Condividi questa pagina su

viola Status viola (Livello 4/10)

OriginalDeca

OriginalDeca

Autori che si fidano di me: 25 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Appassionato di videogame e musica, mi occupo di recensire questi prodotti con cui ho avuto esperienza diretta

Opinioni scritte

dal 24/02/2014

45

Killzone: Shadow Fall (PS4) 10/06/2014

NEXT-GEN CHE NON BRILLA PER ORIGINALITÀ

Killzone: Shadow Fall (PS4) º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti amici Ciaoini e bentornati ad una mia nuova opinione videoludica! Il titolo che prenderò in esame oggi è Killzone: Shadow Fall, uno dei titoli di punta che ha accompagnato al lancio la console Next Gen PS4 e che ha già avuto sulle spalle una trilogia che ha riscosso un buon successo su PS3. Vediamo di capire se con questo nuovo titolo si è riusciti a consolidare quanto di fatto o si è gettato nel pattume tutto! º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸PRIME PERPLESSITÀ,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Dopo aver fatto l’unboxing di una lucidissima PS4 (lucidità durata poco: subito riempita di ditate) ho aperto il mio primo gioco per questa console e subito ne sono rimasto perplesso: all’interno c’è un coupon che mi informa che a soli 19,99 euro in più posso avere dei contenuti aggiuntivi che hanno un valore di 45 euro. È un po come se compraste la versione standard di un’automobile e vi ritrovaste un coupon che vi ricorda quanto siete pidocchiosi per non aver preso il modello full-optional con reggi bicchieri termoriscaldati. Lascio stare il coupon e ho proseguito con l’installazione (rapida e indolore) º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸TRAMA,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø ¤º Il gioco, riassunto molto brevemente e senza soffermarci troppo sulla sua banalità, tratta di una guerra tra due fazioni: gli Helgast e Vectan. In tutto ciò c’è un enorme muro che divide le due fazioni... originale... º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸GRAFICA,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø ¤º La grafica mi ha lasciato piuttosto ...

Blood Sugar Sex Magik - Red Hot Chili Peppers 05/05/2014

TALKING ABOUT: Blood Sugar Sex Magik

Blood Sugar Sex Magik - Red Hot Chili Peppers º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Salve a tutti amici di Ciao e ben ritrovati ad una mia nuova opinione musicale! Oggi si cambia parzialmente genere: vi ho intrattenuti con opinioni che spaziavano dal Punk Rock al Metal, ma oggi voglio proporvi un disco di Rock Alternativo che strizza vistosamente l’occhio alla musica Funk. Vi sto parlando di... Blood Sugar Sex Magik del famosissimo gruppo, della soleggiata California, Red Hot Chili Peppers. °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Uscito nell’ormai lontano 1991, questo quinto album in studio volta totalmente pagina per quel che riguarda le produzioni e le case discografiche. Tra i fattori che decreteranno il successo incontrastato di questo album bisogna per forza citare il “Sommo” Rick Rubin che alla produzione ha eseguito un lavoro magistrale fornendo una potenza sonora dell’album difficilmente eguagliabile all’epoca. Pare inoltre che sia stato lo stesso Rubin a suggerire l’incisione di “Under the Bridge” che fu inizialmente scartata dal frontman del gruppo. Questo album si compone di 17 tracce dalle sonorità più variegate tenendo sempre un’impronta funk di base. Da sottolineare la presenza di They're Red Hot, una canzone Blues di Robert Johnson riproposta dal quartetto Californiano. Inutile dire che il risultato sarà tanto sorprendente quanto differente dall’originale. Inoltre il disco, nella versione digitale, propone altre due cover, entrambe di Hendrix. Il disco è una sorta di esplorazione ...

Ace of Spades - Motörhead 23/04/2014

TALKING ABOUT: Ace of Spades

Ace of Spades - Motörhead º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti e bentornati ad una mia nuova opinione! Dopo un breve periodo di inattività qui su Ciao, sono ritornato ancora più carico per proporvi la mia opinione riguardo Ace of Spades dei Motörhead. Personalmente non conoscevo il gruppo, ma adoravo la musica di ingresso del wrestler Triple H che era eseguita appunto dai Motörhead. Questo mi spinse ad acquistare un loro disco: Ace of Spades. Ma bando alle ciance! Parliamo de... °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Uscito nel 1980 per la Bronze Records, questo quarto album in studio del trio del Regno Unito si apre alla grande, partendo subito con la Title Track destinata a fare la storia della musica Heavy. Questa canzone, che divenne poi il Singolo del disco, ebbe un notevole e duraturo successo, tant’è che venne utilizzata in numerosi spot, programmi televisivi e anche videogame musicali e non. Questo album incarna alla perfezione lo spirito che ogni album Hard ‘n’ Heavy dovrebbe avere: riff rapidi e incisivi, basso che da corposità, batteria rapida e precisa e una voce rauca a condire il tutto. Questo disco, contenente gli argomenti più disparati, verrà accolto molto calorosamente sia dalla critica musicale che dal pubblico affermando il successo dei Motörhead. °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸LA BAND¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Lemmy Kilmister: basso, voce Eddie Clarke: chitarra Phil Taylor: batteria °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸LE TRACCE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º 1 Ace of Spades 2 Love ...

Black Ice - AC/DC 14/04/2014

TALKING ABOUT: Black Ice

Black Ice - AC/DC º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti e bentornati ad una mia nuova opinione rockeggiante! Continuo la piega delle mie precedenti opinioni proponendovi un altro disco del famosissimo gruppo rock AC/DC! °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Quindicesimo album Internazionale e sedicesimo disco in studio per gli AC/DC, Black Ice segue fedelmente i precedenti lavori del gruppo, proponendo un album molto simile agli altri. Dopo un susseguirsi di dischi dall’alterna fortuna, Black Ice riporta definitivamente al successo la band che era andata un po perdendosi. Black Ice ha subito diversi ritardi per quel che riguarda la produzione (problemi legati ad un’incidente del bassista e al cambio di etichetta discografica), ma questi non hanno intaccato minimamente la riuscita del disco. Black Ice ci riporta un po indietro nel tempo, proponendoci riff molto ritmati e con maggior accento nei ritornelli, proprio come il grande classico Highway to Hell. Il disco si dimostrerà davvero di grande impatto, proponendo una varietà di brani dal semplice gusto rock e molto diversificato non presentando mai tracce troppo simili l’una all’altra. Nonostante ciò il sound, marchio di fabbrica del gruppo, è perennemente presente in ogni brano. L’album è stato distribuito inizialmente solo in copia fisica e con 3 varianti di copertina (fortunatamente sono riuscito a prendere quella con le scritte rosse che preferivo su tutte!) : la band è sempre stata contraria alla ...

Back in Black - AC/DC 09/04/2014

TALKING ABOUT: Back in Black

Back in Black - AC/DC º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti amici di Ciao! Anche oggi mi ritrovo a parlarvi di un disco che ha contribuito a scrivere la storia del Rock! Un disco psicologicamente complicato, dato che è stato registrato dopo la morte del precedente cantante degli AC/DC. Ma passiamo ad analizzare questo bellissimo disco: Back in Black! °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Pubblicato nel 1980, Brian Johnson ha una grossa responsabilità: proseguire il successo affermato dal precedente Highway to Hell. L’impresa non era per niente facile poiché un album pressoché perfetto fatto da un cantante deceduto poco dopo è difficile da eguagliare. La band comunque ci prova. Una volta “arruolato” il nuovo cantante, la band si riunisce per lavorare al nuovo materiale (portando a termine brani già stati scritti da Bon Scott). A canzoni ultimate, la band riscontrò dei problemi con le attrezzature di registrazione: molte di queste non furono lasciate passare alla dogana. Oltre a questo, anche una violenta tempesta tropicale rallentò le sessioni di registrazione: un vero disco tormentato! L’album sarà completamente dedicato al defunto cantante (la copertina nera “a lutto” ne è una prova lampante, come sono lampanti le campane suonate nel primo brano). Il disco si presenterà come maturo e intenso, affrontando argomenti difficili come la morte. Ma gli AC/DC sono riusciti ad eguagliare o superare il successo del precedente album? Beh, le cifre parlano da sole: 50 ...

Highway to Hell - AC/DC 06/04/2014

TALKING ABOUT: Highway to Hell

Highway to Hell - AC/DC º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti e benvenuti ad una mia nuova opinione! Ma se vi dicessi “Riff graffianti e tanto, tanto, tantissimo ritmo” voi a chi pensereste? Esatto! Proprio loro! E allora oggi vi propongo il famosissimo (forse il più famoso?) disco degli AC/DC, ovvero Highway to Hell! Ma passiamo subito al sodo! °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Prodotto nel 1979 questo sesto disco degli AC/DC fu il primo a non contenere dei cambiamenti di ordine delle tracce tra la versione Australiana e quella Internazionale. Questo disco, che vedrà consacrato il successo di questo famosissimo gruppo Rock, purtroppo sarà l’ultimo del cantante Bon Scott. Dopo una lunga notte di eccessi alcolici, Bon Scott fu ritrovato morto sul sedile posteriore della sua auto. Fu lasciato li a riposare per tutta la notte perché, secondo un suo amico, era in grado di cavarsela tranquillamente. Si pensa che la causa della sua morte fu dovuta all’avvelenamento da alcool, ma non ci furono mai prove concrete al riguardo. Prenderà il posto di vocalist Brian Johnson che vivrà fortune commerciali alterne con gli AC/DC. Il disco comunque si dimostrò di grande impatto, sia in termini di vendite (15 milioni circa di copie vendute fino ad ora) che in termini musicali (fu inserito al 200esimo posto nella classifica dei più grandi album stilata dalla rivista musicale Rolling Stone). La formazione della band è la seguente: Bon Scott - voce Angus Young - ...

Let There Be Rock - AC/DC 02/04/2014

TALKING ABOUT: Let There Be Rock

Let There Be Rock - AC/DC º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti e benvenuti ad una mia nuova opinione! Oggi si prosegue a tutto ritmo! Infatti, quello che andrò a recensire oggi, è uno dei dischi più validi del celebre gruppo Rock AC/DC. Sto parlando di Let There Be Rock. Incominciamo! °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Uscito nel 1977, questo quarto album degli AC/DC si dimostra indubbiamente all'altezza dei loro precedenti lavori, fornendo riff frizzanti con qualche insolita (per loro) variazione. Questo album, che ricevette anche 2 dischi di platino, avrà la classica fusione già collaudata di Rock e Blues, ormai marchio distintivo del gruppo. Il disco sembra essere particolarmente ispirato: nonostante dal sound e dai ritmi si capisca subito che questo sia un lavoro degli AC/DC, le tracce non sembreranno tutte identiche (e questo è un enorme punto a favore se si sta parlando degli AC/DC!). Angus Young inoltre si dimostra più versatile del solito apportando un grande contributo musicale proponendo assoli mai banali. La formazione degli AC/DC in questo album è così composta: Bon Scott – Voce Angus Young – Chitarra solista Malcolm Young – Chitarra ritmica Mark Evans – Basso Phil Rudd – Batteria °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸LE TRACCE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º 1 Go Down 2 Dog Eat Dog 3 Let There Be Rock 4 Bad Boy Boogie 5 Problem Child 6 Overdose 7 Hell Ain't A Bad Place To Be 8 Whole Lotta Rosie °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸OPINIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Questo disco, senza dubbio, è ...

Paranoid - Black Sabbath 29/03/2014

TALKING ABOUT: Paranoid

Paranoid - Black Sabbath º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti amici opinionisti e benvenuti ad una mia nuova opinione musicale! Dopo le mie recenti opinioni sui Led Zeppelin e ed i Pink Floyd, si ritorna ad un sound più Metal. Quello che vi propongo oggi è un album che si può definire tranquillamente “Storico”: Sto parlando di Paranoid del celebre gruppo Black Sabbath. Passiamo a vedere nel dettaglio di cosa parla... °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Pubblicato nel 1970 per il Regno Unito e nel 1971 per gli Stati Uniti , questo album si confermerà come un vero successo in termini di vendite, arrivando ad accaparrarsi svariati dischi di platino e d’oro. Questo secondo disco dei Black Sabbath (registrato in soli 5 giorni) venne inciso nello stesso studio del precedente. Inizialmente non doveva intitolarsi Paranoid, ma War Pigs (come l’omonima traccia che apre il disco). Questa seconda opera voleva dimostrare che il gruppo non fosse attaccato solo ed esclusivamente ad argomenti che trattavano l’oscuro e l’occulto ma che fossero in grado di trattare anche argomenti attuali e particolari. Come ogni buon disco metal, anche questo è stato al centro di alcune controversie: una donna Americana negli anni 70 si suicidò. Nel giradischi presente nella stanza in cui si uccise stava suonando proprio l’album Paranoid. Ovviamente la cosa più logica da fare era ritenere responsabile l’album per “istigazione al suicidio”... a me non sembra così brutto il disco =P ! Dai, ...

Con la S 28/03/2014

Straight Edge: Un modo diverso di vivere la propria vita

Con la  S º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti! Quella che vi propongo oggi non sarà ne una mia opinione musicale ne una mia opinione videoludica. Oggi vi voglio parlare di un argomento che probabilmente in molti non conosceranno: lo Straight Edge! Ma perché non conoscete questo termine? Semplicemente perché è un movimento che è nato nel suolo Statunitense e non ha mai attecchito qui in Italia. Vediamo un po come è nato questo movimento culturale! º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸LA NASCITA¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Nel 1981 Ian McKaye urlava al microfono quanto segue: “I'm a person just like you But I've got better things to do Than sit around and f**k my head Hang out with the living dead Snort white s**t up my nose Pass out at the shows I don't even think about speed That's something I just don't need I'VE GOT THE STRAIGHT EDGE I'm a person just like you But I've got better things to do Than sit around and smoke dope 'Cause I know I can cope Laugh at the thought of eating ludes Laugh at the thought of sniffing glue Always gonna keep in touch Never want to use a crutch I'VE GOT THE STRAIGHT EDGE” Questa canzone, intitolata Straight Edge, ispirerà la nascita dell’omonimo movimento. Il tutto con una canzone di 46 secondi. La potenza delle parole... Ma che cos’è lo Straight Edge? º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸IL MOVIMENTO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Come abbiamo visto, il movimento nasce ispirandosi ad una canzone di matrice Hardcore Punk. Il movimento quindi attecchirà ...

Dark Side of the Moon [Remastered] - Pink Floyd 27/03/2014

TALKING ABOUT: The Dark Side of the Moon

Dark Side of the Moon [Remastered] - Pink Floyd º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti e benvenuti ad una mia nuova opinione! Prima di incominciare con un nuovo disco, ci tengo a ringraziarvi di cuore per le valutazioni che mi avete dato nelle precedenti opinioni: grazie davvero! Quello che tratteremo oggi forse è l’album più conosciuto dei Pink Floyd (c’è la sfida aperta con The Wall e Wish You Where Here) ma bando alle ciance e incominciamo! °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Con ben 47 dischi di platino e 2 dischi di diamante, The Dark Side of the Moon si conferma un successo planetario. Quest’opera sarà la prima del lungo filone intrapreso da Roger Waters per quel che riguarda i Concept Album. Questo in particolare tratterà diversi temi come il conflitto interiore, lo scorrere inevitabile del tempo ma anche la pazzia (tema ispirato dai disturbi mentali di Syd Barrett). L’intero disco andrà ad esplorare i diversi stadi della vita proponendo un viaggio filosofico all’interno dell’essere umano e della vita che questi trascorre. The Dark Side of the Moon fu inciso nel celebre studio di registrazione Abbey Road Studios. Il tecnico del suono di questo disco fu Alan Parsons che collaborò precedentemente anche con i Beatles e con gli stessi Pink Floyd. Parte del successo riscosso da questo disco fu dovuto anche alle modernissime tecniche di registrazione che proponeva lo studio, infatti gli Abbey Road Studios fornivano una gamma più ampia di tracce utilizzabili per un singolo progetto ...

Animals - Pink Floyd 25/03/2014

TALKING ABOUT: Animals

Animals - Pink Floyd º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Ciao a tutti e benvenuti ad una mia nuova opinione! Il disco che esaminerò per voi quest’oggi è l’album successivo a Wish You Where Here: sto parlando ovviamente di Animals! Andiamo a vedere un po di cosa parla questa nuova opera Made-in-PinkFloyd °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸, ø¤º Uscito nel 1977, questa nuova opera musicale continua il percorso già intrapreso con i precedenti Wish You Where Here e The Dark Side of The Moon. Il percorso di cui vi sto parlando è quello dei concept album, idea scaturita dalla mente del bassista Roger Waters. In questo lavoro verrà mossa una dura critica verso la condizione socio-politica del Regno Unito negli anni 70. L’intero disco è basato sul romanzo di Orwell “La fattoria degli animali”. Come nel libro, nel disco le classi sociali sono categorizzate con i nomi degli animali: troveremo quindi i rabbiosi cani che rappresentano la legge, i porci politici e il popolo pecorone. Nonostante le categorie fossero fedeli a quelle citate nel libro, nel disco noi possiamo trovare anche una feroce critica nei confronti del Capitalismo. Proprio questa critica farà nascere un bizzarro accostamento che vedrà Animals affiancarsi al Punk. No, non sono impazzito! L’accostamento è stato quasi obbligato: nel ’77 il punk nasce gridando la sua rabbia verso il sistema. La voce straziata di Waters farà lo stesso. Ecco qui spiegato il “bizzarro” accostamento. Ironicamente (o forse no?) Johnny ...

Wish You Were Here [Remastered] - Pink Floyd 24/03/2014

TALKING ABOUT: Wish You Were Here [Remastered]

Wish You Were Here [Remastered] - Pink Floyd º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ ø,¸INTRODUZIONE °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ Ciao a tutti e benvenuti ad una mia nuova opinione! Quello che vi propongo oggi non è un disco, bensì IL disco! Sto parlando ovviamente di Wish You Were Here, un album che entra di prepotenza nella mia personalissima lista di CD preferiti. Ma vediamo di cosa tratta questa vera e propria opera Floydiana °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ Uscito nel 1975, l’album si presenta con sole 5 tracce ma la prima e ultima traccia sono divise in atti quindi, in qualche modo, è come se fossero di più. Il disco nasce da un’idea di Roger Waters: quella di scrivere un concept album che evocasse il sentimento di fratellanza fra i membri del gruppo. Possiamo trovare brani strumentali, commemorativi ma anche che attaccano il sistema musicale e quello industriale. Quindi, in poche tracce, possiamo trovare una grande varietà sia concettuale che musicale sfruttando al massimo tutti i punti di forza della band. Il disco tenne impegnato particolarmente il gruppo di origine Britannica dal punto di vista psicologico poiché questo disco doveva reggere il confronto con il precedente The Dark Side of the Moon. Le cover di Wish You Were Here saranno destinate a passare alla storia. Le copertine infatti sono 2 e in entrambe primeggia la simbologia della stretta di mano: nella prima cover sono ritratte 2 mani meccaniche nell’atto di stringersi l’un l’altra; la seconda (la vera e propria cover del disco) ritrae due persone, che ...

Led Zeppelin IV (Digitally Remastered) - Led Zeppelin 23/03/2014

TALKING ABOUT: Led Zeppelin IV

Led Zeppelin IV (Digitally Remastered) - Led Zeppelin °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸INTRODUZIONE °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ Ciao a tutti e benvenuti alla mia ultima recensione sui Led Zeppelin. Ma perché ultima? Semplicemente perché sono in possesso solo dei primi quattro dischi. Quello che vi presento oggi è appunto il quarto disco in studio, dal titolo . Ah, non ho scritto nulla? Beh, non ho torto! Infatti questo disco ufficialmente non ha titolo, ma gli è stato attribuito il nome di Led Zeppelin IV per continuare la numerazione avviata con i dischi precedenti. Altro nome è stato “Zoso”, nominato in questo modo per via di alcuni simboli scelti dalla band. Dopo queste indicazioni, passiamo ad esaminare ... °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ IL DISCO °º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º ¤ø,¸ Uscito nel lontano 1971, questo album ottenne 1 disco d’oro, 23 dischi di platino ed 1 disco di diamante: sicuramente un bel bottino! Il gruppo era alla disperata ricerca di un album che consacrasse in qualche modo tutto ciò che avevano fatto in precedenza. Erano alla ricerca del cosiddetto “disco perfetto”. Questo quarto album ebbe la particolarità di non avere nessun lavoro di marketing dietro, inoltre non venne proposta nemmeno Stairway to Heaven come singolo. Tutto ciò inizialmente spaventava la casa discografica, ma alla fine la scelta presa dai Led Zeppelin si rivelò corretta, portando questo quarto lavoro al successo assoluto. Anche in questo caso, i membri della band rimasero gli stessi: Jimmy Page - chitarra Robert Plant - voce principale John Bonham - batteria John Paul Jones ...

Animal Crossing (N3DS) 21/03/2014

Finalmente una città come piace a me

Animal Crossing (N3DS) Ciao a tutti e benvenuti ad una mia nuova opinione! Il titolo di oggi è quello che si può tranquillamente definire “titolo portatile”: ovviamente vi sto parlando di Animal Crossing New Leaf. Su Facebook sono iscritto a numerose pagine che trattano di videogiochi e, in un periodo, si parlava tantissimo di Animal Crossing. Ammetto che la mia curiosità è cresciuta tantissimo, così tanto che, appena preso il 3DS, ho acquistato poco dopo il titolo in questione. Appena iniziata la partita, ci ritroveremo su di un treno dove un gatto curioso ci farà alcune domande. Arrivati a destinazione, verremo scambiati per il sindaco della città: ed è qui che inizia la nostra avventura! Da questo momento in poi potremo occuparci di tutti gli aspetti della città : potremo far costruire opere pubbliche , potremo ripulire la città dalle erbacce, la potremo migliorare ecc. ma questo come è possibile? Ciò è possibile utilizzando le Stelline che altro non sono che la valuta virtuale usata in gioco. Per guadagnare Stelline ci sono moltissime cose che possiamo fare: catturare farfalle, pesci oppure raccogliere frutti . Possiamo anche andare a caccia di fossili sepolti e, perché no, cercare dei tesori nascosti. Una volta accumulati gli oggetti sarà possibile venderli in cambio di Stelline. Insetti, fossili e pesci potranno anche essere donati al museo della città; questo vi spingerà sempre più ad intraprendere le attività di caccia e pesca proprio per completare le collezioni. All’interno del gioco ...

Led Zeppelin III (Digitally Remastered) - Led Zeppelin 20/03/2014

TALKING ABOUT: Led Zeppelin III

Led Zeppelin III (Digitally Remastered) - Led Zeppelin INTRODUZIONE Ciao a tutti! Ecco a voi una mia nuova recensione musicale! Continuo la strada che ho intrapreso ieri e vi illustro un po il mio parere su questo terzo disco della nota band Britannica Led Zeppelin. Ma bando alle ciance, e passiamo a... IL DISCO Correva il lontano 1970. Dopo mesi e mesi di duro lavoro la band si concede un periodo di riposo. Questo riposo si rivelerà molto fruttifero poiché verranno influenzati positivamente dall’atmosfera agreste che li circondava (trascorsero infatti un periodo tra le montagne del Galles). Proprio questa influenza si rivelerà fondamentale per la nascita di questo nuovo disco: infatti il terzo album si compone di sonorità Rock, Blues e anche Folk. Nonostante possa essere apprezzato da chiunque, l’album fu stroncato dalla critica dell’epoca, ritenendolo piuttosto fiacco (giudicato in questo modo per via delle sonorità più Hard avute nel disco precedente e che mancavano in questo). La critica accusò anche la band di Occultismo: pare infatti che tra i solchi del vinile originale del disco sia incisa la frase “Fai ciò che vuoi così potrai essere”. Questa frase risulta essere stata detta da un Occultista molto ammirato da Page. I componenti rimasero gli stessi dei precedenti dischi: Jimmy Page - chitarra Robert Plant - voce John Paul Jones - basso, organo John Bonham - batteria LE TRACCE 1 Immigrant Song 2 Friends 3 Celebration Day 4 Since I've Been Loving You 5 Out on the Tiles 6 Gallows Pole 7 Tangerine 8 That's the Way 9 ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra