Condividi questa pagina su

oro Status oro (Livello 9/10)

Asiuletta

Asiuletta

Autori che si fidano di me: 378 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Ogni volta che torno capisco perché me n'ero andata. - Quando ho tempo scrivo sul blog http://isolanontrovata86.blogspot.it/ (togliendo gli spazi) e sulla pagina facebook Isola Non Trovata

Opinioni scritte

dal 22/03/2006

1054

Maybelline Stick Labbra Baby Lips 21/11/2016

Un po' di colore, ma l'idratazione è finta.

Maybelline Stick Labbra Baby Lips Le labbra, si sa, vanno curate, sia d'inverno, quando sono esposte al freddo e rischiano di screpolarsi, sia d'estate, quando il caldo contribuisce alla loro disidratazione. Ho provato numerosi prodotti e raramente ho trovato qualcosa che potesse dirsi completamente soddisfacente, comunque ho già acquistato due Baby Lips di Maybelline, complice l'accattivante confezione colorata e la reperibilità ampia. Parliamo di un prodotto dal packaging riuscito, infatti vi sono più confezioni colorate per varie gradazioni (arancio, viola, giallo, ecc) alle quali corrispondono profumazioni e colorazioni diverse, mai eccessive. Personalmente ho provato lo stick viola, al cui interno troviamo un balsamo scuro, quasi marroncino, e quello arancio, il cui balsamo labbra ha invece un bel color ciliegia che si nota anche discretamente sulle labbra, quindi fa un effetto simile a quello di un rossetto, ma al tempo stesso più delicato. Questo burro cacao si trova un po' ovunque, non solo in profumeria ma anche al supermercato, ad un prezzo di circa 4 euro. I due prodotti che ho provato hanno a mio avviso una profumazione leggera e gradevole, non invasiva; appena spalmati sulle labbra danno una sensazione di morbidezza. Sono insapori. La tenuta non può dirsi impeccabile, diciamo che è nella media, ogni due ore (forse anche meno) bisogna ripassare. Il vero difetto è proprio lo scarso potere idratante, dal momento che quando il prodotto viene completamente eliminato le labbra restano piuttosto ...

A sud del confine, a ovest del sole (Haruki Murakami) 17/09/2014

Vivere, senza poter tornare indietro.

A sud del confine, a ovest del sole (Haruki Murakami) Hajime è figlio unico: una vera e propria eccezione nel Giappone degli anni successivi al secondo conflitto mondiale. I figli unici erano visti come capricciosi, deboli, eternamente viziati: e Hajime non sopportava questa descrizione, perché la sentiva tremendamente vera, corrispondente alla sua vita. Abbastanza isolato dagli altri compagni di scuola, Hajime stringe un legame di amicizia con Shimamoto, una bambina che zoppica leggermente ed è figlia unica proprio come lui. Trascorre molto tempo in sua compagnia, ad ascoltare dischi di musica jazz e parlare di tante cose, finché gli anni passano e lui, lentamente ma inesorabilmente, si allontana. Vive le prime esperienze sentimentali con una ragazza che gli concede ben poco, e finisce per intrattenere un'intensa relazione basata sul sesso proprio con la cugina di lei: quando la fidanzata lo scoprirà, per lei sarà la fine. "Gli esseri umani a volte sono destinati, per il fatto solo di esistere, a fare del male a qualcuno." Anni dopo, Hajime è sposato e ha due figli; gestisce un jazz bar, conduce un'esistenza tranquilla e normale, ma forse non del tutto appagante. Un incontro sconvolgerà la sua vita. * * * Avevo letto quasi tutti i romanzi di Murakami tranne questo, malgrado in molti me lo avessero consigliato. La spinta definitiva l'ho avuta da una recensione scritta proprio qui. Ho acquistato il libro in versione cartacea, al prezzo di 13 euro, nelle edizioni "Numeri primi", e l'ho letteralmente divorato in una sola ...

Treno di notte per Lisbona (Pascal Mercier) 11/09/2014

Un lento, inesorabile inabissarsi...

Treno di notte per Lisbona (Pascal Mercier) La vita tranquilla e ordinata di un equilibrato professore di Berna viene sconvolta dall'incontro con una donna che sembra volersi gettare da un ponte; l'uomo la ferma e resta affascinato dalla parola "portugues" pronunciata dalle labbra di lei. Il giorno dopo l'insegnante trova un intrigante libro scritto da un tale Prado, autore lusitano, e così decide di abbandonare tutto e partire alla volta di Lisbona: si alza dalla cattedra e se ne va, lasciando a bocca aperta gli studenti. Una volta giunto a Lisbona, si mette sulle tracce dell'autore, conoscendo tutta una serie di personaggi al medesimo legati, e proseguendo nella lettura del manoscritto, di cui vengono riportati numerosi stralci nel romanzo. Letto faticosamente pochi giorni fa, "Treno di notte per Lisbona" mi era stato regalato e mi affascinava non poco, ma purtroppo si è rivelato una delusione. Apprezzo indubbiamente i romanzi dal ritmo lento, riflessivo e intimista, nonché le letture introspettive, al limite con la psicologia e la filosofia, ma ritengo che in questo caso l'autore non sia stato all'altezza della aspettative che lui stesso aveva creato. Il libro infatti inizia con pagine fluide e interessanti, anche moderatamente accattivanti, che sembrano promettere un buon coinvolgimento del lettore. Subisce però una rapida battuta d'arresto e così diventa lento, noioso, talmente dispersivo da stancare il lettore e fargli quasi perdere il filo della vicenda o, peggio, farlo completamente disinteressare alla ...

Clinique Dramatically Different Moisturizing Gel 07/07/2014

Effetto quasi "invisibile"

Clinique Dramatically Different Moisturizing Gel Qualche tempo fa ho acquistato e provato ad utilizzare il trattamento 3 fasi della Clinique, seguendo il test sul sito ufficiale tramite il quale è possibile capire quali sono i prodotti più adatti al nostro tipo di pelle. La terza fase è quella della crema idratante e, nel mio caso, mi veniva suggerito questo gel idratante specifico per pelli da miste a grasse, e ideale per pelli oleose. Personalmente non posso dire di aver amato molto questo sistema in 3 fasi, perché mi è sembrato costoso, non del tutto adatto alla mia pelle e poco naturale negli ingredienti. Nello specifico, il gel idratante si presenta in un tubetto giallo (io ho la taglia da 30 ml perché ho acquistato il mini kit di "prova"), e ha un colore giallino chiaro e un leggero profumo, tutto sommato abbastanza gradevole. La consistenza è fluida e fresca, il prodotto si stende bene sulla pelle e si assorbe abbastanza in fretta. Per quanto ho potuto notare io, però, è insufficiente rispetto alle esigenze della mia epidermide, soprattutto in alcuni periodi: nello specifico, mi è sembrato non abbastanza idratante (le zone secche restano tali) e neppure così indicato per le pelli oleose, perché i punti più lucidi nei periodi più critici del mese restano tali. Sicuramente posso riconoscere che non unge e non mi sembra comedogena. Insomma, non notando alcun tipo di giovamento ho deciso di finire questa crema utilizzandola come base per il trucco quando sono in vacanza - il tubetto è piccolo e quindi pratico - ma ...

L'Erbolario Crema al Biancospino 14/06/2014

Un buon trattamento notturno

L'Erbolario Crema al Biancospino Qualche mese fa, approfittando di un'offerta speciale in farmacia, ho acquistato la Crema Viso al Biancospino de L'Erbolario, marchio con cui del resto mi sono sempre trovata molto bene. La crema è contenuta in un semplice vasetto trasparente con il tappo color verde chiaro, dal formato di 50 ml e ad un prezzo di 17,50 euro, che già non è particolarmente caro: in più, ho avuto appunto la fortuna di trovarla al 30% di sconto perché prossima alla scadenza consigliata. In realtà, poi, la vera scadenza del prodotto si attiva aprendo la confezione, e il pao è di circa 12 mesi. Sapendo che l'avrei usata e che avrebbe potuto utilizzarla anche il mio ragazzo, non ho esitato ad acquistarla e devo dire che ho fatto bene perché è quasi terminata e non si è alterata: con le creme naturali è facile capire quando si rovinano, perché cambiano proprio odore e colore. Nello specifico, parliamo di un trattamento notturno consigliato per pelli giovani che abbiano la caratteristica di essere grasse e impure. Diciamo che la mia pelle non è grassa a livelli estremi, la definirei per lo più mista, ma tende senz'altro all'impurità e dunque questo trattamento mi sembrava idoneo anche perché ho letto sulla confezione che non è aggressivo e che è comunque idratante, e il successivo costante utilizzo me l'ha confermato. Il prodotto ha una consistenza cremosa, un colore bianco panna/giallino e un odore non forte e neppure sgradevole, che poi ovviamente cambia a contatto con la pelle. E' abbastanza ...

Alhambra, Granada 19/05/2014

Il cuore islamico del castello rosso

Alhambra, Granada Prima tappa del mio recente viaggio in Andalusia, l'Alhambra di Granada è - se paragonato con gli altri complessi monumentali della vasta area spagnola - il culmine indiscusso di tutta la zona, ideale dunque per regalarsi un inizio stupefacente o una conclusione indimenticabile e duratura. Prima di tentare di rendere giustizia a parole a questa vera e propria meraviglia, è opportuno precisare alcune informazioni pratiche e indispensabili per chi intenda visitarla. Biglietti, orari, prezzi Ogni giorno sono disponibili ben 6.600 biglietti per la visita dell'Alhambra. Circa un terzo di questi viene venduto in biglietteria, mentre il resto è disponibile on line. Immaginate le mostruose e chilometriche code in biglietteria, soprattutto in alta stagione: invece di essere costretti a presentarsi al mattino presto e sperare di riuscire ad entrare, è decisamente meglio spendere un euro in più a biglietto ed effettuare l'acquisto tramite internet. Anche qui, meglio agire con largo anticipo, ed effettuare l'acquisto due o tre mesi prima: io ad esempio ho prenotato il mese prima e mi sono trovata praticamente costretta ad acquistare un giorno e un orario leggermente diversi da quel che avevo in mente, e a modificare i programmi di conseguenza. E' possibile effettuare la visita di giorno e di sera; la seconda opzione, per quanto suggestiva, è meno indicata per una prima visita. Gli orari di visita sono inoltre suddivisi in due scaglioni, uno mattutino e l'altro pomeridiano. In alcune ...

Dermogella Detergente Liquido 14/04/2014

Ottimo per pelli sensibili

Dermogella Detergente Liquido Uno dei detergenti liquidi con cui mi trovo bene è quello della Dermogella, che a volte trovo in offerta al supermercato e acquisto nel formato famiglia (da 750 ml) al prezzo di circa 3 euro. Il packaging è molto semplice, si tratta di un barattolone bianco in plastica riciclabile con delle strisce verdi, come potrete vedere dalla foto che allego all'opinione, e sul tappo c'è una strisciolina azzurra da sollevare, dalla quale fuoriesce il prodotto e che poi si richiude comodamente. Forse, viste le dimensioni del barattolo, sarebbe stato più comodo un erogatore spray, ma non ci si può lamentare. Questo detergente ha un pH 4.5, e contiene estratti naturali di salvia e camomilla. Si presenta di colore biancastro e di consistenza fluido-cremosa, è quasi completamente inodore, e a contatto con l'acqua fa un quantitativo moderato di schiuma. E' piuttosto fresco e deterge accuratamente la pelle senza minimamente irritarla né infastidirla, almeno per quel che riguarda la mia esperienza personale. Lo trovo talmente delicato ed efficace che talvolta lo utilizzo anche come detergente intimo, e spesso lo acquisto proprio per quello scopo, mentre magari preferisco un prodotto più profumato da utilizzare come bagnodoccia. Per quanto riguarda gli ingredienti che lo compongono, controllando l'INCI, che riporto di seguito, ho notato che contiene 7 verdi, 10 gialli e 3 rossi: non è eccezionale, in effetti, ma - per quanto possa capirne non essendo un chimico - mi sento di affermare che ho ...

L'uccello che girava le viti del mondo (Haruki Murakami) 13/04/2014

Cercami in un sogno.

L'uccello che girava le viti del mondo (Haruki Murakami) I ricordi e i pensieri invecchiano proprio come le persone. Ma ci sono pensieri che non invecchiano mai. Ricordi che non sbiadiscono. Toru Okada vive una vita tranquilla con sua moglie e con il loro gatto. Un giorno, però, il felino scompare, suscitando il forte dispiacere della donna, che lo invita a darsi da fare per cercarlo mentre lei si reca a lavoro. Toru Okada non lavora più, dopo aver tentato di entrare nel mondo legale senza essersi mai davvero inserito in quell'ambiente, così ha la giornata libera per cercare di esaudire il desiderio di sua moglie. Mentre è in casa riceve una strana telefonata: è una donna, la cui voce non gli sembra affatto nota, ma lei dice di conoscerlo, e anche molto bene. Non gli va di ascoltarla, così mette giù. Mentre cerca il gatto scomparso si imbatte in una serie di personaggi: una ragazzina che abita vicino casa sua, e due donne, sorelle, che si chiamano come le isole: Malta e Creta. Ognuno di loro nasconde un mondo strano e difficile da sondare, e lo trascina in un abisso di interrogativi che coinvolgono il fratello di sua moglie, l'unico essere umano che il protagonista abbia mai realmente odiato. Intanto la vita coniugale si fa rarefatta, si chiude nell'ombra dei continui ritardi della moglie, prima, e della sua definitiva scomparsa, poi. Ma Toru Okada non si dà per vinto e giura a sé stesso che la ritroverà, costi quel che costi... L'uccello che girava le viti del mondo è un romanzo del 1994-1995, ed è opera di uno dei miei ...

L'Erbolario Olio da Massaggio Corteccia 03/04/2014

Per lunghi massaggi rilassanti

L'Erbolario Olio da Massaggio Corteccia Ho scoperto la linea profumata de L'Erbolario alla corteccia perché il mio compagno ne utilizzava il fluido dopobarba e il suo aroma delicato ma deciso mi aveva particolarmente colpito. Così, qualche tempo fa, mentre vagavo in erboristeria alla ricerca di un regalo "boomerang" (il messaggio subliminale doveva essere "ora puoi farmi tanti massaggi") la mia attenzione si è fermata proprio su questo Olio da Massaggio alla Corteccia, e ho deciso di acquistarlo. L'olio è venduto in un flacone da 125 ml al prezzo di 14 euro; si presenta con un packaging semplicissimo, è un barattolo trasparente con un tappo grigio, e il liquido contenuto all'interno è giallino. Una volta aperto dovrebbe essere consumato entro 12 mesi. Il prodotto non è testato sugli animali, come da certificazione ICEA. L'utilizzo è molto semplice: si prende una quantità non eccessiva di olio e si distribuisce sul corpo massaggiando a lungo. Non conviene esagerare con le quantità perché si tratta di un olio, dunque un prodotto untuoso che, come tale, impiega più tempo di una crema per essere assorbito. La profumazione è discreta, ma davvero buonissima e unisex: è ideale sia per donne che uomini, quindi è perfetta per farsi un bel massaggio reciproco dopo la doccia, e per ritemprarsi dopo una giornata stancante. L'olio in sé è molto morbido e unge parecchio, per questo conviene aspettare e farlo asciugare bene prima di vestirsi. Devo dargli conto del fatto che non macchia, almeno per quanto ho potuto vedere io: ...

Termozeta 85848 1G Electronic 2000 03/04/2014

Graziosa, comoda, ma... effimera

Termozeta 85848 1G Electronic 2000 Questa bilancia da cucina mi è stata regalata dai miei quando sono andata a vivere da sola, perché sono sempre stata dell'idea che in cucina l'occhio non basta e ho sempre preferito pesare gli alimenti per una maggior precisione, o anche solo per evitare gli sprechi. Mi è subito piaciuta, il design è semplice ma carino e le dimensioni sono piuttosto contenute: proprio come si vede nella foto, la base è bianca e di forma tondeggiante, ha un display digitale, quattro pulsantini e il piatto su cui posare ciò che si intende pesare. Sul piatto si può posare un proprio oggetto oppure si può utilizzare la ciotolina fornita con la bilancia stessa, anch'essa in plastica trasparente, che io personalmente trovavo molto comoda: ci versavo la pasta e qualsiasi altro alimento da pesare e poi da lì trasferivo il tutto nella pentola. La ciotola era comodamente lavabile anche in lavastoviglie e quindi potevo lavarla tutte le volte che mi sembrava opportuno. Altro aspetto, non meno importante, è che rovesciando la ciotola al contrario funge da perfetto coperchio per la bilancina stessa, perché le dimensioni sono esattamente le stesse. Perché ne parlo al passato? Perchè purtroppo questa bilancia ha avuto vita breve e quando ha smesso di funzionare non è stato sufficiente acquistare le batterie di ricambio: per qualche strano motivo non le leggeva, non si accendeva più, e così, visto che comunque si tratta di un oggetto dal prezzo relativamente contenuto (una dozzina di euro circa) e visto che ...

Lancôme - Tresor Eau de Parfum 27/03/2014

Vietato ai minori di 70 anni

Lancôme - Tresor Eau de Parfum Un regalo poco indovinato Un paio d'anni fa, in occasione del Natale, mi è stato regalato questo profumo; immagino che la persona che me l'ha regalato si sia confusa perché tempo prima avevo espresso il mio apprezzamento per un altro profumo della Lancome dal nome simile (Lancome Tresor Midnight Rose), che però è completamente differente! Insomma, lo dico subito e senza troppi preamboli: a me questo profumo non piace granché, e lo si evince anche dal fatto che in due anni la bottiglietta da 30 ml è ancora ben lungi dall'essere terminata, però a caval donato non si guarda in bocca, quindi ho ringraziato e fatto finta di niente. Formato e packaging Questa fragranza non è nemmeno economica, poiché il flacone da 30 ml costa ben 50 euro, quello da 50 ml ha un prezzo di 75 euro e quello da 100 ml arriva ai 111 euro! La bottiglietta si presenta di forma romboidale, è in vetro trasparente e racchiude un liquido dal colore ambrato. Il tappo è anch'esso un piccolo rombo in vetro. Sotto la bottiglia troviamo specificato che si tratta dell'eau de parfum. Il packaging già non mi piace del tutto, mi fa pensare a qualcosa di vecchio, e infatti poi il profumo, sempre secondo il mio parere, non è da meno: sembra fatto apposta per una signora anziana!! La piramide olfattiva Lancome presenta il suo profumo come delicato, romantico e vellutato, ed io non potrei essere più in disaccordo: in poche parole lo trovo semplicemente dolciastro, ficcante e stantio, e inoltre per essere un'edp devo ...

Indesit IWDC6125 25/03/2014

Non mi è dispiaciuto dirle addio!

Indesit IWDC6125 Quattro anni fa io e il mio compagno abbiamo acquistato questa lavasciuga, scelta perché abitiamo in una zona abbastanza umida e fredda, soprattutto d'inverno, e volevamo evitare la scomodità di portare periodicamente il bucato ad asciugare in lavanderia. Abbiamo scelto questo prodotto perché, dopo aver girato vari negozi, ci dava l'idea di avere il miglior rapporto qualità/prezzo in assoluto, e ci è stato raccomandato anche dalla commessa del Conforama, dove appunto abbiamo effettuato l'acquisto. Un paio di settimane fa, purtroppo, la lavasciuga in questione ha smesso di funzionare e, dopo aver fatto qualche controllo, ci siamo resi conto che il problema non era di semplice soluzione, e abbiamo voluto evitare i costi connessi alla chiamata di un tecnico: non essendo del tutto soddisfatti, a priori, del funzionamento di questa lavasciuga, abbiamo deciso di acquistare direttamente un altro prodotto, di cui parlerò in un secondo momento, e così la nostra Indesit giace nell'isola ecologica più vicina. La lavasciuga Indesit IWDC 6125 si presenta con un design semplicissimo, direi elementare. E' tutta bianca e non è particolarmente ingombrante, non sto a trascrivere le dimensioni perché i dati tecnici sono reperibili sui siti e se si hanno specifiche esigenze, ad esempio l'incasso, naturalmente ci si informa a dovere prendendo tutte le misure. Nel nostro caso la lavasciuga doveva andare nella lavanderia che è posta in cantina, e c'era spazio a sufficienza. L'abbiamo portata ...

Roberto Cavalli - Roberto Cavalli Eau de Parfum 24/03/2014

Aroma gradevole, ma scarsa persistenza

Roberto Cavalli - Roberto Cavalli Eau de Parfum L'eau de parfum di Roberto Cavalli mi ha lasciata piuttosto perplessa: l'ho provata personalmente grazie ad un campioncino ricevuto in profumeria, e sono sicura che non la acquisterò. Nulla da dire sul packaging, un po' barocco e sfarzoso, com'è tipico dello stile di Cavalli, e non del tutto di mio gusto, ma oggettivamente curato, con le iniziali dorate del marchio scolpite sul tappo; questo profumo è reperibile in profumeria nei formati da 30, 50 e 75 ml, al prezzo rispettivo di 46, 61 e 80 euro. Prezzo che trovo assolutamente spropositato in relazione alla qualità del prodotto, soprattutto se consideriamo che da un'eau de parfum ci si aspetta quanto meno una buona persistenza: in questo caso è impossibile non rimanere delusi, perché nel giro di un paio d'ore si volatilizza completamente. La profumazione è caratterizzata dalle note olfattive delle bacche rosa, del fiore d'arancio e della fava Tonka: ha un gusto orientale, leggermente speziato e sostanzialmente dolce, anche se in modo deciso e non nauseante. La fragranza in sé non mi dispiace nemmeno, anche se non è esattamente il mio genere, però trovo che la scarsa persistenza sia un difetto importante, considerato il costo di questo profumo! Peccato perchè aveva dalla sua una certa femminilità e delicatezza, il pregio di aver dato vita ad un profumo orientale non troppo intenso e invasivo. Come sempre, il gradimento di un profumo è soggettivo e anche il suo effetto e la sua persistenza possono variare a seconda del tipo ...

Guerlain - Idylle Eau de Parfum 21/03/2014

L'idillio di Guerlain

Guerlain - Idylle Eau de Parfum Il marchio Guerlain, sia dal punto di vista dei profumi che dei cosmetici, mi ha sempre fatto pensare all'eleganza, probabilmente per la cura che ne contraddistingue il packaging. Questa eau de parfum non è certo da meno, e si presenta in una sensuale ampolla a forma di goccia (dovrebbe rappresentare una lacrima di gioia) che evoca alla mia mente Cleopatra e l'Egitto, forse per il tappo dorato che non passa certo inosservato. Il bouquet fiorito di Idylle è stato composto da Thierry Wasser, ed è innegabile che questo profumo possa ritenersi uno dei più raffinati, sensuali e femminili, a prescindere poi dal gradimento soggettivo. Sicuramente si tratta di una fragranza forte, decisa, riconoscibile e molto intensa, inoltre ha una persistenza piuttosto alta, tutte qualità che personalmente apprezzo. Amo i profumi freschi e leggeri, soprattutto in certi periodi e per determinate occasioni, ma i miei preferiti restano gli edp dotati delle caratteristiche che ho appena elencato, perché mi piace sapere che se li indosso poi mi resteranno addosso per tutta la giornata. Devo inoltre ammettere che Idylle è uno di quei profumi che, dopo aver provato le prime volte, continuavo ad annusarmi sui polsi, perchè mi piaceva e volevo continuare a sentirlo! Piramide olfattiva - La fragranza si apre sulle note della rosa bulgara, del lampone, del litchi e della fresia; il suo cuore è costituito da rosa, peonia, lillà, gelsomino, e mughetto, mentre le note di fondo sono il muschio bianco e il ...

Sephora 20/03/2014

La mia profumeria di fiducia

Sephora Premetto che la mia opinione si basa su molteplici esperienze fatte in diversi punti vendita di una serie di città italiane: Genova, Parma, Bergamo, Brescia, Lonato del Garda, Milano, Verona e Roma; mi è inoltre capitato di entrare anche in punti vendita di città straniere, per lo più in Francia, ma (stranamente) senza fare acquisti. Conosco e frequento la catena Sephora ormai da qualche anno e posso tranquillamente affermare che, nonostante qualche innegabile difetto relativo per lo più al personale che andrò ad illustrare in seguito, la ritengo la miglior profumeria esistente, almeno dalle mie parti, sotto il profilo qualità/prezzo/assortimento prodotti. Gli stores Sephora vendono praticamente tutti i marchi di alta profumeria (Chanel, Dior, Sisley, Yves Saint Laurent, Estee Lauder, ecc.), e in più sono gli unici stores in Italia in cui è possibile trovare una serie di marche professionali esclusive, i cui prodotti sono di alta qualità e i prezzi comunque ragionevoli. Mi riferisco, tra le altre, a Urban Decay, Make Up Forever, bareMinerals, Benefit. Il motivo fondamentale per cui mi trovo bene con questa profumeria è la politica relativa alla tessera fedeltà: essa si snoda in tre passaggi di colore, che consentono di salire nel livello degli sconti e delle offerte riservate al cliente. Nello specifico, si parte dalla tessera White, e dopo il raggiungimento di centocinquanta punti (un euro = un punto) oppure di quattro passaggi in cassa effettuati in quattro giorni ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra