Condividi questa pagina su

bianco Status bianco (Livello 1/10)

Valerio.ciao

Valerio.ciao

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 05/01/2011

2

Ebi Topino con Sonaglietto 09/01/2011

I migliori giochi? Quelli fai-da-te

Ebi Topino con Sonaglietto Non capisco perchè quando vado in un supermercato mi lascio attirare da ogni sorta di giochini per animali nonostante le precedenti esperienze deludenti. E' il caso di Ebi Topolino con Sonaglietto l'ultimo tentativo di giochini di discutibile qualità che dopo pochi minuti iniziano a non attirare l'attenzione dei nostri micetti di casa e non, così ho deciso di scrivere questo mini-guida su come far divertire i nosti cuccioli per ore e ore con giochini fai-da-te divertentissimi ed economici. Negli ultimi anni ho provato di tutto (i miei gatti hanno provato di tutto), topini, palline, trottole ed ho accumulato (credo) una certa esperienza. 1) La forma del giocattolo è molto importante, ho notato che più il giocattolo è mobile più è "divertente". Perciò sono preferibili le palline a tutte le altre cose (topini, trottole, animaletti di gomma...) ALLORA ho potuto sperimentare che oggetti di uso quotidiano (tra l'altro riciclabili e a costo ZERO) possono essere molto più divertenti di oggettini (quasi sempre) made in china, di opinabile qualità, certamente poco ecologici. Ad esempio, una noce è un perfetto sostituto di una pallina, ha un costo pari a zero, se si rompe (a me è successo tanto ci ha giocato il gatto dentro casa) se ne prende un'altra, ed è assolutamente biodegradabile al contrario di un oggettino in plastica, che rimane in nantura oltre 1000 anni. Oppure una pallina di carta di giornale di medie dimensioni (diciamo di 4-5 cm di diametro) attaccata ad uno spago e ...

Anthony Martin Gordon Finest Platinum 06/01/2011

Gordon Finest Platinum-Sensazionale Scoperta

Anthony Martin Gordon Finest Platinum L'altra sera ero con degli amici e siamo andati in un pub a prenderci una birra. I miei amici erano intenzionati a farmi assaggiare una Gordon, che non avevo mai preso prima e prendiamo una Gordon Finest Platinum da 33 cl a testa. Il formato è gradevole, bottiglia in vetro verde scuro con tappo svitabile, marchio interessante (una fiaccola alata) e subito l’occhi cade sulla gradazione alcolica: 12%. Un liquore insomma. Assaggiandola riscontro l’archetipo della birra che amo: sapore forte, intenso, aromatico, poche bollicine, consistenza quasi densa, liquorosa. Mi è d’impatto sembrata una birra raffinata, che non va tracannata ma sorseggiata lentamente come un vino di alta qualità, non una birra comune, non una birra da meditazione come direbbe un mio amico toscano. Appunto, non una birra da tutte le sere (a dirsi sembra quasi da alcolista anonimo) anche per il prezzo: 4,50 euro 33 cl, ma su internet ho letto di chi l’ha pagata anche molto più, 11, 15, 16,50 euro la bottiglia da 75 cl che per una birra è alquanto esagerato. Va certamente provata, è ottima, ad ora è certamente la birra migliore che abbia assaggiato (a mio parere insomma). ...
Torna sopra