Condividi questa pagina su

oro Status oro (Livello 9/10)

JiMorris

JiMorris

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 19/06/2008

2834

Unold 58565 29/11/2014

La nostra griglia da balcone!

Unold 58565 Nella casa nella quale viviamo non abbiamo un giardino ed è un residence pieno di persone, solo un piccolo balcone così ho acquistato questo grill elettrico. Sarebbe bello e altruistico dire che l'ho fatto per non disturbare i vicini quando arrostisco impuzzando le loro case, oltre che la mia, con fumi tossici, ma vivendo in Sicilia nessuno ha questa delicatezza nei miei riguardi nè io la ho per loro, diciamo che la mia scelta è principalmente salutista sia per il fumo che si è costretti a respirare sia per le bruciature tossiche sui cibi. Così ho deciso di acquistare questo un grill elettrico, comodo perchè è facile da accendere e si ripone velocemente in un attimo, al contrario di quelli a carbone. L'ho voluto comprare perchè è sempre bello arrostire e mangiare all'aria aperta in estate e anche noi vegetariani possiamo mangiare delle buone verdure grigliate, poi la mia compagna non lo è e si può arrostire qualche fetta di carne. Ci siamo trovati subito bene perchè è estremamente facile da usare e cuoce con equilibrio i cibi che sono davvero ottimi, purtroppo la differenza con la cottura a carbone che bruciacchia i cibi si sente, ma a noi va bene così. Prima di tutto la salute. Sicuramente una pecca sono gli elevati consumi elettrici che fanno lievitare la bolletta.

Barbecook Basic Ceram 28/11/2014

Barbecue da giardino

Barbecook Basic Ceram Avendo un piccolo spazio avevamo deciso di acquistare un barbecue per fare qualche pasto all'aria aperta e con cibi arrostiti. Ne abbiam visti parecchi e non volevamo spendere tanto, tuttavia siamo rimasti incantati dallo stile di questo barbecue molto moderno e dinamico, oltre che per la splendida accoppiata di colori, in particolare è stata mia madre a riconsocerne la bellezza e quando abbiamo visto il prezzo era alla nostra portata: 70 euro in offerta, ci sermbrava un vero affare per un barbecue che sembrava un pezzo d'arredo, anche se a queste dimensioni avremmo potuto trovarne piu economici. Arrivati a casa lo abbiamo subito montato e testato con una bella grigliata di carne ed è andato alla grande. Molto pratico e intuitivo lo abbiamo montato rapidamente, quasi senza fare uso delle istruzioni, poi lo abbiamo adoperato e ci siamo trovati bene perchè è alla nostra altezza e cucinare viene davvero facile. E' stato per anni nostro compagno di mangiate era sempre un piacere accenderlo e mangiare all'aria aperta, poi crescendo noi uscivamo di più e man mano queste cene sono diminuite fino a finire del tutto quando noi due fratelli siam diventati vegetariani. Alla fine mia madre lo ha regalato a mio zio che glielo aveva sempre lodato e aveva da poco acquistato una casa con giardino, così potrà avere una seconda giovinezza con la famiglia di mio zio. Nonostante l'uso abbastanza continuativo negli anni si è mantenuto stabile e compatto, basta ripulirilo per ritrovare i ...

Bling Ring (Dvd) 28/11/2014

Il vuoto dell'adolescenza e... della regia!

Bling Ring (Dvd) La mia compagna era attratta da un trailer sfolgorante e da una campgna pubblicitaria martellanet che prometteva una storia fantastica, io non ci vedevo niente di che, ma neleggiare il film costa una cifra ridicola e se fa schifo pazienza. In effetti, era proprio una mediocre storia adolescenziale fatta da una regista mediocre che ancora è in circolazione per il suo (cog)nome roboante. Un gruppo di adolescenti di Los Angeles attratto maniacalmente dal mondo dello spettacolo comincia ad entrare nelle ville dei ricchi e fare piccoli furti in cerca di status symbol che non possono permettersi... L'unica cosa interessante di questa storia è che è una storia vera, per quanto poco credibile, soprattutto per il pubblico italiano perchè non si riesce a credere che queste ville fossero di cosi facile accesso e senza alcun antifurto. La regista ha in mano una storia tutto sommato originale e interessante perchè è una storia realmente accaduta, ma purtroppo le sue sono mani sbagliate incapaci di andare oltre i semplici fatti e adornare la storia con stile, infatti il film risulta da subito scialbo e senza verve. La Coppola non approfitta della storia per dare alcun insegnamento nè esprimere un suo giudizio e questo potrebbe anche essere una scelta stilistica azzeccata, se dall'altra parte riuscisse ad elevare il film a una storia di costume capace di realizzare un quadro degli adolescenti di oggil, ma purtroppo non riesce a fare nemmeno quello, ma si limita a raccontarci i fatti ...

Ilsa Bistecchiera in Ghisa 27/11/2014

Resiste agli anni

Ilsa Bistecchiera in Ghisa Quando vivevo a casa coi miei la nostra piastra in ghisa dove arrostire tutto era questa della Ilsa, l'aveva acquistata mio padre alcuni anni fa dopo che arrostire con altri metodi era diventato fastidioso per il fumo che si produceva, mentre con questa bistecchiera sul fornello di casa si pooteva no ottenere buone arrostiture senza troppi fumi nocivi. E' stata una rivoluzione le nostre carni, polpette, salsicce erano ben cotte e meno bruciate, all'inizio non ci si abituava a quella cottura senza carne bruciata alla quale eravamo abituati, ma con l'andar del tempo ci siamo resi conto che si apprezzava meglio il sapore della carne e era piu salutare. Allora ero ancora carnivoro e questa padella era usata principalmente per le carni, poi sono diventa vegetariano e ancora questa padella è incasa e mia madre la sua per prepararci delle ottime verdure arrostite. Comprare una padella Ilsa è stato un affare, sebbene ai tempi è stato un acquisto criticato perchè bollato come troppo costoso per i tempi, ma era anche il massimo. Le principali critiche di mia madre riguardavano la pesantezza, così ci chiedeva sempre aiuto per pernderla quando le serviva. Oggi è una padella funzionale, ma superata dalle piu moderne che consentono una cucina con meno grassi che non si attacca, ma anche meno gustosa. Forse molti gli preferireste questa anche oggi!

Una Notte da Leoni 3 (Dvd) 26/11/2014

Risate dal... passato!

Una Notte da Leoni 3 (Dvd) Il successo esasperato di questa serie partorisce un'altro capitolo della saga dei nuovi quattro folli eroi del cinema americano. Tutto sommato piacevole. In questo capitolo Alan ha smesso di prendere i farmaci dopo averne combinao una delle sue con relativo disastro sull'autostrada e i familiari decidono di farlo ricoverare in Arizona, così saranno i suoi tre amici di sempre ad acconmpagnarlo in questo viaggio. Tutto sembra andare per il meglio, ma vengono assaltati da Marshall che vuole ritrovare Mr. Chow, così i quattro sono costretti a fare una deviazione per il Messico... La sceneggiatura è parecchio zoppicante in questo film, d'altronde non sanno più cosa inventare così si appggia in tutto e per tutto al primo capitolo della saga, facendo tornare i nostri eroi lì dove tutto era cominciato e questa è stata una scelta umile e azzeccata perchè qusto terzo capitolo torna davvero a strappare tante risate. Una storia senza la pretensione di essere una storia che viene caricata tutta sulle spalle di Alan, interepretato da Galifianakis, che con la sua forza comica riesce a far regge tutto il film e regalare ai fan della serie tante risate. Gli altri del gruppo sono solo delle comparse che accompagnano il vero protagonista nella storia e praticamente si spengono rispetto alle altre due storie, tramite i quali li abbiamo conosciuti. E' Kim Jeong, che interpreta Mr. Chow, a fare da spalla e supporto alla comicità di Alan e ci riesce anche se non in maniera altrettanto ...

Hotpoint-Ariston FKS610X 26/11/2014

Il nostro forno

Hotpoint-Ariston FKS610X Quando ci siamo trasferiti nella nuova casetta c'era già un forno elettrico dell'ariston che era qui da parecchi anni e ha lavorato alacremente senza problemi. All'inizio ho avuto qualche difficoltà di adattamento perchè a casa avevo un forno a gas e la cottura è differente, fino al trasferimento non lo avevo mai usato per cucinare, solo mia madre quando ci trasferivamo in estate. Ma dopo poche settimane ci siamo cominciati a capire e imparare ad usare le temperature o la ventilazione del forno a secondo di cio che necessito. In realtà non ho notato molti vantaggi rispetto a quello a gas, l'unico è quello di poterla accendere semplicemente girando la manopola senza rischiare fughe di gas e anche il vantaggio di avere una temperatura stabile e controllata. Questo consente di cuocere uniformente grazie alla ventilazione che diffonde il calore all'interno del forno senza farlo provenire solo dal lato della resistenza. ED è anche facile da usare. Ariston è un marchio di qualità e ha realizzato un buon forno anche dal punto di vista estetico che si conforma alla perfezione alla cucina in somiglianza al vetro. Negli anni non ha avuto alcun problema ed è sempre stato pronto quando è stato chiamato in causa anche se viene usato molto saltuariamente. Gli anni passano e continua a resistere. Lo consiglio.

Bomann MWG 2237 CB 26/11/2014

Anche noi il micronde

Bomann MWG 2237 CB Quando stavo da mia madre abbiamo sopravissuto per anni senza avere un micronde, finchè un bel giorno si decise ad acquistarlo, tuttavia io non sono cresciuto con la fissa e nemmeno la mia compagna e, quando siamo andati a convivere non lo abbiamo ritenuto un acquisto indispensabile. Ma la politica di prezzi sempre più aggressive ci hanno fatto mollare perchè alla fine averlo in casa è sempre una comodità per riscaldare gli avanzi dei giorni precedenti con rapidità e senza sprocare padelle e scongelare i cibi immediatamente. Abbiamo vissuto benissimo per un anno senza averlo, ma quando è entrato in casa è stato subito utile, anche se non lo usiamo quotidianamente è molto più comodo poter ad esempio usufruire di un pezzo di pane congelato in tre minuti, senza sporcare nulla, ma anche poter riscaldare un piatto dal frigo, senza doverci pensare prima ed uscirlo. LA cifra irrisoria di 40 euro in offerta vale questi piccoli lussi, tuttavia, dopo averlo acquistato, mi sono venuti in mente tutti i motivi per i quali non ritenevo il bisogno di possederlo. Sebbene sia una gran comodità, ma se riscaldi al microonde il piatto diventa un pò più secco e devi stare attento a non tenerlo anche un secondo in più che si rovina, comunque il sapore dalla cottura al micronde risulta alterato. Anche il pane si scongela, ma anche si disidrata diventando pure un pò molliccio, quindi risulta sempre migliroe lo scongelamento naturale e lento. Così avete capito perchè nonostante la sua enorme ...

Bialetti 268 Elettrika Viaggio 26/11/2014

Caffè espresso come a casa... ovunque!

Bialetti 268 Elettrika Viaggio Diversi anni fa hanno regalato questa moka a mia nonna, ma non la usava mai perchè era sempre fedele alla sua vecchia moka da fornello, così l'ha regalata a me che l'ho accettata anche se non sapevo cosa farne, ma quando abbiamo cominciato a fare viaggi a piccolo raggio con la mia compagna ho trovato la sua utilità, ossia di poterci preparare un buon caffè anche quando eravamo lontani da casa direttamente in camera. Così questa macchinetta del caffè elettrica è diventata nostra compagna di viaggio nella nostra esplorazione della sicilia e della Calabria e ci ha aperto le porte anche all'affitto di camere perchè la mia compagna limitava l'affitto di case vacanze o camping per la difficoltà di avere subito dopo appena svegliata un caffè fumante fatto bene, invece con questa macchinetta possiamo attaccarci ovunque alla presa e avere un buon caffè. inizialmente eravamo un pò perplessi, ma dopo averla testata ae fatti i primi caffè siamo riusciti ad ottenere un buon esprezzo anche con una macchinetta elettrica, cosa che ci lasciava molto perplessi. La Bialetti ha realizzato un'ottimo compromesso tra tradizione e modernità con questa macchinetta che cosnente di fare due tazze di caffè ad un prezzo ottimale, infatti l'ho vista nei centri commerciali intorno ai 30 euro. Consigliata.

Don Jon (Dvd) 25/11/2014

Il coatto di Levitt.

Don Jon (Dvd) Questo attore ci è sempre piaciuto, tuttavia abbiamo resistito al martellante lancio pubblicitario da cinema per poi recuperarlo in dvd, anche perchè pareva proprio un film da casa. E così è stato, ma non entusiasmante. Jon è un ragazzo di origini italiane e, per questo, soprannominato il Don, ma anche per la sua capacità di rimorchiare un gran numero di donne, ma senza mai impegnarsi, ma solo per sfogarsi e riposarsi dalla sua masturbazione compulsiva. Nemmeno quando ha una relazione si stacca dai suoi porno, finchè non sarà la ragazza più bella che abbia mai visto... Joseph Gordon Lovitt esordisce alla regia scegliendo una storia strana per Holliwood, una storia che vuole parlare di una mania che è molto diffusa, ma che magari non tutti sono disposti ad usare al cinema, ossia la masturbazione. Tuttavia il Don Jon di Levitt è qualcosa di più, è lo steroptipo del coatto figlio di italiani che si è trasformato nella caricatura di se stesso, un personaggio forgiato dal cinema stesso che diventa reale e traspare, solo come un regista che interpreta il protagonista avrebbe saputo fare. Non era impresa facile rendere vivo e credibile questo personaggio, ma l'attore\regista ce la fa. Il regista tenta di andare oltre la classica commedia sentimentale dando un tocco di originalità a dei personaggi e una storia che non ne ha, ossia tentando di reinventare un genere ormai usurato, ma ci riesce solo parzialmente sperimentando soprattutto nel taglio delle scene e delle riprese, ...

Prisoners (Dvd) 24/11/2014

Dramma dal volto umano

Prisoners (Dvd) In una piccola cittadina americana due bimbe vengono disperse e non se ne riesce a trovare traccia. Il detective Loki comincia un'indagine profonda che fa emergere i tanti scheletri nell'armadio dei cittadini spinto anche dalla foga del genitore di Anna in cerca di vendetta, mentre gli altri reagiscono in modo diverso. Questo è un film che abbiamo voluto vedere insieme, io attratto dal vast e dalla produzione interessante, mentre lei dalla scritta thriller e nessuno dei due rimane deluso per la grande suspence che il film riesce a produrre amplificata dal fatto che eravamo in attesa proprio di una bambina. La regia trasforma il film in una sorta di manifesto sull'aria che si respira negli states, facendo dei genitori degli esempi dei possibili comportamenti che si hanno di fronte al dramma, comportamenti eccessivi, ma giustificati che virano verso una paranoia acuta; ormai gli USA, questo vuole farci intendere il film, sono un paese in cui non c'è più serenità e non è più in grado di proteggere i propri cittadini nè dare giustizia. E così le persone si muovono di conseguenza guidati da emozioni violente e spesso contarddittorie che gli fanno fare scelte sbagliate. Questo atto di condanna contro degli USa prima ancora che dei personaggi si sente forte da parte del regista Villeneuve che ricostruisce alla eprfezione un'america reale e realista con l'uso di splendide scenografie e musiche, ma a niente sarebbe servito se non avesse avuto a disposizione attori cosi capaci e ...

Benvenuto Presidente! (Dvd) 24/11/2014

Garibaldi for president!

Benvenuto Presidente! (Dvd) Su consiglio di un amico ho guardato questa commedia all'italiana, genere che di solito aborro, ma la presenza di Bisio era una mezza consolazione. Il protagonista è Giuseppe Garibaldi che vive da precario in un tranquillo paesino di montagna che viene eletto presidente del consiglio per un mancato accordo politico. Tutti spingono affinchè lui si dimetta, m aPeppino invece vuole sfruttare questa occasione per cambiare le cose... La trama fa subito capire come questo sia un film tipico della commedia italiana per assurdità della situazione e sarcasmo banalotto, tuttavia a me è piaciuta per tanti suoi piccoli dettagli. Bisio nel ruolo di presidente riesce a fari ridere più volte, anche se tante delle sue gag toppano miseramente perchè banali e scopiazzate, ma alcune centrano ils egno ed è quanto di meglio potessi aspettarmi da una commedia italiana. Il film prosegue sulla strada della facile reotrica e critica ai politici e in mezzo un pò stufa, ma stupisce proprio nel finale con una scelta che mi ha fatto riflettere facendo perdere al film quel carattere di banalità verso cui la fase centrale lo stava trascinando. Milani e Bonifaci riescono a centra re il problema della situazione in Italia con un discorso finale che ci trascina tutti nellos tesso calderone, ossia quello che ho sempre pensato io che ho tentato sempre di votare quelli giusti, ma senza ricevere mai riscontro dalla massa, talvolta anche non votato quando non c'era nessuno gisuto da votare. E' proprio così, ...

Zambezia (Dvd) 23/11/2014

Cartoon dal Sudafrica!

Zambezia (Dvd) Il film prende il nome da una coloratissima città abitata da pennuti che si trova in un'area protetta in Africa, la più sicura del continente nero. Kai, il protagonista, vive invece nel deserto col padre, che non vuole che lui raggiunga la splendida città e il corpo dei coraggiosi hurricane... Il film è ricco di colori e con una scplendida scenografia che sicuramente incanterà i più grandi come i più piccoli, ma anche la sceneggiatura è ricca e ha una storia intrigante alle spalle, ma stupisce vedere che tutto ciò sia prodotto in Sudafrica, una pese che non è certo rinomato per la produzione cinematografica, invece questo film non ha nulla da invidiare ai film d'animazione delle case più rinomate targate USA. La storia è intrecciata e mi ha intrigato fino alla fine, in particolare mi ha colpito la drammaticità dei personaggi che sono ricchi di sfaccettature e personalità, lasciano trapelare il loro essere pennuti solo dal variopinto aspetto esteriore, ma non avrebbero nulla da invidiare a tanti personaggi umani di altri film per profondità e realismo; ed è questo che mi ha preso della storia. La cura nei dettagli e la delineatura dei personaggi di contorno fa trapelare la qualità di questa produzione che, a mio parere, è adatta i più piccoli, ma anche ai loro genitori. Lo rivedrò con piacere insieme alla mia bimba.

Gaggia RI8423/11 22/11/2014

Piccola e funzionale

Gaggia RI8423/11 Dopo che anche mio fratello si è convertito alla religione del caffè in casa abbiamo deciso di regalare, anzi regalarci, una macchinetta della Gaggia. Il marchio ci risultava noto e il prezzo intorno alla cinquantina era nel nostro budget, così l'abbiamo acquistata e ce la siamo portati a casa. Altra caratteristica che ci è piaciuta è il fatto che non era molto ingombrante ed era l'ideale per la cucina di mia madre già piena di tante cose, cosi sarebbe stato più facile trovarci un posticino. E mia madre ha apprezzato lo stile classico e squadrato, non si sarebbe ambientata nella sua cucina, una di quelle macchine nuove e scintillanti, questa ci stava perfetta in quell'angolino e non disturbava. La macchina è stata facile da installa re e abbastanza intuitiva nell'uso, solo mio padre non ha imparato ad usarla, ma credo più per pigrizia e voglia che il caggè gli venisse fatto da noi. La qualità del caffè è buona, ma ho notato che dipende soprattutto dalla miscela usata più che dalla macchina da caffè. Questa macchina economica ha anche un riscalda tazzine che è davvero una bellezza, si ha la sensazione di essere in una caffetteria napoletana. Adesso noi non siamo più a casa e mia madre ha trovato un altro modo di usare quello spazio e riposerà in garage da qualche parte, tuttavia la consiglio.

Il Volto di Un'Altra (Dvd) 21/11/2014

Corsicato si perde nel surreale.

Il Volto di Un'Altra (Dvd) Ancora una volta mi trovo a degustare una commedia dolce\amara del cinema italiano che mi lascia sempre un pò perplesso e scontento quando arrivo al finale e con accanto la mia compagna sonnecchiante. La protagonsita di questa storia è Bella, una popolare conduttrice che viene tagliata per la sua età avanzata e resta bruciata dallo smacco. Un'incidente diventerà l'occasione per il suo riscatto e ritorno televisivo a sirene spianate, ma è davvero questio cio che vuole dalla vita? LA storia appare fin dall'inizio con colori smaglianti ed eccessivi come a voler imitare il cinema d'oltreoceano con personaggi esagerati e sterotipati, ma purtroppo Corsicato non riesce ad impostare gli stessi ritmi, ma dei ritmi lenti e italiani che prendono troppo sul serio la storia in sè. Così il film si arena in questo mondo surreale, ma che pretende troppo di dar vita al realismo volendoci propinare questi personaggi cos' sopra le righe. Una ricetta che non funziona. Così da spettatore sono rimasto a guardare questo guazzabuglio di metafore, citazioni e avanspettacolo che un regista troppo pretenzioso vuole propinarmi senza mai lasciarmi coinvolgere e annoiandomi per lunghi tratti. La mia lei mi ha abbandonato prima della metà, io sono arrivato a stento alla fine e ho ottenuto un annichilimento che mi ha portato presto al sonno della notte. Una visione mediocre e una storia troppo carica che non riesce a portare il messaggio che si riprometteva. Mediocremente italiano.

21 Jump Street (DVD) 19/11/2014

Coppia di sbirri che fa ridere!

21 Jump Street (DVD) Ancora una volta il cinema americano ci propone i suoi poliziotti in un'improbabile commedia tutta da ridere e io l'ho visto. I due protagonisti sono una coppia d'agenti, Jenko e Shmidit, che appena usciti dalla scuola sono destinati ai pattugliamenti in coppia, ma falliscono nell'arresto e sono mandati per il loro aspetto giovanile come agenti sotto coperturanella scuola del distretto 21 per arginare il traffico di droga. Ancora una volta la commedia americana pesca nell'improbabile coppia di poliziotti imbranati che viene relegata ad un ruolo ridicolo che sembra fatto apposta per far ridere più che per proteggere. Solitamente ci hanno propinato attori in ruoli improbabili come l'imbarazzante Arnold nel suolo di insegnante delle elementari, quindi dovrebbero apparire ancora piu strani e strampalati questi due nel ruolo di stundenti, ma non è così. I due sono davvero in parte e perfetti per il ruolo assegnatogli, grazie anche ad un'ottima intesa comica che fa funzionare bene il film. A dire il vero il film non mi attirava per nulla all'inizio, ma persino la mia compagna l'ha visto con piacere perchè i tempi comici funzionano e le gag, per quanto banali, sono divertenti. Sicuramente non sarà un capolavoro, ma nel suo piccolo riesce a rivitalizzare un genere davvero troppo usurato. Jonah Hill è sempre la spalla perfetta, ma mi ha stupito Tatum che non avevo visto ancora in ruoli comici e si trova davvero a suo agio tenendo, insieme al collega, il fil sulle sue spalle. ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra