Interstudio viaggi

Immagini della community

Interstudio viaggi

> Vedi le caratteristiche

92% positiva

5 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Interstudio viaggi"

pubblicata 15/09/2017 | supercocco78
Iscritto da : 30/08/2005
Opinioni : 1106
Fiducie ricevute : 853
Su di me :
Visto il momento, perché invece di continuare a fare click circle assurdi e votare senza leggere, non vi fate una buona volta un'analisi di coscienza? non vi rendete conto che se il sito ha dei problemi è solo colpa di questo?
Ottimo
Vantaggi vedi opi
Svantaggi vedi opi
Eccellente
ASSISTENZA NEL LUOGO DI VILLEGGIATURA
VERIDICITA' DEI CATALOGHI
RAPPORTO PREZZO/QUALITA'
VARIETA' DELL'OFFERTA
TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI

"IL MIO PRIMO VIAGGIO A LONDRA"

Il diploma sul davanti

Il diploma sul davanti

Domenica scorsa ho letto un'opinione su questo servizio e ho pensato di esprimere il mio parere anche io dato che ho avuto a che fare con questo servizio... la mia esperienza è molto datata dato che risale addirittura a 21 anni fa, al 1996, ma se anche oggi la gente si affida a loro è perché noto che il servizio è rimasto immutato nel tempo ed è quindi ancora oggi molto affidabile...

LA MIA ESPERIENZA


Come detto, la mia esperienza con loro risale al 1996. Con Interstudioviaggi ho effettuato una vacanza studio a Londra tra il 28 giugno e il 18 luglio di quell'anno. Non entro nel merito di tutto ciò che ho visto in quelle tre meravigliose settimane a Londra ma voglio parlare dell'organizzazione e dello staff che ci ha assistiti per tutta la durata della vacanza..

Era il 18 giugno 1996 e il punto di ritrovo per la partenza era alle 14 all'aeroporto di Linate. La ho trovato una ragazza di nome Barbara che con un cartello aspettava tutti i ragazzi del gruppo. C'erano ragazzi da tutto il nord Italia, da Trieste ad Aosta. La vacanza studio era riservata ai ragazzi dai 14 ai 18 anni quindi io ero uno dei più grandi all'interno del gruppo. Ho subito fatto amicizia con Luca, 14 anni, e con cui avrei poi condiviso numerose avventure nelle 3 settimane a venire ma questa è un'altra storia perché in questa opinione devo dedicarmi solo a cosa prevedeva la vacanza studio.

Il volo era un charter abbastanza economico ma tutto è andato bene. Atterraggio a Gatwich alle 16:30 locali (17:30 ora italiana) un pullman ci ha poi portati al college situato nel settore Nord ovest di Londra nel quartiere di Hampstead. Le stanze destinate al nostro gruppo erano situate al piano primo dei dormitori del college. Erano tutte stanze senza bagno ma con solo un lavandino per lavarsi. I bagni erano situati nel corridoio insieme alle docce quindi spesso era necessario fare i turni. Il mio gruppo era composto da una trentina di persone e al ritorno da una gita tutti avevano necessità di farsi la doccia, io compreso.
Oltre alle stanze e al bagno, sul nostro piano c'era un locale cucina che noi utilizzavao anche come punto di ritrovo. La prima sera, dato che era ora di cena, ci siamo preparati un bel piattone di pasta fumante all'italiana (e sarebbe stata l'ultima volta in 3 settimane)
Dicevo che il mio gruppo del nord Italia occupava tutto il primo piano. Al piano terra della struttura ha trovato posto invece un gruppo proveniente da Firenze mentre al secondo piano c'era un gruppo di Rieti / Latina partiti da Fiumicino e uno di Napoli.

Distaccato dai dormitori c'era il complesso delle aule. Al piano terra di questo complesso c'era la sala comune dove ci si poteva anche trovare a chiaccherare, a prendere qualcosa dal bar e anche a vedere la tele (una sera io e Luca ci siamo visti Apollo 13) ai piani sottostanti trovava posto la mensa e le aule.

Ora vediamo in cosa consisteva la vacanza studio

ORGANIZZAZIONE DELLE GIORNATE


Il viaggio organizzato dalla interstudio viaggi prevedeva quanto segue:

Dal lunedi al venerdi dalle 9 alle 12 e dalle 13:30 alle 16 lezioni in classe.
Il sabato escursione a Londra per tutto il giorno
La domenica escursione fuori porta in pullman ... nelle 3 domeniche passate qui siamo stati a Brighton la prima (luogo dove sorge un parco di divertimenti sul mare teatro anche di una puntata di Mister Bean, se conoscete il personaggio, a Windsor la seconda e a Oxford la terza (più precisamente all'università di Oxford che è grande quasi come un'intera città).

Il primo lunedi, che era il terzo giorno del nostro viaggio contando che eravamo arrivati di venerdi sera, prima di cominciare le lezioni abbiamo dovuto fare un colloquio con un professore per essere poi smistati nelle varie aule. Il colloquio serviva per capire il proprio livello di inglese per poter quindi essere messi in una classe adeguata. I livelli erano 4: beginner, amateur, intermediate e advanced. Io sono stato messo al livello 4: advanced. Mi ero scoperto inglesista solo durante il precedente anno scolastico quando avevo preso il mio primo 9 1/2 in un compito in classe di inglese. E da li mi sono reso conto che non avevo nemmeno bisogno di studiarlo perché mi veniva automatico.

La mia classe era al livello -1 della struttura della sala comune.. lo chiamo livello -1 ma non è un piano interrato. La struttura si trovava su una piccola collinetta e quindi anche i livelli sottostanti avevano comunque finestre e areazione naturale dato che si trovava lungo il fianco della collina.

Per quanto riguarda la mia classe le lezioni erano così suddivise:
Alla mattina avevamo una professoressa che ci faceva leggere in inglese alcuni testi e poi si discuteva con lei le cose più interessanti. Qui ho fatto la mia conoscenza con il romanzo "The picture of Dorian Grey" di Oscar Wilde. uno dei temi più approfonditi del corso mattutino era proprio riferito a questo libro che ha molto da insegnare e penso che non ci sia bisogno di spiegare che cosa sia..

Al pomeriggio, invece, avevamo un altro professore con cui la lezione era di tipo colloquiale. Si parlava molto con lui e si discuteva di argomenti di attualità. Questo professore lo ricorderò sempre perché era 100% british sia dal modo di parlare molto scandito e molto lento, sia perché si chiamava John Smith, nome che è come il famigerato Mario Rossi in Italia ahahah. Mi ricordo il nome di lui ma non ricordo il nome della professoressa del mattino, forse perché non era un nome così "famoso" eheh.
Sempre al pomeriggio, i giovedi, il professore ci mandava a fare delle ricerche in giro per Londra. Un giovedi ci ha assegnato il compito di intervistare alcuni passanti niente popò di meno che a WEMBLEY e così siamo andati allo stadio più famoso d'Europa per fare interviste. Non era molto lontano, solo 5 o 6 fermate di metro dal nostro college così abbiamo scelto questo mezzo di trasporto... siamo stati "sfortunati" perché tutti i passanti fermati in quella zona erano italiani... per molti poteva essere una fortuna ma il nostro scopo era fare interviste in inglese ovviamente

SERATE

La maggior parte delle sere per cena avevamo la mensa del college. La mensa era aperta dalle 18:30 alle 19:30. Io e Luca andavamo sempre all'apertura per poter essere liberi dopo. Dopotutto le 18:30 di Londra erano le 19:30 ora italiana quindi era come mangiare al nostro solito orario. I martedi, invece, veniva organizzata la grigliata nel giardino del college e quindi optavamo per cenare li.

La sera eravamo piuttosto liberi di fare quello che volevamo. I nostri accompagnatori, di cui parlerò in seguito, a volte ci offrivano di fare qualche giretto in città ma la scelta era personale.. io e Luca siamo rimasti spesso al college alla sala comune a scambiare 4 chiacchere con il direttore Alberto (italo argentino) o a vedere dei film.. Siamo poi andati al cinema una sera a vedere Mission Impossible (con Tom Cruise) e una sera siamo andati al Quasar, una sala giochi dove, divisi in squadra, e dotati di pistola laser e pettorina, si doveva girare per un labirinto a uccidere i membri della squadra avversaria.. una sorta di Unreal tournament in versione reale o di quei videogiochi che hanno la modalità "deathmatch" come possibilità di gioco... è stato molto divertente.. Non avevamo un coprifuoco ma comunque ci è sempre stato detto di restare con almeno un accompagnatore.

LE GITE


E veniamo alle gite. Non parlo nel dettaglio di cosa ho visto in gita ma di cosa ci ha offerto l'agenzia..
Le gite venivano fatte alla domenica. Lo staff ci dava un sacchetto con il pranzo al sacco all'inglese.. le gite duravano tutto il giorno con partenza intorno alle 8:30 e ritorno alle 18 circa.
Dico la verità: nonostante il pranzo al sacco, quasi nessuno di noi ha usufruito del contenuto del sacchetto che per molti, me compreso, era disgustoso. I sandwich in particolare contenevano qualcosa che non ho mai identificato tipo salse dense che io consideravo come muco di naso o poltiglie varie tanto che io e Luca abbiamo rinominato quei panini come "panini atomici".. non me ne vogliano gli inglesi ma io e altri abbiamo preferito mangiare ad un fast food.
Le gite erano guidate ma nel pomeriggio avevamo comunque un paio di ore per girare dove volevamo senza però allontanarci troppo. Dei dettagli di ogni singola gita ne avevo parlato una decina di anni fa in opinioni dedicate e quindi mi fermo qui con la descrizione.

LO STAFF


E veniamo allo staff messoci a disposizione dalla Interstudioviaggi per questa vacanza studio..
Barbara - Barbara era la nostra guida italiana. Partita con noi dall'Italia, è stata la nostra referente per tutto il viaggio. Era molto simpatica anche se una ritardataria cronica tanto che era sempre l'ultima ad arrivare alla partenza delle gite e la prima a non rispettare gli orari di ritrovo... amichevolmente, in perfetto stile alla Diego Abatantuono, Barbara è diventata presto "Spappara" per tutti... un vero peccato che non abbia poi mantenuto quanto promesso alla separazione al termine della vacanza quando ha detto "verso dicembre vi contatterò e ci ritroviamo magari a mangiare una pizza".. ma in realtà nessuno di noi l'ha più sentita.. all'epoca i cellulari non erano così diffusi e i numeri di telefono erano tutti fissi. fosse successo oggi, sicuramente saremmo rimasti in contatto ma purtroppo nel 1996 le cose andavano diversamente.
Calum - Calum era un ragazzo scozzese che aveva il compito di accompagnatore. Mi è stato fin da subito molto simpatico poiché ha espresso la sua simpatia per la Juve che quell'anno aveva vinto l'ultima Champions League (ahime, nonostante tutti i tentativi successivi non l'abbiamo più vinta). Calum era un ragazzo molto tranquillo e simpatico e anche disponibile. Un giorno per omaggiarci si è esibito cantando l'Inno di Mameli che si era studiato per l'occasione...
Craig - Craig era un ragazzo un po' più vivace di Calum. Londinese DOC era un tipo un po' burbero ma decisamente simpatico. Era uno degli "anziani" dato che aveva più di 30 anni ma si divertiva un mondo a stare con noi.
Alberto - Alberto era il direttore del college estivo. Italo-argentino, Alberto viveva in Italia ma durante le estati assumeva il ruolo di direttore per la interstudioviaggi del college di Hampstead. Con lui parlavamo in italiano tranquillamente ed è stato lui a spiegarci il funzionamento delle varie strutture al nostro arrivo. Alberto è stato la mia vittima preferita la sera in cui siamo andati al Quasar, l'avrò ucciso almeno 10 volte e dopo l'ultima mi ha detto "ancora tu? e basta adesso!" ahahah.
George - George era il braccio destro di Alberto, un ragazzo spagnolo un po' troll. Non so come abbia fatto ma è riuscito per tutte e tre le settimane a nasconderci il fatto che vivesse in Italia da anni e che sapeva perfettamente l'italiano. George ci è risultato simpatico fin da subito in quanto ci ha accolti con il tipico gesto fatto da un personaggio famoso di Aldo di Aldo, Giovanni e Giacomo: Rolando che diceva sempre "Non ci posso credere" agitando le braccia vicino alle orecchie... George ha fatto il gesto in inglese dicendo "I can't believe it". E proprio l'ultimo giorno, quando eravamo ormai tutti sul pullman per partire per l'aeroporto, George ci ha rivelato il suo segreto: "Non ci possono credere" ha esordito sempre con il gesto di Rolando e li tutti sono sbiancati per il fatto di avergliene dette di tutti i colori in 3 settimane pensando che non sapesse l'italiano e poi ha detto "ragazzi io vivo in italia da 5 anni e conosco perfettamente l'italiano ma non ve l'ho voluto dire perché volevo divertirmi un po' anche io a sentire i vostri commenti"... era un bel personaggio non c'è che dire..

GIUDIZIO


Penso di aver detto tutto di quanto è successo. É arrivato il momento di spiegare cosa ne penso di questo viaggio e dell'agenzia...
PRO

  • Viaggio organizzato molto bene. La interstudioviaggi ha proprio fatto un bel lavoro. Tutto ben organizzato a partire dai 2 viaggi aerei, alla navetta da e per l'aeroporto agli orari delle lezioni e alle gite. Ineccepibile
  • Staff eccezionale.. La scelta del personale che ci ha accompagnato è stata ottimale. Persone tutte molto simpatiche e disponibili e soprattutto competenti.
  • Suddivisione delle lezioni. Ho apprezzato molto che per dividerci nelle classi è stato fatto un colloquio iniziale. Così ognuno di noi ha potuto seguire un corso relativo al suo livello di inglese.
  • I professori. I due professori che ho avuto io sono stati bravissimi. Molto pazienti nel ripetere le domande se per caso non si fossero capite, e molto disponibili ai colloqui privati.
  • Le gite. Le tappe scelte per le gite fuori porta sono state tutte bellissime.. potrei solo dire che invece di Brighton avrei preferito Cambridge ma poco cambia. Le domeniche erano solo 3 e la scelta era quindi limitata..
  • La libertà. Se è vero che avevamo accompagnatori, è vero anche che avevamo anche una certa libertà di gestione del tempo libero. L'ultimo sabato, ad esempio, io, Luca e altri due ragazzi, siamo andati a Buckingham Palace che non eravamo riusciti a vedere nei due sabati precedenti, mentre nel programma di Barbara erano previste altre attrazioni. La sera potevamo fare quello che volevamo senza problemi.. per qualcuno questo potrebbe essere un "contro" dato che può voler dire che non c'era molto controllo, in realtà io lo vedo come un Pro perché è una dimostrazione di fiducia e infatti non è successo niente.
CONTRO

* cibo al sacco. Non so quanto dipenda da loro, ma il pranzo al sacco che ci veniva dato la domenica era davvero disgustoso. Io sono il primo che quando va all'estero prova le specialità locali ma quello era davvero immangiabile. Potrei estendere la cosa anche a certe pietanze della mensa del college ma in quel caso si potevano evitare le cose che non piacevano dato che si mangiava a buffet.

CONCLUSIONE


Penso che questa vacanza a Londra sia stata la più bella della mia vita. La ricordo ancora come se fosse ieri. Non posso dirvi il prezzo di questa vacanza perché è stato il regalo di mio padre per il mio 18° compleanno e per il fatto che andavo bene in Inglese ma 5 stelle a questa agenzia che mi ha fatto vivere questa esperienza le do tutte senza problemi.. Leggendo l'opinione che mi ha fatto venir voglia di scrivere la mia esperienza, vedo che ancora oggi è ben vista perciò potrei affidarmi ancora a loro in futuro anche se di vacanze studio per quarantenni non credo ne esistano eheheh

P.S. vi posto le foto del diploma che ho conseguito alla fine della vacanza (purtroppo si è un po' rovinato bagnandosi dopo 21 anni) e qualche foto che avevo scattato con la macchina fotografica (purtroppo non digitale dato che non erano ancora così diffuse) che qui ho immortalato direttamente nel loro album fotografico.. se potessi ripetere oggi quell'esperienza altro che 36 foto, ne avrei fatte ben più di 3000.. peccato. a Londra ci sono tornato poi altre 2 volte, una nel 1998 in gita scolastica di quinta superiore e la seconda nel 2013 per un weekend lungo e li mi sono rifatto con le foto

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 395 volte e valutata
92% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • alexxxs77 pubblicata 31/10/2017
    Vedo che ricordi tutto molto bene, anche se sono passati tanti anni. Una bella esperienza sicuramente, complimenti per il diamante.
  • sarad12 pubblicata 26/10/2017
    Eccellente descrizione, grazie
  • Ariel8 pubblicata 15/10/2017
    Londra è fantastica!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Interstudio viaggi

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 14/09/2000