Condividi questa pagina su

verde Status verde (Livello 2/10)

Ajsa

Ajsa

Autori che si fidano di me: 4 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Amo i libri, i film e i videogiochi. Sono una ragazza ordinaria a cui piace confrontarsi. Non ho paura delle critiche, anzi ne faccio tesoro. Spero di poter apprendere un sacco di cose attraverso questo sito.

Opinioni scritte

dal 06/06/2017

13

Final Fantasy VII: advent children (Dvd) 16/06/2017

FINAL FANTASY VII: ADVENT CHILDREN - Un buon prodotto

Final Fantasy VII: advent children (Dvd) Chiunque abbia giocato al bellissimo Ff7, sa che Cloud Strife insieme ai suoi amici, è riuscito a sconfiggere la Shinra Corporation e il suo "progetto" meglio riuscito, il soldier Sephiroth. Advent Children è il sequiel di quell'avventura, ed è ambientato due anni dopo la sanguinosa battaglia. La pace è stata riportata ma a caro prezzo. La terra infatti per salvarsi, ha dovuto utilizzare parte della sua energia interna (lifestream), lasciando un mondo post-apocalittico, semi distrutto. Le città sono ridotte ad un colabrodo e le persone vivono nella miseria più cupa. Inoltre questo avvenimento ha lasciato un'altra pesante eredità: il Geostigma, un morbo famelico, attraverso il quale il corpo umano tenta di liberarsi dei geni di Sephiroth, che hanno infettato la razza degli uomini e il Lifestream stesso. Questa gravosa malattia, colpisce per lo più gli infanti, ma anche qualche adulto. Anche il nostro Cloud sarà infettato. Il film inizia con lui che si trascina agonizzante, tormentato da lancinanti dolori, mentre tenta di affrontare in totale solitudine questo problema. Il tutto sarà aggravato, dalla comparsa di tre nuovi cloni di Sephiroth, intenzionati a ricreare la "MADRE" Jenova e distruggere l'intero pianeta. Ciò riunirà il vecchio gruppo, che grazie al suo magistrale intervento, salverà la situazione anche grazie all'aiuto divino della defunta Aeris. La trama risulta stuzzicante agli occhi di chi ha amato l'episodio della saga, a cui si ricollega questo film. Mentre è ...

X-Men Le Origini - Wolverine (Blu-ray) 15/06/2017

Wolverine e il suo triste passato

X-Men Le Origini - Wolverine (Blu-ray) Premetto che sono un amante degli X- Men e soprattutto di Wolwerine. Per questo ho deciso di scrivere su questo film del 2009, che lo vede come protagonista. In questa mia umile recensione ho intenzione di approfondire l'aspetto psicologico del personaggio, la dualità tra bestia e uomo che lo contraddistingue, l'istinto e il senso del dovere, caratterizzanti il suo essere. Si perché questi sono i punti focali dell'intero film. Il bravissimo regista Gavin Hood, si è impegnato nel mostrare i lati più intimi di Wolverine e Hugh Jackman, dal canto suo, fa quel che deve: urla al cielo di rabbia, dolore e frustrazione in diversi momenti del film, mostra i muscoli pompati e vascolarizzati, lotta come un leone. TRAMA Come avrete potuto intuire dal titolo il film racconta le origini del nostro antieroe. La storia inizia con Jame Howlett, un ricco bambino dalla salute cagionevole che ha come unico amico Victor, il figlio adolescente del suo giardiniere. Una notte quest'ultimo entra in casa ubriaco e litiga con la madre di James, Elisabeth. Il padre disturbato dal fracasso va a controllare cosa succede, ma il tutto si conclude in tragedia. Un colpo di fucile, risuona in tutta la villa. James atterrito scende le scale, ma al suo arrivo trova il presunto padre privo di vita. La vista di una scena tanto violenta innesca i suoi poteri da mutante, tanto da fargli estrarre i suoi artigli ossei. Pieno d rabbia si getta contro il giardiniere, trafiggendolo a morte. Tuttavia questo, prima ...

Street Fighter - Sfida Finale (Dvd) 14/06/2017

Street Fighter - L'Americanata Finale

Street Fighter - Sfida Finale (Dvd) Oggi sono in vena di sfogarmi su questi pessimi film americani, ripresi dai videogiochi che hanno fatto la storia nel mondo del Picchiaduro. Ora parlerò di Street Fighter, film uscito nel 1994 che vede come protagonista un sudatissimo e pompatissimo Jean-Claude Van Damme nei panni del colonnello Guile. E chi altro, poteva esserlo in un prodotto tipicamente americano??? Se non, questo personaggio, odioso, super biondo ( e soprattutto americano) che ero ben lieta di prendere a calci ogni volta che lo incontravo sul ring. Analizziamo la trama. Mr Bison è un dittatore megalomane che tiene in ostaggio settantatré caschi blu presso la città costiera di Shadoloo, chiedendo un riscatto esorbitante alle Nazioni Alleate. Un protagonista stereotipato, richiede un cattivone altrettanto stereotipato. Infatti abbiamo Guile, il tipico eroe invincibile e senza macchia e Bison, il classico malvagio, desideroso di conquistare il mondo con tanto di tirapiedi rincretiniti. Come avrete potuto intuire il nostro colonnello è incaricato di sistemare il dittatore, affiancato dalla bella Cammy interpretata da Kelye Minogue, incentivato anche dal fatto che tra gli ostaggi rapiti sia presente il suo amico, soldato, Carlos Blanka. Nel frattempo, in Thailandia, Ryu Hoshi e Ken Masters (che solo in un film del genere potevano essere dei truffatori e non i protagonisti), si ritrovano al cospetto del boss della mafia thailandese Victor Sagat (qui non è un lottatore), mentre tentano di vendergli delle ...

Tekken (Dvd) 14/06/2017

TEKKEN - IL PUGNO DI FERRO

Tekken (Dvd) Ecco l'ennesimo film tratto da un videogame che delude totalmente le aspettative, di chiunque abbia amato la serie dei videogiochi. Si perché questa è solo un'americanata bella e buona, con tanto di budget spilorcio e cast sconosciuto, che ha come unico scopo quello di ottenere buoni incassi con il minimo sforzo. Partiamo a descrivere la trama. Nel 2039, il mondo è consumato dalle guerre mondiali ed è governato da diverse Multinazionali. La più potente è la Tekken Corporation, controllata dal vecchio Heihachi Mishima. Il suo territorio (Stati Uniti,ovviamente) è mosso dalle rivolte e dal malcontento, a causa dell'estrema povertà a cui è ridotto il popolo. Heihachi, per placare e distrarre la popolazione esasperata, decide di organizzare un torneo di arti marziali, L'Iron Fist. Intanto il figlio Kazuya, bramoso del suo immenso potere, trama per spodestarlo e prendere il suo posto. Poco dopo la storia si sposta sul giovane Jin Kazama, un giovane combattente che vive in una piccola casa con la madre Jun. Il ragazzo non ha mai conosciuto suo padre, convinto del fatto che fosse morto poco dopo la sua nascita. Jun inoltre per motivi assai prevedibili, nutre un odio smisurato nei confronti della Multinazionale, tanto da proibire al figlio di partecipare al suddetto torneo. Tuttavia in seguito all'assassinio della donna da parte delle truppe Mishima, il figlio infuriato s'iscrive per poter affrontare il vecchio e rendere giustizia alla madre. Già l'inizio esprime il livello del ...

Horizon Zero Dawn (PS4) 13/06/2017

Horizon Zero Dawn, un capolavoro, un mondo immenso!

Horizon Zero Dawn (PS4) Oggi ho intenzione di parlare di questo capolavoro assoluto, concepito dai ragazzi della Guerilla Games. Horizon Zero Dawn è un action in terza persona, con una trama ben strutturata e una grafica strepitosa, oltre ad una giocabilità poderosa ed eccezionale. Dopo tante ore passate su questo bellissimo gioco, ora posso esprimere a pieno la mia soddisfazione. Una recensione non basta per descrivere la grandiosità di questo prodotto, tuttavia mi sforzerò al massimo per rendere giustizia a questa perla. Cominciamo quindi, dalla Trama e dalla Narrazione. TRAMA Horizion, non è un RPG, anche se presenta molte delle caratteristiche tipiche del genere, come ad esempio la presenza di dialoghi a scelta multipla, che tuttavia raramente saranno incisivi sulla trama. Gli autori hanno voluto raccontare una storia ben precisa e mai banale, con personaggi non originalissimi, ma profondi e interessanti La civiltà umana, è stata inghiottita dalla natura selvaggia, dominata dalle macchine. Ciò che resta della nostra specie, sono solo piccole tribù, che sopravvivono in un mondo consumato da una misteriosa forza, chiamata "CORRUZIONE". La nostra protagonista sarà Aloy, una giovane donna che lotta per emergere dall'isolamento vigliacco scelto dagli umani. L'inizio sarà piuttosto lento, mirato essenzialmente a presentare il nostro personaggio, per poi lasciare spazio ad una storia coinvolgente e senza tempo. Ben presto emergeranno temi molto solidi, tra cui la critica alla scelleratezza ...

Finocchio 12/06/2017

Il finocchio, un vero toccasana!

Finocchio Oggi ho intenzione di parlarvi del finocchio,una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, originaria dell' Asia Minore, ma diffusa in tutta l'area del Mediterraneo. Il suo aroma particolare simile a quello dell'anice, è dovuto alla presenza dell' anetolo, un’essenza che viene adoperata anche per la preparazione di alcuni liquori, tra cui la sambuca. Esistono due tipi di finocchio, quello selvatico e quello coltivato. Il primo cresce in maniera spontanea e viene esclusivamente utilizzato come pianta aromatica, mentre il secondo è costituito dal "grumolo", un insieme di guaine fogliari bianche e carnose, unite tra loro mediante il fusto. Questa tipologia, ha un sapore decisamente più dolce e delicato rispetto al parente selvatico e viene utilizzato in diversi ambiti. PROPRIETÀ' E BENEFICI DEL FINOCCHIO COLTIVATO Il finocchio è uno degli alimenti meno calorici che abbiamo a disposizione sulla nostra tavola. Infatti ha solo 31 calorie, ogni etto. Oltre a ciò, è ricco di fibre e minerali, sopratutto di potassio. Può vantare la presenza, delle vitamine A,B e C. Inoltre, ha proprietà depurative, in particolare a carico del fegato e del sangue. Ha un fortissimo potere antinfiammatorio. Ma questo ortaggio è conosciuto soprattutto per le sue proprietà digestive. Grazie alla presenza del prezioso anetolo, presente nei suoi frutti (erroneamente chiamati semi) è in grado di contrastare le dolorosissime coliche addominali ed è particolarmente indicato per evitare la ...

Your name (Kimi no na wa) (Shinkai Makoto) 10/06/2017

Your Name, un film che diverte, emoziona e commuove

Your name (Kimi no na wa) (Shinkai Makoto) Oggi ho intenzione di parlarvi di questo capolavoro, sfornato dalla mente geniale di Makoto Shinkai, colui che negli ultimi anni si è guadagnato la reputazione di "Il Nuovo Miyazaki". Questo film d'animazione (meritatamente) ha sbancato nei botteghini giapponesi, superando i dieci miliardi di Yen di incassi. Detto questo iniziamo a parlare del suddetto lavoro. Your Name è un film splendido ed emozionante. Non c'è un fotogramma che non sia perfetto ed elegante, e grazie alla doppia ambientazione il nostro regista è riuscito a narrare al meglio i suoi scenari prediletti, il caos metropolitano e la campagna fatta di tradizioni e beltà. Ho trovato azzecatissima la scelta del contrasto tra tradizione e modernità. In un lato abbiamo la descrizione di una vita cittadina, fatta di smarthphone, mezzi pubblici e rumore, dall'altra invece troviamo un mondo bucolico di templi e foreste incantevoli. La storia, infatti vede protagonisti due ragazzi che vivono in questi ambienti differenti: Taki è un adolescente di Tokio che fa' il cameriere Part-Time, e Mitsuha, è una sua coetanea, intrappolata nella vita monotona di un paesino di montagna. Improvvisamente i due, cominciano, pur non conoscendosi affatto, a scambiarsi di corpo, risvegliandosi l'uno nella vita dell'altra. Inizialmente, i ragazzi saranno, pervasi da un senso di smarrimento e non sapranno come gestire gli insoliti avvenimenti, ma in seguito inizieranno a comunicare lasciandosi messaggi sugli smartphone e nei quaderni di ...

Il giardino delle vergini suicide 09/06/2017

Le sorelle Lisbon e una madre incapace di amare

Il giardino delle vergini suicide Prima pellicola di una giovanissima Sofia Coppola, questo film ha come protagoniste 5 sorelle bellissime, molto infelici. Figlie di una stizzita bigotta e di un uomo completamente assente, le giovani sono costrette a vivere in una prigione fatta di apparenze e finto perbenismo. Il tutto si svolge in un'asettica cittadina dell'Oregon impestata da una malattia intaccante gli alberi, che metaforizza in un certo senso il morbo (ovvero il mal di vivere) che sta logorando le loro menti acerbe. Il punto più emblematico del film viene raggiunto quando la più giovane, Cecilia si toglie la vita, gettandosi sulla ringhiera acuminata del loro giardino. Questo gesto incomprensibile agli occhi dei genitori (convinti di non avere alcuna colpa), risulta invece un chiarissimo segnale del malessere vigente all'interno delle mura domestiche, agli occhi della popolazione che tuttavia rimane inerme dinanzi a ciò. Solo i ragazzi del quartiere, cercheranno di avvicinarsi alle sorelle superstiti, nel tentativo disperato di salvarle da un crudele destino. Voci narranti del film essi racconteranno l'intera vicenda, permeandola di un'atmosfera malinconica e sognante che ha come difetto quello di velare e distorcere la reale natura delle ragazze. Nei loro monologhi (a mio avviso troppo dispersivi) emerge una morbosità ingenua e adolescenziale, rivolta a quelle fanciulle viste come piccole dee irraggiungibili. Tuttavia nonostante gli sforzi e le premure dei ragazzetti,in seguito al totale isolamento ...

The Last Guardian (PS4) 09/06/2017

The Last Guradian - Un gioco, una poesia, un messaggio.

The Last Guardian (PS4) The Last Guardian, uscito dalle magistrali mani di Fumito Ueda (colui che ha realizzato ICO e Shadow of Colossus), sicuramente è stato uno dei giochi più attesi del 2016. La sua, è una storia poetica, intensa, permeata di un'atmosfera onirica e unica. La trama ha inizio con un ragazzino totalmente ricoperto di tatuaggi e vestito da monaco, che assiste un'insolita creatura di nome Trico (uno strano incrocio tra un gatto, un cane e un pennuto che ricorda vagamente Fùcur di una Storia Infinita) ferita sul fianco da delle lance, segni di una cruenta battaglia. Essi si ritroveranno dentro una sorta di prigione, da cui potranno fuggire solo attraverso l'aiuto reciproco. Tra i due nel corso dell'avventura, s'instaurerà un rapporto profondo e simbiotico. Perché sia Trico che il giovane, sono i protagonisti della stessa storia, narrata dalla voce adulta e profonda di un uomo intenzionato a ricordare quei momenti. Potrei definire questo gioco come un enorme platform, fatto di enigmi da risolvere, rovine e montagne, una morbida fuga tra arrampicate interminabili e cunicoli impervi. Durante il corso dell'intera vicenda, noi guideremo i movimenti, del piccolo monaco. Come già accennato in precedenza, il nostro viaggio non potrà avere alcun compimento, senza il nostro fidato compagno di viaggio, peloso. L'enorme bestia ci aiuterà a sconfiggere i nemici che si frapporranno lungo il nostro cammino e sarà la chiave per risolvere i diversi rompicapo presenti nel gioco. Inizialmente avremo solo ...

Final fantasy (Dvd) 08/06/2017

Final Fantasy - una trama non di certo eccelsa

Final fantasy (Dvd) Con la sua grafica strabiliante visto l'anno di uscita (2001), Final Fantasy è uno dei primi film aventi personaggi 'realistici' interamente generati al computer. Purtroppo lo sforzo tecnologico, non è stato in grado di rimediare alla pochezza della trama che risulta piuttosto scontata e sempliciotta. Il film parla di alieni che vogliono spazzare qualsiasi forma di vita attraverso un morbo e dell'umanità che tenta di contrastarli con qualsiasi mezzo, in parole povere roba vista e rivista. Nel cercare un antidoto alla malattia, un gruppo di umani scopre che gli alieni in realtà non sono altro che spettri. Alla fine tra mille difficoltà riusciranno a salvare entrambi, uomini e mostri. Anche il cast (interamente computerizzato) risulta di una scontentezza disturbante. Infatti si può riassumere con un manipolo di eroi squinternati, alcuni dei quali sacrificabili, mostri che si moltiplicano a vista d'occhio e un generale spocchioso e guerrafondaio che vuole bombardare gli alieni (scopiazzati da Alien, tra l'altro) con un super cannone iper-tecnologico, rischiando di distruggere l'intero pianeta. Insomma di "Final Fantasy" a parte il titolo e le scenografie interessanti e suggestive, questo lungometraggio non ha nulla. I ritmi sono piuttosto lenti e le argomentazioni spicciole e blande. Potrei riassumerlo come un enorme videogioco spettacolare, con il quale però non è possibile interagire e giocare. Neanche i sentimenti che traspaiono dalla protagonista, mentre si appresta a ...

Tombi 2 (PS) 08/06/2017

Tombi 2! Il Ritorno del Maiale Malvagio

Tombi 2 (PS) Secondo e ultimo capitolo della sfortunata saga, Tombi 2 si presentò sulla Ps1 nel lontano 2000, completamente rinnovato. Dopo aver recuperato il braccialetto del nonno nel primo capitolo, questa volta il nostro giovane eroe si ritroverà a dover salvare la sua migliore amica, rapita dai tremendi Maiali Cattivi. L'intera vicenda si svolgerà in un continente nuovo, anch'esso sottomesso dalle bizzarre creature. Il cambiamento radicale di questo capitolo rispetto al primo, riguarda il compartimento grafico. Infatti il 2D è stato prontamente sostituito da un 3D delizioso e ben fatto. Il lavoro dei ragazzi della Woopee Camp, è stato egregio, tralasciando qualche texture non curata al dettaglio. Nei livelli regna ancora incontrastato lo scorrimento laterale, mentre nei villaggi si potrà godere dei vantaggi del 3D. Il secondo cambiamento riguarda invece, l'introduzione dei costumi. Attraverso ad essi il nostro ragazzo dai capelli rosa, potrà svolgere delle nuove azioni, ad esempio con il costume da scoiattolo potrà volare. Il reparto armi, tralasciando l'aggiunta del martello e del boomerang di ghiaccio, è rimasto pressoché invariato. Anche la meccanica di base, regolata dagli eventi (missioni) è rimasta uguale. Come spiegato, nella recensione precedente queste missioni andranno superate, al fine di completare il gioco. La difficoltà delle quest è notevolmente aumentata, pur mantenendo alto il loro livello di demenzialità. Altra novità, introdotta sarà Zippo, la nostra coccinella ...

Tombi (PS) 07/06/2017

Tombi e i cattivissimi maiali

Tombi (PS) Divertentissimo, coloratissimo e mai noioso, sono i punti di forza di questa piccola perla della Whoopee Camp, approdata in Europa nel 1998. Tombi, è un gioco bello e interessante, avente una trama semplice ma efficace. Il protagonista di questa avventura è un giovane ragazzo con i capelli rosa, che vive in un'isola semisconosciuta, vigilando sulla tomba del nonno. Un bel giorno,correndo per la prateria, avvista un gruppo di "cattivissimi" maiali Koma che stavano derubando un contadino. Impietosito decide d'intervenire, intraprendendo una battaglia contro i loschi individui. Tuttavia durante lo scontro viene tramortito e derubato dell'oggetto per lui più prezioso, un braccialetto d'oro regalato dal parente defunto. Al suo risveglio, resosi conto del furto si reca dal vecchio saggio del posto, per avere delle informazioni. Esso gli rivela che i suoi nuovi nemici, sono guidati da sette maghi maiali, che con i loro poteri hanno sottomesso l'intera regione. Preso dal senso del dovere il nostro eroe decide d'intraprendere un viaggio pieno di insidie e pericoli, nel tentativo di recuperare il bracciale e salvare l'isola. Tombi è un mondo 2D pieno di colori e dettagli umoristici, un platform/action ben riuscito. Esso presenta anche elementi tipici dei giochi di ruolo. L'intero viaggio sarà suddiviso in ben 130 quest chiamate eventi (di cui 50 inerenti la storia principale) che andranno risolti, per completare il gioco. Inoltre durante la nostra avventura, sarà possibile ottenere ...

Final Fantasy X (PS2) 07/06/2017

Final Fantasy X un viaggio pieno d'amore, speranza e tristezza

Final Fantasy X (PS2) Gioco struggente, intenso e ricco. Probabilmente è il Final Fantasy migliore, uscito per la Playstation 2. Posso definire questo gioco, un vero è proprio capolavoro. Trama intensa, affatto scontata e personaggi ricchi e profondi, sono le chiavi principali di un viaggio che vi terrà col fiato sospeso sino all'ultimo. Il protagonista di questo ennesimo capitolo della saga si chiama Tidus, un bel biondino dal carattere apparentemente estroverso che nasconde dietro al suo sorriso il rapporto difficile con il padre (scomparso dieci anni prima). Questo campione di blitzball, una disciplina che ricorda la pallanuoto ma che si svolge anche sott'acqua e senza esclusione di colpi, in seguito all'attacco di Sin (un mostro gigantesco) si ritroverà improvvisamente catapultato in altro mondo, Spira. Qui conoscerà la giovane invocatrice Yuna e deciderà di accompagnarla per il suo viaggio che la porterà alla tanto esasperata "invocazione suprema", l' unico modo conosciuto per poter sconfiggere la creatura precedentemente citata. Ha un buon livello di difficoltà e una un'ottima longevità. La grafica (pur essendo ormai datata) è strepitosa considerando il suo anno di uscita (2001). I filmati saranno talmente affascinanti e suggestivi che non farete caso al fatto che questo videogames abbia più di quindici anni. Il sistema di combattimento è molto versatile, pur essendo a turni. FFX rispetto ai capitoli precedenti. presenta diverse novità. Il classico sistema di level-up (i 99 Livelli di ...
Torna sopra