Condividi questa pagina su

viola Status viola (Livello 4/10)

Viaggiatore1986

Viaggiatore1986

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 08/07/2005

44

Palladion (Valerio M. Manfredi) 15/08/2006

Palladio: leggenda o realtà?

Palladion (Valerio M. Manfredi) Perdincibacco eccomi nuovamente a scrivere dopo diverse pause e intoppi, che mi hanno impedito di dedicarmi a pieno a questo nostro sito. Oggi vi voglio parlare di un libro che per puro caso è entrato in possesso nelle mie mani, visto che era nella mia "biblioteca" senza conferirgli importanza alcuna. Alludo ad uno degli scritti dello scrittore modenese Valerio Massimo Manfredi, specialista nello scrivere romanzi storici o pseudostorici ambientati in diverse epoche del nostro passato, prediligendo però la cultura greca e latina; infatti andando a scovare la sua bibliografia si scopre che tutti i suoi libri hanno titoli, che rimandano ad un passato sempre più presente nel nostro quotidiano. Il libro in questione è "Palladion", uno dei primi scritti dell'autore, che tratta, come si dovrebbe intendere dal titolo, l'enigma del Palladio: Ma cos'è il Palladio? Qualcuno potrebbe pensare al ben più celebre e blasonato architetto veneto, ma si è fuori strada. In greco antico "Palladio" si diceva proprio "Palladion" ed era una statua lignea raffigurante la "Pallade Athena"(Chiamata così perchè si diceva avesse sconfitto il gigante Pallante oppure con il significato di "colei che scaglia la lancia appunto "Pallein") donata da Zeus a Ilo per rendere la città di Troia (Ilio) inespugnabile ed inattaccabile. La città divennne vulnerabile nel momento in cui Eleno, figlio di Priamo, ormai prigioniero di Ulisse, fu indotto a rivelare ai Greci, che la città non sarebbe caduta finchè ...

Aeroporto di Malpensa (Milano) 12/07/2006

L'aeroporto del futuro

Aeroporto di Malpensa (Milano) Sono un ragazzo a cui piace viaggiare adoro l'aviazione civile e si puo dire che sono otto anni che non faccio altro che leggere e consultare giornali pagine web su aeroporti aerei e compagnie aeree... Malpensa serve la città e la zona più ricca d'Italia che senza offendere nessuno(veramente) produce il 70% dei biglietti aerei italiani, anche se parecchie compagnie dell'estremo oriente che ricevono il 70% 80% 85% di prenotazioni dalle agenzie italiane del nord Italia, operano a Roma, non conferisco nessuna responsabilità a Roma ma alla politica italiana che ha forzato lo sviluppo aeroportuale della sua città. L'aeroporto deve garantire un servizio a chi lo richiede; inoltre la capitale non obbligatoriamente deve ospitare l'aeroporto più importante, esempi nel mondo sono Frankfurt am Main, Zurich, Atlanta Heartsfield,Dallas Forth Worth, Chicago O'Hare e Los Angeles Int. senza contare il grande sistema aeroportuale Newyorkese, tutti grandi aeroporti che servono città non capitali, che vedono passare, a parte Zurich, più di 50 milioni di passeggeri, e tra questi i tre più grandi del mondo quali ATL-ORD-LAX. Forse in Italia c'è la tendenza ad accentrare tutto su un'unica città, quando le richieste di mercato sono differenti. La nostra amata Alitalia (da leggere in tono sarcastico) ha sempre voluto ostinatamente sviluppare un unico hub ,che ora, se ben vediamo ,si è spostato più a nord; ma è pur sempre il potere della politica che incide sullo sviluppo dei trasporti,che ...

Praga 22/03/2006

Tra gotico ed Art Nouveau...

Praga Ed eccomi qui, ritornato da un periodo molto indaffarato e da una visita ad una delle più interessanti capitali europee… Sono appena tornato dalla capitale ceca di Praga, città i poco più di un milione di abitanti, ricca di testimonianze gotiche e soprattutto del periodo in cui lo splendore di questa città esplose: alludo al periodo austroungarico. La mia visita è stata una classica gita scolastica, dedicata perlomeno al viaggio di andata e ritorno in treno della durata di 14 ori con fermate piuttosto lunghe a Villach e Salzburg… per questo volevo consigliarvi di utilizzare l'aereo; ormai le tariffe sono veramente eccezionali per questa cittè (raggiungibile con Smart Wings e Sky Europe, senza dimenticare le solite Alitalia e CSA, certamente più care). Il mio albergo si trovava vicino alla fermata della metro Pavlova, ma a 10 minuti di camminata la mia prima conoscenza con la città è stata la grande Vaclavste Namesti, ossia piazza Venceslao, un enorme vialone rettangolare, che a mio modesto parere ha tutto tranne che della piazza, ma comunque fa il suo bell'effetto, pieno di negozi e palazzi in stile Liberty, alberghi di bell'aspetto, centri commerciali, insomma a me ha dato l'idea di una sorta di Oxford Sreet o Champs Elisseé praghese, delimitata a sud-est dal palazzo della galleria nazionale, una modesta raccolta di opere che sinceramente non vale la pena di visitare, poiché i tedeschi nella II°G.M. hanno fatto razzia di ogni ben di Dio, per cui il rimanente è molto ...

La chimera (Sebastiano Vassalli) 03/02/2006

Quando eravamo tutti "bacati"...

La chimera (Sebastiano Vassalli) Ricordo fosse la seconda settimana di giugno quando la docente di letteratura ci consigliò per le vacanze estive numerosi libri che io forse per mia scelta o chissà per quale disparata motivazione non avrei mai letto perchè pesanti e a mio giudizio noisi. I titoli erano tra i più letti e celebri della nostra letteratura del '900 come "Il fu Mattia Pascal","Mastro Don Giosualdo","I Malavoglia" e via discorrendo. Tra questi un titolo mi faceva storcere il naso maggiormente; "La Chimera", da molti giudicato come noioso, pesante, non finisce più ecc. Iniziai a leggerlo e vidi che la mia passione per questo "pesantissimo macigno" aumentava con lo scrrere delle pagine, l'edizione Einaudi ne ha circa 300, raccontando la storia di Antonia, bambina in fasce, abbandonata da "mani ignote" la notte di Sant'Anonio Abate, davanti alla Casa di carità di San Michele in Novara. Antonia cresce e il racconto continua con le mille peripezie e non della bambina con le sue compagne e delle vicende legate alla casa di Carità, come la sparizione improvvisa di una suora e l'incontro con il Vescovo di Novara "l'oca bianca più che burro". La bambina ,che tra le sue compagne, pare essere la più bella, ben presto dovrà lasciare tutto alle sue spalle,poichè un giorno i coniugi Nidasio decisero di adottarla, portandola con loro a Zardino, un piccolo borgo che la storia ormai ha divorato. La ragazze, perchè ormai di ragazza si parla, cresce di bene in meglio ,attirando le numerose invidie delle altre ...

Trenitalia.it 18/01/2006

Ma i soldi dove vanno???

Trenitalia.it Ultimamente le polemiche sull'alta velocità hanno lasciato l'amaro in bocca a molte persone, se non altro al semplice disgusto nel vedere certe scene, che facendo il giro d'Europa, hanno fatto capire che noi italiani se non ci arrabbiamo non possiamo essere definiti tali... Queste cose le dico da piemontese d.o.c, anche se la piccola vicinanza con la Lombardia mi ha fatto perdere quella sorta di piemontesità caratteristica dei miei conregionali: insomma ce ne stiamo in disparte, ma quando ci facciamo sentire è per protestare... Vi voglio parlare ell'alta velocità, ma non quella della Torino-Lione, bensì quella di casa nostra, poichè quello che sto per scrivere non vuole risultare un'accusa ma solo un grande anzi enorme perplessità sul suo da farsi. Da poco tempo si è inaugurata, inspiegabilmente, la linea Roma-Napoli, scioccamente mi chiesi come mai qui da noi erano anni e anni che continuavo a vedere sull'A4 i cantieri TAV ma non succedeva nulla, e a Roma erano già stati in grando si addirittura inaugurare la tratta... Preso dall'intricata domanda decisi di cercare risposte su internet e oggi ho scoperto due cose: La prima che mi sembra parli puttosto bene da solo sono i costi. E meno male che siamo tutti uguali... da questi sconcertanti dati are proprio di no... I costi per il nuovo assetto della stazione Tiburtina (NE Roma) saranno la belleza di 160 ml di euro, cui si devono aggiungere i costi immobiliari sulle aree circostanti; senza contare che quattro anni prima ...

U2: Vertigo Tour 2005 (Milano) 19/11/2005

E' sempre un'emozione a San Siro.....

U2: Vertigo Tour 2005 (Milano) Non vedevo l'ora che arrivasse il 21 luglio 2005 per andare a vedere il i miei idoli. Io ed una mia amica siamo partiti verso le undici per trovarci a Milano a mezzogiorno meno un quarto, un panino al volo poi rifornimento per la serata che si è dimostrata lunga fino alle 21.00 Alle due eccoci ai cancelli già gremiti di persone (alcuni avevano passato la notte li davanti con la speranza di essere i primi a varcare la soglia di San Siro). Come al solito un caldo asfissiante, bagarini venditori di bibite e gadgets taroccati completavano il panorama generale dell'entrata dello stadio; dopo un'ora i cancelli si aprirono e i primi fans correvano come pazzi, soprattutto coloro che dovevano guardarsi il concerto dal prato, per accaparrarsi i posti migliori. Insomma alle tre siamo entrati e il panorama ci offriva la visione del Meazza vuoto, un'immagine che ben presto cambiò, non a caso incessantemente fino alle otto e mezza ed oltre il pubblico continuava ad affluire sugli spalti; in totale più di 70.000... L'attesa almeno fino alle sei e mezza, quando i supporters hanno cominciato a suonare (Ash, Feeder), è stata stancante (Non comprate nulla dai venditori di acqua e gelato, le tariffe sono di 3 euro sia che si compri acqua coca o cornetto), ma almeno ha distratto un po' la folla, soprattutto gli ash meglio conosciuti dei primi, poi terminate le loro performace, l'emozione è salita e l'eccitamento era alle stelle. Con un minimo ritardo d'obbligo, eccoli, gli U2 con lo stadio ...

Provaci ancora Prof 15/11/2005

Arriva la Prof. Camilla

Provaci ancora Prof Bene, dopo l'opinione culturale della Cappella Sistina, eccomi a parlarvi di una piccola fiction finita ieri sera... La ficion di cui parlo è "Povaci ancora Prof", piccolo serial andato in onda domenica 6 lunedì 7, domenica 13 e lunedì 14 su RaiUno circa alle ventuno (circa perchè lo strambo gioco delle scatole di Pupo, rubacia un po di tempo). La Fiction tratta la vita di Camilla, professoressa di lettere di un liceo romano, interpretata dalla mitica, spumeggiante e frizzante Veronica Pivetti, dalla personalità molto carismatica e diciamo un po' ficcanaso. Si, una donna molto curiosa di tutto ciò che le sta attorno tanto da portarla, in queste quattro puntate, a indagare parallelamente alla polizia di strani casi di cronaca nera che circondano la sua vita privata e scolastica, con numerosi rischi da lei affrontati... Le puntate durano circa due orette contando anche le interruzioni pubblicitarie. Torniamo a Camilla: circa 40 anni, sposata felicemente da una decina di anni con il marito Renzo, interpretato da Enzo Decaro, e madre di una piccola e graziosa bambina di nome Livietta, e come dimenticare il piccolo Potty, il cane tanto amato da Camilla; abita in un bel quartiere romano in una palazzina governata da una portiera forse troppo ficcanaso presa in giro in continuazione dalla nostra protagonita. Nel piano sotto quello di Camilla abita la madre, donna raffinata ed orgogliosa, amante delle buone maniere e della sua famiglia. Durante le varie investigazioni, Camilla, ...

Cappella Sistina, Roma 13/11/2005

Il capolavoro dei capolavori

Cappella Sistina, Roma Eccomi tornato da settimane di stressante studio e grandi affaticamenti, a parlarvi di un'opera che mi colpì profondamente tre anni f quando ritornai a Roma. Pochi sanno che la Cappella Sistina in Vaticano non ha sempre avuto le stesse decorazioni per tutto il resto della sua "vita" e che prima dell'intervento di Michelangelo,presentava il classico soffitto stellato dipinto da Pier Matteo D'Amelia. Importante particolare da ricordare pare il fatto che questa spendida opera d'arte non è solo da attribuire a Michelangelo ma ad una multitudine di artisti che si sono succeduti per più di mezzo secolo e provenienti da tutto il centro-nord della penisola Italiana. Dopo la realizzazione del cielo stellato, nel 1477 Papa Sisto IV dette avvio ai avori di ricostruzione della Cappella Palatina del Vaticano,ormai da tempo fatiscente ed inadeguata alle importanti funzioni liturgiche che vi avevano luogo. I lavori vennero affidai a giovannino de'Dolci e quando furono terminati i lavori venne chiamato a Roma il già famoso Pietro Perugino per affrescare la parete dietro l'altare con l'Assunta e il ritratto di Sisto IV. Ben presto, dalle zone di Firenze e Umbria arrivarono altri rinomati artisti del calibro di Cosimo Rosselli,Sandro Botticelli,Luca Signorelli e Domenico Ghirlandaio. I quattro artisti affrescarono le pareti inferiori della cappella (destra e sinistra), divise orizzontalmente in tre registri: nel registro superiore furono ritratti i pontefici; in quello medio lestorie di ...

La talpa 04/11/2005

Un reality da sotterrare

La talpa Da qualche anno a questa parte, la televisione italiana e soprattutto internazioale, è bombardata quotidianamente da una moltitudine di reality show da far ammattire il povero spettatore. Siamo partiti da quel famoso settebre 2000 quando canale 5 trasmise per la prima volta, il reality dei reality: il grande fratello, che già da tempo impazzava nei paesi di lingua anglosassone come Olanda Germania e inghilterra. Ebbene, dal 2000 l'Italia ha visto modificare il palisnsesto molte volte dal Grande Fratello passando per l'isola dei famosi, la fattoria e la Talpa. Beh arriviamo al punto, in questo contestosi parla del programma che va in onda ogni martedì alle 21 con Paola Perego e la partecipazione straordinaria di Stefano Bettarini: si proprio l'ex della Ventura. Tutto era iniziato 2 anni fa, quando su rai due trasmisero per la prima volta il programma, vinto se mi pare da Angela Melillo, rappresentando una sorta di novità in ambito dei reality, dua anni dopo con nuovi protagonisti si ripresenta il programma formato da personaggi forse importanti venti anni fa o meno e alcuni che ormai hanno dato la loro ma che ben presto non vedremo neppure sulla copertina di Eva 3000, tanto per citare un giornaletto penoso... IL CAST: -Jonis Bascir-Beatice Bocci-Paolo Canè-Roberto Ciufoli-Diego Conte-Alessandro Greco-Demetra Hampton-Sylvie Lubamba-Alessia Mancini-Denny Mendez-Ludmilla Radchenko-Francesca Rettondini-Gianni Sperti-Paolo Vallesi-Franklyn Santana. Questo è il rispettabile ...

SDA 25/10/2005

Quando si è convinti di...

SDA di... Andare ad un concerto e invece rendersi conto che ormai non potrai vedere proprio nulla... Scusa il "Flash-forward" ma sono fuori dalla grazia di Dio: Tutto è iniziatoil 1 agosto quando venni a conoscenza del concerto italiano degli Oasis a Milano a Filaforum; la vendita dei biglietti partì dalla prima settimana di agosto, così decidemmo io e due mie amiche di prenotarli sul sicurissimo sito di vendita on-line "TicketOne". Presi tre biglietti per un valore di 111,23euro, mi arrivò nella mia casella di posta elettronica la conferma di ordine e di acquisto, così mi mancavano solo i biglietti cartacei. La mail mi dice di aspettare qualche giorno lavorativo. Passano due settimane, un mese e intanto mi informavo sui tempi di consegna che si diceva fossero piuttosto lunghi dato che li avevo acquistati in prevendita. Passano due mesi, così decisi due settimane fa di mandare na mail per informarmi meglio sui tempi di consegna di questi biglietti: a risposta fu di leggere bene le FAQ ed io feci così. Tre giorni fa insospettito dall'incredibile ritardo decisi di riscrivere un'altra mail ma ad un'altracasella di posta elettronica; senza alcuna risposta allora presi il telefono e telefonai alla ticketone per sapere che fine avessero fatto i miei tanto sospirati biglietti. Alla prima telefonata mi dissero di stare tranqueillo che nel giro di due massimo tre giorni mi sarebbero stati recapitati a casa; poi dopo dieci minuti i arriva una mail con scritto (testuali parole): ...

Greatest Hits II - Queen 05/10/2005

Per chi li ha amati,li ama,e li amerà per sempre

Greatest Hits II - Queen Qualche hanno fa si è decio di creare un vero e magnifico Greatest Hits di una delle Band più celebri che la storia della musica conservi: i Queen La band, che mosse i suoi primi passi con immenso successo nella metà degli anni 70, fu l'icona vera e popria i un decennio quali gli anni 80, fino ai primi anni degli anni 90 quando per motivi di salute, Freddy Mercuy,vera star della band, diciamo un grande animale da palcoscenico lasciò il mondo a bocca aperta per la sua morte fulminea. A distanza di anni si decise di raccogliere le più grandi e famose canzoni in tre stupendi cd per formare un Greatest Hits da urlo, chiamato "The platinum Collection". Come ho già ribadito più volte il tutto è formato da tre cd. -Il primo raccoglie tutti i più vecchi successi dei primi tempi, come ad esepio "Boheman Rhapsody" "Another one bites the dust","Fatbottomed girls","Bicycle race","Somebody to love","We will rock you" e "We are the Champions"; tanto per citarne alcune. .Il secondo, il mio preferito, racchiude invece, tutti i più grandi successi seguenti degli anni 80-90; canzoni che hanno portato direttamente la band sull'Olimpo della musica. In questo cd si trovano: -A KIND OF MAGIC: Commissionata Russel Mulcahy per il suo prossimo film, Highelander; fu uno dei successi più grandi successi tutto il mondo, raggiungendo il terzo posto nella difficiissima hit musicale britanica. -UNDER PRESSURE:prodotta dai Queen assieme a David Bowie e racchiusa nell'album "Hot Space", ...

Siemens Cx65 05/10/2005

Funzionale ma polveroso

Siemens Cx65 A gennaio del 2005 indeciso su quale cellulare acquistare ho navigato parecchio tempo su internet per cercarne uno che soddisfasse le mie esigenze... Non mi sembrava vero un cellulare con così tante funzioni a 191 euro? Non mi sembrava vero, controllai che non ci fosse nessun asterisco e le caratteristiche del cellulare, un vero videofonino, dalla grande funzionalità. Deciso a comprarlo mi indirizzai sul sito della siemens, descrizione buona ma poco chiara... Decido allora di andare sul sito di vendirta on-line e di comprarlo, all'arrivo del cellulare lo scartai e lo accesi, poi aprendo le istruzioni lessi Come cambiare le cover??? Cosa, le cover, ma sul sito della Siemens e sul sito di vendita on-line non vi era la parola cover... Deciso a controllare se fossi stato stupido a non controllare minuziosamente le caratteristiche,riandai sui sito della Siemes e guardai il cellulare suddetto... la parola cover non compariva da nessuna parte, tranne che sulle istruzioni del cellulare. Adattandomi al modello decisi di tenerlo e di vedere cosa capitava; per una settiamana tutto bene, ma ancora ora va a gonfie vele per quanto riguarda il softwere, ma all'interno dello schermo della cover la polvere si annidiava inesorabilmente; grazie a Dio che la Siemens ha fornito il celulare con ina sottospecie di chievetta per togliere la cover ma almeno una volta settimana devo smontarla e pulirla perchè altrimenti non si riesce a veder nulla... Ribadisco l'ottima funzionalità del softwere ma ...

Siena 03/10/2005

Il Medioevo nel XX°sec...

Siena Siena, la città del Palio, la corse di cavalli più spettacolare della Terra...Ci sono stato tre olte in questa magnifica città, che della definizione stessa ha veramente poco; gà Siena sembra un meraviglioso paese incastonato nelle dolci colline toscane tra cipressi e casali di bellezza straordinaria... L'ideale sarebbe arrivare in macchina per godersi il grandioso paesaggio rurale, per poi entare in città e iniziare a visitare un angola di medioevo nel centro Italia. La città è situata, come ho già detto, tra dolci colline e fra i bacini fluviali del fiume Elsa e Arno, territori che hanno visto nei secoli precedenti personaggi del calibro di Petrarca,Boccaccio e Piero della Francesca; tutt'oggi è un fiorente mercato di prodotti circostanti, grande e prolifica produzione dolciaria (di cui vi parlerò pi tardi), produzione vitivinicola di prestigio e zona di estrazione di marmo ed alabastro ma soprattutto meta di milioni di turisti ogni anno per le bellezze pesaggistiche ed architettoniche presenti all'interno di questo territorio... interessante è sopra ogni cosa il centro storico, che si sviluppa in vie tortuose longitudinali di chiara matrice medioevale e circondato da una cinta muraria del XIV sec.; il fulcro di questo anctico centro rimane piazza del campo o come dicono i senesi "il campo", una piazza unica nel suo genere, a forma di conchiglia che tende verso il basso in direzione della torre del palazzo comunale. Le vie tortuose sono caratterizzate da una moltitudine ...

Bali 24/09/2005

UNDER CONSTRUCTION

Bali UNDER CONSTRUCION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION UNDER CONSTRUCTION

Sex and the city 20/09/2005

Le amiche più famose della terra...

Sex and the city Voilà... eccomi qui a parlarvi di una delle serie televisive più seguite al mondo: SEX AND THE CITY... Titolo che tradotto in intaliano non ha un significato molto chiaro ma quelle due parole sono la vera essenza del telefilm, credo che un titolo più azzeccato, gli autori, non potevano trovare; e il fatto che non sia solo fittizio,lo dimostrano proprio i due argomenti base: il sesso e la città... Beh la città è ovviamente la metropoli, più cosmopolita, più alla moda, più all'avanguardia,insomma più di tutto di tutti: New York city, la "Big Apple", che fa da sfondo alle mille avventure delle quattro amiche più pazze d'America... La storia è quella di Carrie Bradshow, scrittice di una rubrica sessuale in un noto giornale Newyorkese, e delle sue amiche Miranda, Samantha e Charlotte; tutte di Manhattan e alla frenetica ricerca di sempre nuove ed ecicitanti esperienze sessuali, che fanno da cornice in ogni puntata della serie... I PROTAGONISTI: CARRIE (Sara Jessica Parker): Una single, che come ho già detto lavora come scrittitre, ponendosi in ogni puntata domande su sesso e amore, e alla continua ricerca dell'uomo giusto per lei, e soprattutto degno d'essere alla sua latezza... Amante della moda in tutto e per tutto, infatti finirà anche a lavorare per Vogue, ma soprattutto su una cosa non transige: sulle scarpe, rigorosamnete all'ultimo grido e se di Manolo Blahnik ancora meglio... Dopo l'iniziale ma quasi sempre presente sbandata per Mr. Big, si innamora follemente di ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra