Condividi questa pagina su

rosso Status rosso (Livello 5/10)

Jekyll77

Jekyll77

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 16/03/2005

47

Play TV per PS3 24/09/2008

PlayTV e Playstation 3... accoppiata vincente.

Play TV per PS3 I volantini pubblicitari stampati dai più noti negozi di elettronica annunciavano il suo arrivo per il 17 settembre. E così ho iniziato la ricerca della PlayTV proprio in quella data, ma dopo aver girato come una trottola mi sono arreso all'evidenza. Non era acora arrivata. Ho ripreso la ricerca soltanto dopo aver atteso due interminabili giorni. Passate le 48 ore sono giunto ancora una volta davanti agli scaffali dedicati alla Playstation 3 e ai suoi accessori. La cerco su…. La cerco giù… di lato… ma niente! "Non c'è! Non c'è… non è possibile! Doveva uscire due giorni fà" Oo Bracco velocemente un commesso chiedendogli informazioni circa la disponibilità della PlayTV. Lui con espressione dubbiosa si allontana e scompare per cinque lunghissimi minuti nel magazzino. Finalmente esce dalla porta con la scatoletta tutta bella colorata stretta in una mano… emetto un sospiro di sollievo contento di non aver fatto un altro buco nell'acqua. Allontanandomi mi chiedo se il commesso si sia accorto della mia espressione modello bambino con giocattolino nuovo tra le mani… un sorriso colmo di soddisfazione mi si piazza sul viso. Che ci posso fare? Sono fatto così ^^. Cos'è la Play TV? La Play TV è un accessorio per Playstation 3 che integra al suo interno due ricevitori Digitali Terresti HD. E' un simpatico apparecchio che vi permetterà di registrare i programmi televisivi direttamente sull'HD della consolle, di mettere in pausa le trasmissioni TV e di registrare un canale ...

storydrawer.org 06/03/2008

Il titolo? ...quello del vostro racconto.

storydrawer.org *************** ************* *** AGGIORNAMENTO *** *************** ************* Il sito è stato rinnovato sia nella grafica che nelle funzionalità, sono stati inoltre risolti i problemi di navigazione associati alla troppa lentezza. Dopo più di un anno dalla sua comparsa StoryDrawer ospita ormai tantissimi scrittori insieme alle loro opere e molti altri che scelgono di frequentare il sito soltanto per leggere. In definitiva Il sito è notevolmente migliorato pur presentandosi con una interfaccia molto simile a quella utilizzata precedentemente. Se ancora non lo avete fatto vi consiglio di farci un salto. Jek yll77 PREMESSA Questa opinione è stata scritta con il consenso preventivo dello Staff, visto che riguarda un sito da me realizzato, con l'esplicita richiesta di essere obiettivo. *************** *************** *************** *************** *** ******* INTRODUZIONE Avete mai provato a scrivere una storia, un racconto o una poesia? Magari dopo averla realizzata avete lasciato la vostra opera chiusa in un cassetto, nascosta tra le tenebre. Beh, ora è giunto il momento di fargli riscoprire la luce. Questa è l'idea su cui io e il mio staff abbiamo costuito questo sito, permettendo a chiunque lo volesse di pubblicare online gratuitamente le proprie opere. IL SITO Nella pagina principale sono visibili le seguenti sezioni: - Racconti più recenti. Elenca gli ultimi racconti pubblicati dagli autori iscritti al sito, da qui potrete ...

Logitech 920-000238 Mediaboard IT FOR PS3 10/10/2007

Tastiamola tutti insieme

Logitech 920-000238 Mediaboard IT FOR PS3 Non avete proprio resistito all'aquisto di una Playstation 3? Siete tra quei pochi che la utilizzano per navigare su internet comodamente seduti in salotto? Tra quelli costretti ad utilizzare il joypad come polipi per riuscire a districarvi nella navigazione? Se avete risposto "SI" a tutte le domande questa prodotto fa al caso vostro. Come sappiamo la PS3 ha integrato un browser internet che, a dispetto dei molti aggiornamenti SW sin qui rilasciati dalla casa SONY, risulta mostrare ancora qualche problemino di compatibilità. Ma la vera difficoltà nel navigare la si ha nell'effettuare ricerche, cambiare indirizzo web o in qualunque altra operazione che ci costringe ad utilizzare la, seppur ben fatta, tastiera virtuale. E così, ecco che la Logitech viene in vostro aiuto con questo nuovo prodotto dedicato ai possessori di PS3. Ormani da diverso tempo diponible, la Logitech Cordless Mediaboard, è al momento l'unica soluzione che integra una normale tastiera, un touchpad e una tecnologia senza fili e compatibile con la PS3. LINEA ED ERGONOMICITA' La tastiera si presenta con una linea essenziale e con uno spessore comparabile con quello di una sottiletta, i colori della Cordless Mediaboard, grigio e nero, la rendono ben abbianata a quelli del vostro impianto stereo, TV e della stessa PS3. Posizionandola sulle vostre gambe, rigorosamente non accavallate per evitare strane contorsioni, potrete scrivere in tutta comodità. Ho trovato inoltre molto comodo il ...

Novembre 2006 17/11/2006

Il caso sExodus

Novembre 2006 Quante volte vi è capitato di vederlo passeggiare per i vostri Box, magari voleva soltando rubarvi l'auto?O magari al fine di ottenere la vostra fiducia? Con quel suo modo di fare, così particolare, da ammaliatore… Come possiamo inquadrare questo esemplare di Uomo Eccitatus? Possiamo dire con certezza che sia innocuo? Beh, per poterlo dire senza ombra di dubbio analizziamolo sino in fondo, come nessuno prima di noi ha fatto… siete pronti? Vi farò capire cos'è in realtà sExodus, ve lo mostrerò come nessun'altro prima di me… Apriamo le danze. Questo individuo, come evidente dal suo nick, nasce nel lontano 1965 (anche se a giudicare dalle foto che mette sembra mostrare 65 anni di età). Sin da i primi anni di vita si mostra al mondo per quello che è in realtà, così preciso e rigoroso da far saltare in nervi a tutti… Età 4 anni: "Mamma hai visto? Ho sistemato i miei giocattoli per colore?" Età 6 anni: "Mamma mamma… non posso stirare anche la biancheria delle vicine?" ( precoce il ragazzo). Poco più che decenne il suo orecchio fine fu conquistato dalla spensieratezza della musica Reggae di Bob Marley, e decise per questo che se un domani avessero creato un sito come CIAO, il suo nick non sarebbe potuto essere che Exodus, come il celebre album dell'artista giamaicano. All'età di 12 anni, dopo aver ascoltato un disco di Vasco, iniziò a suonare la batteria. Il ragazzò si impegnava esercitandosi più di 5 ore al giorno, tutti i giorni. C'era però un problema…suonava ...

I Figli degli Uomini (A. Cuaròn - USA 2006) 13/11/2006

Il sorriso di un bambino…(Anteprima)

I Figli degli Uomini (A. Cuaròn  - USA 2006) Sabato pomeriggio avevamo deciso per una passeggiata al centro commerciale. Entriamo e dopo pochi passi una voce femminile invita i presenti a presentarsi al punto informazioni per ritirare un invito speciale, l'antemprima del film I Figli dell'Uomini. E così abbiamo girato i tacchi ed io e la mia ragazza abbiamo ritirato l'invito. Abbiamo così avuto la possibilità di guardare il film in anteprima nazionale, gratis e in un favoloso cinema viciono casa, meglio di così? Oo - INTRO - L'idea dobbiamo ammetterlo è alquanto originale, tratta dall'omonimo libro scritto da P.D. James, ovviamente mi riferisco all'ipotesi alla base della storia, ovvero quella per cui la razza umana non sia più in grado di riprodursi. Immaginarlo è difficile, lo so, ma provate a farvi un'idea di un mondo privo di bambini, dei loro pianti, delle loro risate, un mondo così sarebbe senza senza futuro. Le persone vivrebbero solo nell'attesa della completa estinsione del genere umano, senza progetti, senza ambizioni. In queste condizioni la vita perderebbe qualsiasi significato, la società e le regole su cui si basa cadrebbero a pezzi, inesorabilmente. Questa è la premessa a questo film, che potrete gustare sino in fondo solo se ne accettate le regole, senza porvi troppi perché. - TRAMA - La storia si svolge in un prossimo futuro, è l'anno 2027, dove da 18 anni gli uomini non hanno più figli. La scienza non riesce a spiegarne il motivo, l'estinsione è inevitabile. L'Inghilterra sembra essere ...

Il Secchio e L'Olivaro, Roma 07/09/2006

'Na bella palata de pizza...

Il Secchio e L'Olivaro, Roma Prima o poi mi dovrò disintossicare, lo ammetto, qui, davanti a tutti. Sono completamente dipendente dalla pizza. Quando vi parlo di dipendenza intendo dire che non posso assolutamente farnme a meno. Potrei mangiarla persino a colazione, a pranzo e a cena nello stesso giorno. Mi piace in tutte le sue forme, tonda, quadrata, a cubo o a sfera non c'è differenza. Me la pappo tutta io! :-P IL LOCALE Questo locale ha una storia relativamente breve, è stato innaugurato circa cinque anni fa. In questi anni ha subito molte modifiche che lo hanno migliorato dal punto divista estetico e reso notevolmente più grande. L'idea dei due proprietari, l'olivaro (quello alto) e il secchio ( quello basso) è risultata vincente. Il locale è stato ricavato ristrutturando un vecchio caseggiato del Borgo Somaini, immero nella Tenuta dei Massimi (Roma). Due grosse strutture in legno possono contenere diversi tavolini, ma la maggior parte del locale è all'aperto, dove potrete mangiare sotto enormi ombrelloni. L'arredamento è tipico di una trattoria, quindi non vi aspettate eleganza sfrenata, ma un ambiente semplice ed essenziale. Vicino al parcheggio è anche, disponibile per i più piccoli, un'area gioco con altalena e scivolo. COSA SI PUO' MANGIARE Andiamo con ordine. Per quanto riguarda l'antipasto, è possibile ordinare soltanto bruschette, disponibili nei seguenti gusti: - Zucchine e pecorino romano - Broccoletti siciliani e salsiccia - Melanzane e mozzarella - Sasiccia e mozzarella - ...

Kyashan (Kazuaki Kiriya - 2004) 25/07/2006

Uao…Che tutina!

Kyashan (Kazuaki Kiriya - 2004) INTRODUZIONE Kyashan il ragazzo androide. Questo è il titolo della serie televisiva trasmessa negli anni 70 approdata, dopo più di un quarto di secolo, al cinema sotto la regia di Kazuaki Kiriya. Un film che può considerarsi al limite con il fumetto. Effetti audio e video lo rendono un ibrido, gli attori sono immersi in fondali a volte reali a volte sviluppati interamente in computer grafica. Dei cartoons che guardavo da bambino, questo non era forse il mio preferito, ma vedere questo film mi ha portato indietro nel tempo… ora nella mente ho una miriade di immagini confuse di robots, streghe, mostri…un casino! Ma Torniamo al film…che è meglio! ( questa battua l'ho sentita da qualcuno…credo fosse pronnciato da un cosetto basso, bianco e blu! …mmmm) LA TRAMA Ambientato in un ipotetico futuro, dove l'umanità sconvolta dal conflitto, durato quasi mezzo secolo, tra l'Europa e la Confederazione degli stati Orientali. L'oriente prevale sull'occidende e nasce così un nuovo stato, che deve porre rimedio alla grave situazione ereditata dalla guerra. La popolazione oltre ad essere stata decimata, è costretta a vivere in un ambiente con elevato tasso di inquinamento. Lo scienziato Azuma (Akira Terao), ricercatore, sta portanto avanti uno studio sulle Neo-Cellule, cellule capaci di svilupparsi in modo da ricostruire ogni singola parte del corpo umano. Azuma è conivolto anche sentimentalmente nel suo lavoro, infatti il suo vero scopo è salvare la moglie Midori (Kanako Higuchi), ...

La sfera del buio. La torre nera (Stephen King) 04/04/2006

Un passo indietro...

La sfera del buio. La torre nera (Stephen King) INTRODUZIONE I ka-tet formato dall'Ultimo Cavaliere, Eddie, Susannah, Jake e Oy è in viaggio sul treno che li trasporterà velocemente attravero le terre desolate. Il viaggio non sarà privo di difficoltà, Blaine la perfida entità che anima il treno, li sfida in un un pericoloso gioco che mette in pericolo la loro stessa vita. Roland e compagni dovranno mettere in difficoltà Blaine con degli indovinelli, la gara sarà vinta solo se riusciranno a trovare quesiti a cui l'inteligenza artificiale non ha risposta. Finisce così il libro precedente, con i protagonisti lanciati a folle velocità sul treno e cimentati in questo particolare duello. LA TRAMA Il quarto capitolo riguarda l'oscuro passato di Roland. Per l'ultimo cavaliere giunge il momento di rivelare ai suoi compagni il motivo della sua spasmodica ricerca della Torre. Roland con un lungo racconto sul suo passato, confesserà ai suoi compagni di viaggio, le sue paure ed angosce ma anche le sue più forti emozioni, quelle vissute accanto a Susan. Faranno parte della storia anche i membri del suo ormai sciolto ka-tet, Alain e Cuthbert due personaggi spesso citati nei precedenti libri. Roland racconterà della perfida Strega del Coos che custodisce la Sfera del Buio. Tutto ruota proprio attorno alla Sfera del Buio, che invece rotola! Perdonatemi la battuta. OO Comunque dicevo, la Sfera è l'elemento che riveste un ruolo fontamentale nella storia, sia il passato che il presente hanno legami forti con questo oggetto magico. ...

Hostel (Eli Roth, 2006) 13/03/2006

Sesso, Sangue & …

Hostel (Eli Roth, 2006) Non ho ascoltato ingeGnere76 che mi consigliava di andarlo a vedere con un camice da medico, mascherina e guanti, ma per fortuna eravamo abbastanza lontani dallo schermo, il sangue fino a lì non è arrivato! LA LOCANDINA Un uomo che non si fa la barba da almeno una settimana! L'oscurità attorno a quell'uomo è inquietante. Un trapano calato dentro la sua bocca come una bandierina dentro ad una buca da golf. Nella parte sottostante la scritta Hostel, fa capire che l'Ostello sarà il nucleo attorno al quale ruoterà la storia, . La locandina anticipa la presenza di scene terribili. LA TRAMA Due amici americani, Paxton (Jay Hernandez) e Josh (Derek Richardson) vagano per l'Europa in cerca di esperienze. Le scene iniziali del film sono giurate ad Amsterdam, dove i due ragazzi conoscono un Islandese, Oli (Eythor Gudjonsson). I tre si ritroveranno presto a viaggiare insieme verso l'Est Europa, più precisamente verso la Slovacchia. Quello sembra il terreno giusto sul quale giocare partite con l'altro sesso. Il loro viaggio termina in un stazione desolata e con un Taxi giungono in un grazioso paesino dove prendono una camera in un Ostello. La vita in quel posto sembra essere fantastica, discoteca, droga e ragazze da sballo. Ma come si dice, non è tutto oro quello che luccica… LA MIA IMPRESSIONE L'idea del film è originalissima. Quello che sconvolge di questo lungometraggio, non è tanto il sangue che schizza da tutte le parti, ma quanto la possibilità che gli eventi che ...

Cinderella man 13/02/2006

L'emozione del primo combattimento, il vostro.

Cinderella man E' curioso come tutto inizi, la prima parola di un libro, un primo accordo di una melodia , il primo fotogramma di un film. Puntini neri e bianchi. Si allontanano e mostrano un'immagine inconfondibile.. La prima sequenza ci rivela la pagina di un giornale, due pugili che si danno battaglia. Così ha inizio Cinderella Man. COMPRARLO: Un'odissea. Avevo proprio voglia di comprare un film, la serata in TV non prometteva niente di interessante. Così, trovandomi a passeggiare insieme alla mia ragazza nel nuovo centro commericiale Parco Leonardo, mi sono fiondato da Saturn dritto dritto nel reparto DVD. I miei occhi si sono fermati su questo titolo, non ci ho pensato un'attimo e l'ho preso. Dato che nelle due uniche casse aperte c'erano due file chilometriche, ci siamo diretti verso il centro servizi, cassa dedicata ai finanziamenti, ma dove è possibile andare per pagare anche tuto il resto. Beh, dopo 20 min di fila, la cassa va nel pallone per un pagamento con carta, ad un passo dal target, mi sono visto restituire DVD e soldi per rimettermi in fila presso un altro sportello. GRRR! TRAMA Jim Braddock (Russell Crowe) è un pugile promettente, uno dei candidati per l'incontro con il campione mondiale dei pesi massimi. Gode di un'ottima posizione economica, costruita con il sudore, incontro dopo incontro.La crisi economica del travolge lui come il resto dell'America. Perde ogni cosa, tranne l'amore per sua moglie Mae Braddock (Renée Zellweger) ed i suoi tre figli. ...

La chiamata dei tre. La torre nera (Vol. 2) (Stephen King) 09/01/2006

Il Viaggio Continua...

La chiamata dei tre. La torre nera (Vol. 2) (Stephen King) INTRODUZIONE In un mondo popolato da strane creature pronte ad uccidere, Roland prosegue il suo viaggio. Alla fine del primo libro, l'uomo in Nero con i suoi tarocchi, rivela all'ultimo Cavaliere la strada da seguire. Il futuro è forse già scritto? L'unico modo per giungere alla Torre Nera è chiamare i TRE: il Prigioniero, La Signora delle Ombre e La Morte. LA TRAMA Dopo un sonno sulla spiaggia del mare Occidentale, durato un tempo indefinito, alcune creature emergono dal mare e sorprendono Roland, attaccandolo. Ferito, forse avvelenato, riprende il suo viaggio. Purtroppo parte dei suoi proiettili sono stati danneggiati dall'acqua del mare. La situazione non è proprio delle migliori, febbricitante, con poche scorte di cibo e pochissimi proiettili, ma il suo spirito lo porta ad andare avanti, la Torre lo chiama. Sul suo percorso incontrerà tre porte, punti di accesso ad una realtà parallela che mostrano un mondo diverso da come lo conosce lui. Quei passaggi spazio-temporali mostrano una dimensione a lui poco familiare, quasi tutto è a lui estraneo, è come se il mondo non 'fosse mai andato avanti'. Le porte si presentano fluttuanti nell'aria, fisse al nulla, basta girarci intorno e scompaiono. Basta che Roland giri la maniglia e… Attraverso la prima porta giunge da Eddie (Il Prigioniero). Roland lo aiuta a tirarsi fuori dai guai e lo trasporta nel suo mondo. Eddie, con gravi problemi di tossicodipendenza, rifiuta il mondo dell'ultimo Cavaliere, ma avrà tempo per ...

The Dublin Spire, Dublino 19/12/2005

Gli Irlandesi ce l'hanno lungo!

The Dublin Spire, Dublino IL VIAGGIO Lo scorso anno io e la mia ragazza ci siamo concessi qualcosa di speciale, un capodanno a Dublino. Membri della spedizione: Io, Laura e la sorella. Lo scopo: festeggiare al freddo! Il viaggio è andato alla grande, volo tranquillo e pappa a bordo decente. Ma le prime "grezze" ( Figuracce) ci attendevano in terra straniera. Atterraggio perfetto, fila di qualche decina di minuti per ritirare i bagagli. Decidiamo poi di armarci di mappa, sicuramente ci sarebbe stata utile nei tre giorni successivi. Usciamo dal Dublin Airport e ci mettiamo in coda per prendere un Taxi. Arriva il nostro turno e… …salgo dal lato sbagliato ( annamo bene! ), ero convinto di salire dal lato destro senza ritrovarmi quell'affare curvo davanti agli occhi, per fortuna il tassista tra il perplesso ed il preoccupato, mi guarda e realizzando che eravamo italiani, mi fa un cenno "delicato" per uscire e accomodarmi sul lato opposto! Affrontiamo il poco traffico e finalmente arriviamo davanti al nostro albergo. Prendiamo le valigie, congediamo il tassista e ci incamminiamo verso l'ingresso dell'albergo. Che bel campanello! avrà pensato la sorella di Laura, e poco dopo: mmm…quasi quasi lo uso….si si…tanto è chiuso! (Ma che bel suono?!?!?) vai con la grezza numero due, visto che il portone era aperto! Sbrighiamo le formalità del caso e prendiamo l'ascensore per raggiungere la nostre camere al secondo piano. Ci accomodiamo nelle camere, poso le valigie e la chiave della camera sul tavolo e Laura ...

Nikeid.com 29/11/2005

La mia scarpa? Peggio di un'arcobaleno!

Nikeid.com INTRODUZIONE Se siete stufi dei soliti colori o non riuscite ad abbinare i colori delle scarpe in commercio con i vostri abiti, o semplicemente perché avete voglia di acquistare un pezzo unico, allora questo sito fa al caso vostro! Se avrete la pazienza di seguirmi un minutino, vi spiegherò passo passo come costruire la vostra scarpa, personalizzarla in ogni sua componente ed infine ordinarla! IL SITO Entrati nel sito quello che colpisce è una grafica essenziale ma accattivante. Un menù posizionato in alto, ci da la possibilità di navigare tra le pagine con facilità. I colori sono molto scuri, ma questo esalta gli oggetti, caratterizzati da una colorazione sgargiante. Se voltete iniziare cliccate su: "Visualizza Tutto" A questo punto sono visualizzati tutti i modelli di scarpe, e non solo, con cui è possibile interagire. Scegliete il vostro modello ed il gioco inizia! Le componenti customizzabili sono variabili in funzione dell'oggetto scelto nel menù principale. Potrete infatti scegliere tra scarpe, borse, palloni, zainetti ed orologi. Le scarpe hanno più componenti editabili rispetto agli altri prodotti, se volete divertirvi vi consiglio di iniziare con queste. Inoltre anche i colori disponibili nei vari menù dipendono dall'oggetto scelto! Nella successiva schermata, vi consiglio di cliccare sopra alla scarpa posizionata sotto alla scritta: "Inizia da Zero". Sulla vostra destra si attiverà un menù suddiviso nelle seguenti sezioni: - Inizio, permette di ...

Balle spaziali 24/10/2005

Lo sapevo, sono circondato da...

Balle spaziali Ma vi rendete conto, questo film è uscito in America nel 1987! Avevo appena dieci anni! Non pensiamo a come scorre il tempo e occupiamoci del Film, che è meglio! TRAMA Balle Spaziali, diretto da Mel Brooks con il titolo originale di Spaceballs, è la parodia di Guerre Stellari. Elemento centrale della storia, è l'energia che governa ogni cosa nell'universo, lo sforzo! L'universo è a corto di aria pulita, così il perfido presidente Scrocco (Mel Brooks), invia il suo più fidato uomo, Dark Helmet (Rick Moranis), verso il pianeta Druidia allo scopo di rubargli l'aria. Ma sulla sua strada incontrerà Stella Solitaria (Bill Pullman) e il suo "fedele" compagno Rutto (John Candy), appartenente alla razza dei Canuomini. I due hanno una missione da compiere, recuperare la principessa Vespa (Daphne Zuniga), figlia del Re Rolando (Dick Van Patten), fuggita dal matrimonio con il principe Valium (JM J. Bullock), un tipo molto sveglio! Stella Solitaria ha così la possibilità di ottenere la ricompensa offerta dal Re Rolando e pagare i suoi debiti con Pizza Margherita (con la voce di Dom DeLuise), parodia di Jabba. A questo punto la trama si fà interessante, la principessa durante la sua fuga si scontra con la nave interstellare del tremendo Casco Nero, ma Stella Solitaria e Rutto riescono a strapparla dalle grinfie dei cattivi e a fuggire con il suo Pulmino-Astronave. L'inseguimento inizia, i due mercenari con la principessa a bordo, per fuggire, entrano nell'iperspazio! Lord Casco ...

Il grande inverno. Le Cronache del ghiaccio e del fuoco (Vol. 2) (George R. Martin) 28/09/2005

Dopo una lunga estate...

Il grande inverno. Le Cronache del ghiaccio e del fuoco (Vol. 2) (George R. Martin) Con il primo volume abbiamo conosciuto le famiglie più importanti, ci siamo affezionati ai personaggi ed abbiamo fatto i nostri primi passi in questo mondo fantasy creato dalla mente di George R.R. Martin. In questo secondo libro riusciamo a conoscere meglio i figli di Eddard Stark e dei loro fedeli Meta- Lupi, in particolare Jon Snow che inizia l'addestramento per entrare a far parte dei Confratelli in Nero, coloro che sono responsabili della difesa della Barriera nell'estremo NORD e suo fratello Robb che diventerà il signore di Grande Inverno. Nei sette Regni qualcosa sta cambiando, l'assetto politico è totalmente instabile. Le grandi famiglie si scontreranno per affermare il loro potere, Cersei Lannister da una parte e i signori di Grande Inverno dall'altra si ritroveranno faccia a faccia sul campo di battalgia. Oltre la Barriera qualcosa di terrificante si sta preparando ad agire, gli Estranei fanno la loro comparsa. Mentre il caos prende vita nei Sette Regni, la regina Donthaki, appartenente alla dinastia Targaryen, prepara il suo ritorno per la conquista del Trono di Spade. Eddard Stark viene nominato Primo Cavaliere, figura più importante dopo il Re dei Sette Regni, dal suo amico e reggente Robert Baratheon. A seguito di non proprio chiare circostanze, il suo amico Robert muore, lasciando vagante il trono. Eddard verrà accusato di tradimento ed imprigionato nelle segrete di Approdo del Re, mentre la sua famiglia sarà disgregata. Robb prenderà il comando ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra