbricante del prodotto

I beni immateriali basati sull'informazione, dai film alla musica, dai codici software alle quotazioni di Borsa, hanno preso il posto dei prodotti industriali come elementi trainanti dei mercati mondiali. Molti operatori reagiscono a questo cambiamento cercando nuovi paradigmi economici che li aiutino nelle decisioni imprenditoriali. Gli autori di questo libro invitano però alla cautela: se la tecnologia cambia, le leggi dell'economia rimangono le stesse. Al giorno d'oggi, dunque, è più che mai fondamentale, per progettare strategie competitive e di successo, comprendere queste leggi e la loro importanza per la merce "informazione". Il volume introduce e spiega i concetti economici necessari per orientarsi nella nuova "network economy".

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788845309670

Tipologia del prodotto: Libro

Autore: Carl Shapiro, Hal R. Varian

Traduttore: P. Lupi, F. Manenti

Numero totale di pagine: 416

Alice Classification: Economia

Editore: Etas

Data di pubblicazione: 1999

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 09/12/2001