Condividi questa pagina su

viola Status viola (Livello 4/10)

apo1971

apo1971

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 16/08/2007

21

Ran (Dvd) 13/07/2011

Shakespeare in katana

Ran (Dvd) Giappone, XVI secolo, il signore feudale Hidetora Ichimonji (Tatsuya Nakadai) decide che non ne può più di combattere; 50 anni di guerre per ampliare e rendere sempre più ricco e potente il suo regno lo portano a desiderare la pace e la serenità negli ultimi anni che restano della sua lunga stagione. E' ormai giunto il momento di lasciare il suo regno nelle mani dei suoi tre adorati figli, ma la sua decisione invece che portare la stabilità e la prosperità porterà il caos (Ran in lingua giapponese), la guerra, la distruzione del suo piccolo impero e della sua famiglia in un poetico crescendo di devastazione che lo porterà alla follia. Akira Kurosawa è sempre stato un attento lettore ed appassionato della letteratura occidentale, tante e varie sono le contaminazioni e gli innesti di quest'ultima (anche reciproci) con la cultura e la sensibilità giapponese nei suoi film. Questo "Ran" non sfugge alla regola, il soggetto nasce addirittura da un adattamento del "Re Lear" di Shakespeare, rivisto e ricondotto alla realtà feudale giapponese. La centralità dell'opera, considerata da alcuni ma non da tutti, la punta più alta e magnifica raggiunta da Kurosawa, verte sulla lucida follia umana, sulla sua ferocia ed insensatezza, sulla continua ricerca del potere e della fama che, se anche raggiunta, porterà a pagare un prezzo più alto della vita stessa attraverso la volontà di un fato crudele visto come una sorte di divinità capricciosa che ripaga gli uomini con la loro stessa ...

Rashomon (Dvd) 10/08/2010

La seduzione delle immagini ed il loro inganno.

Rashomon (Dvd) Giappone XI secolo : un monaco , un boscaiolo ed un viandante si rifugiano sotto il portico del diroccato tempio di Rasho a Kyoto per ripararsi dalla pioggia incessante . I tre discutono di un fatto di sangue accaduto il giorno stesso ; un Samurai è stato infatti trovato brutalmente ucciso nel bosco e la sua donna violentata. Vengono interrogati nel vicino posto di polizia un famoso brigante che terrorizza la zona con le sue razzie , la donna e ...... nientemeno che la stessa vittima , chiamata dagli abissi dei morti attraverso la magia di una maga. Le loro versione dell'accaduto però non coincidono , se non in alcuni punti non cruciali. Chi dice la verità ? Chi mente ? Esiste una verità oggettiva delle cose , o le verità sono molteplici come le versioni e le interpretazioni dei fatti stessi ? Faccio una premessa : questo è un film girato dal geniale Akira Kurosawa del 1950 , esattamente 60 anni fa , in un Giappone ancora sotto l'occupazione Americana e con le ferite ancora fresche della Seconda Grande Guerra Mondiale. Non ci si può avvicinare ad un classico della cinematografia senza cercare di azzerare (per quello che ci è possibile ) i canoni estetici e valutativi di oggi , e senza non collocare la pellicola in un contesto storico e sociale profondamente diverso dal nostro (in questo caso anche culturale , visto che stiamo parlando di un film Giapponese , anche se non troppo , vista l'influenza della cultura e narrativa occidentale su Kurosawa). Se si riesce a ...

La conquista del Messico (William H. Prescott) 01/08/2010

La Guerra dei Mondi

La conquista del Messico (William H. Prescott) *************** *************** *************** *************** *************** *************** * “….dopo un assedio della durata di quasi tre mesi , senza eguali nella storia per la costanza ed il coraggio degli assediati, di rado superato quanto a gravità di sofferenze , cadde la famosa capitale degli Aztechi. ……più di tre secoli erano trascorsi, da quando gli Aztechi ,una povera tribù nomade proveniente dal remoto nord-ovest , era giunta sull’altipiano. Qui si erano costruiti una miserabile accolta di capanne , nella località – come ci racconta la tradizione , profetizzata dall’oracolo. Le loro conquiste a poco a poco si erano estese sulla valle , poi , varcate le montagne, si erano estese sulla vasta distesa del tovaliere sino a raggiungere il Golfo del Messico ed i remoti confini dell’America centrale. Nel frattempo , la loro misera capitale , di pari passo con l’allargamento del territorio , si era sviluppata in una fiorente città , piena di edifici , di monumenti artistici , e di una numerosa popolazione che le aveva conferito il primo posto tra le capitali del Mondo Occidentale. A questo punto cruciale ,si era fatta avanti un'altra razza dal remoto Oriente , anch’essa straniera ,la cui venuta era stata anch’essa predetta dall’oracolo, e comparendo su quell’altipiano ,li aveva assaliti proprio allo zenit della loro prosperità , e cancellati per sempre dalla carta delle nazioni . Tutta questa storia ha più l’aria di favola che di Storia! Di una leggenda da ...

New York 31/07/2010

La capitale del Mondo.

New York Sono appena le 6:00 del mattino, non è che io sia particolarmente mattiniero …è il fuso orario che mi fa girovagare senza pace ……ma che dico, è che sono eccitato come uno stallone di fronte ad un branco di giumente, sono anni che io e lei ci sogniamo, ci chiamiamo, ed ora che sono qui la voglio assaporare più che posso, innanzi a me si erge immenso e maestoso il simbolo del suo potere, della sua ricchezza, della sua volontà di crescere verso il cielo ........ tra poco le salirò sul dorso e cavalcherò il mio desiderio. L’ho vista per la prima volta su un poster di quelli che vendevano alla Standa, ho chiesto : “cos’è questa?” “È New York” - mi è stato distrattamente risposto. L’ho rivista mille altre volte da allora, al Cinema, in Tv, sulle copertine dei giornali, dei cataloghi turistici ed, infine, sulle cartoline dei primi fortunati e da me invidiatissimi visitatori che avevano avuto la fortuna di possederla prima di me. Le ho annusate, ho cercato di capire e carpire se quei cartoncini plastificati con le sue immagini avessero in qualche modo l’odore della sua "pelle" …….. Poi le delusioni ….. prima un viaggio via Amsterdam tanto pianificato quanto desiderato salta due giorni prima della partenza , era il 1989 , ancora lo ricordo. Poi ci riprovo nel 93 …….salta tutto di nuovo ……penso che forse non la vedrò mai , anche perché la mia vita prende una brutta piega, c’è poco da pensare a viaggiare. È il 1998, lascio gli studi universitari, e con i primi soldi messi da ...

America 1929 - Sterminateli Senza Pieta' (Dvd) 10/06/2010

America 1972 : la nascita di un regista-culto .

America 1929 - Sterminateli Senza Pieta' (Dvd) Bertha ,una sensualissima Barbara Hershey (Un giorno di ordinaria follia,Ritratto di signora tra le sue pellicole più conosciute), dopo aver perso il padre in un tragico incidente , rimane sola e conosce Billy , sindacalista dalle idee vagamente anarchiche e socialiste (David Carradine ,il futuro Bill Tarantiniano che sarà ricercato dalla sua ex sposa per una vendetta da consumarsi in due memorabili volumi cinematografici). I due si innamorano e vagano nell’America della grande Depressione su treni merci vivendo di espedienti e cercando fortuna . Nel loro vagabondare si uniranno ad un negro suonatore di fisarmonica ed a un ebreo baro di professione , dando vita ad una banda che rapinerà banche e treni soprattutto a danno del potente Sartorius (John Carradine , padre di David e famoso caratterista in film western leggendari come Ombre rosse di John Ford), proprietario della ferrovia dove Billy si spaccava la schiena per pochi spiccioli. Mi sono avvicinato a questa pellicola per curiosità , essendo il secondo lungometraggio di Martin Scorsese ,e primo film di successo del futuro regista di culto autore di Taxi Driver , Toro Scatenato,Quei bravi ragazzi, Casinò , The Departed , solo per citarne alcuni. Il film tratta di una storia d’amore ambientata nell’anno della grande depressione (ecco spiegato il perché di America 1929 nella traduzione italiana del film che in originale si intitolava Boxcar Bertha , dal nome della protagonista), ma è solo un pretesto per un ...

Gran Turismo 5 Prologue (PS3) 09/05/2010

in attesa di gt5

Gran Turismo 5 Prologue (PS3) Ho acquistato da poco questo Gt5 prologue in versione platinum insieme alla PS3 , la versione del mio gioco è la spec III , cioè l'ultima con gli ultimi aggiornamenti scaricabili anche da internet per chi ha le versioni precedenti. Quando uscì questo gioco fù una delusione cocente per tutti i fan della serie , semplicemente perchè era più vicino ad una demo extra lusso che ad una versione definitiva del mitico Gran Turismo , offerta però ad un prezzo poco politico (ed aggiungerei non proporzionale alla scarsa longevità del prodotto) . In versione platinum però il prezzo comincia ad essere ragionevole (euro 29,00) e la versione spec III ha qualche auto e un paio di circuiti in più rispetto a quella di esordio. La cosa che personalmente mi ha lasciato senza parole rispetto a Gt4 è l'immenso passo avanti della grafica , ora veramente sorprendente soprattutto grazie alle potenzialità della nuova consolle PS3 (attenzione a godersela con una Tv HD , o meglio Full HD , perchè se no non vale la pena comprarsi una Play Station 3 ) , altri aspetti che mi sono piaciuti sono la nuova soggettiva dentro l'abitacolo (da urlo!) con i cruscotti di tutte le auto fedelmente riprodotti , l'intelligenza artificiale (ora leggermente migliorata) , e l'aumento del numero di partecipanti ad una gara (da un minimo di 8 auto ad un massimo di 16). Gli aspetti deludenti sono : 1)mancanza assoluta di possibilità di tuning e modifica dei mezzi. 2)Longevità scarsa (con tutta la buona volontà , ...

Suzuki Alto 30/12/2009

La city car che non ti aspetti.

Suzuki Alto Questa estate pianifico un viaggio in Grecia (isola di Rodi, la più grande del Dodecanneso con i suoi 1400 Km quadrati) e dovendo cercare contestualmente una city car che andasse bene per mia sorella , affidabile ,parca nei consumi e non troppo costosa (possibilmente anche con una linea sbarazzina) mi interesso alla appena uscita nuova Suzuki Alto (o la sua gemellina Nissan Pixo) e decido di nolleggiarla direttamente in Grecia prendendo due piccioni con una fava : risparmiare sul noleggio (appena 22 euro al giorno) e provare a fondo l'auto per 9 giorni. Ritiro la mia Suzuki Alto all'Aereoporto con appena 1500 km all'attivo (praticamente il rodaggio,anche se dicono che con le auto moderne non serve più) e ne percorro più di 900 in 9 giorni di vacanza effettiva. L'allestimento GL da me provato ha l'aria condizionata , i vetri elettrici ,l'autoradio e gli Air bag frontali di serie (ormai tutte cose irrinunciabili anche su una city car di fascia bassa). Il motore è un 3 cilindri di 1000cc. con 68 cv di potenza, tira bene agli alti regimi anche se è un pò rumoroso superati i 3000 giri,la coppia invece è leggermente deficitaria ,ma se non si viaggia in 4 a pieno carico è sufficente a spostare il mezzo con disinvoltura (anche perchè l'auto è molto leggera ). La rapportatura del cambio è ben scelta , con la 5 marcia lunghissima adatta solo ai spostamenti autostradali che fanno scendere i consumi. Questi ultimi sono stati la vera sorpresa , a Rodi c'è un pò di tutto , il sud ,la ...

Redacted (Dvd) 20/11/2009

Incontro a Samarra con Brian De Palma

Redacted (Dvd) Luglio 2006 , un gruppo di militari dell’esercito USA di stanza in Irak passa le giornate a presidiare un ceck-point presso Samarra dove transitano centinaia di irakeni ogni giorno. L’ansia e la pressione psicologica nel temere che ogni uomo,donna,bambino o autoveicolo nasconda una trappola esplosiva per farsi saltare in aria al passaggio del ceck-point fa uscire il lato peggiore di due commilitoni di nome Flake e Rush ,i quali pensano bene di prendersi il loro personale bottino di guerra:una ragazzina quindicenne adocchiata giorni prima durante una perquisizione dentro una casa adiacente il posto di blocco. Durante una partita a carte con gli altri commilitoni Flake e Rush fanno partecipi del loro intento anche il caporal maggiore Mc Coy ed il soldato Salazaar ,il quale spera un giorno di segnarsi alla scuola di cinema,e nel frattempo si esercita filmando la vita in irak con la sua inseparabile videocamera,speranzoso che ,come reduce di guerra,potrà avere un trattamento privilegiato una volta tornato in abiti civili. Ne nasce una violenta discussione,che solo apparentemente sembra investire problematiche più alte di quelle della soddisfazione del proprio depresso “augello” ,ma che in realtà si esaurisce nella fattibilità o meno della spedizione. Di fronte all’insistenza, all’arroganza ed alle minacce dei due bifolchi, Salazaar e Mc Coy decidono di unirsi al gruppo con intenti diversi. Il primo si monta una micro telecamera sull’elmetto sperando di filmare qualcosa ...

Genghis Khan Il Conquistatore (Dvd) 11/11/2009

Genghis Khan , le origini del grande conquistatore.

Genghis Khan Il Conquistatore (Dvd) Hoelun ,della tribù dei Merkiti, viene rapita in una scorreria ed assegnata come bottino di guerra a Yesugei, il capo del clan Borjigin della tribù Mongola dei Kiyad. Hoelun attende con ansia che i Merkiti,ed in particolare suo marito capo tribù,vengano a liberarla lavando con il sangue l’affronto subito e onorando la promessa fatta al momento del suo rapimento. Ma il tempo passa e nel frattempo Yesugei si dimostra un marito amorevole ed un guerriero in ascesa nella continua faida tra clan e tribù Mongole rivali. Passano i mesi , Hoelun dimentica le sue origini Merkite, e dà alla luce un figlio con Yesugei chiamato Temüjin (il futuro Genghis Khan), in onore di un valoroso capitano Tartaro che il padre aveva appena catturato e giustiziato in battaglia. Temujin cresce sano e forte , nel culto guerriero di Lupo Blu,il mitico avo comune a tutte le tribù di origine Mongola ,che spera di riunire un giorno in un grande ed unico popolo vincendo e superando faziosità e guerre vecchie di secoli. Ma il percorso che trasformerà un ragazzo ,tormentato dall’idea che in se possa scorrere il sangue Merkita anziché quello di Lupo Blu (la paternità di Temujin fù sempre dubbia perché la sua nascita avvenne 9 mesi dopo il rapimento della madre),in un leader guerriero e spirituale in grado di ambire al rango di Gran Khan sarà un percorso doloroso che lo porterà a prendere decisioni difficile e coraggiose allo stesso tempo. Temujin ,perde il padre a soli dieci anni per avvelenamento,un ...

Memento (Dvd) 12/10/2009

il mondo è pieno di John G. da ammazzare!

Memento (Dvd) Tutto inizia con la sequenza di una polaroid tra le dita di una mano la cui immagine di un omicidio raccapricciante,inizialmente impressa sulla carta fotografica, va man mano sbiadendo sino a sparire rientrando nella macchinetta ;ci vogliono pochi secondi a realizzare che gli eventi temporali stanno scorrendo al contrario,le mani dell’uomo ora impugnano una pistola che,vincendo apparentemente la gravità, si alza dal pavimento per tornare ad essere brandita dall’assassino,il proiettile esce dalla nuca della vittima e rientra in canna. E’ il sorprendente inizio-fine di Memento, un film di Christopher Nolan (Batman Begins,The Prestige, Il Cavaliere oscuro,tra la sua filmografia) basato su un racconto breve del fratello Jonathan Nolan, Memento Mori, uscito successivamente alla realizzazione del film. Narra della storia di Leonard Shelby (Guy Pearce),afflitto da un disturbo della memoria a breve,il quale ricorda tutto perfettamente sino al maledetto giorno in cui un balordo ha ucciso e stuprato sua moglie davanti i suoi occhi,l’ultima immagine che Leonard ricorda con chiarezza, impressa come un marchio nella sua mente, è il volto sanguinante ed agonizzante della adorata moglie avvolto in un sacchetto di plastica ;da quel momento in poi Leonard è costretto a ricostruire continuamente il suo passato attraverso polaroid , tatuaggi , appunti (Memento in lingua inglese sta ad indicare tutta una serie di oggetti che servono a pro-memoria,come appunto i fogliettini autoadesivi),che ...

Gt4-Gran Turismo 4 Platinum (PS2) 04/10/2009

il simulatore di guida per eccellenza

Gt4-Gran Turismo 4 Platinum (PS2) Mi sono “fatto” tutte le generazioni di Gran Turismo , dal leggendario primo GT la saga ha sempre basato il suo successo sul fatto di essere un simulatore di guida più possibile realistico sia come reazioni fisiche delle macchine sui vari circuiti (per intenderci sottosterzo per le trazioni anteriori, sovrasterzo di potenza per quelle posteriori),sia come completezza e corrispondenza alla realtà del suo parco macchine , cercando di differenziare ogni diverso modello con uno specifico comportamento e sound motoristico grazie al certosino lavoro dell’ideatore Kazunori Yamauchi il quale , beato lui che se lo può permettere, ha provato personalmente la maggior parte delle auto riprodotte sul suo gioco in pista, cercando di capire i comportamenti e le caratteristiche dei vari modelli in condizioni limite e campionando il rumore dei motori per riprodurlo più fedelmente possibile. Gli episodi GT e GT2 su piattaforma PS1 erano essenzialmente simili come grafica e giocabilità,ma il secondo aveva molte più auto e circuiti rispetto al primo, così anche GT4 è una versione potenziata e migliorata rispetto a GT3 A-spec che sfrutta sempre la piattaforma PS2,ci sono nuovi circuiti come gli imperdibili Nurburging (solo per poter guidare su questo circuito è giustificabile l’acquisto di una PS2 e di GT4!) e La Sarthe con e senza varianti (per intenderci il circuito della 24 ore di Le Mans) e tanti nuovi modelli d’auto recenti e storiche che non c’erano su GT3. Altra novità rilevante ...

Booking. com 13/08/2009

Booking e Venere:ci guadagnano tutti

Booking. com lavoro in un'hotel a tre stelle di Roma da piu di dieci anni e posso valutare siti come Booking.com e Venere.com (sostanzialmente uguali anche se il primo è Olandese e piu conosciuto all'estero mentre il secondo è Italiano ed ha fatto un po da apripista qui in Italia) sia da utente che da albergatore. i vantaggi ci sono da entrambe le parti: dal punto di vista utente: 1)si può scegliere tra praticamente tutti gli alberghi perchè ormai tutte le strutture alberghiere lavorano con i sopracitati siti 2)è quasi impossibile prendere delle grosse cantonate perchè la descrizione degli hotel è approfondita ma soprattutto basta scegliere gli hotel con una valutazione media degli utenti che l'hanno provato (almeno una ventina di opinioni sarebbe meglio ) superiore o pari a 7,5....personalmente sconsiglio vivamente di prenotare Hotel con valutazioni medie inferiori a 6,5! 3)per il sopracitato punto (e cioè che chi ha prenotato e soggiornato presso un hotel tramite Booking o Venere possa poi valutare il suo soggiorno rendendo pubblica la sua opinione) gli albergatori tendono a trattare meglio gli ospiti che prenotano tramite questo canale anche se dovessero pagare prezzi scontati o Last-minute per il terrore che scrivano male su di loro,ed il personale tende ad essere più disponibile sempre per il sopracitato motivo (per esempio se il cliente si lamenta che il portiere di notte è stato poco gentile o disponibile,il responsabile che legge il commento lo cazzierà) 4)per prenotare ...

Honda SH150i 11/03/2009

sh 150i :il best seller Honda

Honda SH150i dall'agosto 2002 sono proprietario di un sh 150 a carburatori (il primo modello uscito,quello con le frecce aranciaoni),ci ho percorso 41000km senza nessun incoveniente (a parte la distruzione totale delle plastiche già raggiunti i 20000km a causa della delicatezza degli assemblaggi di quest'ultime e dalla pessima condizione delle strade di Roma).....ad ottobre del 2008 ho lasciato in permuta il mio vecchio sh a carburatori per uno ad iniezione elettronica con cui ho già percorso 2000km ad oggi. i due scooter sono essenzialmente uguali a parte alcune migliorie apportate che sono: 1)una migliore qualità delle plastiche e degli assemblaggi per migliorarne la resistenza sui terribili San Pietrini di Roma 2)L'introduzione della iniezione elettronica che dovrebbe migliorare i già bassi consumi della versione a carburatore per il resto lo scooter è rimasto lo stesso (sospensioni,gruppo termico,freni non molto potenti anche se cmq in linea con la filosofia del mezzo ecc..) le uniche cose che non ho apprezzato moltissimo sono il bauletto di serie della honda in tinta con la carrozzeria ,bellissimo ma molto piu delicato e meno pratico rispetto ad altri bauletti commerciali (Givi ad esempio) e la perdita di un po di allungo del motore rispetto alla versione a carburatori che avevo io (circa 10km/h di tachimetro) a fronte di consumi sostanzialmente uguali,per il resto confermo tutte le doti che hanno fatto di questo scooter un best seller : affidabilità meccanica,buone ...

Acer Aspire M1640 01/02/2009

acer aspire M1640

Acer Aspire M1640 silenziosissimo,efficente con un buon design! buon rapporto qualità-prezzo (io l'ho pagato 399 euro senza monitor)...un ottimo pc di fascia medio-bassa per chi non ha bisogno di macchine al Top delle prestazioni! il mio in particolare ha 2 gb di Ram,un Pentium Dual Core da 1800 Mhz,scheda video da 256 ram,Hard disk da 320GB. Il case disperde egregiamente il calore,ha la giusta disponibilità di espansione (tramite i comodi Slot )per una macchina di questa fascia di prezzo e mi sembra anche molto robusto e ben assemblato. Insomma un Pc adatto a navigare,masterizzare,scaricare e chattare..non certo da utilizzare come game-machine o per far girare pesanti applicazioni di grafica 3D in quanto Windows Vista per girare a dovere già monopolizza la non eccelsa riserva di Ram e la potenza di calcolo della Cpu PS del 01/02/09 avendo problemi con il caricamento di windows vista al momento dell'accensione del pc sono andato ad usare i dischetti recovery dvd della stessa acer che però non mi venivano riconosciuti dal lettore dvd (e qui sono varie le cause che potrebbero portare a questo,ma l'assistenza acer non ha saputo darmi una risposta certa),in ogni caso me la prendo con acer (e con tutte le altre case che si comportano come acer ,cioè la maggior parte) per non avermi fornito il disco originale di windows vista precaricato nel pc (e non un semplice disco di ripristino che posso crearmi anche da solo) come dovrebbe fare per legge (almeno a me risulta così) ,ora mi dicono che ...

Packard Bell Store & Save 2500 esterno USB 2.0 120 GB 2.5" 5400 rpm 14/01/2009

Store & Save 2500

Packard Bell Store & Save 2500 esterno USB 2.0 120 GB 2.5" 5400 rpm sono possessore di un store & save 2500 (solo storage senza lettore multimediale integrato quindi) da piu di un anno! posso dire senza ombra di dubbio che è un prodotto eccezzionale.....solo la capacità di 120 Gb risulta ormai sorpassata per gli standard di adesso (da 160 Gb a 350 Gb!),per il resto è ancora al vertice per materiali,velocità,robustezza,affidabilità tant'è che lo volevo sostituire con il nuovo prodotto della Packard Bell che mi dicono abbia anche un sensore di movimento che stacca il disco rigido nel caso in cui preveda un urto dovendo in questo modo salvare l'integrità dei dati,ma mi sono trovato talmente bene che non prevedo di cambiarlo a breve. Lo porto sempre con me nel taschino,anche in moto,ha preso quindi molto freddo (una volta s'è pure bagnato nella tasca della giacca),mi è anche cascato 2 volte e l'ho spesso staccato dal Pc senza la necessaria e noiosa procedura di disinstallazione che vuole Windows per evitare irreparabili perdite dati ;eppure mai un problema,un rallentamento o un'inceppamento! Veramente Ben fatto Packard Bell.......peccato non possa dire altrettanto del Store & Play 2500 (vedi altra recensione)
Visualizza altre opinioni Torna sopra