Condividi questa pagina su

rosso Status rosso (Livello 5/10)

Zeikfried

Zeikfried

Autori che si fidano di me: 7 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Opinioni scritte

dal 14/10/2007

282

tsu.co 12/08/2016

MORTE e vita dell'avversario di FB

tsu.co Alzi la mano chi non conosce FB, avete tutti presente cosa significa questo acronimo? Sì, il social network di Mark Zuckenberg...bravi. Alzi la mano ora chi non conosce TSU....quante mani alzate! Ora vi narrerò una storia, mettetevi comodi. Tsu fu (sì, fu, è stato messo offline da qualche giorno dal fondatore Sebastian) un social network che, a differenza di FB, pagava (sì, pagava!) i suoi utenti, per i contenuti che un utente postava, i mi piace, le condivisioni, ecc. Aveva però tante pecche, la prima, a mio parere, è che non era molto pubblicizzato, come lo è FB, per iscriverti dovevi trovare qualcuno che l'avesse conosciuto, te ne parlasse, e ti invitasse. Una volta che ti eri iscritto, potevi pubblicare, come in FB, pensieri, foto, disegni, e man mano che le persone ti mipiacizzavano facevi guadagni, dovevi però invitare, invitare e ancora invitare, e fare in modo che loro invitassero, invitassero, invitassero!!! Infatti all'inizio nessuno ti calcolava. Io venni a sapere dell'esistenza di questo strumento da un amico/collega disegnatore, che mi invitò, io provai a diffondere la voce tra amici, ma la diffidenza (ma paga davvero? C'è da pagare? No, no, no, non mi fido!) era tanta, troppa, e quindi i miei sforzi non erano riconosciuti, e questo mi scoraggiava. Altro punto a sfavore di Tsu era che non era possibile pubblicare più foto contemporaneamente come in FB, ad esempio, dopo un evento io metto in upload le mie foto su FB, anche se ci mette 3 ore nel frattempo posso ...

The Pokémon Company Pokémon GO (iOS/Android) 01/08/2016

Allenatori nella vita reale ma non scordiamoci della realtà!

The Pokémon Company Pokémon GO (iOS/Android) Pokèmon, chi non li conosce? Dalla loro comparsa sono diventati un fenomeno di massa, un successo immediato, dettato dal cartone, dalle carte, dai videogiochi (la loro massima fortuna) chi li ha inventati vivrà di rendita per le prossime generazioni. Ricordo quando uscirono le figurine, non potevi comprare una bustina che la scatola andava esaurita a breve, non riuscivano a stamparne abbastanza per contenere la richiesta e le edicole erano prese d'assalto, manco fossimo in periodo di carestia! Ultimamente la Niantic (Da Wikipedia, per chi non la conoscesse), è una società di sviluppo software statunitense con sede a San Francisco, California. L'azienda è stata fondata nel 2010 da John Hanke come Niantic Labs, una startup interna a Google, prima che venisse separata da Google come un'entità indipendente nel 2015. Niantic è più nota per lo sviluppo dei giochi per cellulari di realtà aumentata, come Ingress nel 2013, e Pokémon Go realizzato con la collaborazione di The Pokémon Company nel 2016] con la collaborazione di Game Freak, The Pokémon Company e Nintendo, ha sviluppato questa app/gioco per dare a tutti la possibilità di impersonificare un allenatore, e mettersi nei suoi panni, andando in giro per il mondo a catturare i mostriciattoli virtuali e diventare "il numero uno" come diceva Ash nell'omonimo cartone animato. Devo però iniziare a dare giudizi negativi al gioco, in primis il fatto che la app funzioni SOLO su un determinato Android e IoS, non va su Windows Phone, ...

Un ennesimo stupidissimo libro (Leonardo Decarli) 28/07/2016

CI AVETE PRESO PER DEGLI IDIOTI???

Un ennesimo stupidissimo libro (Leonardo Decarli) Mi hanno insegnato che "non bisogna mai giudicare un libro dalla copertina" ma cosa dire di questa cosa? La foto di uno con la faccia da scemo, con sotto il titolo "un ennesimo stupidissimo libro": CI HANNO PRESO PER DEGLI IDIOTI CHE BUTTANO VIA SOLDI IN SPAZZATURA CONFERMATA? E l'autore, con che coraggio si è fatto fare quella foto, e con che coraggio l'ha confermata, che ora gira in tutta Italia (spero per lui non nel mondo) e tutti lo vedono "in quelle vesti"? Per fare a me una cosa del genere avrebbero dovuto drogarmi, pesantemente, farmi il lavaggio del cervello, corrompermi non so con cosa, e probabilmente neppure dopo un simile trattamento avrei accettato "la pubblica onta": certo, se vedessi in giro una cosa del genere, su di me, proverei a prendere quante più copie possibili di quella cosa e provvederei a farle sparire, al macero o nelle stufe, in inverno, per evitare di essere preso per i fondelli da qui all'eternità, e uscirei con un sacchetto di carta in faccia, come faceva il figlio di Gatto Silvestro in molti episodi dei cartoni della Warner Bros! A quanto pare però, o almeno questa è la mia impressione, all'"autore" questo non importa, a lui interessa di vendere, fare soldi, e per questo passa per scemo! E cosa potrebbe contenere questa accozzaglia di carta, se non sciocchezze, notizie biografiche e pensieri del ragazzo in copertina, (un diario personale che, ai tempi, restavano chiusi in un cassetto, come doveva essere, da che mondo e mondo!) che ...

MisteryClient.it 17/07/2016

Valutare e migliorare un servizio agendo nell'ombra

MisteryClient.it Mystery shopper, il cliente misterioso. Chi è questa figura misteriosa di cui tutti parlano ma che pochi sanno che esista realmente, anzi, qualcuno crede che sia solo una leggenda? E' una persona, come me, come te, come tutti, il cui lavoro è andare in un determinato posto, in una determinata data, a controllare l'operato di una determinata persona. E' un servizio che svolgono le aziende per valutare l'operato dei loro dipendenti/impiegati, accertarsi che le cose vadano secondo coscienza, e che per problemi magari personali (litigata con la fidanzata ecc.) il promoter ad esempio non se la prenda con il cliente, sfogando su di lui la sua rabbia, non sarebbe piacevole nè positivo per l'azienda, e i prodotti da esso rappresentati/promossi; deve altresì accertarsi che il suo "bersaglio" sia cortese e gentile ma anche preparato, in bella presenza, che usi il vestiario che l'azienda gli dice di portare, se questo è richiesto dall'azienda, che abbia il badge e tante altre cose. Il mystery shopper deve controllare tutto questo, scattando all'occorrenza foto, se richieste, e se qualcosa non va (ad esempio il promoter che si deve visionare oggi non c'è) si deve avvisare la sede dei Mystery e aspettare istruzioni su cosa fare. Dopo aver interagito e completato la missione si deve, entro un lasso di tempo, fare rapporto, compilando un modulo sul loro sito, operazione che dura sui 20', fare rapporto per bene, descrivendo al meglio la situazione verificata, e una volta che ci verrà ...

Nokia N70 10/07/2016

Ancora un sig.Telefono nonostante l'età

Nokia N70 Premetto che non sono mai stato un grande fan dei cellulari, ho trascorso superiori e lavoro senza telefonino, mi chiedevano come facessi, che non mi possono rintracciare, se ho bisogno, me la sono sempre cavata grazie alle cabine telefoniche, che ancora oggi utilizzo all'occorrenza. Purtroppo a un certo punto fui costretto a comprarlo, telefono durato pochi giorni, che poi mi fu rubato, e da allora dico, fino a che non salta fuori il mio cellulare, pagato coi miei soldi, per me discorso telefonino è chiuso, litigate ai colloqui di lavoro, quando non riuscivano a contattarmi per tempo, o mi avvisavano all'ultimo istante per imprevisti, e dicevo io, chiamatemi almeno 2 ore prima, non 10 minuti, diamine! Come posso organizzarmi se non ho il cellulare e lo sapete? Nessuno però ci credeva. E l'imprevisto accade quando accade non ha orario. Un mio amico, per farsi perdonare di un torto che mi aveva fatto, non credeva che quella sua azione mi danneggiasse a quel modo, e che la mia reazione contro di lui potesse essere tanto aggressiva (io non sapevo che lui era l'artefice di quanto accaduto in quella occasione e sparavo insulti verso terzi, persone fittizie ma reali) mi ha regalato, con una scusa, questo telefonino, il Nokia N70, dicendo che lui, passato allo smartphone, lo aveva in casa ma non lo usava, mentre io, che non lo avevo, era giusto che lo avessi, che se aspettavo che saltasse fuori il mio campa cavallo... Il telefono è leggero, comodo e maneggevole, ha una buona ...

Sorridi, piccola Anna dai capelli rossi (Budge Wilson) 29/06/2016

Finalmente si scopre il passato di Anna!!!

Sorridi, piccola Anna dai capelli rossi (Budge Wilson) Penso che noi tutti conosciamo Anne (Anna nella versione italiana) Shirley, la piccola orfanella coi capelli rossi che ha avuto una infanzia tristissima prima di essere adottata da Matthew e Marilla Cuthbert, che, dopo l'esitazione iniziale a seguito del malinteso occorso (loro volevano un maschio mentre dall'orfanotrofio è arrivata una bambina), decidono di adottare la piccola ragazzina, e non si pentiranno della scelta, viste le soddisfazioni che Anna ha dato loro. Fino al 2008 l'unica cosa che si sapeva di Anna, del suo passato, è quando, in poche righe, racconta a Marilla, sul calesse, mentre Marilla sta riportando Anna dalla signora Spencer, che riporterà la fanciulla all'orfanotrofio, che dopo la morte dei suoi genitori biologici, è stata in casa dei Thomas, il cui padre ubriacone era un bel problema, poi che è passata dagli Hammond e infine è finita, per sua sfortuna, all'orfanotrofio. Questo libro, scritto dalla scrittrice canadese Budge Wilson, è l'unico approvato dagli eredi di Lucy Maud Montgomery, l'autrice di Anna dai capelli rossi, e racconta i primi 11 anni di vita di Anna: la sua nascita dagli Shirley, raccontando che i suoi genitori erano due insegnanti, che poi sono morti per malattia, Anna a questo punto è stata affidata alla signora Thomas, la governante degli Shirley, visto che nessun parente si era fatto avanti per badare alla piccola orfanella. Anna era diventata la badante dei bambini dei Thomas, 3 maschietti scapestrati, e assistette alla nascita di ...

Bud Spencer 29/06/2016

Un grande Uomo lascia 1 grande vuoto x la sua scomparsa, Ciao Bud

Bud Spencer E' con molta tristezza che scrivo questo intervento. Con queste righe vorrei salutare, rendendo omaggio, a Carlo Perdesoli, anche se io l'ho sempre conosciuto come Bud Spencer. Chi era questo omone grande e grosso? Esattamente quello che scrivo, un grande, anzi, un grandissimo, in tutto quello che ha fatto, dal nuoto, in cui si è saputo imporre, vincendo varie competizioni, poi nel cinema, a cui vi approdato quasi per caso, e assieme all'amico, direi fraterno, Mario Girotti, alias Terence Hill, ha girato vari film, i quali hanno saputo portare al cinema famiglie e famiglie, altro che i cinepanettoni, ma che sono quei film che, visti una volta, poi non si riguardano, col senno di poi? I film di Bud Spencer e Terence Hill invece non stancano mai, visti i valori che insegnano, le risate che ci sanno far fare, nessuna volgarità, nessuna donna nuda, mai una scena imbarazzante, quello è cinema, a mio parere! Quei film sanno coinvolgere lo spettatore che si ritrova a vivere in prima persona le vicende narrate in quei film. Questa sera, su Rete 4, hanno trasmesso una maratona in onore di Bud, purtroppo non ho potuto seguirla bene, ma il mio pensiero è vicino a lui, ad un amico, una persona che ha sempre fatto del bene, a cui è impossibile non voler bene. Ho seguito i suoi film da piccolo e anche ora che sono grande non mi dispiacciono, e se mai avrò figli farò loro vedere quelle pellicole capolavori. Personalmente non tutti i film di Bud mi sono piaciuti, ad esempio quelli dello ...

Euro2016: quale sarà, secondo voi, la squadra vincitrice dell'Euro2016? 24/06/2016

E' aperta a tutti impossibili fare pronostici

Euro2016: quale sarà, secondo voi, la squadra vincitrice dell'Euro2016? Tutti noi tifiamo la Nazionale Italiana, certo, fossimo più patriottici anche quando non si tratta di calcio, ottimo passatempo, ma pur sempre in passatempo, e si scendesse in Piazza a manifestare col bandierone contro questo paese in cui tutto non va, dal lavoro alle pensioni ecc... Ma pensiamo alle cose allegre e pensiamo che l'Italia, che non vince dal 1968 un Europeo (l'unico della sua storia! tanti ragazzi non hanno mai provato questa emozione!) potrebbe, dopo esserci andata vicina in varie occasioni (memorabile euro 2000 in cui l'Italia in finale lo perse, Trezeguet di m---- che segnò nel recupero dopo una partita e un europeo fantastico!) o 4 anni fa che la Spagna ce lo soffiò (ma erano forti, più di noi, purtroppo) questo anno potrebbe essere la volta buona. Certo che con avversari forti come la Francia, la Croazia, la Spagna, il Portogallo, la Germania e tutte le altre, con i loro Campioni, la partita sarà tutt'altro che facile. La vittoria del girone non ci dà la certezza matematica di proseguire il nostro cammino ad Euro 2016, non siamo infallibili come dimostra la sconfitta contro l'Irlanda del Nord, che ha comunque dimostrato di essere una grandissima squadra. Ogni allenatore ha pensato all'elite dell'elite, ha studiato gli schemi e il gioco degli avversari, ora dipende da tanti fattori, feeling tra giocatori, fortuna, arbitraggio chi passerà e chi solleverà la coppa al cielo il 10 luglio. Per ora posso solo dire "Forza Azzurri!"

Tombi (PS) 15/02/2016

E' impossibile da trovare visto il lucro che vi sta dietro!!!

Tombi (PS) Recentemente sono stato ad una fiera del fumetto, sperando di trovare dei giochi ps1, considerando che nei negozi di giocattoli non li trovo più :( Uno stand li aveva, chiedo il prezzo di tombi...mi sento dire 180 €! 180 € PER UN CD DI 18 ANNI FA CHE POCHI CONOSCONO E CHE POCHI POSSONO PERMETTERSI A QUEL PREZZO!!! Gli dico che è troppo, senza mezzi termini, senza problemi, che costa più di una ps4, il ragazzo mi fa notare che quella console che gli ho nominato costa 400 €, io gli faccio notare che è comunque la metà meno il 20% e che è comunque una rapina, quel prezzo! Lui mi dice che quel gioco ti prende, per le missioni, la simpatia del personaggio, la violenza non violenta, il fatto che bastoni i maiali avversari e gli altri nemici ma, nonostante le pressioni, non sanguinano ma sono botte divertenti, che fa ridere quel gioco, poi coinvolge che il protagonista parte in bermuda e infradito e si veste equipaggiandosi durante l'avventura, il gioco è entusiasmante, ti fa venir voglia di giocarci e rigiocarci, ti prende...MA UN CORNO CHE MI PRENDONO 180 €! MA SIAMO IMPAZZITI??? Mi veniva voglia di strappargli la retina con la quale proteggeva i giochi dai taccheggiatori e legarci lo standista, è evidente che fosse pazzo :) e dargli io bastonate divertenti con l'ombrello che avevo lì con me (quel giorno pioveva) e fargli vedere le stelle visto che probabilmente i maiali volanti già li vedeva :) :) a chiedere quella somma!!! Sconsiglio l'acquisto di questo gioco fino a quando non ...

Disney store Orio center 26/12/2015

Cortesia e professionalità in un posto magico

Disney store Orio center Mi avevano parlto di questo negozio, che non sta tanto distante da me, e mi ero ripromesso di visitarlo, non appena ve ne fosse stata l'occasione. Avevo già testato la loro cortesia/gentilezza in passato telefonicamente, e ne ero stato molto soddisfatto, quando avevo chiamato per un problema occorso con il Disney Store Online, nel loro possibile avevano fatto tutto quanto fosse in loro potere, anche se poi non ho potuto risolvere il problema, mi hanno ascoltato e mi avevano dato la loro comprensione e questo lo ho apprezzato. Il negozio di per sè non è tanto grande, ma ha di tutto, tra peluches di vari film Disney, action figures, bambole, buona parte è dedicata a Frozen, poi ci son le principesse Disney, costumi per bambini, altri gadget, e, quando sto scrivendo questa opinione, Star Wars che è appena tornato al cinema, la Disney ha acquistato Star Wars dalla Lucas Film e ha fatto centro (peccato si sia lasciata scappare "Ritorno al Futuro", ma questa è un'altra storia). In quel negozio si respira davvero un'atmosfera magica, il personale è cordiale, gentile e preparato, sa ascoltare il cliente, e nel limite del possibile lo ascolta e soddisfa le sue esigenze, infatti il negozio è sempre pieno, bambini, famiglie ma non solo, anche fidanzati o solitari. Personalmente ci sono stato circa 10 volte in questo mese, che ero all'Orio a fare una promozione (magari mi avessero messo al DS a promuovere Frozen o Star Wars! Ma quei prodotti purtroppo si vendono da soli :( )e, quando ...

Inverno, riscaldamento e risparmio : un trinomio possibile?L'inverno é arrivato, come fare a riscaldare le nostre case salvaguardando il portafogli e l'ambiente? Quali sono le vostre strategie migliori? Condividetele con noi! 04/12/2015

Dal freddo ci si deve difendere,anche se ha dei costi!

Inverno, riscaldamento e risparmio : un trinomio possibile?L'inverno é arrivato, come fare a riscaldare le nostre case salvaguardando il portafogli e l'ambiente? Quali sono le vostre strategie migliori? Condividetele con noi! Questa estate l'afa ci ha messo in ginocchio, un *bip* di caldo che si moriva, non si riusciva a dormire, si sudava a stare seduti, a me che piace andare sotto le coperte a dormire ci stavo male, e a fare attività di saltimbanco non era possibile, non si fermava nessuno, pochi o nessuno uscivano con quella calura. Io sono uscito un pomeriggio, domenica 5 luglio, x andare ad un evento in un negozio, evento poi che è stato merda per il fatto che nessuno sopportava di stare al sole, sotto quel sole! Quindi tutti in negozio e la festa è partita solo quando sono calate le ombre, e io dovevo tornare a casa! Poi è arrivato l'autunno, l'afa è andata via, finalmente, il clima era splendido, non si sudava, si stava bene in maglietta, e abbiamo fatto degli eventi al Parco Sempione in cui ci siamo divertiti e abbiamo passato splendide giornate. Ora è arrivato il freddo, e io personalmente non sono scontento, anzi, sono felice perchè posso mettere la giaccavento per uscire, ho tante tasche, quindi metto via tutto, portafogli, cellulare e macchina fotografica, ho fatto volantinaggio, e camminando mi sono scaldato. Posso dormire sotto le coperte e scaldarmi, anche se non è immediato. Personalmente per scaldarmi metto il pigiama ore prima di andare a dormire, sotto gli altri abiti, così quando devo andare a coricarmi faccio come James Bond, tolgo i vestiti di casa, che poi metto sopra le coperte come ulteriori coperte, e mi scaldo. Di notte mettiamo i termosifoni sui 15°, se fa freddo ...

Frozen 04/12/2015

Il libro del film in edizione economica

Frozen Questa è la versione economica del libro di Frozen del "capolavori Disney". In questa versione, che costa 6.90 €, riviviamo il film di Frozen, da quando si visita Arendelle, la città/fiordo dove si svolgono le vicende dei protagonisti della nostra storia, a quando le bambine giocano, e Anna si fa male, per una distrazione non voluta di Elsa, allora vanno dai troll, che curano Anna, ma le fanno dimenticare delle magie della sorella, poi l'allontanamento di Elsa dalla sorella, il naufragio dei genitori. Adolescenza, Elsa incoronata regina, Hans e Anna si conoscono e si innamorano, Elsa non dà il benestare per il matrimonio, Anna protesta, Elsa si arrabbia e fugge sulle montagne, Anna la insegue, la sosta alla locanda/sauna dove conosce Kristoff e Sven, l'incontro con il pupazzo di neve Olaf, si raggiunge il castello di ghiaccio, Elsa, padrona di casa, colpisce Anna col getto di ghiaccio al cuore. Ritorno a Arendelle, Anna sta male, inseguimento col pupazzo di neve Marshmallow a guardia del castello di ghiaccio, dai troll che dicono che "solo un gesto di vero amore scioglierà un cuore di ghiaccio", Hans raggiunge il maniero di Elsa e la cattura, Elsa in prigione, Hans si rivela un viscido, Kristoff e Olaf salvano Anna, Elsa si è liberata, Hans cerca di uccidere Elsa, Anna la protegge, Anna si salva! Hans pugno in faccia. Ultima pagina, le sorelle felici e contente. Qualità del libro molto simile a quella dei "capolavori Disney", stesso numero di pagine, illustrazioni ...

Halloween é dietro angolo, avete già deciso come passarlo? Mostrateci il vostro travestimento più riuscito e condividete con noi i vostri piani migliori! 16/10/2015

Solo 1 manovra commerciale x vendere gadget destinati al pattume

Halloween  é dietro angolo, avete già deciso come passarlo? Mostrateci il vostro travestimento più riuscito e condividete con noi i vostri piani migliori! Halloween è il carnevale americano, che io sappia loro non festeggiano il nostro carnevale, a mio avviso più bello e colorato, un evento che personalmente aspetto sempre con ansia, visto il periodo allegro e goliardico, i carri allegorici che tanto ci fanno sognare, i cui creatori lavorano giorno e notte per esibire le loro opere ai visitatori che assistono estasiati l'impegno di creativi ed artisti. Vediamo di mettere a confronto i due eventi, partendo dal nostro carnevale. Persone lavorano per mesi, se non anni, la cartapesta, fanno progetti, dipingono, si sbattono, per poi vedere le loro opere sfilare sulle strade, cercando di fare sognare i presenti che assistono alla sfilata. Da noi ci si può mascherare o meno, lancoare coriandoli o schiuma, musica e balli allietano il passaggio di quei carri. Halloween: una sola notte contro la nostra settimana di festeggiamenti, i bambini escono di notte, o in gruppo o raramente accompagnati dai genitori, suonano i campanelli delle persone (rompendo le scatole) e se non hanno il dolcetto fanno scherzi pesanti, come imbrattare di carta igienica le case del malcapitato o lanciano uova, a mio avviso uno spreco assurdo, ok che la gallina le uova le fa col sedere, e anche la carta igienica è progettata per pulirsi il culo, ma non è a mio parere un motivo valido per lanciarle e imbrattare le altrui proprietà! Fino a qualche anno fa pochi o nessuno conoscevano Halloween, poi hanno pensato, IN NOME DEL CONSUMISMO, PERCHE' SOLO QUESTO E'! ...

Ribelle. The Brave 13/10/2015

Si rivive il film tra queste pagine di cellulosa

Ribelle. The Brave Fu il primo dei libri di questa collana che andai ad acquistare, dopo che ebbi visto il film alla tv. Racconta le avventure di Merida, principessa di un regno in Scozia, che si ribellerà alla famiglia, la quale volevano farla sposare col principe di qualche regno vicino per suggellare l'unione tra reali, ma la giovane non ci sta, e va contro queste imposizioni, vivendo tante avventure. Il libro ha una copertina semi rigida (non piegatela o rimarranno brutte pieghe) plastificata, con in copertina la nostra protagonista, dietro di lei un bosco. Aprendo il volume abbiamo due pagine bianche, successivamente ancora Merida, stavolta su sfondo bianco e titolo dell'opera "Ribelle, the Brave", presente anche in copertina. Dopo di questa inizia la storia, figure sulle pagine e parole che narrano le vicende, dal castello dove vivono i protagonisti, che hanno riportato la pace in Scozia dopo anni di guerre, poi vengono presentati i protagonisti, Merida, la principessa che preferisce combattere piuttosto che le faccende reali (e sua madre non approva questo suo carattere "ribelle") la ragazza infatti preferisce stare col padre, che assistere alle noiose lezioni della madre. La principessa è molto abile a usare le armi, le sue preferite sono arco e frecce, e si sente libera solo quando nel bosco cavalca col suo cavallo. La sera il padre racconta ai figli di quando ha combattuto contro un orso malvagio e spaventoso, che gli ha strappato una gamba, ma nè Merida nè i suoi fratelli si ...

L'estate é ormai agli sgoccioli. Scuola, università, lavoro, tutto ricomicia: quali sono i vostri prodotti indispensabili per affrontare il rientro? 04/09/2015

Il passare del tempo è solo una cosa relativa per chi è come me

L'estate é ormai agli sgoccioli. Scuola, università, lavoro, tutto ricomicia: quali sono i vostri prodotti indispensabili per affrontare il rientro? Ed è arrivato settembre, anni fa avrei detto "Maledizione, sta per ricominciare la scuola, ho finito i bei tempi in cui avrei potuto dormire fino alle 11/12, uscire a fare i miei giri e rilassarmi, senza trascurare i compiti delle vacanze; ciao playstation, ci vedremo sabato, e che palle le levatacce!". Questo pensavo, ma ero anche felice di tornare coi compagni, a scuola, in un ambiente che era un po' una seconda famiglia, ero conosciuto e accettato nonostante il mio carattere un po' esuberante alle volte, ed ero pronto a nuove avventure. La scuola, purtroppo, è finita, da allora ho cercato lavoro (ho deciso di non fare l'università, nulla esclude che non vada a cambiare idea prima o poi) ma senza successo, e ostacoli si sono messi sul mio cammino, che mi hanno fermato/rallentato, e, metaforicamente parlando, ho iniziato ad estrarre spade e pistole per affrontare il nemico di turno, non senza rimanere ferito a mia volta, talvolta. (esempio "per fare questo lavoro serve la macchina" io "ma se non ho 1 lavoro, che mi dà i soldi, come prendo la macchina?" loro "problema tuo" io "ok siete poco seri, meglio perdervi che trovarvi" *candidato eliminato*) Ormai il tempo passa e le giornate sono tutte simili, se non fosse per il clima che cambia, di questa estate la ricorderò per l'afa assurda di luglio, che non mi lasciava dormire, e per questo sono stato male, spossato, per alcune giornate, il Topolino in promozione a luglio a 1 €, con la doppia copertina, e le battaglia contro ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra