Condividi questa pagina su

rosso Status rosso (Livello 5/10)

MonicaP

MonicaP

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 31/01/2001

62

Isole Svalbard, Norvegia 31/08/2006

Svalbard/Spitzbergen - Un Agosto a 3 gradi

Isole Svalbard, Norvegia In ogni viaggio c'è sempre un momento particolare, una vista, un istante, qualcosa che ti entra dentro e ti emoziona anche a distanza di tempo ogni volta che ci ripensi. I due giorni alle Svalbard sono ciò che non dimenticherò mai di questo viaggio e a cui ripenso ogni volta che l'ufficio mi diventa un inferno, quella sensazione profonda di bellezza, pace serenità e silenzio mi si è ancorata nel cuore e mi aiuta ad aspettare le prossime ferie. Partiamo da Tromso in direzione nord, ci scortano pulcinella di mare, numerosi soffi di balene e qualche delfino, il mare è un pò mosso ma nulla di preoccupante, in due giorni percorriamo la distanza e il brusco calo di temperatura ci avvisa che siamo vicini alla meta. Prima tappa Magdalenefiord, non un vero porto ma una sosta in un fiordo splendido con iceberg, montagne, lingue di ghiaccio che giungono al mare .. scendiamo a terra in un angolo recintato onde evitare di disturbare la nidificazione degli uccelli e fuori dalla portata degli orsi (peccato, io li avrei visti volentieri...) uniche presenze due guardiacaccia, due ricercatori e tante anatre artiche, purtroppo o per fortuna loro, al di là della zona recintata e quindi non ci siamo potuti avvicinare. Proseguiamo per la stazione scientifica di Ny-alesund, incastonato tra ghiacciai troviamo questo paesino dove in genere abitano 40 ricercatori d'inverno e 100 persone d'estate, l'ufficio postale più a nord del mondo e un alberghetto che gestisce anche il campeggio.. ...

Lestelle-astronomia.it 27/04/2006

Grazie Professor Lamberti!

Lestelle-astronomia.it Non conoscevo questa rivista pur conoscendo di fama la Professoressa Margherita Hack.. E non conoscevo il Professor Lamberti fino al mese scorso.. Ma partiamo dall'inizio.. A ottobre dell'anno scorso un caro amico, un astrofisico che lavora in un radioastronometro italiano, mi manda il link di questa rivista on line commentato da queste poche parole... Eclisse.. Crociera le stelle .. Vai e fotografa anche per me! .. Guardo un pò la rivista on line e mi piace per la lucentezza delle foto e la grafica assolutamente semplice ma efficace.. Le foto stampate devono essere meravigliose.. e mi procuro un numero per vedere com'è su carta patinata. Mi piace lo stile e gli articoli son interessanti. La terrò d'occhio on line e comprerò i numeri con gli argomenti che più mi interessano... On line non c'è la trascrizione degli articoli, ma le poche righe servono per capire se comprare o meno quello specifico numero in base agli articoli pubblicati e alle foto, e credo che in questo assolva magnificamente al suo scopo Leggo tutto della crociera, l'itinerario, il punto in cui si prevede di fermarsi per l'osservazione dell'eclisse, un sacco di link interessanti, decisamente stan organizzando qualcosa di speciale e sul sito era tutto ben descritto e dettagliato. Di questa persona,poi, mi fido ciecamente e l'idea della crociera e dell'eclisse mi ha solleticato sin da subito.. Ricordavo l'eclisse parziale del 99 vista dalla Norvegia e mi aveva emozionato parecchio, ...

Leptis Magna 18/04/2006

Leptis Magna - La perla d'Africa

Leptis Magna Ultimi controlli, passaporto alla mano, l'abbigliamento è ok, maniche lunghe, foulard e jeans, scendiamo al porto di Tripoli, il pullman ci aspetta, quel coso?.. ma ci arriverà a Lepitis Magna? Ahhh no.. quello dopo .. bhè questo è decisamente meglio.. Partiamo lungo la costiera.. 130 km ci aspettano prima di arrivare a Leptis Magna Le strade sporchissime, piene di rifiuti, di bottiglie di plastica.. un semaforo o è un portacenere? Non si distingue l'asfalto nel fitto dei pacchetti di sigarette gettate.. Il viaggio continua, per dolci e meravigliose colline, coperte di datteri e altri alberi da frutto, che contrastano con le strutture a rischio di crollo. Passiamo davanti ad alcune ville, e la guida orgogliosa dice che quella sulla montagnola è di uno dei figli di Gheddafi.. chissà perchè me la aspettavo più imponente.. Il contrasto tra le ville e le altre abitazioni è quasi doloroso.. Dopo un ora di viaggio o poco più arriviamo al parcheggio di Leptis Magna.. ma.. ma come ... e dove li metton tutti? .. ahhh in strada... vabbè se lo dicon loro... e .. il bagno.. non ditemi che è quello? .. ma era quello degli archeologi!! .. non può di certo bastare per tutti.. vabbè ... fa nulla.. ne farò a meno.. Poi il cancello con le guardie armate e la guida che ci riconta per la .. 4° o 5° volta... E ti dimentichi tutto .. L'arco di Settimio Severo (200d.c circa) toglie il fiato, nel suo splendore, immenso, bianco, decoratissimo, con l'aquila imperiale e le gesta ...

Viking River Cruise 01/09/2005

Una splendida crociera fluviale

Viking River Cruise Quando con il mio compagno di viaggio abbiamo deciso per questa crociera l'ho avvisato "la nave è piccola, ci son pochi passeggeri ed è svedese", sintetizzando in queste poche parole tutte le mie remore. Fortunatamente mi sbagliavo. E' vero, la nave è piccola, è fluviale, quindi non può essere troppo grande o non passerebbe nei canali e nelle chiuse, ma è decisamente accogliente. Una sola pecca, le cabine, piccole, assolutamente troppo piccole, pulite certo, ma quasi claustrofobiche, la nostra era di ben 8,5 MQ, salvava un oblò largo come tutta la cabina. I due lettini, due cuccette del treno, con uno spazio intermedio di ben 60cm. Il bagno con solo lavandino e water e per fare la doccia si tirava una tenda tra i due. L'immagine è un po' forte ma... immaginate di potervi lavare i denti stando seduti tranquillamente sul water... ecco questa è la dimensione del bagno. So che vi erano cabine anche da 9,8 MQ ma pur avendole viste non ho capito dove fosse la differenza, per la matrimoniale, che invece era splendida, servivano però 800 euro in più. In scandinavia sono abituati ai lettini, per loro un letto matrimoniale è strano, per noi è vero il contrario. La dimensione del bagni e i lettini sono gli unici due problemi che abbiamo avuto. Il numero dei passeggeri è limitato e si è rilevato un plus! Poche persone, pochi pullman per andare a fare le visite, insomma snellite al massimo tutte le procedure e le attese. Il personale è russo e ammetto di aver pensato "nave ...

emicrania 07/03/2005

Quanto la odio...

emicrania Se anche voi fate parte degli emicranici, mi potete capire... Odio svegliarmi la mattina dal mal di testa, vagare fino al bagno, prendermi una pastiglia e rituffarmi a letto sperando che mi passi prima che sia ora di andare a lavorare.. Odio dover dire "Signori, mi spiace vado a casa perchè il monitor mi sta facendo venire la nausea e il trapano che ho nel cervello non la smette più" Odio telefonare per disdire un impegno perchè scender dal letto è troppo difficile e non voglio nemmeno pensarci. Odio quando, pur essendo completamente immobile a letto, mi par che tutto si muova... Sì decisamente odio l'emicrania! Se soffrite di mal di testa, saprete che la prima cosa da fare è andare al centro cefalee, far tutte le visite del caso e poi iniziare a riempire quelle adorabili schede che servono per capire cosa può essere un fattore scatenante... Lo so, sono noiose, ma devi scrivere tutto e più è dettagliato meglio è, dall'arrabbiatura che ti è venuta in ufficio al numero di bustine di zucchero messe nel cappuccino della colazione. Purtroppo l'emicrania è soggettiva .. quello che per me può essere un fattore scatenante per un altro è irrilevante.. e solo leggendo queste schede si riesce a capire queste cose.. dopo un pò lo farete in automatico e imparerete molte cose su voi stessi... e .. imparare fa sempre bene.. Molti sono i tipi di mal di testa e ognuno ha i suoi rimedi e suoi farmaci. Ciò che va bene per una cefalea a grappolo può essere ininfluente ...

Nokia 9500 Communicator 25/02/2005

Un Portatile Formato Telefono

Nokia 9500 Communicator Non vedevo l'ora che mi arrivasse e finalmente i primi giorni dell'anno mi han consegnato il nuovo cellulare. Sono già quattro cinque o anni che uso i Nokia Comunicator per lavoro e non vedevo l'ora di strapazzare un pò l'ultimo nato. Ora, dopo un paio di mesi d'utilizzo posso dirvi che ne penso. Mi sono sempre trovata benissimo con i Nokia che uso sia a livello personale che aziendale e il 9500 è proprio spettacolare. Attenzione. E' un telefono prettamente aziendale. Se non vi interessa poter scrivere relazioni con word, lavorare con excel, sistemare presentazioni di power point, dubito che una "mattonella" come questa possa interessarvi. Diciamo che questo non è un "solo" un telefono. E' un miniportatile e un palmare con possibilità di far foto, collegarsi a internet e telefonare. Scrivere con uno strumento come questo è ovviamente (o meglio a mio parere) molto semplice dato che ha un tastiera grande,comoda e uguale a quella del pc. Lo trovo anche utilissimo anche per le mille funzioni d'agenda che mantengo sincronizzata con quella dell'ufficio. E' vero ha anche mms, sms, fotocamera (decisamente di buona qualità), bluetooth, infrarossi ecc ecc, ma l'uso è tipicamente per chi ha bisogno di portarsi appresso un pò d'ufficio e non vuole/può usare un portatile. Non sto a elencarvi tutte le possibilità di questo cellulare, il sito della Nokia è più che prodigo di informazioni al riguardo, volevo però farvi sapere un paio di cosette. Le memory card che si ...

altri luoghi in Finlandia 10/09/2004

Turku e Porvo .. Gioielli di finlandia

altri luoghi in Finlandia PORVOO: come avrete già letto quest'estate sono stata a Helsinki una settimana. In una mattina piena di sole ho deciso di fare un giro in barca, non volevo fare il solito giro della baia, per quanto sia molto bello e meriti, ma l'avevo già fatto e volevo andare un po' oltre. Girando per Market Square, che come ormai sapete è il punto di partenza di tutti i battelli turistici, ne ho visto uno che indicava Porvoo ... Il nome mi diceva qualcosa .. Porvoo.. Porvoo .. ci ho pensato un po' poi ho preso la guida che mi ero comprata prima di partire.. Ahhhh Porvoo ora era chiaro, avevo letto che poteva essere interessante, prendo accordi e alle 10 parto. Mmmm che meraviglia, il giro in barca, da solo, vale i 20 euro che ho speso. La baia di Helsinki è splendida, ma non da meno sono gli isolotti che si costeggiano per arrivare a Porvoo, non so quante foto ho fatto, ma davvero tante. Per quanto fosse fresco, nulla mi ha impedito di sedere nella parte superiore scoperta, anche se confesso che per due volte son dovuta scendere a prendermi qualcosa di caldo da bere. Essendo un giro turistico l'altoparlante continuava a descrivere, in sette o otto lingue, quello che appariva all'orizzonte, ma confesso di non avervi prestato troppa attenzione, il mio sguardo era focalizzato alle insenature, agli isolotti, alle barche, ai riflessi del sole sull'acqua e quando si è messo a piovere (cosa normalissima da quelle parti), ho scrollato le spalle e ho continuato indifferente ad ...

Helsinki 28/08/2004

Helsinki! Una bellissima capitale

Helsinki Anche quest anno, fino all'ultimo non ho deciso la meta, come al solito volevo un posto fresco, chiamo l'agenzia e mi trova un volo ad un prezzo accettabile x Helsinki (Sabena, Bologna-Bruxelles-Helsinki, circa 300 euro), le chiedo per l'albergo e mi spara cifre spropositate, temporeggio, cerco un po e prenoto tramite www.hotelsfinland.com, lo stesso albergo mi costa la meta' (4 stelle, la singola costa 78 euro a notte, la doppia costerebbe 82, una coppia di italiani che ho incrociato a colazione, senza prenotazione ne spendevano 130). Sveglia il 13 agosto alle 3.30 di mattina, fa caldo, sveglia, insomma si fa per dire, praticamente non dormo e alle 4 sono già in macchina x l'aeroporto. Tutto fila liscio, arrivo a Helsinki a ora di pranzo e continuando a chiacchierare con Chris, un belga che era a sedere di fianco a me in aereo, prendiamo l'autobus per il centro (n. 615 - 3,40 euro), scendendo alla stazione dei treni, ci salutiamo e raggiungo l'albergo, appoggio le mie cose e alle 2 del pomeriggio sono già in giro. Dopo un po' scopro che l'ora e' sbagliata, qui sono avanti di un ora rispetto a noi, per me poco male, basta solo sistemare l'orologio, per lui chissà, so che doveva prendere un traghetto. Ero stata a Helsinki nel 1997 per una giornata, ma troppe sembravano le cose che non riuscii a vedere, e già col primo giretto mi accorgo di aver scelto giusto. La cattedrale bianca, immensa, sovrasta il porto e la piazza del mercato, mentre di lato, la cattedrale ...

Tallin 25/08/2004

Tallin: Uno splendido tuffo nel passato

Tallin Forse non lo sapete ma la capitale estone e' a soli 70 km da Helsinki, un ora e mezzo con nave veloce, quindi in una splendida e fresca giornata di sole ho deciso che il giorno dopo sarei tornata a Tallin. Mi era piaciuta la prima volta che l'avevo vista nel 97 ma ero restata solo poche ore e ho pensato che questa era l'occasione buona di tornarci. Mi informo e mi dicono che la nave c'è da maggio a ottobre, andata e ritorno costa dai 36 ai 100 euro, dipende dalla compagnia e dalla classe, la più economica e' la Linda e parte da Market Square. Si può anche andare o tornare in elicottero, dura 20 minuti, ma va prenotato alcuni giorni prima e costa sui 50 euro, nel mio caso non c'erano posti economici disponibili e non me la sono sentita di spendere 130 euro. Come da programma alle 7,30 sono a fare il check in e prendo la nave delle 8, alle 9.30 sono già in giro per la città. Ricordavo la porta d ingresso e il torrione di guardia, ma vederlo ben ristrutturato mi ha felicemente sorpreso. La città e' tutta un cantiere, e' entrata in Europa da pochissimi mesi (maggio 2004) e ora vive un boom di ristrutturazione e turismo. Anche se molto e' già stato fatto dalla indipendenza dalla Russia dell'agosto del 1991, molto e' ancora in corso o da fare. Giro per le viuzze di questa cittadina, vecchissima capitale della lega anseatica, e se socchiudo gli occhi eliminando i turisti, mi sembra di tornare indietro nel tempo, al medioevo e già mi sorprende non vedere carrozze, ...

Aeroporto di Helsinki 25/08/2004

Helsinki: l'inizio e la fine del viaggio

Aeroporto di Helsinki All'arrivo ero smaniosa di andare subito in città per iniziare ad apprezzare le bellezze del luogo e ammetto di non aver quasi fatto caso all'aeroporto. Le indicazioni su come arrivare in città, erano comunque ben chiare e visibili. Si può usare il piu economico autobus il n° 615 in fondo a sinistra appena usciti dalla porta centrale, costo 3,40 euro; oppure il pullman dell aeroporto, sempre sulla sinistra, appena usciti, che costa 5 euro; infine c'è il solito taxi, decisamente più caro, credo attorno ai 15 euro. Ho potuto apprezzare l'aeroporto durante le ore che han preceduto il mio rientro.. il volo era alle 16,30, ma avendo dovuto liberare la camera per mezzogiorno, poco dopo l'una ero già in aeroporto, e qui la prima sorpresa, il mio nome non figurava nell'elenco dei passeggeri. PANICO! Subito mutato in un.. Grande! qui si fa qualche altro giorno di ferie.. Evvai!! Al check-in, un omaccione cortesissimo, ha iniziato una trafila di telefonate, ma quel giorno non siamo riusciti a capire che cosa fosse successo (*), in ogni caso la situazione era molto semplice, appurato che il biglietto era stato regolarmente emesso, mi ha dato una carta di imbarco su cui al posto del numero del sedile c'era una bellissima scrittina SBY che significa stand-by, dovevo andare al gate e pregare che ci fosse posto sul volo da me originariamente prenotato. Ero ottimista in merito, perché risultavano alcuni posti liberi, quindi nelle due ore di attesa, ho girato in lungo e in ...

Munchkin 28/07/2004

Un gioco Un MITO!!

Munchkin Non mi sono mai divertita così tanto!! Amo da sempre i giochi di ruolo ma questo è nato da delle menti geniali e tradotto in italiano da due ragazzi di Bologna, proprietari di uno dei negozi di giochi di ruolo e miniature. E' la presa in giro di giochi famosi basati su mondi Tolkeniani, stile D&D, di gdr da tavolo e anche di sparatutto da pc. Prendi una sera sei amici che vanno fuori a cena... avete mangiato modello "so che non toccherò altro cibo per i prossimi sette giorni".. è estate ma piove a dirotto .. che fare? Nessun dubbio, è bastato un sguardo... poi l'ovazione MUNCHKIN!!! Tempo 10 minuti eravamo a casa di uno del gruppo e si apriva la scatola. Semplicissima, un mazzo di carte eventi, un mazzo di carte tesori e un dado. Il manuale delle istruzioni, un semplicissimo foglio ripiegato in quattro, tanto non servono mille regole. Dobbiamo solo divertirci non impazzire. Il dado ve lo dovete comprare voi, un D6, il classico a sei facce, perchè non è incluso ma serve per stabilire chi inizia e se la fuga è riuscita. E' bene avere un foglietto e una penna su cu segnare, i nomi dei giocatori e i vari cambi di livello, ho volutamente detto cambi, perchè non solo si posso acquisire nuovi livelli, ma si possono anche perdere. Ma torniamo a quella sera... Si mischian le carte, si fanno i prelievi iniziali (due tesori e due carte evento a testa) e... si parte.. Le prime battute sono abbastanza semplici, qualche alleanza per combattere i mostri più ...

Canon EOS-3000N 21/07/2004

Foto: La Reflex 35mm per chi vuole iniziare

Canon EOS-3000N IL PERCHE' DELLA SCELTA Abbiamo regalato questa macchina fotografica ad una coppia di amici che si sono sposati l'anno scorso. Non avevano mai avuto una macchina fotografica prima, ma compravano le usa e getta, lei si era sempre lamentata del fatto che lui ne comprava troppe, lui del fatto che non aveva una macchina decente.. quale miglior regalo per una coppia che si sposa dopo due anni di convivenza, che ha già di tutto e che va in Australia in viaggio di nozze? La scelta fu affidata a me, o meglio, mi arrogai il diritto di scegliere io per tutti, e come al solito andai dal mio amico fotografo.. Sapevo che non avrebbero mai gradito una digitale, non avendo il computer, la scelta cadeva quindi su una reflex 35mm, che, come sapete io adoro, e dopo aver guardato alcune macchine scelsi la Eos3000N. Volevo qualcosa di semplice e automatico ma che permettesse anche il tutto manuale, con ovviamente le varie situazioni intermedie, di modo che, pian piano, potesse iniziare a divertirsi e imparare sempre meglio. Con questa macchina infatti, anche quando si lavora in uno dei modi pre-programmati è possibile vedere all'interno del mirino la configurazione che viene utilizzata nello scatti .. In questo modo è possibile imparare molto. Io pure ho imparato moltissimo così con la mia. L'unica cosa che ho voluto cambiare è stato l'obiettivo perchè non lo reputavo sufficientemente valido, e gli abbiamo regalato un bel 28-200 f 3,5-5,6 USM usato, il tutto ci costò poco più ...

Canon Prima Super 105U 15/07/2004

Foto: Una compattina semplice semplice

Canon Prima Super 105U Finalmente i miei genitori si sono decisi a cambiare la loro vecchissima macchina fotografica, sempre che quella scatoletta si potesse definire tale. Dato che ultimamente tutte le sere, per una ragione o per l'altra, passo dal mio amico fotografo, gli ho chiesto di farmi vedere una compattina. Ammetto che mi ha guardato strano .. ok molto strano ... secondo me si è chiesto se ero impazzita, l'ho sentito borbottare "il caldo può fare brutti scherzi a volte"... ma quando gli ho spiegato che era per i miei genitori, che conosce bene, ha scosso la testa, ha pensato un pò e mi ha chiesto.. vuoi spendere pochissimo vero? La mia risposta era scontata.. il meno possibile.. e mi ha mostrato questa macchinetta. Lo ammetto il mio istinto è stato quello di lasciar stare tutto e chiedergli una reflex, ma l'ho represso e l'ho analizzata a modo. A me serviva qualcosa per persone speciali ma che: - non badano a dove l'appoggiano o come la trattano, quindi robusta - tempi e diaframmi non sanno cosa sono, e non intendono nemmeno impararlo, quindi nulla da regolare a mano - non sanno stabilire se serve o meno il flash, e quindi deve essere automatico - scattano due o forse tre rullini all'anno.. - pensano che la tecnologia sia un qualcosa di strano e sconosciuto, con cui traffica un pò la figlia, di certo incompatibile con loro.. ho impiegato due anni a fargli capire come funzionavano gli sms e già mi ritengo fortunata a esserci riuscita.. In parole povere mi serviva ...

Canon EOS 1 DS 13/07/2004

Foto: EOS-1D MARK II - la digitale perfetta!

Canon EOS 1 DS PREMESSA Ormai alcuni di voi sanno della mia passione per la fotografia, e del mio amico/nemico fotografo, e ... anche questa volta è colpa sua!! Ma andiamo con ordine.. Sabato sera mentre facevo delle foto ad una mia amica che partecipava ad gara di cavalli, a cinque minuti esatti dal primo go, si è improvvisamente rotto il gancio di chiusura della mia Canon Eos-50E, il dorso si è aperto, la pellicola ha preso luce e mentalmente io mi son giocata il paradiso... ok questo non dovevo dirlo.. Ben cinque erano gli scatti che avevo fatto.. cinque.. solo cinque .. con 8 rullini a disposizione... e quattro ore di gara davanti.. di cui metà in notturna.. vi lascio immaginare il mio nervosismo e il senso acuto di frustrazione.. Fermato il dorso con lo scotch, onde evitare che mi si riempisse la macchina di polvere, ho scattato qualche foto con la piccola digitale della mia amica, nulla di eccezionale ma meglio di niente.. Lunedì sera appena uscita dall'ufficio sono corsa dal mio amico fotografo che ha preso in consegna la macchina e ha promesso che cercherà di farmela riavere aggiustata prima delle ferie.. anche se dubita molto.. oltre al piccolo dettaglio che tutto ciò mi costerà una fortuna.. Deve aver visto il mio sconforto, e torna dal retrobottega con una eos nera con un bell'obbiettivo montato, il 70-210 ultrasonic stabilizzato e mi dice "Tieni, ti faccio provare il mio nuovo gioiello" .. penso .."la sua macchina???" dovevo aver proprio l'aria distrutta dato ...

Nome in codice Red Rabbit (Tom Clancy) 10/07/2004

Un Attentato alla Vita del Papa !?

Nome in codice Red Rabbit (Tom Clancy) L'ACQUISTO Sono un’assidua frequentatrice del reparto libri, specialmente nel periodo degli sconti, cosa che ho puntualmente fatto anche settimana scorsa, quando la Coop Estense, dava la possibilità di uno sconto 10% solo per i soci. Il mio problema, in questi casi, è nel non esagerare con gli acquisti... Anche questa volta è andata bene .. ho preso diciotto libri e con cento euro mi hanno anche dato il resto.. follia direte voi, probabile, ma leggere è una delle mie passioni più grandi. Leggo moltissimo, in genere un paio di libri a settimana, a volte li finisco anche in una notte. Leggo di tutto dai gialli al fantasy, dalla fantascienza ai romanzi storici. Gli unici che non riesco proprio ad affrontare sono i romanzi rosa. Quando trovo gli sconti o i libri in versione pocket, mi s’illuminano gli occhi e automaticamente spunta la lista di quelli che vorrei comprare. Vi chiederete il perchè della lista.. per varie ragioni, ma la prima fra tutte è che credo che un bel libro sia il miglior regalo, e in genere quando so di qualcosa che è adatto a qualcuno segno il titolo per comprarlo alla prima occasione. Inoltre mi serve per le raccolte di cui magari mi mancano pochi numeri o per quegli scrittori molto prolifici, commerciali ma sempre interessanti, che sfornano titoli su titoli della stessa saga. Mi è sempre piaciuto Tom Clancy come scrittore, ma non avevo alcun suo libro nell'elenco di quelli assolutamente da comprare, anzi, non sapevo dell'uscita di "Nome in ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra