Condividi questa pagina su

bianco Status bianco (Livello 1/10)

ZaraLambert3

Salve a tutti,sono Zara (nome d'arte) e ho deciso di recensire ciò che per me è stato veramente significativo nella mia crescita. Spero che possiate accettare le mie idee,bye bye o/

Opinioni scritte

dal 16/09/2016

3

Generazione perduta (Vera Brittain) 20/09/2016

Le violette della Plug Street Wood - Roland Leighton

Generazione perduta (Vera Brittain) Con questa anticipazione nel titolo,vorrei iniziare la mia piccola recensione su questa magnifica storia,di una generazione che in quei lunghi anni non potette esistere. Testament of Youth (tradotto letteralmente: "Il testamento della giovinezza"),o come conosciuto in Italia "Generazione perduta",è un racconto autobiografico di un'importante donna che visse nel periodo della Prima Guerra Mondiale. Il suo nome è Vera Brittain. Molto spesso si dà poca importanza a ciò che dovettero passare gli uomini,le donne,i bambini e i giovani durante i periodi di guerra,soprattutto in quel famoso 1914 catastrofico,che diede l'inizio a una successione di eventi crudeli e terrificanti. L'autrice vuole portarci in un' Inghilterra ancora non sbocciata, dove lei compie i primi passi verso un sentiero tortuoso, ma allo stesso tempo gratificante ed eccitante. Vuole seguire,come poche donne, gli studi ad Oxford, nonostante debba imparare cose mai insegnantele nei libri di scuola; non vuole parlare di matrimonio o fidanzamento alla sua giovane età,perché vuol dare più importanza alla letteratura e ai suoi principi,contrastanti alle convenzioni di quell'epoca. Tuttavia,per quanto nella sua vita non desideri altro che conoscenza ed uguaglianza fra i sessi,anche lei,come qualsiasi ragazza della sua età, trova l'amore in un giovane e profondo scrittore di poesie: Roland. Nella loro pura storia d'amore,si intrometterà la chiamata dei volontari alle frontiere,che le porteranno via non solo l'unico uomo ...

Nana (Ai Yazawa) 18/09/2016

Sai Nana..

Nana (Ai Yazawa) "Sai Nana...veder realizzati i propri sogni ed essere felici sono due cose completamente diverse. Questa contraddizione mi è ancora incomprensibile" E' questa la citazione che voglio utilizzare per descrivere questa meravigliosa storia,fatta di sogni e segreti che solo colei che possiede l'altra metà del bicchiere con le fragole può riuscire a capire. Prima di voler descrivere e,in qualche modo,elogiare l'opera dell' Ai Yazawa, vorrei sottolineare che i volumi del manga sono,con un po' di fortuna, reperibili in commercio a prezzi anche vantaggiosi. Spero che questa mia recensione possa rendervi curiosi e possa farvi capire quanto veramente valga quest'opera per me e,forse,per tante persone. Tutto iniziò quel fatidico giorno di neve,in cui le due Nana in un vecchio e mal ridotto treno si incontrarono. Che sia destino,o come dico io,solo coincidenze fortuite,le due cammineranno in diversi sentieri,ma uno di fronte all'altro. Abbastanza vicini da potersi sfiorare le dite delle mani. La storia,incentrata su queste due differenti donne di 21 anni,ci farà immergere in un mare di realismo e crudeltà,che solo quest'autrice poteva far percepire. Nana (7) e Hachi (8;fedele) mi hanno fatto capire,forse troppo tardi o forse nel momento giusto,cosa significa veramente amare dalle profondità dell'animo una persona,che non deve essere necessariamente colui o colei per cui provi una sorta di attrazione fisica. Ho imparato che se avessi potuto,avrei tentato in tutti modi di far salvare ...

Il piccolo principe (Antoine de Saint-Exupéry) 16/09/2016

Il piccolo principe - Una rosa per gli "adulti"?

Il piccolo principe (Antoine de Saint-Exupéry) Il libro "Il piccolo principe" non mi è stato mai letto,ahimè,durante la mia tenera infanzia,visto che a casa mia si prediligevano i libri dei racconti marcati Disney. Tuttavia,considero tutto ciò una vera delusione da parte della mia famiglia, perché il libro da me sopracitato è veramente un'opera d'arte,secondo il mio modesto parere. Forse,se ne fossi venuta alla conoscenza in un'età elementare e lo avessi letto,probabilmente non avrei capito la profondità che si cela dietro questo piccolo libro,catalogato come "favola per bambini". Ma se mi fosse stato insegnato da quel piccolo omino sconosciuto cosa significasse sognare,prendersi cura della propria rosa,probabilmente adesso non avrei commesso determinati errori. Comunque,ritengo che questa storia sia un tuffo in un bellissimo sogno dove questo mondo spaziale insegna a noi ragazzi,a noi adulti,la sensibilità e il vero significato di amore. Una parola che,oggi,è sconosciuta a molti bambini,a molti adolescenti e anche donne e uomini di un'età avanzata. Se venisse concesso a tutti di capire veramente cosa significhi per noi quella rosa,credo che la cattiveria e l'asprezza della nostra società oggi si ritroverebbe solo dentro un brutto e spaventoso racconto. Anche nell'edizione più economica, i disegni e la storia del celebre Antoine de Saint-Exupéry riescono arrivare dritti al cuore anche alla persona più fredda e nascosta,perché chi crede in quel piccolo mondo sconosciuto nell'intero Universo,potrà anche credere nei suoi ...
Torna sopra