Condividi questa pagina su

rosso Status rosso (Livello 5/10)

Mrcico

Mrcico

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 22/10/2003

85

Wait a Minute - James Taylor 15/05/2007

"....perchè loro sono l'acid Funk"

Wait a Minute - James Taylor Carissimi Amici di Ciao…….. Chiedo scusa se questa opinione la vado a dedicare ad una persona in particolare ma visto il genere di musica di cui andrò parlare mi sembrava il minimo ……. Oggi parlerò di funky, anzi, ad essere corretto di acid funk con venature di acid jazz…….avete capito a chi è dedicata? No? Vabbè……. Lui immagino di sì ………. Ehi….ma non fatevi strane idee…….. è un piccolo gesto di riconoscimento  Tornando al soggetto dell'opinione inizio con il cercare di delineare un po' il personaggio con alcune digressioni storiche per cercare di inquadrare meglio il tutto (che palle!!! Starete pensando….. adesso inizia a parlarci dei celti per spiegare il funk???). Solo alcuni cenni, tranquilli……. Fine anni 60 primi anni 70. I Procol Harum nella loro imberbe visionarietà ci regalano uno dei soli di hammond più famosi al mondo, il riff musicale di A wither shade of pale farà il giro del mondo……. Arrivo del prog con il sontuoso In the Court of the Crimson King …… il mondo del rock è sotto shock, la musica non punta più a far muovere solo i piedi ma si rifà anche all'ascolto più attento, il genere del Diavolo diventa anche quello dei Geni…… Picture an Exibition …….. gli Emerson Lake and Palmer ma soprattutto Emerson ci fanno capire quanto l'hammond possa marcare indelebilmente un genere musicale……. Sweet child in time dei grandi Deep Purple ci riportano questo strumento in una versione struggente, indimenticabile…….. Nel mentre in Inghilterra viene a ...

In Absentia - Porcupine Tree 12/04/2007

L'albero del Porcospino da buoni frutti

In Absentia - Porcupine Tree "Certo che sono proprio dei cloni dei Pink Floyd" "Ma cosa dici??? Non senti che hanno un suono molto più vicino ai Dream Theatre?" "Nessuno di voi ha capito nulla….si rifanno alla musica dei King Crimson, si sente chiaramente….." Parlando dei Porcupine Tree con amici quello che mi sentivo dire è circa quanto riportato nelle prime righe di cui sopra. Mia personalissima conclusione (posta ad inizio opinione per chiarezza) è che i Porcupine Tree sono riusciti a rendersi non definibili in quanto a genere suonato, cosa che per il sottoscritto significa aver colto nel segno in fatto di originalità. Ma andiamo per ordine, visto che forse non tutti sanno di chi si sta parlando. I Porcupine Tree nascono nel 1987 come progetto del leader chitarrista Steve Wilson che ha ottime idee inizialmente sviluppate "in solitario" suonando tutti gli strumenti. Nasce così nel 1991 il primo album ON THE SUNDAY LIFE in cui è vero che si colgono riferimenti al prog e alle psichedelico anni 70 ma si capisce da subito che le idee sono molto personali, ricercate, non lasciate al caso. Decisamente fuori dagli schemi commerciali a differenza di gruppetti nati in quegli anni come Oasis l'album riceve ottimi consensi da parte della critica ma non molti da parte di un pubblico distratto dal martellamento ossessionante di aberrazioni musicali come quelle del gruppo con il nome da succo di frutta appena citato. Stranamente il pubblico che per primo nota la validità dei Porcupine Tree è quello ...

Consonno 20/02/2007

Un fantasma di nome Consonno

Consonno Ciao a tutti gli amici di Ciao. Capita a volte di ritornare in questi spazi perché si sente il bisogno di condividere con gli "amici" di opinione qualcosa, che potrebbe anche non essere per forza il dettagliato manuale della più bella macchina fotografica in circolazione o dell'ultimo cellulare di grido. In questo caso, quel qualcosa che sento il bisogno di condividere è un senso di amarezza misto ad una sorta di rabbia per come la cecità umana data dal dio Denaro possa veramente devastare la vita di molte persone unitamente a posti fantastici che dovrebbero essere protetti in tutti i modi, invece….. Invece, a pochi passi da Milano e ancora meno da Como, nel cuore della Brianza, ci ritroviamo catapultati in una situazione per cui, se fosse capitato oggi, una stuola di ambientalisti si sarebbe mossa ed opposta ad una sorta di crimine pianificato. Parlo del paese (o quello che ne rimane) di Consonno, comune di Olginate, provincia di Lecco. Situato a circa 800 ml. Sul livello del mare, Consonno era, negli anni indietro, un borgo rurale di quelli attivi, vivi, dove la realtà contadina era una realtà dignitosa e fiorente. Posto sul Monte di Brianza, sopra il borgo di Colle Brianza, il paese si affaccia sui laghi briantei e vanta una posizione invidiabile, fantastica, isolato quel tanto che basta per avere una quiete d'altri tempi a pochi chilometri dalle grandi città. Lo si raggiunge salendo da Villa Vergano in automobile, mentre da Olginate l'accesso al paese attualmente è ...

Aprile 2006 26/04/2006

Il sogno del Volo

Aprile 2006 Ci sono parole che spesso, un volta scritte, rimangono nel cassetto.......mi è capitato con queste che ora libero dalla polvere degli anni, forse perchè dopo aver assaporato il realizzarsi di piccoli sogni penso sia giuste liberarle....e dar modo a loro di volare...... Io credo che il cielo non sia così lontano E' un incontro di nuvole e respiri Un ritrovo di pensieri Che volano via, piano Io credo che il cielo non sia così straniero E' fratello nel nostro viverci Nelle mani e nel cuore Oggi più leggero Così mi alzo e prendo il volo Non ho paura non sono solo Sento la vita stringermi Mi tiene forte senza mai lasciarmi E vedo terra e vedo mare Vedo la gente nel suo andare Sento gli sguardi di chi sta a guardare Saluto tutti Sorrido E continuo a volare Fotografie 1/2/4/ scattate in Provenza e Camargue tra il 22 e il 25 aprile 2006 Foto 3 scattata dal Sacro Monte di Varese nel Dicembre 2005

Poco 02/01/2006

A cavallo tra il country e il rock

Poco Buon anno a tutti Voi, bellissima tribù Ciaoina. Mi sembrava giusto salutare questo 2006 con una opinione dedicata ad un gruppo che quest'anno compie la mia stessa età, festeggiando il loro 37mo compleanno con l'usicta di un live unplugged di rarà intensità. Ma prima di iniziare mi sembra giusto, vista la sezione in cui pubblico la presente, presentarvi il soggetto: è un gruppo e loro sono i POCO. Di certo il loro nome vi dirà poco (iniziamo con i giochi di parole) ma stiamo parlando di una band attiva appunto da 37 anni e fautrice di quella che è stata la trasformazione di un genere, il country. Per i poco addentro al genere ricordo a grandi linee che il country è quel genere che nasce dalla musica popolare americana (il folk) e che inizialmente si muove di pari passo al blue-grass (portato al grande pubblico con la colonna sonora di "Un tranquillo week-end di paura") sfruttando soprattutto la line up strumentale di quest'ultimo, ovvero chitarra acustica, banjo, basso acustico, violino, armonica, percussioni. La trasformazione di cui parlavo prima messa in atto dai POCO è legata soprattutto al fatto che loro sono figli del periodo iniziale del rock 'n' roll, crescendo appunto con questa combinazione di generi che ascoltavano dai loro genitori (il country) e nei locali dotati di juke box (il RnR appunto). Nascono come band nel 1969 dalle ceneri dei Buffalo Springfield, gruppo che vedeva tra le sue fila Neil Young e Stephen Stills, che usciranno per intraprendere ...

Hobo - Billy Bob Thornton 19/12/2005

Le storie nella polvere

Hobo - Billy Bob Thornton Primo piano sul guidatore, preso dal lato passeggero…….volto sudato, Stetson a larghe falde in testa, Ray Ban sugli occhi "Quanta polvere Bob…..ho la gola secca, questo dannato deserto si sta bevendo la mia anima…….e il sole?? Non senti come ci sta bruciando i pensieri?? Non ha nemmeno l'aria condizionata questa bastarda di un Chevy……..e non abbiamo la più pallida e schifosa idea di dove stiamo andando……." La camera si sposta sul passeggero, primissimo piano sulla sigaretta che pende da un lato della bocca…..barba incolta "Tu pensa a guidare Billy…….non ha importanza dove stiamo andando e nemmeno da dove arriviamo……..stiamo andando, Bob………stiamo andando…….." Ritorno all'inquadratura iniziale "Sì, porca boia, stiamo andando, ma è da giorni che andiamo di paese in paese per suonare in qualche lurida topaia dove al massimo ci danno un letto e una doccia……..tu questo lo chiami portare in giro la nostra musica??" Nuova inquadratura sul passeggero. La camera è posizionata esterna all'auto zona specchietto….il passeggero ha il volto rugoso, occhi profondi….prende con la sinistra la sigaretta mentre il braccio destro è appoggiato sulla portiera, finestrino abbassato " No Billy, è qui che non hai ancora capito un accidente……… non siamo noi a portare in giro la nostra la musica…….è le che ci porta dove vuole…….." L'inquadratura si allarga portandosi sopra l'auto da dietro….lo scenario è quello della Death Valley, un nastro di asfalto si allunga davanti all'auto…..la panoramica ...

Amare 16/12/2005

Ti Guardo

Amare Dedicata a Lei...... l'unica Lei a cui ho detto ti amo........ Ti guardo. Come sempre sei bellissima……… E come sempre ti guardo……. Sei lì, al confine tra il desiderio e la trasgressione, coperta solo di illusorie vesti che un semplice alito di passione potrà far volare via. Ti guardo. Seguo con lo sguardo la curva del tuo sorriso…. Sei dolce nel tuo improvvisato pudore…….. I tuoi movimenti mi guidano attraverso sentieri di lussuriosa percezione che so di dover percorrere ad occhi chiusi Ti guardo. Non riesco ad immaginarti diversa da come ti vedo…… Il tuo corpo si confonde con la mia anima in questo sensuale silenzio….. Sei il mio stato di confusione, il mio smarrimento, la mia immaginazione, la mia fantasia, il mio piacere…… Ti guardo. ……e vedo lo scrigno del mio amore.

Sesso 13/12/2005

Desiderio

Sesso Una figura femminile......il suo desiderio......la sua perversione.........buona lettura. Mrcico Come ogni sera. Ancora, anche questa sera. E' il mio gioco….e forse anche il suo. Le corde sono pronte, i miei polsi anche. E' la sua punizione quella di dovermi punire, ma il dolore non è contemplato, non è il fine. Sono un pensiero fedele, servile, un'anima leggera che spesso si veste dei desideri. Lui lo sa. La porta si apre. Lo sento. Li sento. Entrano. Lui. Lei. Io. Lui si avvicina a me. Il suo profumo è gradevole ma tradisce velate effusioni femminili già consumate sulla sua pelle. Lei è bella, sensuale, un insieme di perversione e dedizione. Mi sorride. Le sorrido. Le mani di lui sfiorano il mio viso, le sue labbra sfiorano le mie. Gli porgo le corde. Le mie braccia si tendono in avanti ad offrire i mie polsi. I giri di corda diventano legame. Più stringe più divento sua dominatrice. Lui mi vuole. Ma deve meritarmi. Sono nuda nella mente e nel corpo. Sola tra i miei desideri. Seduta su questa sedia di legno aspetto. E mentre aspetto guardo. Ascolto. Loro sono nudi, davanti a me, un intreccio di membra. Loro sono respiri, sospiri, vestiti abbandonati sul pavimento, forme ansimanti. Loro si stanno assaporando, consumando, esplorando. Loro godono del momento fisico, dei sapori, degli umori. Loro sentono i miei occhi e si lasciano guardare. Loro sono un momento di paradiso. Io li guardo, li respiro. Io sento le loro mani ...

Dicembre 2005 09/12/2005

Il disegnatore di luce

Dicembre 2005 Queste righe sono dedicate ad una persona in particolare ma tutti quelli che davanti ad un tramonto o ad un panorama mozzafiato sanno ancora emozionarsi possono farla loro........ormai queste parole sono libere. Il disegnatore di luce Se questa nebbia fosse solo vapore, non avrebbe senso stare fermo qui Ad aspettare che si dissolva per delle ore, ascoltandola dentro di me Ma conosco quello che può nascondere e per nulla al mondo ci rinuncerei So ascoltare le voci dell'invisibile sapendo che il mio cuore lo vedrà Comparire come un'alba di vita lontano dai rumori della città Lontano dai confini troppo umani……… Lontano dalle mie mani E' dentro al sole che mi voglio immaginare Un caldo pensiero che abbraccia questa terra Occhi che sanno guardare dentro E una vita che ha il sapore di respiri liberi Liberi come la luce Che rubo a questo cielo Per disegnare momenti incredibili Di abbandono al senso di infinito E sento battere il cuore E sento il suo rumore Quando l'orizzonte diventa colore Perso in questo mare Che mi porta a naufragare in un attimo che io posso solo immaginare Mrcico

09-06-04 12/10/2005

Piccoli sogni Volano

09-06-04 Eccomi di nuovo tra queste pagine a rinnovare l'opinione sul cd che con il gruppo abbiamo registrato. Sbrigate le "assurde" pratiche SIAE il cd sta andando in stampa e verrà presentato in via ufficiale in data 20 novembre 2005 proprio in occasione della festa annuale della Fondazione Piatti (che a Varese fa riferimento ad Anffas). Il titolo ufficiale del lavoro è LENTA VELOCITA', come già detto composto da sei brani di nostra creazione. Nelle foto troverete la copertina. La cosa che più ci riempie di gioia è che abbiamo avuto l'appoggio morale della PFM e di GORAN KUZMINAC, che, una volta sentito il cd, ci hanno preparato due commenti da inserire nel book. Il lavoro è stato apprezzato da parecchi addetti ai lavori (intesi come musicisti, giornalisti e rivenditori di cd) e questo non può farci che ben sperare, soprattutto viste le finalità che il progetto si pone. Come già detto lo si potrà acquistare nei negozi musicali di Varese oppure attraverso il nostro sito, dal quale al momento sono scaricabili i promo mp3 delle canzoni. Avrà un costo indicativo di 10 euro di cui almeno il 50% sarà devoluto alla Fondazione. Cos'altro dire? Ci sentiamo magari più avanti per la recensione definitiva, nel frattempo vi lascio i link a cui trovare gli mp3 e la prima recensione avuta dal quotidiano on line di Varese. Ciao e alla prossima. Mrcico http://www.verbal.it/delta/mp3.asp per gli mp3 http://www3.varesenews.it/tempolibero/articolo.php?id=27586 per la ...

Otok Krk 06/10/2005

Sulle tracce dei Glagoliti

Otok Krk Decidere la meta delle vacanze per chi non si può permettere programmazioni a lungo termine è sempre un problema. Il lavoro, problemi familiari e scarsità di fondi (almeno nel nostro caso) fanno optare per i sempre più gettonati last minute o ultimamente last second, formule ormai normalmente in uso tra i vacanzieri "improvvisati". Poi c'è chi decide (e a mio avviso molti) di partire e andare, nella speranza che a destinazione si possa trovare una sistemazione dignitosa per passare qualche giorno di vacanza. Il sottoscritto e chicca72 questa estate erano tra questi ultimi. La nostra programmazione si è limitata nello scegliere la meta e il giorno di partenza. E' così che la notte tra il 12 e il 13 agosto partiamo con destinazione Isola di Krk (Veglia in italiano), la più grande isola dell'Adriatico situata nel golfo del Quarnero, proprio di fronte a Fiume (Rijeka). Da Varese puntiamo Trieste che raggiungiamo in circa 5 ore viaggiando molto tranquillamente e con traffico quasi inesistente. Il valico con la Slovenia è una pura formalità così come tale si rivelerà anche quello con la Croazia (serve comunque un documento in corso di validità per passare quest'ultimo). Pochi chilometri dopo il valico prendiamo la nuova autostrada (in Croazia è in corso di sviluppo e al momento è stata prolungata fino a Spalato) e puntiamo Fiume, che raggiungeremo senza alcuna difficoltà dopo circa un'ora. Usciti proprio a Fiume la attraversiamo senza grandi rallentamenti riconoscendo in ...

Goran Kuzminac 21/06/2005

Il Poeta della normalità

Goran Kuzminac Tornando a leggere le mie opinioni musicali mi sono reso conto di aver parlato molto poco di artisti italiani. Ho così fatto un piccolo mea culpa e ho deciso di scrivere un'opinione su un cantautore che ha sempre occupato un posto in prima fila nelle mie preferenze. Così ho iniziato a vagare nell'archivio di Ciao alla ricerca del suo nome, perché in cuor mio pensavo che un personaggio di tale caratura artistica fosse già stato commentato e recensito. Innumerevoli recensioni su Ramazzotti, Vasco, 883, Laura Pausini, Cesare Cremonini, e di lui……nulla. Ma come?? Trovo miriadi di recensioni sulla NON musica italiana propinata a destra e sinistra nelle varie radio commerciali, Festivalbar e siti di suonerie per cellulari e nessuna recensione su chi la musica d'autore italiana ha partecipato a costruirla??? Che stupido che sono vero? Uno che parla di musica, che fa musica, che trasmette musica in una radio non commerciale dovrebbe saperlo che la musica veramente di qualità da fastidio al giorno d'oggi, è meglio per l'industria discografica (bruttissimo termine ma è così ormai) puntare su chi sa vendere meglio la propria immagine piuttosto che puntare su chi sa scrivere veramente musica, eseguire veramente musica, salire su un palco per suonare veramente musica. Ecco perché questo personaggio è finito nell'anonimato e rimane conosciuto solo da chi lo ha saputo amare per la sua ottima produzione discografica. Ed ecco che per parlare di lui ho chiesto il suo inserimento. Avevo ...

Giugno 2005 21/06/2005

Vecchio test fatti capanna

Giugno 2005 1) NEL MEZZO DEL CAMMIN DELLA TUA VITA....COSA STA SUCCEDENDO? Sto vivendo 2) HAI PAURA DEL BUIO? Assolutamente no…….,mi affascina 3) PAURA DEGLI ANIMALI? C'è ne uno che mi fa molta paura……l'uomo 4) ATTACCHI BOTTONE CON GLI SCONOSCIUTI? Capita 5)(ALL'INTERNO DI CIAO) CHI RITERRESTI UN OTTIMO COMPAGNO DI VIAGGI? Sicuramente Chicca72, ma mi piacerebbe parecchio poter fare qualche reportage con Tarkun 6)PREFERISCI VIAGGIARE CON QUALE MEZZO? Auto e moto 7)MAI LETTO DANTE A SCUOLA? Per forza di cose…….ma come scriveva quello???? LIMBO 1)SEI STATO BATTEZZATO? Si 2)LO FARESTI FARE AI TUOI FIGLI? Penso di sì, ma ritengo più giusto che siano loro a decidere quando raggiungono l'età e la maturità giuste per capire il significato di battesimo 3)DI, MA VERAMENTE QUANTO TE NE FREGA DEL BATTESIMO: E' una cosa importante per chi vuole vivere nella fede cristiana 4)TRA I SACRAMENTI, QUALE PREFERISCI? Comunione e matrimonio 5)SAI COS'E' UN PAGANO? Si 6)IN COSA TI AVVIVCINI ALLA CULTURA PAGANA? Ogni qualvolta mi capita di dare molta più importanza alla materialità delle cose piuttosto che al loro significato 7)IN QUALE GIRONE TI METTERESTI? In quello di ritorno, venticinquesima giornata, 3 a zero per me ;-)) SECONDO CERCHIO 1)FARE SESSO O FARE L'AMORE? Sicuramente l'amore ma serve anche una buona dose di solo sesso nella coppia 2)UTILIZZERESTI IL TUO CORPO IN CAMBIO DI QUALCOSA, QUALSIASI COSA? Dal momento che presto le mie capacità ...

Aprile 2005 02/04/2005

Si chiama Karol

Aprile 2005 Non posso dire di averti incontrato di persona come molti. Non posso dire di essere stato un tuo fedele seguace. Non posso dire di aver condiviso e accettato tutte le tue idee. Quello che posso dire è che se mai un Papa ha lasciato un segno tangibile del vero credo cattolico nella storia, quello sei Tu. Hai camminato per 27 anni le strade di questo mondo, esponendoti ed esponendo la Chiesa al pubblico giudizio del tempo e dell’umanità, dandole un volto umano che molti tuoi predecessori facevano di tutto per nasconderlo. Ti sei mostrato accanto Fidel Castro, sfidando i benpensanti e i luoghi comuni, ti sei opposto di persona ai signori della guerra, che nonostante il loro dichiararsi cattolici hanno continuato imperterriti nella loro opera di distruzione e di morte, hai fatto il mea culpa della Chiesa nei confronti degli ebrei per quanto non ha saputo o voluto fare contro l’olocausto, hai abbracciato ad Assisi i rappresentanti delle altre religioni perché credevi possibile il dialogo costruttivo, hai abbracciato e perdonato chi ha cercato di ucciderti sparandoti. Hai segnato la Storia di questi ultimi trent’anni, con la tua presenza attiva e costruttiva e quando le avversità fisiche di salute hanno iniziato a segnarti hai continuato nella tua opera apostolica imperterrito, rallentato forse nei movimenti ma non nello spirito. Eccoti ora al cospetto di chi ti ha voluto tra noi per questi anni, sicuramente nel tuo essere uomo dovrai rendere conto delle tue fragilità, ma ...

2004 Dicembre 12/12/2004

Caro Gesù Bambino......

2004 Dicembre Caro Gesù Bambino, quest’anno avrei voluto chiederti parecchi doni ma molto probabilmente sono stato cattivo per cui non li merito. Ti dico questo perché mi sono reso conto di essermi parecchio arrabbiato con persone che sono da considerare miei prossimi, ma proprio non riesco a vederli così. Sai, non riesco a capire perché me la prendo in questo modo quando vedo persone utilizzare la propria posizione di favore per farsi i propri comodi, magari arrivando a farsi delle leggi apposta, ovvero imponendo ad altre persone il loro volere per poter rimediare a sbagli personali………non è giusto prendersela in questo modo, vero Gesù Bambino? Ci sarà una giustizia Divina che un giorno sistemerà il tutto….sì, ma adesso?? Chi aggiusta queste cose?? La giustizia che viene ostacolata da queste persone?? Lo so, hai ragione, come sempre dopotutto……ma proprio non ci riesco. Ah, e poi sono diventato anche razzista, lo sai?? Non riesco più a sopportare i razzisti per cui sono diventato come loro. Vorrei che fossero relegati in un ghetto, vorrei che fossero visti tutti come terroristi, vorrei che i razzisti che si crogiolano sotto il “sole delle Alpi” si ritrovassero un giorno a ricevere insulti tipo terrone o negro o musulmano di m…. e magari riderci sopra sorseggiando un po’ di acqua del Po’….davvero, Gesù Bambino, inizio a farmi paura…….non ero come loro, non sono come loro, ma quando li vedo o li sento parlare divento come loro ma contro di loro…..tu dicevi di perdonare, di porgere ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra