Condividi questa pagina su

verde Status verde (Livello 2/10)

antonyroman

antonyroman

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 29/04/2007

26

Con la D 16/02/2008

Dieta da 1000 Kcal1

Con la  D La dieta,è e sempre sarà una parola che fà rabbrividire il mondo intero. Per dieta si intende un regime alimentare,quindi non per forza significa mangiar poco,ma lo si ricollega sempre ad un altra parola che è digiuno. Studiando, e non poco,le teorie sul perder peso,tutti sono concordi col dire, che,il digiuno è sicuramente il peggior modo di perdere peso, il miglior modo è quello di dar più importanza alla colazione, che è il pasto più importante della giornata, e aumentare la frequenza dei pasti al giorno, che devono essere 5 e non 3, cercando di mangiare più frutta e verdura possibile . All'età di 20 anni,ovvero due anni fa,mi trovai 6 Kg sopra il mio peso forma,cosa che non mi faceva penare tanto essendo alto,quindi i kg c'erano ma non si sentivano gran che.Ma dato che è sempre bene, per la salute, avvicinarsi al proprio peso forma,andai da un nutrizionista,che dopo aver controllato le mie analisi,dopo una dettagliata visita, stilò per me un bel po di diete,dalla più "hard"(1000Kcal assunte ogni giorno) a quelle "soft"(2000Kcal al giorno).Avendo un metabolismo basale di circa 2132Kcal e un fabisogno giornaliero di 3369. Quella da 1000 il dottore me la sconsigliò,anche se non mi avrebbe fatto male,mi avrebbe messo a dura prova,conoscendo il mio palato fine.Ma dato che alle sfide con me stesso non mi sono mai tirato indietro,cominciai quella "hard"che vi espongo qui sotto: DIETA 1° GIORNO COLAZIONE Latte (parzialmente scremato) 200 g Marmellata di prugne ...

Hermès - Terre d'Hermès Eau de Toilette Spray 08/02/2008

Un aiuto in più con le donne

Hermès - Terre d'Hermès Eau de Toilette Spray Eletta fragranza dell'anno,il profumo terrè d'hermes ha sbaragliato la concorrenza dei centinaia di profumi maschili più in voga,votato da una giuria di esperti che ha decretato vincitore questa fragranza,che come dice il sito e le locandine pubblicitarie,è una fragranza che condensa cielo e terra. Anche se ancora non ho capito quale sia l'odore del cielo,di sicuro questo profumo sa il fatto suo,e i soldi che ho sborsato per comprarlo li vale tutti.Sicuramente appartiene alla classe di quei profumi che definisco tosti,con un odore persistente,quasi insistente,piace molto alle donne perchè, detto da loro, è un profumo che emana il modello perfetto dell'odore che dovrebbe avere un uomo,ecco perchè ne ho già consumati due flaconi da 50 ml in due settimane.Ma resta il fatto che come ogni cosa, come ogni profumo,deve piacere, se piace può essere un fedele aiuto nella difficile arte del sedurre,ma avendo un odore intenso può dar fastidio,a chi non ama i profumi forti. Molti dicono che sia dolce come odore,io lo trovo invece amaro all'inizio e poi dopo qualche ora si addolcisce mutando anche d'intensità,ma mai dolce.Ho notato che questo profumo cambia odore col calore umano,infatti oltre a mutare nelle ore che lo si porta,muta diventanto ancora più speziato sulla pelle calda. Ho avuto nel corso della mia vita,tanti profumi delle marche più note,ma questo profumo è il primo profumo adulto che ho comprato,ho avuto i vari acqua di Giò,Ck,Boss,ecc.Ma tutti questi erano profumi dolci ...

Rocky Balboa (The Best of Rocky/Original Soundtrack) 27/01/2008

Integratore mentale a base di musica

Rocky Balboa (The Best of Rocky/Original Soundtrack) Qualcuno potrebbe convenzionalmente definire questo un prodotto,non la penso così,questa è una sintesi certosina delle musiche,colonne sonore,parole,che accompagnano la vita di un pugile italo-americano,Rocky Balboa. Questa raccolta mi venne regalata da un amico, un bel po di anni fa quando mi iscrissi in palestra per la prima volta. Questo, mi disse che, con questa musica avrei sentito meno la fatica, funzionò,questa compilation era, è, e sempre sarà il mio integratore mentale per riuscire a superare se pur di poco i limiti fisici detenuti da un controllo arduo della mente con una sensazione fastidiosa che è la fatica. La compilation composta da 18 canzoni comincia e finisce con la canzone forse più famosa che è gonna fly now,nel mezzo troviamo grandi successi di gruppi che sono diventati famosi con questo film come i Survivor con eye of tiger e burning hearth e tantissime altre canzoni che hanno contribuito alla riuscita dei tanti film della saga di Balboa,dandoci la dimensione della musica degli anni 80. A volte il ritmo della musica può riuscire a dare la carica giusta per affrontare la vita di ogni giorno, ecco perchè consiglio di ascoltarne un pezzo prima di andare a lavoro o in facoltà,imperdibile per ogni allenamento fisico, o per ogni preparazione ad una gara di qualunque genere,lo consiglio a tutti dal ragazzo di 14 anni al nonno di 86 anni.Sapientemente diretta da Bill Conti come l'overture,queste canzoni sono l'essenza principale del combattimento onesto e ...

Lancia Stratos 04/01/2008

La regina dei Rally

Lancia Stratos In foto vediamo un modello futuristico,come piace a molti il termine è concept car,che ha volte rimangono solo concetti,che non si realizzano o si realizzano in parte,ma mai come si era pensato all'inizio, vedi Brera che doveva montare un motore Lamborghini e gliene hanno messo uno della Fiat. Sia ben chiaro,ho intensione di parlare non della nuova Statos ma della Stratos, tra le macchine più vittoriose,tra le macchine più belle,più prestazionale e innovative della storia.Progettata e realizzata dal buon carroziere Bertone questa macchina è stata definita la regina dei rally, a svilupparla dal punto di vista dell'assetto e della configurazione da un certo Sandro Munari,per me insieme al francese Ragnotti il migliore pilota nella storia dei rally. Recensisco questa macchina non per sentito dire,non l'ho mai fatto e mai lo farò,l'ho posseduta per un bel po di anni,io ero bambino quando la vedevo in garage con il telone sopra,non conoscevo in effetti cosa valeva quella piccola macchina con le gomme grandi e con le scritte alitalia(effettivamente a 10 anni non sapevo neanche co s'era l'alitalia).Ho sempre avuto una passione spasmodica per questa piccola partecipante della storia,l'ho studiata nei minimi particolari,ho parlato con i migliori preparatori,ne ricordo uno,il Sign.Volta,per me il migliore. Conobbi anche Munari,grande pilota e amante della Sicilia,dei Siciliani e della gara più importante della Sicilia,la gara che cinquant'anni fa era la più importante d'Italia,la ...

Con la C 03/01/2008

Cronoscalate sport di altri tempi

Con la  C Nella vita non si finisce mai di imparare, e ho avuto una controprova schiacciante. Sin da piccolo ho amato alla follia le macchine, le corse su strada, su pista, sterrato, neve e chi più ne ha più ne metta,ho partecipato a gare di kart e di auto in pista, ma sconoscevo una disciplina, se così si può chiamare, una specialità, forse vocabolo meglio azzeccato, che sconoscevo,le cronoscalate. Le scoprii quando mi iscrissi all'università, conobbi tanti nuovi colleghi e colleghe,strinsi subito dei buonissimi rapporti, che sono vivi tutt'ora dopo 4 anni, con un pilota di cronoscalate nei raggruppamenti delle storiche. Essendo un'amante delle auto e delle competizioni passò poco tempo da che io cominciassi a seguire le gare, le assistenze, tutte le parti della preparazione della gare e il post-gara. Rimasi sconvolto dalle tante classi,dai tanti raggruppamenti dai tantissimi regolamenti,le fiches(libretto tecnico della macchina,),omologazioni di sedili(scadenza quinquennale), roll-bar, cinture e tute(anch'esse con scadenza quinquennale),e poi le varie regole sul ricorso che il pilota può fare se pensa che un altro partecipante abbia barato nella cilindrata o nell'aggiunta di qualche componente che non poteva montare,delle squalifiche ecc. Abbiamo dei gruppi che differiscono per la preparazione gruppo 1 e 2,gruppo 3 e 4. Gruppo 1 e 3 auto poco preparate(niente cambio ravvicinato o vetri in plexiglass ecc.); 2 e 4,gruppi preparati;gruppo 5 veri e propri mostri,che conservano solo ...

Jaguar X-TYPE 2.5 V6 24/12/2007

Non per i nostalgici

Jaguar X-TYPE 2.5 V6 Esordisco dicendo che questa opinione piacerà a pochi almeno a chi la vedrà non come un opinione strettamente legata ad un pensiero nostalgico di un marchio che fu, ma la vede come una critica serrata ai modelli e alla gente che non se la può permettere. L'apparenza a volte inganna, comincio così la valutazione di una macchina che per me rappresenta il cambiamento(forse un parolone),la controtendenza(vocabolo azzeccato) di un marchio che di più non si può. Basta dire Jaguar è chiunque ricorda il marchio inglese che faceva solo e ribadisco solo macchine di un certo tipo, chi non ricorda quelle macchine con due serbatoi(uno a destra e uno a sinistra) che consumavano uno sproposito e che se ne vedevano talmente poche,che appena si trovavano posteggiate davanti a qualche locale era una festa, si ci soffermava per sbirciarci dentro;adesso non è più così se ne vedono a centinai che scorrazzano per le città. Forse sararro cambiati i tempi,o forse ahimè è cambiato il marchio.Da quando è uscita una Jaguar a Diesel,da quando è stata concepita una station wagon, la Jaguar è cambiata. I vecchi azzionisti, gente legata ancora al vecchio sistema di costruire macchine, al vecchio modo di concepire i mezzi di trasporto(molti ora li chiamano conservatori,ai tempi erano innovatori,per me sono soltanto dei grandi uomini),hanno gettato la spugna calando la testa alla vecchiaia, al mercato,ai nuovi rampolli dell'industria dei motori,a quei nipoti che non hanno imparato poi così tanto dai ...

I Primi - Ricette 20/12/2007

Linguine all'antonio dal Little Sicily

I Primi - Ricette Un giorno mi capitò di leggere le ricette di un grande opinionista di ciao, siculo 60, e rimasi sbalordito oltre della bravura nello scrivere,dalla semplicità e dalla precisione nel commentare e consigliare piatti e prodotti,spero di avvicinarmi se pur di poco al suo intento e alla sua bravura nel farlo. Essendo uno studente universitario e avendo poco tempo per dilettarmi ai fornelli,pranzo molto spesso fuori,ma quando troviamo il tempo, io e i miei conquilini,formiamo un equipè di cuochi innovatori e fedelissimi alla buona cucina italiana,fatta di pasta,pomodoro,pesce e tanti altri prodotti italiani che ci rendono il primo paese al mondo in fatto di alimentazione. La nostra cucina è stata soprannominata little sicily che sarà il nome del nostro ristorante. Essendo in continua ricerca di ragazze, un espediente per conquistarle è prenderle per la gola(non in senso figurato),e quindi sacrificandoci per il genere femminile, andiamo a fare la spesa,spendendo, più avanti si va, un capitale. Tornando a casa(dissanguati ma felici) ci mettiamo il grembiule personalizzato e cominciamo a cucinare. La ricetta che intendo presentarvi oggi è un primo molto semplice e veloce da preparere,il suo nome è "Linguine all'Antonio"(Antonio sarebbe l'inventore della ricetta ovvero io) pezzo forte del little Sicily. INGREDIENTI Gli ingredienti per 4 persone: 2 melenzane 1 cipolla rossa olio extravergine d'oliva 2 scatolette di tonno una noce di nduja calabrese(si trova ...

Gold (The Very Best of Barry White) - Barry White 20/12/2007

White Gold(The very best of Barry White)

Gold (The Very Best of Barry White) - Barry White Con l'album Gold,la casa di produzione(Universal Music TV) del re del soul Barry White,ha voluto riproporre i più grandi successi di un cantante che non ha tempo,icona della musica melodica segnata dalla sua voce inimitabbile,all'interno dell'album vi sono anche alcuni duetti con altri artisti famosi che hanno collaborato ad affermare il mito della musica soul nel firmamento dei generi più ascoltati. Si tratta di due cd che condensano un po tutta la carriera di Barry White,un ottimo regalo di natale,almeno io l'ho comprato per me ma ne comprerò altre due copie da regalare agli amici.Il prezzo è di 19,90€, ma è un album completo una bellissima copertina che non può mancare nella collezzione di un amante della buona musica.Riguardo a Barry White anche se non c'è più rivive in queste ottime raccolte di pezzi che segnano la musica.Ottima per momenti indimenticabili,essendo una musica che trasmette passione ma allo stesso tempo tranquillità e felicità: Per chi ama Barry White penso che sia tra le raccolte più riuscite.

Pirelli Winter 240 Snowsport 19/12/2007

Solo se è indispensabile

Pirelli Winter 240 Snowsport Vorrei cominciare la trattazione delle mie esperienze su queste gomme cominciando dal nome:"Winter 240 snowsport",sono delle gomme invernali molto più sportive rispetto agli altri modelli di gomme per l'uso invernale prodotte dalle altre case produttrici,concepite per macchine dalle grandi prestazioni,infatti si trovano misure un po più grandi per cerchi come 18-19 o per macchine che montano una spalla non altissima,ovvero per tutte le macchine sportive.Nella mescola è stato aumentata la quantità di silice per migliorare le prestazioni.La domanda che in tanti si pongono è una ."conviene comprare un treno di gomme da neve"?La risposta è molto semplice,se si usano queste gomme per tutto il periodo invernale ,o in paesi dove c'è un clima rigido soggetto a gelate per la maggior parte dell'anno, queste sono gomme che fanno al caso vostro,ma se dovete comprarle solo per passare un fine settimana sulla neve sono soldi buttati. Innanzitutto sono gomme che durano molto meno rispetto alle gomme intermedie che di solito montano la maggior parte delle macchine,avendo una mescola fatta a posta per riscaldarsi più velocemente alle basse temperature,poi hanno dei profondi e larghi intagli che aumentano il rumore di rollio sull'asciutto e fanno diminuire di poco, ma è sempre un dato importante, lo scivolamento della macchina sulla strada,ovvero aumentano l'attrito e l'usura degli stessi.Anche se per essere dei copertoni invernali la pirelli ha fatto si che questi pneumatici(forse perchè ...

Pop Life - David Guetta 16/12/2007

Un frullato di ottima dance

Pop Life - David Guetta Imperdibile per gli amanti della musica dance, composto e mixato da un veterano della musica da discoteca David Guetta, ma prima di parlare del cd, conosciamo l'autore. David Guetta nasce a Parigi nel 1967 si fa conoscere a poco a poco nei locali più famosi e altolocati della dance parigina come al Palace(l'Hollywood italiano),da li ad Ibiza, patria della Dance, il passo è breve;li comincia ad organizzare serate e feste accrescendo la sua fama. Qualche hanno fa il suo motto che è diventato anche il titolo di un suo album diventa di moda capeggiando su molte magliette e accessori della linea"Fu** me I'm famous".Due anni fa diventa il Dj dell'anno 2005,titolo assegnatogli dalla rivista Dj mag.Sicuramente un gran Dj.L'album col nome poplife è composto da 14 canzoni che ricalcano lo stile e il genere ormai consolidato del dj di origine marocchina, non a caso David inserisce nello stesso album la canzone love don't let me go in due remix diversi essendo la più bella dell'album anche se non la propone come la prima nella lista delle canzoni del cd. Sicuramente un cd che non potrà mancare della lista di Natale per chi ama questo genere,un ottimo regalo,la copertina è molto fine,e il cd davvero bello,composto da una dance non invasiva,ma commerciale e come dice il titolo popolare.

Fast and furious 15/12/2007

Allacciate le cinture si parte

Fast and furious Il primo film della trilogia dei film adrenalinici e veloci,diretto molto bene da Rob Cohen(ha diretto film come:XXX-The Skulls-I teschi,dragon,La storia di Bruce Lee) che fa la comparsa come pizza pony durante una scena del film.Cast superiore agli altri due film della "saga" degli amanti della velocità e del tuning, Vin Diesel,magistrale nella parte di un Dominic Toretto,muscoli e carattere e Paul Walcher nei panni di Brian Earl Spilner, un agente sotto copertura in un auto ricambi,fornitore del mondo delle gare clandestine dove ruota il mondo degli amici di Toretto.Sicuramente un film con una trama prevedibile,ma ricco di scene d'azione ad alta velocità, pochi colpi di scena e una superba colonna sonora.Da tradizione i fast and furious,tengono alla colonna sonora talmente tanto da mettere nei film rapper come Ja Rule(nel primo film) Ludacris(nel secondo),da ascoltare infatti sono le colonne sonore abbinate bene alle scene e del genere giusto per il messaggio del film:"non è importante vincere di un metro o di un secondo,l'importante è vincere".Vincere una corsa, contro il tempo,contro gli altri,contro i limiti della macchina,contro se stessi.Da amante della velocità e delle corse molte scene sono costruite bene da stunt man professionisti e molto reali.La storia di fast and furious è stata ispirata dai veloci piloti di corse clandestine che si misuravano con auto giapponesi o giù di li a darsi battaglia a colpi di motori assemblati con pezzi maggiorati,turbine aperte e ...

Castrol GTX Magnatec 10W-40 15/12/2007

L'ambrosia dei motori

Castrol GTX Magnatec 10W-40 Assolutamente un ottimo prodotto della linea di lubrificante leader mondiale negli oli per motore .Il Castrol magnatec 10W-40 è un ottimo olio che si presta al meglio sulle macchine che fanno tanti chilometri, incontrando climi non sempre miti. Non so, quanto di questo olio ho consumato nella mia vita e non so quanto ancora ne consumerò,sono soddisfatto della sua resa e della sua durata.E' un lubrificante resistante che permette di cambiare l'olio in un intervallo che va dai 15.000 ai 30.000,dipende dall'uso che si fa della macchina,io lo cambio ogni 10.000Km strabiliandomi sempre di vedere un olio ancora bruno e viscoso.Lo consiglio a chi fa della macchina una seconda casa,facendo tanti chilometri e chi tiene molto alle delicate componenti motoristiche del proprio mezzo.Un olio standard raccomandato da tante case,sconsigliato l'uso in pista o in climi freddissimi o caldissimi,per queste situazioni la castrol vende degli oli che si adattano meglio a queste condizioni con un costo molto più alto.Se devo citare una delle tantissime esperienze che ho avuto con quest'olio,è stato un anno fa,un viaggio per l'europa,in macchina,6000 km percorsi,ogni mille controllavo i livelli e la pressione che mi riportava la macchina,il livello dell'olio era normale,la pressione ottimale.appena tornato per mio scrupolo lo cambiai insieme al filtro che cambio ogni volta che cambio l'olio e il meccanico mi disse che secondo lui quell'olio poteva ancora fare altri 25.000 Km.Da ricordare che le ...

Church - scarpe 06/12/2007

La tradizione centenaria

Church - scarpe Se si cerca su un qualsiasi dizionario della lingua italiana la definizione di scarpa, leggeremo che:"la scarpa è l'insieme della tomaia e della suola che copre il piede nella parte superiore ed inferiore";sicuramente le scarpe Church's adempiono a questo gravoso e difficile compito in maniera sopraffina,è una scarpa assolutamente inglese,bella per chi ama il classico e il vintage(dato che è una scarpa prodotta nello stesso modo e con modelli simili se non uguali almeno da un secolo),antiquata per chi preferisce altri generi lontani dal classico. Scoprii questo marchio da piccolo,quando mio padre facendo ordine tra le sue cose,trovò uno scatolo molto bello che ai miei occhi, un tempo di bambino faceva un grand effetto,lo aprì e vide che all'interno vi erano delle scarpe appartenute a suo padre ovvero a mio nonno,erano le Church con il tendi scarpa ancora all'interno e lucidate ad hoc, mio padre aveva già acquistato tante volte le Church quindi conosceva le caratteristiche di durevolezza,ma non pensava di ritrovarle in perfetto stato come se fossero uscite dalla bottega di un artigiano inglese,quelle scarpe avevano,anzi,hanno 50 anni.All'età di ventanni ovvero l'anno scorso anche io acquistai le Church,di colore nero come da tradizione, il modello Chetwynd era quello che più amavo;le provai scegliendo oltre il numero anche la pianta se fina o grossa,calzavano sul mio piede come un guanto,camminandoci un po sentii la rigidità e il peso di queste scarpe non certo da corsa,ma di ...

Bmw E63 M6 13/11/2007

Provare per un mese un M6

Bmw E63 M6 Nel commento precedente sull'M6 non so perchè vi erano solo date e nomi,il commento che ho scitto è il seguente: provai l'M6 per un mesetto grazie alla cortesia di mio cugino che me la prestò mentre era in vacanza,ricordo di preciso il momento quando la vidi per la prima volta,di colore nero interni in pelle rossa Cartier,molto bella e apparieciente,molto larga e non corta anzi,un po più corta dell'M5.Mi sedetti al posto di guida strindendo con forza lo sterzo(come da mia abitudine )regolai la posizione ergonomica elettronicamente del sedile posizionandomi in maniera adatta alla guida della macchina,la plancia è molto sobria(sobrietà data dall'estrema sportività) ma allo stesso tempo funzionale con un gran bello schermo che funge da computer di bordo con navigatore,la famosa rotellina dietro al cambio e i tre pulsanti che servono per gli utilizzi della macchina(Comfort,Sport,e il tasto che io preferisco,quello super sport da utilizzare in pista),volante ben studiato tasti molto accessibili e levelle del cambio dietro.La leva del cambio centrale èmolto piccola funge da sequenziale.Accesi la macchina,e l'aria di empì di un rumore sordo,potente e gutturale,innestai la prima e schiacciai l'accelleratore,passai dalla prima alla 2°marcia intorno ai 6000 giri in regime sport,ebbi di riflesso una scodata ma subito la macchina si ristabiòlizzo grazie ai migliai di sensori per evitare di farsi male,l'indomani partii per milano e in autostrada giocai più volte con i tasti magici ...

Platinum Collection - Charles Aznavour 12/11/2007

Il sinatra francese

Platinum Collection - Charles Aznavour Charles Aznavour,un nome che fa ancora tremare il cuore di chi lo ascoltava tanto tempo fa,l'ho scoperto da poco,un amico me lo fece sentire tempo addietro e me ne sono innamorato,mi sono documentato su di lui,è ho appreso che ha scritto più di mille canzoni e interpretato più di 60 film,un personaggio di sicuro poliedrico e ricco di fascino.In questa platinum collection,in questa trilogia(sono tre i dischi)si assoporano canzoni dalle tonalità dolci,a quelle più dense di patos e sentimento,vi sono le canzoni più famose che hanno segnato la musica francese e la musica mondiale,ha una voce molto armoniosa,consigliato a chi vuole un po rilassarsi dal tam tam giornaliero,un disco da intenditori,un solo difetto,il prezzo ma li vale tutti i 30,00€ che chiedono.Non ve ne pentirete.
Visualizza altre opinioni Torna sopra