Condividi questa pagina su

verde Status verde (Livello 2/10)

SaraGuadalupi

SaraGuadalupi

Autori che si fidano di me: 1 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Opinioni scritte

dal 20/01/2017

33

Eden Viaggi 20/08/2017

Dopo due viaggi fallimentari, ci metto una croce sopra.

Eden Viaggi Ho viaggiato con la mia famiglia, con Eden per ben due volte. La prima a Marsa Alam, in un Eden Village, dove abbiamo trovato un referente molto maleducato ed una struttura assolutamente non adatta ad essere chiamata "Villaggio vacanze", con insetti ovunque (anche nei letti) e cibo da voltastomaco. L'unica cosa buona di quella vacanza sono stati i ragazzi dell'animazione che sono stati veramente fantastici ed hanno cercato di risolvere la miriade di problemi che noi italiani stavamo avendo (visto che il referente non era quasi mai reperibile). La seconda vacanza è stata due settimane fa a Djerba, in quello che Eden definisce Family Club ma che in realtà è semplicemente un hotel tunisino con personale che non parla italiano (animazione compresa) e nel quale non c'è neanche un referente Eden in grado di risolvere problemi o dare informazioni. Abbiamo faticato a farci capire con chiunque, in quanto il personale parla solo arabo e francese e ci è stato detto che non si vedevano italiani da diversi anni in quella struttura e quindi nessun tour operator italiano ha ritenuto utile inserire un referente. Ecco, avrei gradito che, all'atto della prenotazione, Eden avesse specificato che non ci sarebbe stato nessuno (sapevamo che, non essendo un Village, ci sarebbe stato meno personale parlante italiano, ma addirittura nessuno NO!). Beh, dopo due esperienze così, io e la mia famiglia abbiamo deciso di non utilizzare mai più Eden come tour operator in quanto riteniamo manchi di ...

Tunisair (Tu) 20/08/2017

La peggiore compagnia aerea!

Tunisair (Tu) Ho viaggiato due settimane fa con questa compagnia per arrivare a Djerba. E' stata la prima volta e sarà anche l'ultima! All'andata abbiamo fatto un ritardo di un'ora ed, una volta saliti in aereo abbiamo subito notato la moquette sporca, così come i sedili che avevano macchie di dubbio gusto ed erano anche rotti in diversi punti: quello di mia suocera aveva un buco enorme nel bracciolo lato finestrino, sul quale non ha potuto appoggiarsi se non mettendoci sopra un giornale per attutire i pezzi di plastica pungenti. Il cibo emanava una puzza tremenda ma non posso giudicare il gusto in quanto non ho ovviamente mangiato. Al ritorno altro ritardo, inoltre, una volta saliti sull'aereo (già con 30 minuti di ritardo), ci fanno restare seduti per altri 40 minuti senza dare nessuna spiegazione, con le hostess maleducatissime che continuavano a dire "10 minuti e partiamo", continuando a fare avanti e indietro per l'aereo ignorando le lamentele e mostrandosi decisamente cafone e maleducate. Per questo fatto sono girate voci tra i passeggeri che il pilota abbia comunicato (solo in arabo) che era giunta l'ora della preghiera e che quindi avremmo dovuto aspettare che lui pregasse prima di partire (tuttavia non posso dare certezza di questo perchè non parlo arabo e sono state delle voci di corridoio non verificabili). Tuttavia, mi pare che un'ora di ritardo all'andata e un'ora e passa di ritardo al rientro direi che non sono contemplabili, soprattutto perchè non mi è mai capitato con ...

Remington CB7400 20/06/2017

Dopo questa, non comprerò più spazzole né piastre!

Remington CB7400 Partiamo da qualche info tecnica: - La spazzola arriva nella sua scatola con il sacchettino per riporla e le istruzioni. Ha 49 denti rivestiti in ceramica e con un piccolo gommino sopra ognuno (per evitare di bruciare la cute). Intorno ai dentini rivestiti ce n'è una fila che non si riscalda, utile per accompagnare i capelli durante la spazzolatura. - Sul manico c'è un tastino di accensione e un display sul quale lampeggia un led rosso a seconda della temperatura scelta. In 60 secondi è pronta per l'uso. - Ha tre temperature: 150, 190 e 230 gradi. Sul libretto di istruzioni c'è l'indicazione della temperatura ideale per ogni tipo di capello. - Ha un dispositivo di sicurezza: se nell'arco di 60 minuti dall'accensione non viene utilizzata, si spegne da sola. L'ho acquistata perchè ero stanca di usare la piastra che appiattisce i capelli (i miei essendo già praticamente lisci, si appiccicano alla faccia, soprattutto d'estate). In effetti, provandola già da diversi giorni devo dire che il suo lavoro lo fa: mi rende i capelli luminosi, toglie l'elettricità (croce di chi ha i capelli molto fine come i miei) e riesce anche a darmi un po' di volume nella parte alta, in modo da non dare l'effetto "casco" :P Ero scettica all'inizio sul discorso elettricità statica (avevo già provato spazzole agli ioni e cose del genere) ma mi sono dovuta ricredere, ed è una delle cose che preferisco! Io ho un taglio scalato e riesco a domare anche quelle puntine che inevitabilmente sparano dai ...

Layla One Step Gel Nail Polish 19/06/2017

Buona tenuta per uno smalto fai-da-te

Layla One Step Gel Nail Polish Ho acquistato questo Smalto Layla perchè, con i nuovi orari di lavoro mi veniva difficile andare dall'estetista ogni tre settimane a fare le unghie e così ho deciso di provare a farmele da me. Gli smalti della serie "one step" sono molto comodi in quanto non necessitano di primer e base (in teoria neanche di top coat ma io ce lo metto lo stesso perchè rende le unghie più luminose), in pratica il processo prevede solo una passata di buffer per opacizzare le unghie e una passata di smalto che asciuga in lampada in breve tempo (1 minuto in lampada a LED e 3 minuti in lampada UV). Per toglierlo, basta immergere le unghie nell'acetone per 5 minuti e aiutarsi con un bastoncino spingi cuticole fino alla completa rimozione. Come potete leggere, l'utilizzo è molto semplice ma personalmente non ho notato una durata di tre settimane, bensì di due. Ammetto di essere una persona che lavora molto con le mani e che raramente indossa i guanti quanto pulisce, quindi probabilmente è per quello che su di me non dura più di due settimane. Ad ogni modo sono soddisfatta di questo trattamento "fai-da-te", soprattutto perchè mi permette di risparmiare una trentina di euro dall'estetista. Con il costo di uno smalto (tra i 10 e i 12 €) riesco a farmi le mani moltissime volte. State solo attente, care lettrici, alla scadenza: io non ho trovato nessuna data, ad esser sincera, ma quando ho visto che è diventato un po' "colloso" e poco fluido ho preferito buttarlo via, anche perchè diventa molto ...

Nokia Lumia 1520 07/06/2017

Schermi grandi e foto perfette!

Nokia Lumia 1520 Se c'è una cosa che adoro di questo telefono è lo schermo enorme da 6'' ! E non importa se ho le manine piccole e devo usarlo per forza con due mani, mi è piaciuto ugualmente dal primo momento che l'ho visto. Ho avuto solo un piccolo inconveniente con il primo Nokia 1520 che comprai e che mi cadde rovinosamente dalle scale, distruggendo completamente il vetro davanti (avrei sperato in una maggiore resistenza), tuttavia, mandato in assistenza, me ne è stato assegnato un altro perchè era ancora in garanzia (per fortuna!). Ad oggi mi è caduto ancora qualche volta ma non ha riportato danni, probabilmente il primo dispositivo presentava dei problemi già alla nascita. Altro suo punto di forza (come ogni Nokia che si rispetti) è la durata della batteria da 3400 mAh : io lo utilizzo per lavoro e lo carico in media ogni due giorni, utilizzandolo più del mio telefono privato. Purtroppo però, per gli inconvenienti, è possibile sostituirla solo tramite centro di assistenza, in quanto è un dispositivo a blocco unico. La fotocamera è dotata di ottica Zeiss e già questo dovrebbe rassicurare gli appassionati di foto come me che ogni momento verrà immortalato come si deve, con l'utilizzo di due flash e grazie ai 20 megapixel a disposizione. La cosa che meno amo degli smartphone Nokia, invece, è il menù interno che trovo un po' caotico, ma questo ovviamente non va ad influire la mia recensione su questo dispositivo in quanto è puramente un fattore personale e di "organizzazione" mentale. ...

Evidenziatore Stabilo Boss Original 06/06/2017

Migliori dei colori originali

Evidenziatore Stabilo Boss Original Da amante degli evidenziatori e dei prodotti di cartoleria in generale, non potevo non provare questi colori pastello in edizione limitata. Ho acquistato la confezione da 4 perchè ci sono i colori che preferisco (di quella da 6, alcuni non li avrei usati). Fin da subito mi sono resa conto che non trapassano il figlio come i classici colori fluo e non fanno l'effetto "macchia", sono molto sobri ed evidenziano pur restando discreti, senza pasticciare le pagine e gli appunti. Il più scuro di questi è il lilla che consiglio di utilizzare su scritte blu e non nere perchè tende a scurire leggermente la parte evidenziata. Personalmente li ho acquistati su Amazon perchè ho trovato un'offerta molto interessante, mentre nei negozi li ho trovati un po' cari e oltretutto non sono facili da reperire.

Wonder (R. J. Palacio) 18/05/2017

Non solo per ragazzi, ma per tutti.

Wonder (R. J. Palacio) La vita di Auggie ce la narra in primis lui stesso - con una lucidità impressionante - ma troviamo anche il punto di vista di sua sorella Via e dei suoi nuovi amici. Il linguaggio è semplice ma schietto ed immediato, senza troppi rigiri di parole, adatto all'impulsività dei bambini che spesso tendono ad esternare tutto ciò che gli passa per la mente, senza pensarci troppo. Ovviamente non possiamo dire che il cammino del nostro piccolo protagonista sia tutto rose e fiori: conosce il bullismo, conosce gli sguardi della gente, e peggio ancora conosce l'espressione di chi volta la faccia non appena lo vede. Nonostante questo però, la forza che arriva dalla sua famiglia riesce a fargli superare anche questo, trasformandolo in un giovane coraggioso e sicuro di sé. Anche Summer, colei che all'inizio passava del tempo con lui solo per pena, alla fine si dovrà ricredere, arrivando a riconoscere in lui, una bellezza che va al di là del nasino alla francese e del viso perfetto. Una bellezza ben diversa, più difficile da avere e da mostrare: quella dell'anima. Un altro personaggio che merita sicuramente attenzione è la sorella di Auggie, Via, colei che mi piace definire un'adolescente-adulta: questo perchè, nel suo animo di ragazza, in cui spesso i conflitti prendono il sopravvento, riesce ad essere razionale e, sebbene non voglia essere ricordata come la "sorella del ragazzino deforme", sa che i bisogni di suo fratello vengono al di sopra di qualsiasi cosa, anche di quello che pensa la ...

Io non sono Mara Dyer (Michelle Hodkin) 18/05/2017

Un secondo capitolo con i fiocchi!

Io non sono Mara Dyer (Michelle Hodkin) Sono rimasta - piacevolmente - turbata, angosciata, perennemente in ansia mentre leggevo questo romanzo. Ero li, con Mara. Ecco il regalo che ci ha fatto la Hodkin in questo secondo capitolo della saga, ci ha aperto una porta sull'anima di Mara, rendendo nostre tutte le sue sensazioni ed emozioni. E' questo che secondo me decreta il successo di un paranormal thriller come questo: l'alto potenziale emotivo (e ansiogeno) che riesce a scorrere nelle vene dello stesso lettore, così come in quelle della protagonista. La fitta ragnatela di eventi che si susseguono sono come un complicato labirinto di specchi in cui ogni passo potrebbe essere falso, oppure la strada per la salvezza. Mara viene perennemente schiacciata dalla finzione, in contrasto con la sua vera vita, con le sue vere paure, senza la possibilità di dire la verità, riempiendo il suo cuore ed il suo animo di parole non dette che le avvelenano l'esistenza mentre, l'unica cosa che davvero la fa andare avanti, è la sua voglia di verità. Di scoprire cosa davvero le sta accadendo attorno. La tensione non è alta, è altissima! E le pagine scorrono con una frenesia tale da farci arrivare alla fine desiderosi di avere tra la mani già il volume seguente, soprattutto per colpa del finale: se quello di "Chi è Mara Dyer?" era sconvolgente, questo è a dir poco incredibile e devastante. Un finale che mette in dubbio qualsiasi cosa e che fa rimanere letteralmente a bocca aperta. Il potere sadico delle autrice del calibro di Michelle ...

The hungry city (Vol. 1) (Philip Reeve) 17/05/2017

Una visione distopica che non convince

The hungry city (Vol. 1) (Philip Reeve) Philip Reeve è un visionario, con una grande immaginazione, ma vi giuro che, durante la lettura, ho faticato non poco per immaginarmi queste città sviluppate verso l'alto (con ascensori al posto delle metropolitane) che corrono su ruote e cingoli. No, assolutamente troppo assurdo per i miei canoni . La storia in sé è bella e c'è sicuramente molto da scoprire, ma questo sfondo va un po' troppo oltre secondo me. In altre distopie, non dico che sia semplicissimo immaginarsi il mondo possibile e futuro in cui si svolgono ma, se non altro, possiamo far affidamento sulle ambientazioni: in "The hungry city" è tutto stravolto. Anzi, lo stravolgimento della visione delle città è proprio ciò che mantiene su tutta la storia..peccato che, facendo fatica ad immaginarmi il "contorno" alla storia dei due protagonisti, mi è venuto a mancare anche tutto il resto. Ammetto di essermi più volte immaginata, Londra, come una sorta di enorme blob che ingloba le città che incontra sul suo cammino come la balena che ingoia Pinocchio. Assolutamente assurdo e decisamente troppo irreale, anche per la mia immaginazione. I protagonisti, sia Tom che Hester, mi sono piaciuti abbastanza, anche se all'inizio il ragazzo sembra decisamente poco sveglio - fortuna che, la grande personalità della protagonista femminile riesce a dargli una svegliata e a scuoterlo un po', quel tanto che basta a fargli fare due più due su certi accadimenti. Per quanto riguarda Thaddeus, a parte un primo momento iniziale in cui ...

Mio padre serial killer (Barry Lyga) 17/05/2017

Anche i killer hanno una famiglia

Mio padre serial killer (Barry Lyga) Prima di leggerlo non sapevo assolutamente cosa aspettarmi, ma ora, posso dirvi che, indubbiamente, la Casa Editrice ha avuto non poco coraggio a presentarlo in questo modo perchè, anche se non ci sono scene particolarmente cruente, ciò che più colpisce il lettore è la mente del protagonista, Jazz, tormentato dalle colpe del padre, e con questa paura folle di diventare come lui. Nei suoi meccanismi mentali, il giovane, riesce invece ad usare proprio quegli stessi insegnamenti per entrare nella mente del serial killer e prevederne le mosse. "Impara l'arte e mettila da parte", non si dice forse così? Jazz è affascinante. Lo è tutto il mondo che lo circonda. Ma, senza dubbio, ci vuole coraggio per stargli accanto: coraggio che non manca di certo a Connie, la sua fidanzata, che cerca in tutti i modi di fargli capire che non c'è niente che non va in lui e che, anche se le colpe dei padri spesso ricadono sui figli, non sempre questi devono seguirne la strada; e ovviamente non manca ad Howie, migliore amico - emofiliaco - di Jazz. Ecco, è stato questo il rapporto che più mi ha lasciato il sorriso sulle labbra: quello tra questi due amici, fratelli, che non perdono occasione di seguirsi l'un l'altro fin quasi a rischiare la vita. Un'aspetto invece che mi ha fatto molto sorridere è che Jazz, per convincere Howie a seguirlo, mette a disposizione il suo corpo per farsi fare dei tatuaggi che Howie non potrebbe mai fare vista la sua "malattia" (vi lascio immaginare che tatuaggi ...

Philips Sonicare HX 6711 Healthywhite 16/05/2017

Denti puliti e sani

Philips Sonicare HX 6711 Healthywhite Ho acquistato questo spazzolino elettrico approfittando degli sconti Black Friday su Amazon e l'ho portato a casa alla modica cifra di 50 € (in confronto a 90€ dei negozi fisici). Prima di questo ho provato degli spazzolini elettrici della OralB ma non ho mai sentito i denti così puliti come con questo. Per essere elettrico è abbastanza silenzioso ed ha due modalità: nella prima vengono semplicemente spazzolati i denti, mentre nella seconda, dopo aver pulito, viene cambiata la vibrazione per fare un'azione di sbiancamento superficiale. La batteria dura davvero tantissimo ed è più leggero rispetto all'OralB, inoltre ogni 30 secondi fa una piccola pausa per ricordarci di cambiare la posizione dello spazzolino e quindi la zona di spazzolamento. Dopo ogni lavaggio sento veramente i denti più puliti e la bocca più fresca. Per questo credo che non cambierò più marca di spazzolino.

Burberry - Mr Burberry Eau de Parfum 16/05/2017

Per papà e per me!

Burberry - Mr Burberry Eau de Parfum Premetto che mio papà è innamorato di questo profumo e della maggior parte dei profumi Burberry, quindi mi sono basata sulla mia esperienza personale senza chiedere grandi consigli a lui che non sarebbe stato molto obiettivo :P Sebbene io sia una donna, ci sono alcuni profumi maschili che mi piace molto indossare, soprattutto quando lavoro, in quanto correndo di qua e di là, mi danno la sensazione di durare molto più a lungo di quelli da donna. Così ho deciso di provare l'ultimo arrivato in casa Burberry per la popolazione maschile :D Il profumo non è troppo invadente, ma persiste per tutta la giornata. Si avverte come se fosse una nota di sottofondo e lo trovo davvero piacevole da indossare. E' molto fresco e la fragranza che si avverte è agrumata e fa pensare subito alla primavera. Inizialmente ho pensato che fosse più adatto ai più giovani, ma in realtà dopo averlo sentito su mio papà, devo dire che si adatta perfettamente a qualsiasi età. Il packaging è in perfetto stile Britsh: semplice, essenziale e dalle forme decise. Tutti i profumi della linea Mr e Mrs Burberry, li trovo bellissimi anche semplicemente da esporre e guardare. Possono diventare quasi dei complementi di arredo. Al momento sto ancora usando quello di mio papà (che mi urla dietro ogni due per tre perchè glielo sto finendo), ma ho in programma di acquistarne una confezione per me perchè è davvero uno dei profumi migliori che abbia mai provato!

Just Camomilla Crema Mani 16/05/2017

La migliore!

Just Camomilla Crema Mani Ho provato questa crema, per la prima volta, qualche mese fa e non ho intenzione di smettere di usarla! La sua formulazione fa si che si assorba molto in fretta e, soprattutto, NON UNGE. Questo vuol dire che, una volta stesa (e ne basta veramente pochissima per entrambe le mani), non dobbiamo aspettare delle ore prima di avere le mani asciutte e "pronte" per essere utilizzate. E' molto concentrata, come tutti i prodotti della Just, ed ha un profumo buonissimo che dura nel tempo. Inoltre gli ingredienti naturali al suo interno la rendono un buon rinforzante anche per le unghie ed un ammorbidente per la pelle. La confezione è un tubetto da 100 ml, comodo da portare in borsa ma mi sento di mettervi in guardia su come lo conservate perché a me è successo che si è bucato in fondo, dopo vari sballottamenti nella borsa di Mary Poppins :P , ad ogni modo ho risolto "rivestendo" il tubetto con un piccolo strato di pellicola da cucina!

Canon EOS 7D 16/05/2017

Level up!

Canon EOS 7D Ho acquistato questa macchina fotografica per necessità di passare ad un "livello superiore" dopo anni con la mia amata 600D. La utilizzo sia per set fotografici che a livello amatoriale e mi ci trovo davvero bene. Personalmente la utilizzo con il battery grip che, sebbene la renda decisamente più pesante, mi consente di avere entrambe le batterie a portata, senza dovermi fermare a caricarne una o l'altra. E' molto robusta, grazie anche alla cassa in magnesio: spesso la porto con me nella borsa "normale" che uso tutti i giorni per uscire e non mi ha mai dato problemi di nessun genere; sullo schermo ho messo una pellicola per evitare graffi e mi ci trovo benissimo. La cosa che ho fatto subito, non appena l'ho acquistata, è stato accompagnarla ad una scheda CF perchè non supporta le classiche SD come invece faceva la mia 600D, in alternativa ci sono degli adattatori che trasformano la SD in una CF, ma io in generale mi fido poco degli adattatori e quindi non ho voluto rischiare. I pulsanti necessari sono tutti a portata di mano e trovo comodissima la ghiera per scorrere i parametri e le foto sullo schermo. Lo schermo è ampio e luminoso ma non orientabile (caratteristiche che personalmente non mi ha fatto né caldo, né freddo). Per quanto riguarda i megapixel, qui ce ne sono 18 e la considero un'ottima entry-level per una fotografia professionale. Personalmente, consiglio di comprarla su Amazon perchè si ha la possibilità di avere un notevole risparmio.

Equilibra Burro di Karitè 90% 16/05/2017

Non fa per me, troppo grasso e "pesante"

Equilibra Burro di Karitè 90% Ho provato questo burro di Karitè nel tentativo di ammorbidire un po' la pelle delle mie gambe che tendono ad essere sempre molto secche, soprattutto in inverno, indossando pantaloni pesanti e jeans. Ne ho prelevato un po' con una spatolina (non inclusa nella confezione) e, dopo averlo ammorbidito sulle mani, l'ho spalmato sulle gambe. La sensazione che ho avuto subito è stata di freschezza ma è presto svanita lasciando il posto alla pesantezza: ho avvertito come se avessi le gambe ricoperte di argilla, erano pesanti ed appiccicose, una sensazione veramente fastidiosa che ho eliminato subito sciacquando le gambe sotto l'acqua fredda. L'ho spalmato prima di dormire ma assolutamente questa sensazione non mi faceva prendere sonno. Inoltre avvertivo appiccicose anche le mani. Se devo essere sincera non è il primo prodotto della linea "equilibra" che provo e con il quale non mi trovo un granchè bene: credo che sia proprio un discorso di "intolleranza" alla formulazione o al burro di karitè in generale. Sapete, mi dispiace un po' di questa cosa, perchè conosco persone che davvero traggono numerosi giovamenti dall'utilizzo di questi prodotti, ma davvero io non ci riesco. Non fanno proprio per me.
Visualizza altre opinioni Torna sopra