Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

So_Cruel

So_Cruel

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 21/08/2006

409

San Benedetto Oasis Arancia Rossa 01/10/2007

Una novità, forse solo per me

San Benedetto Oasis Arancia Rossa Forse molti di voi non ci crederanno..si lo so, la maggior parte, sono molto diffidenti, ma proprio verso le 16.00 ho preso dal mio frigo questa bevanda al gusto di Arancia Rossa della San Benedetto, perché avevo leggermente sete, e sorpresa delle sorprese, mentre torno su ciao, a vedere se ero riuscito ad arrivare tra i primi 3, ho visto questo prodotto..non immaginate nemmeno le risate che mi sono fatto, a raccontarlo a momenti non ci credo neanche io. Visto che ci siamo ho pensato, mi cimento a scrivere anche riguardo a questa bevanda. Questa della San Benedetto viene descritta come ""una bevanda a base di frutta dissetante non gassata nei gusti arancia e arancia rossa disponibile anche nella versione multiattivo" ma a mio modesto avviso rimane una delle peggiori bevande che abbia mai provato sia dal punto di vista del gusto, sia dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo. Ci tengo a precisare il termine "bevanda" in quanto questa San Benedetto Oasis non è un succo di frutta nel senso stretto ma si tratta semplicemente di una bevanda al gusto di frutta ( non a caso la percentuale di frutta contenuta è abbastanza limitato come farò presente in seguito ). Il prodotto si presenta comunque subito in modo decisamente elegante in una confezione sicuramente dal grande impatto visivo dove il colore predominante è il rosso. La confezione di certo attira molto, così come il battage pubblicitario, ma quando vengo "al lato pratico", subisco un po' di delusione. E' senza ...

Cacciatore di teste (Costa-Gavras - 2005) 01/10/2007

Il cacciatore di teste

Cacciatore di teste (Costa-Gavras - 2005) Non starò qui a dirvi che laltra sera, girando qua e là, mi sono imbattuto in questo film ecc ecc...lo dicono tutti, vediamo se riesco ad essere più originale : l'altra sera, sono uscito con un mio amico, sono entrato in videoteca e ....uhm..no, non sono orginale neanche cosi, allora, non resta che dire la verità, semplice, banale, poco scenografica, ma la verità. Ho visto questo film semplicemente perchè me lo regalarono esattamente un anno fa, e dopo un anno, proprio ieri sera, ho avuto il coraggio di vederlo, chissà perchè mi aspettavo che fosse la classica "sola" come si dice alla romana, ma tuttosommato, ho dovuto ricredermi. Infondo, il film è stato piacevole, e sempre meglio quello, che le cose pessime che mandano ultimamente in tv. Si giusto, devo iniziare dall'inizio e non dalla fine, allora, vi racconto per bene questo film visto in Dvd. Causa una riorganizzazione aziendale, Bruno Davert si ritrova senza lavoro dopo più di 15 anni di onorato servizio..Le certezze, materiali e psicologiche, legate alla precedente occupazione lenta­mente crollano e così, dopo numerosi falli­mentari colloqui, di fronte all'ultimo posto disponibile, decide di adottare una tat­tica: eliminare la concorrenza. Mobilità, coIlocamento, flessibilità. Ecco recitato, scarni vocaboli, Il credo del 'vero capitalista', figura sempre più spesso dominante di questi tempi, e non solo alle nostre latitudini. Che poi parole del genere si rivelino un malcelato tentativo di presen­tare le ...

The Bourne Supremacy 01/10/2007

The Bourne Supremacy

The Bourne Supremacy PREMESSA: Dopo il buon successo di pubblico e un po' meno di critica del modesto film di spionaggio "The Bourne Identity" diretto dallo sconosciuto Doug Liman( qui nelle vesti di produttore esecutivo ), tratto dall'omonimo romanzo intitolato "Un nome senza volto", nel 2004 il regista Paul Greengrass ( autore di film interessanti come "Bloody Sunday" o "United 93" ) ha diretto questo sequel "The Bourne Supremacy", secondo capitolo di una trilogia che si chiuderà ( speriamo ) nel 2007 con "The Bourne Ultimatum". Probabilmente molto più a suo agio nei film "impegnati", il regista britannico non è riuscito a trovare il giusto amalgama in questa prosecuzione di un film di successo. Ma andiamo con ordine. TRAMA: Sono passati ormai due anni da quando l'operazione denominata Treadstone condizionò l'esistenza dell'agente della C.I.A. Jason Bourne. Lo ritroviamo in India, alla continua ricerca della sua identità, funestata da incubi e flash back confusi che ancora gli attanagliano la mente, assieme alla adorata Marie che presto sarà vittima di un agguato ai suoi danni nel loro tentativo di scappare ormai braccati dalla C.I.A. In seguito Jason cercherà di trovare rifugio nella città di Napoli ( posto bizzarro per cercare un rifugio...). Contemporaneamente qualcuno, in quel di Berlino, riesce a manipolare delle informazioni top secret in modo da far ricadere i sospetti della C.I.A. su due omicidi ( uno dei quali addirittura è il premier cinese..) ai danni di Jason ...

Philips 37PF9830 29/09/2007

Philips, e il regalo è fatto.

Philips 37PF9830 L'altro giorno, girovagando qua e là per negozi, ho visto questo gioiello di tecnologia, e mi sono avvicinato alla vetrina, come un bambino si avvicina al regalo di Natale. Il collega che era con me mi fa : Riccardo, che fai, è tardi!..ma per me è stato come non sentirlo, l'ho trascinato con me nel negozio e insieme abbiamo ammirato questo gioiello di tecnologia! Fregandomene del ritardo, ho passato circa mezz'ora e passa all'interno del negozio, eppoi, grazie ad una mia illuminante idea, lo abbiamo comprato. Dico abbiamo perchè, eravamo a spasso a cercare un regalo da fare ad un nostro collega che proprio domani, domenica 30 settembre, ha deciso di fare una cosa veramente pericolosa, sposarsi. Ovviamente, essendo 11 colleghi, abbiamo avuto la possibilità di fargli questo bellissimo regalo. Tale gioiello, ha passato una notte a casa con me, e l'ho potuto studiare un pò, dopo di chè, è stato impacchettato a dovere ( in modo veramente spiritoso e particolare, poi vi metto la foto). Perchè ne sono rimasto affascinato? Bè, dovete sapere che............... ............... ... Il 2007 è l'anno dell'HD. Il satellite e i programmi preregistrati stanno aprendo le porte all'avvento di una nuova era tecnologica per le immagini e il suono. Che decidiate d'intraprendere la strada di un impianto HD Ready rinnovando alcuni componenti del vostro sistema o partiate da zero, le offerte sono molteplici. In questa opinione vi parlo di un nuovo straordinario televisore che consente di ...

Artide e Antartide - Renato Zero 21/09/2007

I due poli opposti....

Artide e Antartide - Renato Zero Visto il "successo" della mia precedente opinione su Renato Zero, ho preparato per voi, questo altro percorso di un album risalente al 1981 : Artide-Antartide. Il 10 dicembre viene presentato al Piper di Roma Artide Antartide, doppio album per due diversi produttori: «Sono due facce del mondo musicale, due personalità diverse che si confondono e si completano. Del Newman, che ha arrangiato Artide, è un romantico, e quindi ha dato alle mie canzoni certe atmosfere da sogno. Elio D'Anna, che ha arrangiato Antardide, è aggressivo e irruento, ed è riuscito a trasmettere la sua grinta nei pezzi più tirati. Insieme abbiamo lavorato tutti molto bene». Ma al di là delle solite frasi di circostanza non è proprio così, o meglio non è quello che Zero desiderava per il disco della maturità. Il curriculum di Newman è importante. È stato l'arrangiatore degli archi per grandi artisti come Cat Stevens, i Bee Gees, Rod Stewart, nel mitico Goodbye Yellow Brick Road di Elton John, ma il tocco geniale che Zero si attendeva si rivela invece impalpabile, quasi anonimo. Stessa cosa con Elio D'Anna, leader della prog band Osanna poi trapiantato negli Stati Uniti dove realizzò dei discreti lavori di jazz-rock con i Nova. D'Anna con la sua produzione lambisce appena lo spartito con quel rock'n'soul che invece Renato avrebbe voluto più determinate e incisivo nell'economia dei pezzi. Risultato: due dischi simili sia nei suoni che negli arrangiamenti per un lavoro ambizioso e a corrente alternata. ...

Coca Cola Zero 18/09/2007

La coca-cola ZERO-ZERO...voto 2

Coca Cola Zero Non inizierò questa opinione, con il solito " l'altro giorno sono andato al supermercato e sullo scaffale ecc ecc ecc", 1 è banale, due, iniziano tutti cosi, e 3, questa volta, per me, non è andata cosi. Ero alla festa di compleanno di una mia amica, e come è normale che sia, quando ormai si hanno 40 anni, è quasi indubbio, che c'è qualche piccolo "marmocchio" al seguito, e pertanto, è anche mezzo scontato, che al seguito di tale marmocchio, ci sia tutta la sua "banda". Ovviamente, per gli adulti, c'erano le solite cose, vino, birra, liquori ecc, e per i bambini, aranciata, sprite e coca-cola. Proprio questa bevanda, la più famosa al mondo, ha catturato la mia attenzione. Il motivo è semplice, non era la coca-cola che io conosco. Mi sono avvicinato insospettito dalla bottiglia strana e ho notato la dicitura Coca-Cola ZERO. Stupito ad alta voce ho detto : ma non si chiamava light? Vicino a me, c'era uno dei marmocchietti della "banda" che mi fa : c'è anche quella..ma questa è per noi uomini, l'altra è per le femminuccie! ma che non hai visto la pubblicità? Ovviamente, dopo aver incassato il colpo ( un bambino di 6 anni ne sapeva più di me), mogio mogio tornai a casa. Manco a farlo apposta, sembra una di quelle coincidenze assurde nella vita, ti becco proprio la pubblicità in questione. pubblicità assolutamente ridicola e stupida, oltre che decisamente fuori dalle righe, c'è un matto che va in giro su autobus per la città stupito che possa esistere una coca-cola con zero ...

Il Dono - Renato Zero 05/09/2007

Il dono

Il Dono - Renato Zero "Così come siamo, senza strani accorgimenti, né ombre né contorni. Nella pura essenzialità dei nostri naturali gesti. La trasparenza necessaria affinché le nostre piccole imperfezioni vengano finalmente fuori e si facciano valere. Le essenze profumate, nascondono ingiustamente la nostra naturale traspirazione, il profumo di una pelle, fortunatamente dissimile, da persona a persona, da carattere a carattere. Perché tradire il nostro odore? L'unico vero richiamo per essere riconoscibili da chi va a caccia di sincerità. Donarsi alla fine è l'unica valida attitudine in questo già fin troppo abusato mercato. Donarsi non vendersi, concedersi non barattarsi, avere la forza di annullarsi per riemergere nell'anima di qualcun altro in grado di comprendere e apprezzare i nostri intenti, la nostra incontenibile generosità. Ogni mio lavoro è un dono, che dedico anche a me stesso. Mi premio così! E più la vita mi toglie e più sento il bisogno di gratificarla. Perché qui o altrove, so che ogni mio piccolo sforzo fa sorridere gli angeli?... e rende azzurra la mia tolleranza. E oggi, disadorno di tutti gli orpelli, e delle vanità accessorie, ho cinquantadue buone ragioni per non sentirmi nudo. Legato a un respiro...» . (Renato Zero, dalle note di copertina dell'album) Il sogno di Renato diventa sempre più concreto. All'inizio dell'ottobre 2005 il comune di Roma si prende in carico il finanziamento e la realizzazione del progetto Fonopoli, che dovrà sorgere entro la primavera del 2008 ...

I Simpson (Dvd) 04/09/2007

I Simpson

I Simpson (Dvd) Qui in italia, ancora deve uscire, è in programmazione per il 14 settembre, ma per chi come me, non vuole aspettare, è possibile trovarlo anche in lingua originale con i sottotitoli ( non fatemi dire da dove l'ho preso che tanto ci arrivate da soli :- O ). In America, è uscito invece già dal 27 luglio ed è stato il classico campione di incassi, più di 74.000.000 di dollori. Sto parlando di The Simpson, il cartone che ha fatto impazzire l'America e noi Italiani. I protagonisti di questo atteso film, sono sempre gli stessi, la famiglia Simpson al completo ( Homer, Marge, Bart, Lisa e la piccola Maggie. Insomma, dopo circa 18 anni di programmazione, questo cartone non ha perso nè ascolti, nè il suo fascino, tanto che ne hanno deciso di fare appunto un film, I motivi per i quali piace sono secondo me, principalmente tre : è un cartone intelligente, cinico e irriverente e soprattutto trasmette valori positivi, rappresentando tra l'altro, vizi e virtù nei quali qualsiasi famiglia riesce ad immedesimarsi. A mio avviso, i Simpson sono uno dei migliori cartoni animati degli ultimi anni. Nonostante penso sia adatto principalmente ad un pubblico adulto, è trasportatore di messaggi positivi anche per i più piccoli. E nonostante le mille disavventure, o piccoli litigi che nascono, quello che ne esce sempre fuori, è la coesione ed il valore della famiglia. E' vero che i protagonisti rappresentino più la tipica famiglia americana che quella italiana, ma questo non gli ha impedito di ...

nutella.it 27/08/2007

WWW......La bontà è di casa

nutella.it Finalmente, dopo creme e cremette, dopo canali televisivi e cereali sconosciuti, ecco un prodotto della settimana che fa per me. Finalmente un prodotto goloso, gustoso e calorico, dove effettivamente, da dire c'è tutto e niente..perchè di norma, di nutella non si parla, di norma, la nutella si mangia e basta. Fortunatamente però, per smorzare la voglia che lo scrivere questa opinione mi ha fatto venire, mi sono accorto che effettivamente, qui, si parla anche del sito..e allora, tra chiacchere sul colore del sito, sugli aggiornamenti, sui valori nutrizionali, sulla sua storia ecc, mi è passata la fantasia di farmici un bel panino, e mi butto a parlarvi ora, seriamente, di questo sito sicuramente ben strutturato e sempre aggiornato............... ............... .........ops, mi è cresciuto il nasino..forse un panino piccolo piccolo me lo vado a fare, a farmi passare la fantasia serve ben altro...Avete capito di che sto parlando, no? Alzi la mano chi tra voi non ha mai provato il famoso prodotto della Ferrero: la Nutella. A dire il vero con il passare degli anni ( e con l'aumento dei chili…) ne ho mangiata progressivamente di meno ma devo ammettere che da piccolo ne ero veramente ghiotto. Come ben sappiamo, le mamme consigliano sempre ai propri figli di spalmarla prima sul pane…io invece ero solito aprire la confezione e poi mangiarla direttamente con il cucchiaino! Non vi dico poi quali mal di pancia mi sono beccato in alcune circostanze ! Oggi comunque vi vorrei ...

Nokia E90 Communicator 26/08/2007

Nokia E 90

Nokia E90 Communicator Prendo una pausa dalla mie opinioni su Renato Zero ( ne ho una che sto scrivendo man mano) e torno a parlavi di un qualcosa di tecnologico.Sicuramente non è un oggettino alla porta di tutti, ma per chi potrà permetterselo, è sicuramente un acquisto che consiglio. Inubbiamente, visto prezzo e caratteristiche, è un gioiellino creato sopratutto per i professionisti. Nokia ha collocato nella super multimediale serie E questo bellissimo E90. Subito si nota una differenza con i precedenti modelli: ha un look più snello, tanto da cellulare e poco da smartphone, con addirittura la possibilità di essere scelto in un bel rosso (inimmaginabile nei modelli precedenti dello stesso `genere`). Funziona in diversi continenti grazie alle Frequenze quadband e 3G; fornisce una veloce connessione dati broadband grazie appunto al 3G WCDMA e al supporto WLAN e, grazie all'integrazione del HSDPA (High Speed Download Racket Access), offre una veloce connessione dati paragonabile a quella tradizionalmente presente negli uffici. Ecco perché E90 Communicator, è l'ideale per il "mobile business" nella sua accezione più pura. La velocità, la potenza del processore e gli ampi display uniti alla flessibilità del software S60 e al sistema operativo Symbian, aprono a nuove opportunità, per vivere l'esperienza della mobilità dentro e fuori l'ufficio. l nuovo Communicator è caratterizzato da un doppio schermo, in entrambi i casi a 16 milioni di colori: quello più ampio interno permette di visualizzare ...

Sleepers (Dvd) 24/08/2007

Sleepers

Sleepers (Dvd) L'altra sera, mi è capitato di rivedere dopo moltissimi anni Sleepers. Il film, se non mi ricordo male, risale al 1996, stroncato dalla critica ufficiale, ma apprezzato dal pubblico, è un film che effettivamente, ho rivisto veramente volentieri. Il titolo che da il nome al film, è spiegato all'interno del film stesso. Ma procediamo con ordine tattico, per usare una esclamazione calcistica. LA TRAMA Ovviamente della trama vi racconterò poco, giusto due righe per capire di cosa si parla per chi non l'avesse visto. I protagonisti sono un gruppo di 4 ragazzini che hanno una età intorno ai 12-15 anni. Vivono in una piccola provincia di nome Hell's Kitchen, nel West Side di New York. I 4 sono molto amici, e vivono insieme sia la noia del posto, sia le violenze domestiche, che almeno un paio di loro subiscono ( padri violenti, compagni delle madri che ti mandano all'ospedale ecc). Un giorno, giocando come al solito a giochi "pericolosi" e poco "legali", rubano il carretto degli Hot Dog ad un venditore ambulante, e la loro corsa, finisce sul corpo di un uomo che passava di li. Quel giorno, segnò irrimediabilmente le loro vite, tanto che finirino in un riformatorio..e da li... I PERSONAGGI Il cast di questo film è sicuramente un cast d'eccezione. Tra i tanti nomi noti, abbiamo il grandissimo Robert De Niro, nella parte di un prete disposto ad aiutare veramente i ragazzi disadattati, tanto che addirittura per loro, testimonierà anche il falso in tribunale. Anche se ...

Via Tagliamento 65-70 - Renato Zero 23/08/2007

Via tagliamento

Via Tagliamento 65-70 - Renato Zero Visto che noto che state apprezzando, continuo con il mio personalissimo percorso sulla storia e su gli album di Renato Zero, spero che apprezziate questo lavoro intenso, pieno anche di citazioni ( ovviamente riportate da chi è l'effettivo autore). Il 1982 è un anno intenso. La Rca pubblica La terra è gialla e il cielo blu, un album di vari artisti patrocinato dall'AFI, Associazione Fonografici Italiani con l'intento di raccogliere fondi per la ricerca sul cancro. Zero è presente con Ciao Stefania Rotolo, decide di aiutare un sacerdote, Don Guerrino Rota, che a Spoleto si sta muovendo per aiutare un gruppo di ragazzi disadattati coordinando un centro di solidarietà. Racconterà tempo dopo con amarezza il fallimento di quell'iniziativa: «Avevo diversi progetti, oltre quello di intestare il centro a Stefania e chiamarlo Isola Verde: Stefania Rotolo. Per sensibilizzare la gente a raccogliere un po' di soldi organizzai uno spettacolo sulla piazza di Spoleto il cui incasso sarebbe stato utilizzato per l'iniziativa. Ma alla fine della serata che aveva fruttato quaranta milioni dagli amministratori locali mi vidi presentare un conto di quarantuno milioni di cui sette milioni di facchinaggio. E io, ingenuo, che per ridurre al minimo le uscite avevo cantato solo con le basi...» Dopo questo progetto, che restò solo una buona intenzione, Renato lavora al vecchio pallino di sempre, un musical insieme a Loredana Bertè da portare al Teatro Sistina di Roma, ma arrivò una chiamata ...

E-TEN Glofiish X500 21/08/2007

E-TEN Glofiish X500

E-TEN Glofiish X500 Nell'autunno dello scorso anno la serie Glofiish esordi sulla scena internazionale con l'X500, palmare basato su sistema Microsoft e caratterizzato da una ricca dotazione hardware e software, oltre che dalle dimensioni contenute. Fra le specifiche del neonato X500 c'è sicuramente da segnalare il bel display VGA, il giovanissimo windows mobile 6 e la fotocamera da 2 megapixel con funzione auto-macro capace di scannerizzare bigliettini da visita e importarli in rubrica. La risoluzione del touchscreen rappresenta senz'altro una delle novità più interessanti: grazie al monitor VGA immagini e filmati si fanno più definiti e contrastati, e la resa cromatica delle fotografie raggiunge una qualità inarrivabile con i comuni display. L'adozione della tecnologia da 640x480 pixel permette inoltre di visualizzare su schermo un maggior numero di contenuti, favorendo così la navigazione Internet e la consultazione di documenti di testo e fogli di calcolo. Di contro, la feature comporta inevitabilmente un superiore carico di lavoro per l'efficiente CPU Samsung da 400 MHz, provocando un leggero decadimento delle performance. I risultati dei benchmark condotti sulla macchina ( lo dico in seguito ai test usciti su una rivista di informatica, Pc Facile se non erro) vedono infatti UX500 occupare una posizione intermedia in una ideale comparativa sul piano delle prestazioni fra tutti i più diffusi dispositivi Windows Mobile oggi sul mercato. Risultato comunque soddisfacente, ma meno ...

HP Pavilion DV6580EA 20/08/2007

Una nuova conoscenza

HP Pavilion DV6580EA Il design della serie HP Pavilion DV6000 è stato trai più apprezzati nel mercato consumer. Consapevole di questo, il colosso americano ha deciso di mantenerlo intatto anche per il lancio delle nuove piattaforme Intel Santa Rosa con un leggero restyling relativo al disegno del rivestimento Imprint. Il modello testato questo mese da noi ( me, cosi nessuno scoccia, e la mia compagna...per evitare disguidi) è il DV6580EA che rappresenta il top di gamma della linea da 15,4". A parte la nuova piattaforma Centrino, l'unica novità che spicca subito all'occhio è la presenza del lettore biometrico, soluzione cui siamo stati abituati solo su notebook pensati per il mercato business. Del resto cambia poco: è presente la webcam integrata, i pulsanti multimediali a sfioramento, gli speakerAltec Lansing e il masterizzatore DVD con tecnologia LightScribe. Come detto, questo notebook è basato sulla nuova piattaforma Intel Santa Rosa con processore T7300 e scheda video integrata X3100. Sebbene la CPU supporti un FSB di 800 MHz, i 2 GB di RAM installati sono a 667 MHz. L'hard disk da 200 GB, poi, è un SATA da 4200 rpm, soluzione che non permette di ottenere il massimo delle prestazioni auspicabili da un sistema del genere. Non si tratta, certamente di un notebook progettato per giocare, vista l'assenza di un chip video dedicato, ma di una piattaforma pensata per l'intrattenimento multimediale e per sfruttare in modo completo tutte le funzioni del sistema operativo Windows Vista Home ...

Tutti gli zeri del mondo - Renato Zero 17/08/2007

Tutti gli zeri del mondo

Tutti gli zeri del mondo - Renato Zero Continuo cari ragazzi a parlarvi di Renato Zero, e quindi oggi, vi presento un altro album, forse non tra i più conosciuti, ma sicuramente meritevole di attenzione. Il cd Tutti gli Zeri del mondo nasce come colonna sonora dell'omonimo programma televisivo che Renato Zero conduceva in prima serata su RaiUno tra il marzo e l'aprile del 2000. Nelle quattro puntate in diretta dagli studi di Mirabilandia (la quinta puntata è un montaggio riassuntivo delle precedenti), lo show vede il cantante in compagnia dell'Orchestra Fonopoli e del suo gruppo compiere un viaggio immaginario nel cielo della musica italiana degli anni Sessanta e Settanta e celebrare la propria carriera coadiuvato di volta in volta da ospiti diversi con cui duettare; ovviamente, Zero duetta pure nei brani dei partecipanti. Nel set con lui, a decidere la rotta della Zeronave e a gestire il viavai degli invitati, ci sono anche i validi Paolo Bonacelli e Lucrezia Lante Della Rovere. Il personale di bordo è poi completato dall'attrice Dodi Conti che interpreta una sorcina incallita. Nonostante l'originalità della proposta nonché l'ottima realizzazione di ciascun episodio, Tutti gli Zeri del mondo non riesce a riscuotere il medesimo successo delle trasmissioni «guida» di Gianni Morandi (che inoltre partecipa al primo appuntamento sul «vascello stellare») e di Adriano Celentano, con le quali l'emittente nazionale aveva letteralmente sbancato. Allo stesso tempo, sicuramente, il programma rappresenta lo spazio ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra