Condividi questa pagina su

verde Status verde (Livello 2/10)

Mafalda81

Mafalda81

Autori che si fidano di me: 2 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Opinioni scritte

dal 07/01/2014

15

Cinquanta sfumature di grigio (E. L. James) 27/08/2014

Cinquanta sfumature di... noia.

Cinquanta sfumature di grigio (E. L. James) Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il prodotto in oggetto: il romanzo di E. L. James "Cinquanta sfumature di grigio". ** Ebbene sì, lo confesso. Dopo aver sentito parlare del romanzo "Cinquanta sfumature di grigio" per mari e monti, averne visto l'ammiccante copertina esposta nelle vetrine di ogni dove ed aver sentito parlare della James come della "nuova regina della letteratura erotica" mi sono lasciata prendere dalla curiosità e mi sono convertita anche io alla lettura del presunto "capolavoro". La conversione è durata il tempo di una giornata. Quasi 600 pagine di banalità sentimentali infarcite da una triste intonacatura di depravazione mi hanno fatto desistere. Non fraintendetemi: non sono certo i contenuti porno-soft ad avermi turbata o ad aver leso la mia fame di lettura. Ciò che non ho apprezzato è il tentativo (pedestre, a mio parere) di infilare a forza emozioni struggenti, indagini psicologiche e tentativi di riscatto morale in quella che doveva essere una storia imperniata sull'eros fisico alla De Sade. In questo, "Cinquanta sfumature di grigio" non riesce proprio a superare la sufficienza: la sensazione che se ne ravvisa, a mio parere, è quella di trovarsi davanti ad un prodotto ibrido che non riesce ad essere né carne né pesce. Non è un romanzo erotico, non è un romanzo di narrativa: la cosa che più gli assomiglia è un tristissimo Harmony infarcito da stereotipi con un'inutile parvenza da Diario di Bridget Jones. ** Il paragone potrebbe ...

Disoccupazione. Torna a salire il tasso di chi non ha un'occupazione. Quali sono i motivi e cosa si potrebbe fare per risolvere questo problema? 04/07/2014

Disoccupazione: è possibile uscirne fuori?

Disoccupazione. Torna a salire il tasso di chi non ha un'occupazione. Quali sono i motivi e cosa si potrebbe fare per risolvere questo problema? Sembra facile parlare di disoccupazione evidenziando carenze strutturali dello stato ed additando fantomatici responsabili. In realtà, la disoccupazione è un fenomeno che, a partire dall'era dell'industrializzazione, ha interessato molte nazioni. Con ciò, non intendo dire che la mancanza di lavoro sia pari ad una pandemia inarrestabile, una malattia da cui allontanarsi il più possibile in attesa che si esaurisca da sola. Vaiolo, peste ed influenza hanno percorso l'intero globo determinando spesso l'abbandono delle città ed il costituirsi di eccezionali flussi migratori. Attanagliate dallo spettro della malattia e della morte, le persone fuggivano da uno scenario di dolore e desolazione: a muoverle non era soltanto la paura, ma anche un istinto di autoconservazione. La disoccupazione è invece più simile ad un perverso moto circolare, i cui meccanismi -una volta innescati- possono condurre in un'unica direzione. Trovare la vera origine di questo fenomeno sociale non è facile: nelle pandemie -la letteratura insegna- si scatena la caccia all'untore. Similmente, quando si deve cercare di risalire alle cause della disoccupazione è facile puntare il dito contro una determinata generazione, riversandole addosso il peso del fallimento. A parer mio, il primo passo per spezzare il circolo vizioso della disoccupazione consiste proprio nell'abbandonare questa visione fatalista e vittimista che da molti anni caratterizza il popolo italiano. La filosofia dello "scaricabarile" ("non sono ...

Philips HP 6405 20/06/2014

Philips Satinelle 2 in 1 HP 6405: old but gold

Philips HP 6405 Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il prodotto in oggetto: l'epilatore 2 in 1 Philips Satinelle HP 6405. ** Il Silk Epil Philips HP 6405 fa parte del mio beauty case da quasi 10 anni. Piccolo, leggero e maneggevole, è un compagno ideale da alternare alla consueta ceretta. Rispetto a questa, infatti, Philips Satinelle HP 6405 non ha bisogno di alcuna preparazione e non sporca: basta alimentarlo col suo cavo, attaccarlo ad una presa di corrente e svolge il suo egregio lavoro senza dover preparare alambicchi o strisce depilatorie. Il rumore che produce è simile a quello di uno spazzolino elettrico.. e il dolore che causa.. beh, dipende dalla sensibilità personale, dalle zone trattate, dalla velocità di rotazione impostata e, ovviamente, dal suo corretto utilizzo. Nel caso di peli lunghi o sottili, ahimè, quasi sempre è necessaria una doppia passata: la prima avrà come sgradevole effetto lo spezzare il pelo, mentre la seconda svolgerà il suo lavoro. Ciò premesso, personalmente, trovo la sensazione più che tollerabile sulle zone meno sensibili come le gambe, mentre mi rifiuto di usarlo dove la pelle è più sottile perché l'effetto finale ricorda la scudisciate. Chi non è abituato alla sensazione, invece, potrebbe avvertire anche sulle zone meno sensibili una sensazione sgradevole, come di scossa elettrica. Il silk epil lascia la pelle morbida per alcune settimane: i risultati sono di lunga durata, ma difficilmente raggiungono le "fino a 4 settimane" ...

Bottega Verde Gel detergente per il viso al Pompelmo rosa 18/06/2014

BV Gel detergente al Pompelmo rosa: ideale per le pelli giovani

Bottega Verde Gel detergente per il viso al Pompelmo rosa Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il prodotto in oggetto: il Gel detergente per il viso al Pompelmo Rosa di Bottega Verde. ** Ho acquistato questo prodotto diversi anni fa quando, per motivazioni di studio, mi sono ritrovata a dovermi da trasferire dal mio tranquillo "viallaggetto" di 60.000 anime, posto a ridosso della costa, ad una città molto più caotica, lontana dal mare e con un tasso di inquinamento non indifferente. Ho sempre avuto la pelle grassa e con una particolare tendenza verso quell'odioso "effetto lucido" che tanto ricorda il make up da "cerone sotto i riflettori holliwoodiani". Il trasferimento nella nuova città ha esacerbato il mio problema, mettendo a nudo l'incompatibilità della mia pelle grassa con le polveri sottili e gli agenti inquinanti. In capo ad un paio di mesi, passato il benefico effetto del mare, il mio viso presentava vistosi pori dilatati, un'accentuata lucidità ed un colorito decisamente spento. ** Il gel detergente per il viso al Pompelmo rosa di Bottega Verde è riuscito a tamponare in breve tempo l'emergenza. Il prodotto da solo non fa miracoli e deve essere usato in associazione a creme e lozioni: il gel di Bottega Verde possiede infatti un carattere detergente.. ma non è in grado né di idratare né di proteggere con un film lipidico la pelle del viso. Tuttavia, i micro-granuli presenti nel fluido, la texture simil-liquida e la presenza di agenti astringenti (pompelmo e farnesolo) sono in grado di apportare ...

Bottega Verde Crema viso seboequilibrante all'estratto di salice 09/06/2014

BV "Crema viso seboquilibrante": buona per le pelli grasse

Bottega Verde Crema viso seboequilibrante all'estratto di salice Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il prodotto in oggetto: la crema sebo-equilibrante all'estratto di Salice di Bottega Verde. ** Avendo la pelle molto grassa, non posso sfruttare le creme abitualmente usate dagli altri componenti della famiglia. E' difficile anche trovare dei prodotti compatibili con le mie esigenze in commercio, specie presso la grande distribuzione: la maggior parte delle emulsioni vendute in profumeria o al supermercato, anche se di marca prestigiosa, sono ipotizzate per pelli sensibili e secche. Fino all'apertura di un punto Bottega Verde nella mia città, le uniche creme che potessi usare, anche semplicemente come base per il trucco, erano i cosmetici galenici reperibili in farmacia.. che hanno -ahimè- un costo non indifferente! ** L'apertura di un punto BV nella mia zona è stata una novità più che apprezzata. Tra tessere, sconti, promozioni cartacee inviate a casa e campionicini omaggio, sono riuscita a trovare un buon numero di creme adatte alla mia pelle senza dover accendere un mutuo. :) ** La crema viso sebo-equilibrante all'estratto di Salice è diventata in breve la mia emulsione notturna preferita. So che viene pubblicizzata come crema night & day, ma considerando che mi trucco pochissimo e non espongo la pelle a grande stress, mi basta applicarla sul viso pulito, prima di andare a dormire, per svegliarmi il giorno dopo con la pelle idratata e libera da quella sgradevole sensazione di unto al tatto. Per il giorno, invece, ...

battleknight.it 06/06/2014

Battleknight: come trascorrere il tuo tempo guardando dei numeri

battleknight.it Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il browser game Battleknight ** Ho iniziato la mia avventura su Battleknight quasi 8 anni fa. Ero stata invitata sul gioco da un amico tramite il meccanismo dei click dei referral.. avete presente quei link che i vostri amici vi supplicano di clickare dicendo che a voi non costa nulla ma che il loro personaggio ne trarrà beneficio guadagnando oro, sesterzi, litri di sangue, crostatine della nonna e punti Esselunga? Ecco. Questa è stato l'inizio della mia avventura su Battleknight.it. ** Il gioco all'inizio è molto simpatico e quasi divertente, nonostante non vanti certo animazioni dettagliate e grafiche mozzafiato. A dirla in breve, la scarna pagina di login del vostro cavaliere (un personaggio medievale dall'allineamento serafico o demoniaco) si traduce in una panoramica di informazioni quali: -caratteristiche del personaggio -costo delle skill -ampolla della vita e dell'esperienza -inventario -talleri e rubini Il tutto corredato dalla simpatica immagine che avete voluto attribuire al vostro cavaliere ed all'armamentario in vostro possesso. A sinistra, un menù laterale vi permette di accedere a determinate aree del gioco, quali classifica, mercante, taverna, mappa, etc.. Semplice e lineare. Non sono richieste particolari abilità per cimentarsi in questo gioco, se non un minimo di strategia e di conoscenza matematica per capire chi sfidare e come impostare il proprio personaggio. Eppure, esaurita la curiosità ...

Remington WDF 4815 Smooth & Silky 03/06/2014

Remington Smooth & Silky: ottimo per vacanze ed emergenze

Remington WDF 4815 Smooth & Silky Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il prodotto in oggetto. ** Ho acquistato Remington Smooth & Silky circa 2 settimane fa. L'ho trovato in vendita in un discount locale ad un prezzo più che competitivo (circa 15 euro). Perchè mi sono fatta tentare dall'offerta? Perchè incautamente, anni addietro, ho calpestato la testina trimmer del mio Silk-Epil Braun, rendendola inutilizzabile (ma il signor Braun è ancora ottimo come epilatore elettrico). Da allora sono stata sempre a caccia di un valido sostituto: sono avvezza a trascorrere 15-20 giorni al mare e, dopo i primi 10 giorni, il fastidio della ricrescita inizia a farsi sentire. Di prendere appuntamento con un'estetista (ad agosto? Senza prenotazione?) non se ne parla. Di portarmi dietro gli alambicchi da ceretta neanche. L'epilatore elettrico è un ottimo alleato, ma non riesce a togliere i peli più corti. Restano dunque i tradizionali rasoi a mano, con i quali puntualmente finisco col tagliarmi. Certo, si parla di micro-abrasioni invisibili ad occhio nudo.. ma una volta che immergo la parte ferita nell'acqua, i piccoli tagli iniziano a pulsare e la zona lesionata si arrossa conferendomi un "meraviglioso" aspetto da attacco di orticaria. I trimmeri elettrici sono dunque per me la soluzione ideale per tutte quelle zone delicate (specie bikini/ascelle) che necessitano di continui ritocchi. ** Remington Smooth & Silky rappresenta un ottimo compromesso tra prezzo, funzionalità e praticità d'uso. E' uno ...

Domopak sacchetti ghiaccio 20/05/2014

Domopak sacchetti ghiaccio: indispensabili per l'estate

Domopak sacchetti ghiaccio Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il prodotto "Domopak sacchetti ghiaccio". -- Con l'arrivo dell'estate, si sa, il consumo dei cubetti di ghiaccio raggiunge soglie allarmanti in quasi ogni famiglia. Che vogliate sorseggiarvi una fresca limonata o preporre un intrigante Mojito ai vostri amici, i cubetti di ghiaccio sembrano non bastare mai. Se poi vivete in una famiglia numerosa e siete avvezzi alle consuete vaschette mono-blocco, sapete benissimo che la legge di Murphy vi aspetta al varco. Diciamolo chiaramente: le evoluzioni possibili sono due. O ogni componente della famiglia si serve di 3-4 cubetti sino a svuotare il contenuto della vaschetta, senza mai ricaricarla, e voi vi ritrovate a sorseggiare un drink a temperatura ambiente... oppure, nel malaugurato caso in cui qualche buon samaritano decida di fare una buona azione e ricaricare la vaschetta semi-finita, finite col rovesciarvi addosso l'acqua gelida per prendere i vostri agognati ultimi 4 cubetti. -- I sacchetti formaghiaccio Domopak costituiscono la valida alternativa a questo scenario domestico disarmante. Igienici, pratici e versatili si riempiono in un attimo sotto al getto del rubinetto e si possono piegare/accatastare per sfruttare ogni angolo libero del freezer. Presentano cuciture solide, a prova di stillicidio, e, a differenza di tante sottomarche, posseggono una caratteristica che li rende ideali ad essere usati da chiunque: possono infatti essere chiusi sull'estremità superiore ...

Il segreto delle gemelle. Fairy Oak (Elisabetta Gnone) 19/05/2014

Il segreto delle gemelle - Fairy Oak": un'alternativa alle Winx

Il segreto delle gemelle. Fairy Oak (Elisabetta Gnone) Da oltre un decennio fate, maghetti e streghette imperversano nel circuito librario e in quello mediatico, facendo la gioia dei più piccoli e degli adolescenti. Difficilmente però Bloom & Co. vengono apprezzate dai genitori: top succinti, stivali a zeppa, flirt continui e fondamentali quesiti universali (tipo: mi vedi grassa? cosa mi metto per fare colpo? come abbino lo smalto con l'ombretto?) generano molto di più di un'occhiata perplessa da parte di mamma e papà. Preoccupazione dei genitori è infatti quella di fornire contenuti di qualità in grado di insegnare, sotto forma di cartone o libro, valori fondamentali come l'amicizia, il rispetto, l'onestà, etc.. dal canto loro, bambini ed adolescenti storcono però il naso davanti ai romanzi "di formazione", definiti spesso noiosi od anonimi, e preferiscono concentrare la propria attenzione su format esteticamente più accattivanti. A mettere d'accordo tutti ci pensa Elisabetta Gnone con "Il segreto delle gemelle", il primo libro della trilogia di Fairy Oak. All'interno dell'idilliaco villaggio che prende il nome dal suo più vetusto abitante (una quercia parlante fin troppo chiaccherina) si dipana la vita delle gemelle Pervinca e Vanilla. Le due bambine, nate a 12 ore di distanza l'una dall'altra, sono entrambe streghe, pur incarnando poteri opposti. Se vi immaginate accademie potteriane distinte dal mondo babbano o roghi alla Giovanna D'Arco, siete fuori strada. Nel fantastico mondo di Fairy Oak la magia è un qualcosa di ...

Protypers.com 16/04/2014

ProTypers.com: quanto vale il tuo tempo?

Protypers.com Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il sito in oggetto. -- Incuriosita dalle recensioni positive e dalle prove di pagamento sparse per tutto il web, ho iniziato 72 ore fa la mia avventura su ProTypers.com. In precedenza, avevo chiesto ad un amico di provarlo per me, ma la sua opinione non era stata particolarmente positiva. Vuoi le regole in inglese, vuoi i continui errori interni del server, la sua esperienza si era tradotta in una permanenza di mezza giornata sul sito primo di bollarlo come "fonte primaria di stress". E' stato allora il mio turno di mettermi alla prova con ProTypers.com. Per chi non lo conosce ancora, questo sito promette l'erogazione di piccoli pagamenti al raggiungimento della soglia minima di payout. I crediti possono essere guadagnati risolvendo i captcha proposti nell'apposita sezione o con il programma dei referrals. Non è previsto alcun costo di affiliazione. -- L'interfaccia del sito è gradevole, completo e funzionale. All'atto dell'iscrizione occorre compilare un semplice form in lingua inglese ove viene richiesto di identificarsi correttamente con dati veritieri. Relativamente alla scelta di pagamento, ProTypers individua gli strumenti di Payza, PayPal, PerfectMoney (consigliati), ma concede anche di impiegare Western Union e servizi affini. Personalmente, consiglio di impiegare PayPal in quanto il payout minimo è di 3 Typer Credit, mentre per Western Union occorre maturare un credito potenziale di 100 TC. -- Una volta ...

Il mondo deve sapere. Romanzo tragicomico di una telefonista precaria (Michela Murgia) 10/04/2014

Il mondo deve sapere - M.Murgia: la tragicommedia dei blog

Il mondo deve sapere. Romanzo tragicomico di una telefonista precaria (Michela Murgia) Questa opinione rispecchia la mia personale esperienza con il prodotto in oggetto, ovvero il romanzo breve di Michela Murgia "Il mondo deve sapere - Romanzo tragicomico di una telefonista precaria". -- Mi sono sempre domandata le dinamiche che animassero la vita di un call center. Dopo aver lavorato 3 anni ad un numero verde nazionale di una compagnia di servizi (no, per fortuna non vendevamo aspirapolveri.. quelli purtroppo mancavano alla nostra offerta a tutto tondo!) ed aver assistito a scene incredibili, ancora la mia domanda non trovava risposta Eh sì! Perchè nonostante la mia esperienza lavorativa, il dubbio rimaneva: magari solo a me (tapina tra le tapine) era capitato di maturare un'esperienza paradossale con un'azienda che si vantava di offrire sostegno psicologico ai suoi dipendenti ma che in realtà aveva la stessa carica motivazionale di una visione ripetuta, con sottotitoli in danese, de "La corazzata Potemkin". Quando ho scoperto che esisteva un romanzo che trattava, in maniera ironica ed autocritica, dei meccanismi insiti ai call center mi si sono illuminati gli occhi. Non solo! L'autrice aveva imperniato il proprio manoscritto su Kirby, una delle aziende da cui ero stata contattata da giovanissima e che ancora oggi costituisce motivo di grosse risate quando mi confronto con gli altri ex-adepti. -- "Il mondo deve sapere" di Michela Murgia è una lettura piacevole e non impegnativa, adatta ad essere portata in vacanza o regalata ad amici e familiari (rigorosamente ...

easyJet 07/04/2014

EasyJet: come prenotare con un click

easyJet Per lungo tempo, nella mia adolescenza, per organizzare le trasferte internazionali o intercontinentali ci siamo affidati ad un'agenzia di viaggi locale. Poi, con l'avvento di internet, abbiamo iniziato a prenotare da soli i nostri viaggia via pc: non perché l'agenzia ci avesse offerto un servizio poco soddisfacente, ma semplicemente perché erano venuti a cambiare i nostri requisiti. Se prima ci muovevamo per lavoro ed avevamo bisogno di riservare "in blocco" un certo numero di posti in aereo, con il passare del tempo le trasferte lavorative si sono fatte più sporadiche ed abbiamo iniziato a viaggiare per mero interesse personale. A questo punto, non avendo più i vincoli tassativi di partenza ed arrivo da conciliare con TOT partecipanti, per noi è stato molto più facile muoverci da soli all'interno dell'offerta di viaggio. EasyJet è stata una delle prime compagnie che abbiamo preso in considerazione, forte della sua preminenza all'interno dei motori di ricerca. Il sito ufficiale della compagnia è esaustivo e di facile consultazione, nonostante negli ultimi anni si sia arricchito di "orpelli" (tab secondarie) che non sempre rispondono alle esigenze dell'utente. -- In particolare "Hotel" e "Trasporti" forniscono una lista di suggerimenti (meramente accessori) sull'accomodation durante il soggiorno o sulla possibilità di noleggiare in loco una vettura. La lista delle strutture alberghiere e delle compagnie di noleggio non è esaustiva, ma tiene conto solo delle aziende ...

Eni 05/04/2014

Eni luce: errare è umano - perseverare è diabolico

Eni Questa opinione è frutto della mia esperienza personale con l'azienda in oggetto. Premetto che i fatti riportati si situano a cavallo del 2010 e del 2011, ma che un avvenimento recente (Marzo 2014) mi ha indotto ad esporre ora il mio giudizio su Eni. Spero vivamente che gli standard qualitativi della compagnia abbiano subito un notevole incremento, ma l'episodio di Marzo 2014 mi fa dubitare della cosa. -- A Luglio 2010 è iniziata la mia odissea con Eni. Ero stata cliente Eni Gas per anni e, a seguito della liberalizzazione del servizio di fornitura di gas e luce elettrica, un incaricato Eni si è presentato presso la mia abitazione per sottopormi un foglietto illustrativo con le tariffe per la componente elettrica. Mi ero sempre trovata bene con il vecchio gestore, tuttavia, dato che l'addetto sottolineava come il fascicolo non fosse altro che "un foglietto illustrativo" e non comportasse alcun onere, l'ho lasciato entrare in casa. Al termine della presentazione dell'offerta, Alessio (questo il nome dell'incaricato) mi ha chiesto di firmare un apposito registro per provare ai suoi capi che effettivamente era passato da me. Ho domandato cosa stessi firmando e ho rinnovato la mia obiezione ad un eventuale passaggio di gestore (in parole povere: "foglietto illustrativo sì, contratto no") ed Alessio mi ha nuovamente confermato di avermi lasciato un mero dépliant e che la mia firma serviva solamente per provare che lui aveva svolto il suo lavoro quale informatore/rappresentante ...

Twinings Breakfast Tea 07/01/2014

Un buon the pomeridiano.. ma non solo

Twinings Breakfast Tea Nel corso degli anni il package dell' "English Breakfast Tea" della Twinings ha subito qualche modifica, ma la sua linea geometrica -caratterizzata da un acceso color rosso- è stata mantenuta. Ho acquistato tempo fa una confezione rettangolare, in cartone, del prodotto e ne sono rimasta piacevolmente impressionata. Oltre alla denominazione, sulla confezione vengono riportate informazioni salienti quali il numero delle bustine monodose contenute (25 bustine) e l'intensità di gusto/aroma (3 foglie su un massimo di 5), così da permettere una piena conoscenza del prodotto. Anche la data di scadenza, obbligatoria per legge, è ben visibile sul lato corto della scatola. Per tutti coloro che si avvicinano per la prima volta all'arte del the, Twinings propone anche delle semplici ed intuitive istruzioni di preparazione dell'infuso. Queste sono presenti lungo il bordo superiore della confezione (sulla linguetta interna, non visibile all'atto di acquisto) e riportate sulle singole bustine. Aprendo la scatola, ci si accorge che ciascuna bustina è incartata in una confezione monodose in cui vengono ri-evidenziate le caratteristiche del the (denominazione e intensità di gusto) e riportate nuovamente le istruzioni d'uso. Il sapore dell'English Breakfast Tea è corposo e avvolgente, ma può variare sensibilmente in base all'acqua utilizzata per la base ed ai tempi di infusione. Un'acqua di "scarsa qualità" (magari perchè ricca in cloro od acidula) determinerà un gusto tendente all'amarognolo, ...

o2o.it 07/01/2014

Paga davvero - sito altalenante con politiche contraddittorie

o2o.it Questa opinione rispetta la mia opinione personale e la mia esperienza con il sito in oggetto. o2o è un sito di e-writing totalmente italiano che consente, tramite la stesura di piccole guide a carattere pratico, di guadagnare un credito virtuale: alla soglia di 25 euro questo può essere riscattato con bonifico o paypal. I pagamenti arrivano puntualmente (entro 60-90 giorni). Contestualmente al pagamento, viene emesso un pdf utile per la dichiarazione dei redditi, con chiare indicazioni circa periodo, causale, trattenute, etc. Veniamo ora ai punti dolenti che ho riscontrato. Mi sono iscritta a Maggio dell'anno scorso. Il primo mese è stato altalenante: come novizia non avevo ben compreso i meccanismo del sito.. e giustamente sono occorsi tempo e esperienza per afferrare il funzionamento delle guide. Ad ogni modo, le mie prime guide -seppur scarse di numero- erano tutte "top", con qualificazione "top badge" e valutazione maggiorata del conseguente bonus. Man mano che scalavo la classifica ed aumentavo di rank, però, il sito ha iniziato ad avviare politiche contraddittorie, cambiando le regole durante il giorno senza dare alcun preavviso. Fino a Giugno-Luglio, ad esempio, si poteva depositare un titolo e, se questo era accettato, si aveva l'esclusiva dell'articolo per 72 ore (3 giorni). Improvvisamente, tale termine è decaduto da 72 a 12 ore ed è stato reso retroattivo. Non è stato dato nessun preavviso nè alcuna giustificazione. Il risultato è stato che tutti coloro che ...
Torna sopra