Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

Foxies

Foxies

Autori che si fidano di me: 176 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

✿◠‿◠ ❤ Un baciottone??? Ma no ..... tanti baciottoni a tutti ❤ ◠‿◠ ✿

Opinioni scritte

dal 11/05/2004

169

Osteria Bun Ben Bon, Nizza Monferrato 07/06/2014

Osteria Bun Ben Bon - Nizza Monferrato

Osteria Bun Ben Bon, Nizza Monferrato Bibbidi-bobbidi-bu?! Ehmmm no non funziona, ma prova Bun Ben Bon e poi mi dirai! Mi capita spesso d'esser a pranzo o cena fuori casa, quindi sono diventata difficile. Amo mangiar bene, e chi ama mangiar male direte voi?! Il cibo deve essere un piacere, il cibo deve saper offrire emozioni e deve stimolare i sensi: olfatto, vista e gusto; inoltre qualità e non quantità. Queste sono le mie regole. Amici mi hanno fatto scoprire Bun Ben Bon e da allora (sono passati circa tre anni) Daniele lo Chef non smette di stupirmi, di inebriarmi con i profumi della sua cucina, di deliziare il mio palato e di farmi rimpiangere il fatto che il mio stomaco ha dimensioni ridotte!!! L'Osteria Bun Ben Bon si trova in Piemonte nei dintorni di Asti, nel cuore delle colline nicesi precisamente a Nizza Monferrato Strada Vecchia D'Asti 66 e vi consiglio vivamente una visita, magari un sabato per fare quell'uscita fuori porta con la famiglia e dopo aver pranzato al Bun Ben Bon un bel giretto per le strade di Nizza vecchia non è affatto una cattiva idea. Daniele ha aperto questo locale sulla terra dei suoi nonni realizzando così un sogno, ed un sogno sono tutti i suoi piatti che mostrano anche all'occhio ed al palato di un inappetente una genuinità, una ricercatezza, una raffinatezza e una squisitezza unica ed inimitabile. Dai suoi piatti capisci l'amore, la tradizione, la creatività, lo studio e l'attenzione che mette in cucina a partire dai prodotti per finire alla presentazione, partiamo ...

Maison du Monde 12/03/2014

Maison du Monde

Maison du Monde Grande area commerciale, non ricordo bene nelle vicinanze di quale cittadina francese e fu il mio primo incontro con Maison du Monde. Entrai nel negozio, era forse un pò più piccolo di quello di Serravalle e mi conquistò subito per la varietà degli accessori d'arredo e del mobilio: etnico, shabby, industrial , old english, seaside, country e nordico. Comprai subito un orologio da parete e da allora ho sempre comprato qualcosina. Quando aprì a Serravalle ne fui piacevolmente sorprese, finalmente un Maison du Monde vicino vicino. Poi curiosai anche il negozio di Savona, che a mio parere non è accogliente come Serravalle forse dovuto al modo d'esporre. Infine alcuni giorni or sono passai a visionare quello di Torino: grande e bello. Mi piace questa catena per la cortesia e l'attenzione che hanno verso il cliente, un pò meno per i prezzi di alcuni oggetti che trovo a volte eccessivi. I miei ultimi acquisti: Comò - Séraphine ne ho acquistati due e li uso come comodini, scrivania BEAUMANOIR a cui ho abbinato la poltrona Cottage Club. Devo ammettere, sono un pò carucci ma ne sono proprio soddisfatta poiché nel contesto in cui li ho inseriti stanno veramente bene. Ho ancora un desiderio, la testata per letto Kerala, ma la vedo allontanarsi ogni volta che mi collego al sito e leggo "Potrete ordinare questo articolo dal .......... oggi dice 31/03/2014.", alcuni giorni fa diceva 13/03/2014, insomma mi spostano sempre la data per poterla ordinare ed il tempo di consegna lo trovo ...

Kyriad.com 20/06/2012

www.Kyriad.com

Kyriad.com Cercando dove dormire tramite internet o "a vista" guardandomi intorno, sempre girando per la Francia, ho fatto la piacevole scoperta dei Kyriad hotel. Questa catena comprende hotel di diverse tipologie: Kyriad e Kyriad Prestige che come si può intuire dalla definizione "Prestige" offrono qualcosa in più e costano qualcosa in più. In generale sono belle strutture, confortevoli, moderne e ben arredate. Le camere sono quasi sempre spaziose e l'arredamento è semplice e raffinato, potrei dire minimalista. Climatizzazione,TV satellitari a schermo piatto, accesso WI-FI gratuito, asciugacapelli, prodotti per la toeletta, bollitore in camera con varietà di tè e tisane, parcheggio ed altri servizi in più a seconda dell'albergo. Si può prenotare comodamente dal sito internet, con la possibilità della scelta della lingua tutto è semplice. http://www.kyriad.com/it/default.aspx Nei Kyriad Prestige potrete trovare alcuni servizi in più come: bar, ristorante, centro benessere, sauna, palestra, piscina, parrucchiere e lavanderia. I ristoranti offrono all'ospite un accoglienza piacevolmente rilassante e riservata, oltre ad un menù abbastanza ricercato con piatti alla carta ed un buffet ,apprezzabile la carta dei vini varia che si sposa perfettamente con i piatti offerti. I Kyriad fanno parte dei LOUVRE HOTEL come gli hotel Premiere Classe, Campanile, Tulip Inn, Golden Tulip, Royal Tulip che troverete pubblicizzati sempre sul sito. Ogni brand di hotel ha delle ...

Francia 15/06/2012

Francia

Francia Il mio primo "giringiro" della Francia fu più una circumnavigarione di questo paese che, un vero "giringiro". Il "giringiro" è un viaggio senza meta, appunto un giringirare! Partimmo dalla Provenza con mete prefissate, in senso orario girammo la Francia per averne una visione abbastanza completa, e rientrammo in Italia dal Rodano-Alpi. Tanto per averne un'infarinatura della Francia sappiate che si divide in 22 regioni: Alsazia > Alsace Aquitania > Aquitaine Alvernia > Auvergne Bassa Normandia > Basse Normandie Borgogna > Bourgogne Bretagna > Bretagne Champagne-Ardenne >Champagne-Ardenne Corsica > Corse Franca Contea > Franche Comté Alta Normandia > Haute Normandie Parigi > Ile-de-France Linguadoca-Rossiglione > Languedoc-Roussillon Limosino > Limousin Lorena > Lorraine Midi-Pirenei > Midi-Pyrénées Nord-Passo di Calais >Nord-Pas de Calais Valle della Loira > Pays de la Loire Piccardia > Picardie Poitou-Charentes Provenza-Alpi-Costa Azzurra > Provenza-Alpes-Côte-d'Azur Rodano-Alpi > Rhône-Alpes .....a queste sono da aggiungere le regioni che si trovano oltremare, come la Gudalupe ecc.. Provenza-Alpi-Costa Azzurra: eccoci nella prima regione francese che tocchiamo. Pullula di turisti e nei primi chilometri si sente ancora parlare la lingua italiana. La costa è somigliante alla costa ligure, forse più curata. Arrivati a Cap d'Ail cercate Eze. Percorrrendo la Moyenne Corniche vi tornerà alla mente il film Caccia al ladrola, infatti ...

Provenza-Alpi-Costa Azzurra 15/06/2012

... Gap ...

Provenza-Alpi-Costa Azzurra Ho trovato in Francia un posticino assai vivibile, dove mi piace trascorrere, quando posso, un week end, il suo nome é Gap. Gap è situato nel dipartimento delle Haute Alpes nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Ha una posizione privilegiata nelle Alpi del Sud, infatti il bel tempo staziona spesso dalle sue parti. Il suo patrimonio storico é di tutto rispetto trovandosi inoltre sulla strada napoleonica. E' ricco di tradizioni ed unisce il gusto provenzale alla montagna. E' una località turistico-sportiva, infatti si possono praticare molte attività all'aria aperta: escursioni, arrampicate, trekking, sci, pattinaggio, slitte con cani, passeggiate con le ciaspole o con i pony, nuoto, canoa, parapendio, ecc. Molti gli impianti sportivi all'apparenza efficienti e nuovi. Gap é la città ideale per la varietà d'offerte, ma anche per il relax. Aria fresca e cielo terso abitano lì. Le vie e le piazze del centro sono rilassanti, e gli abitanti accettano ben volentieri il turista. Stranamente ha attratto la mia attenzione un edificio moderno e bello, che senz'altro noterete nel centro città, è l'ospedale. Guardandolo ho provato una sensazione d'efficienza e d'ordine, per fortuna non ho avuto bisogno di provarle sulla mia pelle! La cattedrale è dedicata alla Madonna Assunta, fu costruita nel 1867 e consacrata nel 1895. L'architetto Charles Laisne riuscì a miscelare tra loro gli stili provenzale-romanico-gotico. Dietro ad essa le case più antiche di Gap che risalgono ...

Colmar dalle case di Marzapane, Colmar 15/06/2012

Colmar dalle case di marzapane

Colmar dalle case di Marzapane, Colmar Ogni pretesto è buono per far su il mio trolley e partire. Spesso scelgo la mia meta di viaggio perché: - mi incuriosisce una foto vista su di una rivista; - una lettura fatta su Ciao; - un racconto fatto da amici. Così è stato per Colmar, due parole dette da amici e la mia curiosità s'è accesa. Vorrei potermi permettere anche altre curiosità ed altri viaggi, ma mi accontento. Colmar è proprio il paese delle fiabe. Avete presente la casa di marzapane di Hansel e Gretel? Colmar è proprio quello che potreste aspettarvi se foste catapultati in una favola, specialmente se visiterete Colmar nelle festività natalizie. Questo il mio primo viaggio a Colmar in inverno, ma vi assicuro che è altrettanto bella in estate ed anche in primavera. Ci son tornata in tutte le stagioni anche in autunno. Vediamo di orientarci: Colmar si trova in Francia, precisamente in Alsazia. Confinante con la Germania e la Svizzera. In pochi chilometri si possono raggiungere Strasburgo, Friburgo o Basilea. Colmar è situata in una grande altopiano incorniciato dalla catena montuosa dei Vosgi. Piuttosto fredda in inverno e calda in estate. Da notizie sempre ricevute in loco, mi si dice che sia tra le città con la più scarsa piovosità della Francia e, devo ammettere che nonostante il cielo grigio che prometteva pioggia o neve, non ho mai aperto l'ombrello. Colmar ha dato i natali ad un certo signor Bartholdi Auguste. Sapete chi è? Si sì, è proprio lo scultore che tra ...

Neuschwanstein e Hohenschwangau, Schwangau 15/06/2012

Neuschwanstein e Hohenschwangau Schlosse - Schwangau

Neuschwanstein e Hohenschwangau, Schwangau Immergiamoci nell'atmosfera magica dei castelli della Baviera, e conosciamo molto superficialmente l'ideatore del fiabesco castello di Neuschwanstein: Ludwig II, figlio primogenito di Maximilian II e Maria di Prussia. Ludwig II nasce nel castello di Nymphenburg il 25 agosto 1845. Trascorre buona parte della sua adolescenza al castello di Hohenschwangau, senz'altro un posto magnifico per crescere anche se Ludwig è di carattere assai triste. Nel 1864 , appena diciottenne, diventa re. Ha lineamenti delicati, alto e longilineo, con occhi azzurro intenso. E' bello, e la sua bellezza incanta e lo rende affascinante. Il popolo lo ama e lo rispetta. Re dotto ed appassionato alla conoscenza. Si interessa d'arte specialmente barocca, di musica e di leggende tradizionali. L'incontro con Wagner segna la sua vita. Sembrerebbe, da alcuni suoi diari pubblicati da poco in Germania, che Ludwig fosse omosessuale. Questa tesi, verrebbe confermata dal mancato matrimonio con Sophie sorella di Sissi. Matrimonio programmato, rimandato e mai avvenuto. L'amica più cara è sua cugina Sissi, imperatrice d'Austria, con cui condivide l'irrequietezza nel sottostare ai dettami di corte. Li accomuna inoltre il tragico destino. Viene deposto nel 1886 e quattro giorni dopo dichiarato insano di mente. Lo zio Luitpold ne prende il posto. Ludwig II è nel castello di Neuschwangau, castello da lui amato e goduto per pochissimo,da cui viene trasferito al castello di Berg che sarà prigione e sua ultima ...

Hotel-bb.com 15/06/2012

www.hotel-bb.com

Hotel-bb.com B&B Hotels è una catena alberghiera che ho scoperto in Francia alcuni anni fa, nel mio primo "giringiro" dedicato al bel paese francese. Il mio primo giringiro francese fu una circumnavigazione del territorio da sud a ovest puntando poi a nord per rientrare dall'est della Francia in Italia. Gran bel giringiro! Siamo partiti da Genova con tutto e di più: il fido pc portatile, navigatore e altre tecnologie che trovo indispensabili per i giringiri. I primi alberghi furono i classici hotel che si possono trovare in internet consultando Booking.com., ma un giorno aguzzando la vista notai nelle zone commerciali altri hotel tipo: Altica, B&B, Campanile, Kyriad, Etap, FormuleF1, ecc. mi incuriosirono per la comodità d'aver vicino, solitamente, dei ristoranti o dei fast food. Come è mia abitudine consultai la rete e vidi le camere in foto, ma non contenta dedicai una mattina a presentarmi nei vari hotel chiedendo di poter vedere una camera. Per chi non avesse mai letto le mie opinioni di viaggio son il tipo di turista che si sfianca per vedere il massimo ed ottimizzare. Cerco di vivere il posto in cui mi trovo non da turista e preferisco un mercatino dai colori sgargianti e dai profumi piacevoli piuttosto di una visita ad un museo. Cerco di fare entrambe le cose,ma per farvi un esempio non ho mai avuto tempo per visitare Buckingham Palace, ma conosco ogni mercatino londinese ed anche l'Ikea. Ho visto il British Museum, la Tate e la Portrait Gallery, ed ...

Lisbona - Medioevale e Moderna 15/06/2012

Lisbona consigli, curiosità ed impressioni

Lisbona - Medioevale e Moderna Inizio col dirvi attenzione ai taxi abusivi, magari chiedete prima il prezzo della corsa. Una corsa che avrei dovuto pagare 8/10 €, l'ho pagata invece 25 €. Questo mi ha fatto capire che non sguazzano nell'oro e che i truffaldini ci sono ovunque! La caratteristica nei trasporti di Lisbona è l'uso di vecchi tranvai, conservati egregiamente. I biglietti li potrete acquistare in Piazza Figueroa ad un piccolo chiosco dell'azienda trasporti. Ricordatevi che se prenderete un tour turistico avrete delle agevolazioni. Mio consiglio è fare prima il tour turistico ed in un secondo tempo acquistare i biglietti per il trasporto pubblico. Il SightSeeing tour (Tour turistico) ha un biglietto valido 24 ore e vi dà diritto anche all'uso di certi bus del trasporto pubblico. Effettua il giro turistico della città con servizio di commento erogato tramite cuffiette in quasi tutte le lingue. Si può scendere per poi risalire alle fermate prestabilite, la frequenza dei bus è ogni 30 minuti. Vi da diritto anche all'uso di certi bus del trasporto pubblico. Anche Lisbona ha la sua più piccola casa o meglio sottile casa, proprio come Amsterdam o Salisburgo. Gli escalator, non son altro che trenini a cremagliera composti da un unico vagone molto simile ad un tranvai. Questo trenino salendo e scendendo collega le zone delle alture alle zone nella parte bassa di Lisbona. Curiosità: vengo a sapere che ormai sono quasi in disuso, appena si guastano vengono eliminati......peccato! Se ...

Lisbona 15/06/2012

Lisbona Medioevale e Moderna

Lisbona Lisbona è l' Avana europea! Appena fuori dall'aeroporto cerco un taxi. Vedo il cartello ed una fila non molto regolare. Un tassista sembra scegliere i clienti........domanda e fa cenno di diniego col capo, mentre a me fa cenno di salire. Perché questo trattamento??? Salendo mi accorgo che non ha tassametro......bene, mi dico, ecco un abusivo! Arrivo all'albergo e sento la richiesta del tassista, pago non ho voglia di contrattare, ma so già che mi ha preso molto per la corsa e lo leggo nei suoi occhi. Come benvenuto ecco la prima fregatura. Dovrò stare con gli occhi bene aperti e speriamo in bene per il prosieguo. L'albergo è bello, mi piace ed il morale risale. (York House Hotel vedi opi) Muoviamoci per Lisbona. Prima cosa che faccio quando non so bene cosa vedere, è osservare in toto la città in cui mi trovo. La cosa migliore sono i tour turistici che la piazza offre, e proprio in piazza del Commercio (Praça do Comércio), una bella e vasta piazza con sui tre lati portici per passeggio al coperto, partono ben quattro giri turisti della città: Discoveries Tour 17 euro - Hills Tramcar 17 euro - questi due su tranvai - Olisipo Tour 14 euro e Tagus Tour 14 euro - questi ultimi su bus a due piani (double deck): Il primo tour che provo viene fatto su di un bel tranvai rosso ed antico, perfettamente conservato e molto caratteristico. Qui viene chiamato Eletrico das Colinas. Fa un bel percorso non molto lungo. Raggiunge il quartiere dell'Alfama, Estrela, Lapa; ...

York House Hotel, Lisbona 15/06/2012

York House Hotel - Lisbona

York House Hotel, Lisbona Sono andata a Lisbona e l'agenzia di viaggio a cui mi son rivolta per informazioni sul dove alloggiare mi ha consigliato questo hotel: York House Hotel, 4 stelle al 32 di Rua das Janelas Verdes. L'hotel si trova nel quartiere Lapa a poche fermate di autobus da piazza del Commercio. Non proprio centrale, ma vicino al centro e per questo molto tranquillo proprio per la sua posizione. Questo hotel in origine era un convento Mariano del XVII secolo, oggi ristrutturato sapientemente è un gioiellino di hotel, forse un po' sopravvalutato, io non gli darei tutte e quattro le stelle, direi che tre sarebbero più che giuste. Si nota la mano di un architetto, nella ristrutturazione degli ambienti, che ha avuto cura di rispettare il minimalismo e l'essenzialità del luogo. Ci sono due ingressi affiancati sulla via, uno con porta a vetri che si apre in un stanzetta in piastrelle (azuleios) blu, di molto effetto anche se piccola; l'altro ingresso è un cancello verde in ferro con citofono laterale per l'apertura anche nelle ore notturne. Una scala, immersa nel verde, dai bassi gradini vi condurrà al patio molto carino, con tavoli in legno chiaro che serviranno in estate per le colazioni all'aperto. Di fronte vedrete una vetrata e scorgerete la sala da pranzo. Alla vostra sinistra una piccola porta in alluminio bianco a vetri affogata in un rampicante si aprirà su di un piccolo bar veramente grazioso aperto la sera. Alla vostra destra una porta in legno e vetri con maniglia ...

altri luoghi Irlanda 15/06/2012

Irlanda

altri luoghi Irlanda La mia Irlanda ovvero riassunto confuso di quanto appuntato sulla mia Moleskine. Lo sapevate che viaggio con una Moleskine, un porta-mine con gommino o no???? L'Irlanda m'è piaciuta e s'è capito, non finirei più di parlarne, ma diciamo che sono un entusiasta in generale ed esser fuori dalla mia città e viaggiare mi rende socievole, ottimista, allegra, curiosa e .......... aggiungete voi tutti gli aggettivi positivi che conoscete, sono giusti per capire come sono durante un viaggio. "What have I now?", this proud old woman did say "I have four green fields, one of them's in bondage in strangers hands that tried to take it from me. But my sons have sons, as brave as were their fathers…. " Questo è il terzo verso della canzone di Tommy Makem, considerata dagli irlandesi la canzone popolare più bella, più struggente e più sentita, "Four green fields", narra di una vecchia donna (l'Irlanda) e della sorte dei suoi quattro figli (le quattro province irlandesi: Ulster, Munster, Leinster e Connaught) che morirono tentando di opporsi alla colonizzazione. E' in pratica la storia della divisione dell'Ulster dall'Irlanda, imposta dagli inglesi nel 1922. La vecchia donna conclude il racconto: "My fourth green field will bloom once again" ovvero il mio quarto campo fiorirà ancora una volta..... questa è la speranza in una riunificazione dell'Irlanda. L' Irlanda si divide in quattro province ( per noi sarebbero regioni) Leinster, Munster, Connacht e Ulster, che a loro volta ...

Dublino 15/06/2012

Dublino: impressioni, curiosità e consigli!

Dublino Dublino è la città in cui si nota maggiormente il fermento delle attività, la ripresa del paese ed il boom economico. La tigre celtica ruggisce! Molte le gru che si stagliano verso il cielo e molti i cantieri che si notano qua e là. La periferia è in continua espansione, costruiscono case a tambur battente. La città cambia fisionomia a vista d'occhio, ma nelle vie di Dublino si udirà sempre un canto intonato dal fantasma di Molly Malone: "Alive, alive oh! Alive, alive oh! Cockles and mussels, alive, alive oh! " Molly era un pescivendola che girava col suo carretto per le strade di Dublino invogliando passanti e massaie all'acquisto di: "Fresche, fresche oh! Vongole e cozze fresche, fresche! " Non tutti però pensano che Molly fosse solo una pescivendola vista la sua avvenenza fisica. Dublino città ricca di chiese, musei, luoghi di cultura e di divertimento. Dublino che conserva e si rinnova. Dublino che muove sicura i suoi passi verso un futuro che la vede forza economica in via di sviluppo. Le sue chiese bellissimi sia protestanti che cattoliche. Non si può fare a meno di una sosta a San Patrizio, d'una bellezza semplice e pulita (XII sec.). Nota per il sua leggenda diabolica, in fondo a Parnell Street vedrete St. Mary's Chapel of Ease, meglio conosciuta come Black Church. Orsù se a mezzanotte farete tre giri intorno alla chiesa in senso anti orario incontrerete il diavolo ...... si dice! Oggi questa chiesa è sconsacrata ed è sede di uffici pubblicitari a mio ...

Guinness Storehouse, Dublino 15/06/2012

Guinness Storehouse - Dublino

Guinness Storehouse, Dublino Un amante della birra senz'altro non si farà mancare una visita alla Home of Guinness, il birrificio della famosissima stout. Con i suoi edifici in mattoni rossi occupa una vasta zona poco fuori dal cuore pulsante di Dublino, St.James's Gate Brewery. Potete arrivare a questo museo-attrazione facendo una passeggiata, con Luas-tram, autobus n.123 o in taxi. Io ho optato per quest'ultima soluzione "taxi", poiché a piedi vi ero già stata per perlustrare la zona e farmi un'idea di questo imponente stabilimento. Notizie su Arthur Guinness: Arthur nacque in un paese vicino a Dublino, a Celbridge nel 1725. Rilevò un birrificio in disuso per via della concorrenza agguerrita della birra inglese. Stipulò un contratto d'affitto per il birrificio di 45 sterline l'anno per 9000 anni, nel lontano 1759, posso dir che vedeva lontano............ Sulle prime produsse una "ale", cioè una birra leggera e chiara, ma la concorrenza inglese uscì sul mercato con una birra scura e forte di nome Porter che spopolò. A questo punto Arthur decise di produrre anche lui una birra scura, e la sua "stout" ebbe un successo che continua ancor oggi. Arthur sposò una ricca ereditiera di nome Olivia Withmore, ebbero ben 21 figli, ma solo 10 si fecero adulti. I figli alla morte del padre nel 1803, continuarono la florida attività ereditata. I Guinness furono persone molto stimate ed io aggiungerei accorte ed abili imprenditori. Gli operai dello stabilimento Guinness provenivano dalla campagna e ...

Jurys Custom House Inn, Dublino 15/06/2012

Jurys Inn Custom House - Dublino

Jurys Custom House Inn, Dublino Jurys Inn Custom House è un hotel a tre stelle della catena JurysDoyle, situato lungo le rive del fiume Liffey, vicino alla Custom House (palazzo della dogana) ed alla stazione di Connelly. O'Connell Street è raggiungibile con una breve passeggiata. E' un palazzone in mattoni rossi moderno, con 239 stanze, un ristorante, un bar e sale per conferenze. Un albergo grande, comodo e di transito. L'ingresso è molto vasto ed il banco della reception sembra perdersi anche se è di dimensioni notevoli. Divani alla sinistra, bar e ristornate a destra e di fronte tre grandi ascensori. Le stanze sono spaziose ben arredate, ma senza tante pretese. I mobili sono in legno chiaro, moquette ai pavimenti, finestre squadrate, no tapparelle ma tende pesanti usate come scuri. Il bagno è altrettanto spazioso, naturalmente senza bidet. Curiosità: nel bagno proprio davanti al wc, troverete un fermaporta ........ che ferma l'apertura della porta del bagno onde evitare che la stessa vada a sbattere nel wc. Consiglio spassionatamente di chiudervi dentro qualora divideste la stanza con altri per evitare d'esser colpiti mentre fate plinplin! Nella stanza solitamente c'è un divano letto da una piazza e mezza, due letti, una scrivania con un cassetto dedicato all'asciugacapelli. Armadio a giorno all'ingresso. L'albergo è pulito, le stanze silenziose, ascensori quasi sempre disponibili. Quest'ultimi (gli ascensori) si aprono, al piano terra solo tramite la vostra key card della stanza. ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra