Condividi questa pagina su

oro Status oro (Livello 9/10)

Rossella1978

Rossella1978

Autori che si fidano di me: 502 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

"LA PRESENZA CON LA TUNICA BIANCA" di Rossella Barzaghi,e-book su Amazonkindle,Kobo,Ibs,Mondadori,Feltrinelli...CARTACEO su AMAZON,STREETLIB STORES e presto su IBS!dallacriticaconfurore.blogspot.it -28/01/14 RIP ULISSE ❤️- 17/04/11 RIP GAE!

Opinioni scritte

dal 04/11/2004

1498

Segretarie (Micaela Gioia) 17/10/2017

Segretarie in gamba ma forse un po' troppo fissate col sesso

Segretarie (Micaela Gioia) Questo libro non proviene dalla solita libreria di mia madre, ma da un gentile omaggio da parte di una mia cara amica. Il romanzo non è recentissimo, tuttavia non l'avevo ancora letto, quindi non ho perso l'occasione, anche perchè il numero di pagine è comunque contenuto. IL LIBRO L'edizione in mio possesso è esattamente come appare nella miniatura di Ciao, ovvero rappresenta sostanzialmente l'ombra di una segretaria (direi senz'altro molto in forma) circondata da uno sfondo bianco e alcuni semplici "pallini colorati". L'autrice si chiama Michi Gioia (che è uno pseudonimo di Micaela Gioia, ecco perchè inizialmente non avevo trovato il prodotto), e il titolo è semplicemente "Segretarie". L'edizione è un Oscar Mondadori del 2008, a copertina morbida e pagine incollate, una versione pocket, di dimensioni contenute. Il numero complessivo di pagine è di 285, quindi niente di particolarmente impegnativo. GOCCE DI TRAMA La storia inizia con le quattro protagoniste, Dora, Amelia, Carla e Bruna che si ritrovano dopo molto tempo per un evento particolare: un funerale. Sulla pagina di alcuni quotidiani italiani appare infatti l'annuncio della morte del Cavalier Fulvio Piccioni, che il caso vuole fosse stato il capo di tutte quante. Questa occasione da la scusa alle quattro per incontrarsi e riallacciare i rapporti. Oguna di loro ha una propria storia, i propri problemi e le proprie aspirazioni, ma sarà proprio Dora a fare una ...

2-Headed Shark Attack 11/10/2017

La solita fetecchia animata male, ridicola e noiosa

2-Headed Shark Attack La scorsa settimana mi sono adoperata per far aggiungere a catalogo questo stranissimo film (e anche piuttosto ridicolo) che ho visto in televisione. Considerando il fatto che l'ho visto in tv e non sono in possesso di dvd, blue ray o quant'altro, ho inserito in questa catagoria (evidentemente corretta visto che è stata accettata). L'ANTEFATTO Una sera di settembre (mercoledì 13 che ero anche a casa da sola), mi trovavo a fare zapping tra i vari canali ed ero piuttosto irritatata perchè tra tutti quelli in chiaro del digitale terrestre, non riuscivo a trovare nulla che valesse la pena guardare.... o qualche nuova visione. Scorrendo la lista, mi imbatto in Cielo e vedo pubblicizzato in alto a sinistra in caratteri piccoli, il titolo del film che era appena iniziatol, ovvero "2-Headed Shark Attack" in sostanza attacco di uno squalo a due teste. Ho subito immaginato al b-movie, ma considerando che per lo meno si trattava di una prima visione per me, ho accettato di continuare a guardarlo fino alla fine. GOCCE DI TRAMA Non ci vuole uno scienziato a capire cosa possa succedere.... Da subito dei ragazzi vengono attaccati da questo squalo a due teste, che poi se ne va. La scena si sposta da un'altra parte dove per colpa di uno squalo morto che ...

Il seggio vacante (J. K. Rowling) 04/10/2017

Per tre quarti di libro... una noia letale e personaggi infiniti

Il seggio vacante (J. K. Rowling) Ho terminato di leggere "Il seggio vacante" di J. K. Rowling (l'autrice di Harry Potter) qualche giorno fa e ci ho riflettuto su prima di scrivere una recensione. Tuttavia anche io sto facendo posto nella mia libreria e domani regalerò il volume ad una persona che è interessata, dunque non ho più molto tempo. IL LIBRO Solitamente faccio una descrizione abbastanza accurata della copertina del libro, tuttavia questa è la seconda volta che mi capita un volume proveniente dalla collezione dell'amica di mia mamma che ha perso la sovracopertina, pertanto ho solamente la copertina rigida nera con le scritte bianche sul dorso, "Il seggio vacante" e il nome dell'autrice J. K. Rowling. Sul fronte della copertina invece vi è una croce tracciata a mano su un normalissimo riquadro, un po' come si fa nelle elezioni. Tutto qua. L'edizione in mio possesso è della Salani editore, stampato nel 2012. Il numero totale di pagine è ben 553. GOCCE DI TRAMA Sin dal primo capitolo si ha la morte improvvisa di un certo Barry Fairbrother, che muore improvvisamente quanto inaspettatamente. Da qui si snoda tutta la vicenda poichè Barry aveva un posto all'interno del Seggio di Pagford e dunque il suo posto, il seggio del titolo, resta vacante, ovvero libero. Chi riuscirà a conquistare l'agognato posto di potere? Sarà uno dei borghesi ricchi che sognano di staccarsi dalla parte povera, immaginata abitata solo ...

La Presenza con la Tunica Bianca (Rossella Barzaghi) 02/10/2017

Quattro chiacchiere con una scrittrice mezza matta

La Presenza con la Tunica Bianca (Rossella Barzaghi) Eccomi qui a proporre una sorta di autointervista riguardante un libro particolare intitolato "La Presenza con la tunica bianca" scritto e pubblicato dalla sottoscritta Rossella Barzaghi. Questa recensione non deve essere vista con l'intento di autopromozione quanto invece di approfondimento e, se vogliamo, essere letta in chiave ironica giusto per fare "quattro chiacchiere con l'autrice". Quindi immaginatevi due persone... magari due donne.... (meglio due persone che io a mo' di psicopatica che mi faccio le domande e poi mi rispondo da sola....) una che pone le sue domande con il classico block notes tra le mani e l'altra che risponde placidamente seduta su di un divano color cappuccino, un po' graffiato dal micio di casa... Avete presente? Ok partiamo.... BUONGIORNO A TUTTI, OGGI SIAMO QUI PER PARLARE CON UNA SCRITTRICE DILETTANTE.... Sì sì, che se fossimo stati in game si sarebbe chiamata NIUBBA.. ehm... NIUBBA? Sì Niubba, Newby.... Novellina.... roba del genere insomma.... ma mi sa che certi termini in questa conversazione non attecchiscono... NON ATTECCHISCONO? SONO SPAESATA, NON CREDO DI CAPIRE... Beh, devo scusarmi... credo che dobbiamo proseguire a modo suo.... lasciamo perdere... ricominciamo... EHM....ROSSELLA E' QUI PER PARLARCI DEL SUO PRIMO ROMANZO... IO HO QUI UNA SERIE DI DOMANDE, MA ANCHE I GENTILI LETTORI DELLA RECENSIONE SE LO RITENGONO OPPORTUNO POSSONO ...

Il segno dei quattro (Arthur Conan Doyle) 21/09/2017

La mia edizione della Newton, economica e trama scorrevole

Il segno dei quattro (Arthur Conan Doyle) Ultimamente mi sono data molto da fare a leggere libri che gentilmente mi passava mia mamma mentre questo "Il segno dei quattro" di Arthur Conan Doyle ce l'avevo nella mia piccola biblioteca di casa, in attesa di venire letto. Ad agosto ho fatto da cat sitter ad un micio di una ragazza che andava via in Romania e, pur essendo pagata per un'ora sola, mi trattenevo volentieri un'ora in più perchè mi dispiaceva far restare il gatto tutto il giorno solo soletto vedendomi solo 60 minuti. Dopo la pulizia, la pappa e il gioco, il piccolo Michy si accoccolava di fianco a me (non so, gli ho ispirato simpatia da subito) e allora tiravo fuori un libro e mi mettevo a leggerlo, mentre con l'altra mano accarezzavo il felino. Ho scelto questo libro per una semplice questione: era il più piccolo che avessi da portarmi dietro e ci stava comodamente in borsa. IL LIBRO L'edizione in mio possesso è un piccolo tascabile della Newton Compton Editori, nella economicissima versione da 1,90 euro che avevo pescato in una libreria. La copertina è ben fatta, rigida e mostra Sherlock Holmes con pipa e lente di ingrandimento su sfondo giallo. Ma potrete apprezzarla maggiormente nella fotografia che allegherò. In totale sono solo 126 pagine, incluse 4 di note bibliografiche e quindi potete capire che possa essere letto sostanzialmente in fretta. A proposito di edizione, quella in mio possesso è del lontano ...

Tiger 19/09/2017

Finalmente ho trovato una clessidra... ma c'è davvero tantissimo!

Tiger Quando sono entrata per la prima volta in un negozio Tiger, non avrei mai immaginato che sarei rimasta veramente colpita e che ci sarei tornata tutte le volte che fossi andata in quel determinato centro commerciale. Può essere definito il "negozio delle cazzatine", ma in realtà c'è molto di più e i prezzi sono decisamente concorrenziali. Ma andiamo con ordine. DI COSA SI TRATTA Flying Tiger Copenhagen, questo è il nome completo, è una catena di punti vendita internazionale nata in Danimarca. La peculiarità di questi negozi è che vendono davvero tantissimi articoli, alcuni introvabili, alcuni si trovano sempre, altri invece cambiano. Si va dagli accessori per le feste che possonon essere giochi, cappellini, maschere o parrucche, agli articoli per la casa come ad esempio tanti tipi di contenitori, per lo più in plastica ma una volta ho visto anche un tagliere di marmo, lampade (ma piccole tipo quelle da agganciare alla scrivania), ai giocattoli (soprattutto in formato mignon). Il punto forte secondo me è la cancelleria perchè gli articoli sono tantissimi e hanno un prezzo veramente irrisorio. Una volta ho acquistato un quadernetto in A5 con la spirale, a 1 o 2 euro, gomme di tutte le forme e dimensioni, oggetti per l'ufficio o la casa. Poi ci sono anche idee regalo come ad esempio dei pupazzetti oppure oggetti tipo macinapepe, cestini per la carta a forma di bidone di ...

La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009 (Roberto Saviano) 06/09/2017

Non facile nè da leggere nè da scrivere ma contiene molte storie

La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009 (Roberto Saviano) Eccomi nuovamente tornata a recensire alcuni prodotti con cui ho avuto a che fare per tutto il mese di agosto. "La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009" è un libro che aveva acquistato mia mamma un po' di tempo fa, scritto da Roberto Saviano, e che per motivi di spazio me l'ha passato. DI COSA SI TRATTA Il libro in questione è un libro in formato tascabile, di quelli con copertina morbida e pagine interne incollate. La copertina riproduce una sorta di plastica rossa bruciata- sciolta e nel cui buco tondo, di colore nero, è riprodotto un quadrato dove viene riportato il nome dell'autore, Roberto Saviano, l'editore, ovvero Piccola Biblioteca Oscar Mondadori, e il titolo "La bellezza e l'inferno. Scritti 2004-2009", tutti in caratteri bianchi. L'edizione in mio possesso è una ristampa del 2012. Il numero totale di pagine è 252 escluso l'indice che si trova alla fine. GOCCE DI TRAMA E' difficile fare una sorta di riassunto perchè in questo libro vengono narrati diversi fatti, tutti hanno come filo conduttore la forza di alcune persone e la criminalità organizzata, sia che stiamo parlando di Mafia, 'Ndrangheta o altro. Ogni capitolo è dedicato ad una persona diversa. Vi è quindi la storia di Lionel Messi, nato e cresciuto con un particolare problema fisico per cui non si sviluppa come gli altri ragazzini e ha dovuto ...

Afomill rinfrescante 01/08/2017

Afomil rinfrescante lenitivo - un discreto distillato ai fiori

Afomill rinfrescante Oggi vi volevo parlare di un collirio per occhi della AFOMILL, leggermente diverso da quello che si vede nella miniatura di Ciao perchè è la versione RINFRESCANTE LENITIVO. COME SI PRESENTA Il boccettino di plastica bianco è contenuto in una scatola di cartoncino. La scatoletta ha una parte frontale un po' diversa da come appare nella miniatura di Ciao ma sostanzialmente rappresenta la scritta Afomill in verde, "rinfrescante lenitivo" in caratteri violetti, vi è il disegno di una pupilla colorata, vengono citati "amamelide, camomilla, eufrasia" accompagnati dalla scritta "non brucia". Sotto una foto di fiori di camomilla. Nella parte laterale del cartoncino vi è sostanzialmente la descrizione del prodotto e a cosa serve. Il boccettino invece è totalmente in plastica bianca con un tappo a svito. In questo caso viene riportato che contiene 10 ml di prodotto. Inoltre va buttato ciò che resta dopo 28 giorni dalla prima apertura. A COSA SERVE? Sostanzialmente è un distillato vegetale studiato per avere un ph fisiologico a base di Amamelide, camomilla ed eufrasia che hanno delle proprietà lenitive. E' quello che ci vuole in caso di occhi stanchi e affaticati. Qualche esempio? Poco sonno, ore davanti a monitor o tv, aria viziata o ambienti fumosi, esposizione solare. IL BUGIARDINO Ebbene sì, all'interno della scatola troverete anche un piccolo foglietto illustrativo ...

Il mio disastro sei tu (Jamie McGuire) 24/07/2017

"Uno splendido disastro" dal punto di vista di lui,nulla di nuovo

Il mio disastro sei tu (Jamie McGuire) Qualche mese fa mi era capitato di leggere uno di quei libri rifilati dall'amica di mia mamma intitolato "Uno splendido disastro", che avevo recensito credo a marzo, mentre recentemente la stessa persona mi ha dato "Il mio disastro sei tu", della stessa autrice Jamie McGuire. Il primo libro non mi aveva entusiasmata granchè ed è stato per questo motivo che ho aspettato del tempo prima di leggermi questo secondo. Ed in effetti non è che io mi sia persa granchè..... Ma andiamo con ordine. IL LIBRO Il libro in mio possesso è del tipo con copertina rigida e sovracopertina cartacea, pagine interne molto ben incollate. La copertina mostra due adolescenti che si baciano, proprio gli stessi due del libro precedente. Lei ha lo stesso berrettino di lana grigia ma una maglia diversa, questa volta bianca punteggiata di nero. L'edizione in mio possesso è del 2013, della Garzanti e ha un numero complessivo di 363 pagine, ringraziamenti inclusi. Prezzo di copertina € 9,90, ma io l'ho ricevuto in omaggio. GOCCE DI TRAMA Sostanzialmente è la stessa de Uno splendido disastro, solo che il primo libro era raccontato dal punto di vista della ragazza mentre stavolta la vicenda viene rivissuta con gli occhi del ragazzo. Per chi non ha letto il libro precedente, faccio un debito riassunto: Il protagonista maschile si incontra nelle prime righe: si chiama Travis Maddox e si fa la sua conoscienza mentre è ad un ...

I love mini shopping (Sophie Kinsella) 18/07/2017

Con quello che Becky spende in vestiti, ma quanto guadagna?!

I love mini shopping (Sophie Kinsella) Ho finito di leggere "I love mini shopping" da un po' ma visti i problemi tecnici ad aggiungere nuove recensioni, ho finito per posticiparne la redazione. Ora che tutto sembra essere risolto, eccomi qui. IL LIBRO SI presenta esattamente come è riprodotto nella miniatura di Ciao, mamma e figlia con sacchetti della spesa mentre ammirano un'ennesima vetrina di moda. Di particolare c'è che il nero è un colore in rilievo e quindi passandoci il dito sopra, si sente che è stampato più in profondità rispetto al resto. L'edizione in mio possesso è del 2010, di Mondadori. Il volume si presenta in copertina rigida e con pagine rilegate, con tanto di sovracopertina cartacea. Il numero totale di pagine è 379 inclusi ringraziamenti. Non mi è dato sapere invece il costo di copertina poichè il triangolo dove vi era stampato è stato tagliato via (in effetti si trattava di un gentile regalo da parte di mia mamma). GOCCE DI TRAMA La protagonista del libro si chiama Becky, Becky Brandon, donna in carriera sposata e con tanto di figlia. La bimba si chiama Minnie e con una madre praticamente fissata per lo shopping, non può che avere ereditato lo stesso modo di fare e la donna, la asseconda senza neanche tanti problemi. Il marito invece inizia a considerare la bambina come estremamente viziata, visto che secondo lui (e non solo) è un filino esagerato che quando entri in un negozio si metta ad afferrare ...

Wuerth.it 11/07/2017

Tantissimi prodotti per professionisti ma....

Wuerth.it Mi è capitato recentemente di notare in maniera piuttosto evidente questo marchio, la Würth, in due occasioni: La prima è perchè sono passata davanti ad un nuovo negozio fisico e la seconda quando l'operaio addetto al cambio della zanzariera ha utilizzato un prodotto di tale marca (a base di silicone spray per una migliore scorrevolezza della zanzariera). Dunque è stato quasi naturale poter visitare il sito ufficiale della Wurth. Attenzione, potrebbe risultare scorretto Wuerth.it anzicché Wurth.it, ma in effetti è proprio il primo, trascrivendolo nella barra di ricerca, si accede allo shop. COME SI PRESENTA IL SITO Il sito si carica velocemente ed è esteticamente ben fatto, ordinato, elegante, di semplice navigazione e con fotografie colorate e riguardano solamente prodotti di questo marchio, senza pubblicità esterne. ARTICOLI TRATTATI La parte più interessante è collocata nella parte centrale della homepage, dove vi è l'elenco degli articoli trattati, suddivisi per categoria. Selezionata la categoria, appare l'elenco dei prodotti con tanto di foto e descrizione, quantomeno per il materiale e le dimensioni. PURTROPPO PER POTER VISUALIZZARE I PREZZI, BISOGNA ESSERE REGISTRATI, una cosa che personalmente non approvo. ° Accessori e apparecchiatura per veicoli. Non conosco molti prodotti, ma ad esempio c'è una sorta di tappetino antiscivolo o dei ...

Il santuario del serpente maledetto (Raymond Khoury) 21/06/2017

La ricerca di quel maledetto serpente che si morde la coda

Il santuario del serpente maledetto (Raymond Khoury) Recentemente l'amica di mia mamma si sta disfando di alcuni libri che aveva già letto per fare posto nella sua libreria (e mia mamma fa lo stesso), quindi prima o poi tutti i volumi passano dalle mie mani. "Il santuario del serpente maledetto" fa parte di questi e l'ho terminato qualche giorno fa. IL LIBRO Purtroppo la versione in mio possesso è sprovvista della sovracopertina cartacea pertanto non so dire se la mia versione sia stata la stessa di quella che è riprodotta nella miniatura di Ciao. Ciò che posso 8dire è che il libro si presenta con copertina rigida e pagine ben incollate tra di loro. Tale copertina è completamente nera e tutte le scritte sono in caratteri bianchi. Sostanzialmente se si esclude quella specie di croce bianca, è lo stesso disegno. L'edizione è della Newton Compton editori ed è del 2008. Il numero totale di pagine è 461 indice, ringraziamenti e note d'autore compresi. I capitoli sono 75 e sono semplicemente denominati da un numero crescente, non c'è nessuna frase o altro. Non conosco il prezzo di vendita proprio perchè mi manca la sovracopertina. Potrebbe essere facile da trovare su internet, ma nelle librerie non l'ho mai notato, certamente perchè è un pochino datato. GOCCE DI TRAMA Nel prologo siamo nel novembre del 1749, quando una perssona si sveglia improvvisamente per un raspare improvviso, allora si rende conto delal consapevolezza della sua situazione, del ...

Neutro Roberts Bagnodoccia Monoi e Cocco 14/06/2017

Hanno cambiato leggermente la formulazione

Neutro Roberts Bagnodoccia  Monoi e Cocco Ogni tanto mi piace variare con i prodotti che utilizzo per ligiene e quando mi è capitato tra le mani un bagnodoccia avvolgente con Monoi e cocco della Neutro Roberts, l'ho acquistato senza pensarci su troppo. Devo confessare che già quando mi ero trovata al supermercato avevo sollevato il tappo e l'avevo annusato, trovandone una fragranza delicata, floreale e piacevole. LA BOTTIGLIA Si presenta leggermente diversa da come è proposta nella miniatura di Ciao, forse perchè nel frattempo hanno cambiato leggermente l'etichetta. Comunque la bottiglia rimane sempre bianca, il tappo invece è di un piacevole rosa perlato. L'etichetta trasparente ha il classico logo bianco/argento/blu della Neutro Roberts e le altre scritte sono nella stessa tonalità rosa perlato, qualcosa in grigio chiaro e qualcosina in blu. Segue solo un piccolo fiore a petali bianchi mentre è sparito il disegno che riproduceva il cocco. Il formato di vendita è da 500 ml, poi non so se ne esista uno più piccolo o no, io ho visto solo questo al supermercato e mi era andato bene considerando che lo conservo sul bordo della vasca quindi non ho necessità particolari. Si specifica che il flacone va riciclato nella plastica, e questo è secondo me un bene perchè non sempre si ha la certezza di dove vadano buttati determinati contenitori quando sono terminati. In questo caso è più che evidente, ma il memorandum è utile. 18 di Pao ovvero la scadenza dalla prima ...

Bottega Verde Balsamo Crema Cheratina e Chachemire 07/06/2017

Disciplina e profuma "siliconicamente"

Bottega Verde Balsamo Crema Cheratina e Chachemire Innanzittutto volevo precisare che il nome corretto non è quello che viene riportato nella denominazione della recensione (già presente qui ed impossibile da aggiornare), ma è Balsamo Crema Keratina e Cachemire di Bottega Verde. Non tanto per la differenza tra Cheratina e Keratina, quanto per l'evidente errore nella trascrizione di Cachemire che non è certamente Chachemire... Ma lasciamo perdere. COME SI PRESENTA La forma è esattamente come si presenta nella miniatura di Ciao, ovvero una sorta di tubetto con tappo rivolto verso il basso, di colore bianco, su cui è incollata una etichetta caramello. Nella parte frontale si specifica il nome del prodotto, piuttosto lungo "Balsamo crema Keratina e cachemire" per "capelli danneggiati e spenti", "con keratina e proteine di cachemire" e un bollino tondeggiante sulla destra che indica a caratteri rossi "luce e protezione". Più sotto, la traduzione in inglese e ancora più in basso, il nome del Produttore, "Bottega Verde". Girando il tubetto si capisce subito quanto i caratteri minuscoli ed estremamente di colore chiaro riescano a rendere difficoltosa la lettura delle informazioni riportate. Ma viene specificato... A COSA SERVE QUESTO BALSAMO Ovviamente si rivolge ad un pubblico per cui è desiderabile avere una capigliatura setosa e docile al pettine. Sostanzialmente grazie alla Keratina e le proteine di Cachemire hanno uno scopo riparatore, protettivo e ...

La strada delle croci (Jeffery Deaver) 29/05/2017

Quella croce è per un incidente o un omicidio preannunciato?

La strada delle croci (Jeffery Deaver) Prosegue lentamente la lettura di libri che mi ha passato mia madre durante il suo "repulisti" della biblioteca di casa. In passato credo di avere già avuto modo di leggere questo romanzo, ma a quanto pare non l'avevo recensito. Eccomi dunque qui a dire il mio parere. IL LIBRO La copertina è esattamente come appare nella miniatura di Ciao: vi è la classica strada in mezzo al nulla, si intravede il paesaggio in terra rossiccia e il cielo azzurro, mentre sulla sinistra spicca un cartello giallo che avverte di un pericolo mortale. Le scritte sono per lo più in caratteri neri (vedasi il nome dell'autore Jeffery Deaver) che per il titolo (La strada delle croci), e bianchi (come il nome dell'editore e il commento di "The Independent). L'editore è Bur Rizzoli. Si presenta con la classica copertina morbida e pagine incollate tra di loro. E' un bel mattoncino perchè è costituito da un totale di 498 pagine... insomma, un tomo non indifferente. L'edizione in mio possesso è del 2010, lo so è vecchiotta... e ha un prezzo di copertina di € 10,50, anche se so che ai tempi mia mamma l'aveva pagato scontato. GOCCE DI TRAMA Il titolo è senza dubbio coerente, infatti subito nelle prime pagine viene rinvenuta una croce di legno su di una strada, ai piedi della quale vi è un mazzo di rose rosse. La croce accompagna un cartello su cui è impressa la data del giorno dopo. Qualcuno ha avuto un incidente mortale ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra