Condividi questa pagina su

arancione Status arancione (Livello 6/10)

cantona

cantona

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 10/03/2001

192

Gomorra (Roberto Saviano) 26/03/2008

Le radici della vergogna

Gomorra (Roberto Saviano) Una premessa è d'obbligo: non ho alcuna velleità di scrivere qualcosa che non sia già stato detto o scritto su questa opera. Sarebbe presuntuoso il solo pensarlo visto che si tratta di un libro che ha venduto milioni di copie nel mondo e acceso infiniti dibattiti tra gli esperti del settore. La mia opinione sfiorerà appena gli aspetti 'tecnici' del libro (ovvero la qualità della scrittura e la struttura letteraria), bensì concentrerà l'attenzione su quelli emotivi, sulle sensazioni che ho provato personalmente leggendolo e sui parallelismi (purtroppo tanti) che ho riscontrato con la situazione tragica in cui versa il territorio in cui vivo (a pochi chilometri dagli scenari descritti nel libro). "Gomorra" non è un romanzo, non è un libro di fantasia e nemmeno un saggio. "Gomorra" è la pura e cruda, maledetta realtà della mia terra messa nero su bianco. "Gomorra" è il reportage giornalistico 'definitivo' sul passato recentissimo della criminalità organizzata in Campania: camorra, crisi della spazzatura, spaccio di droga, sfruttamento della mano d'opera cinese, corruzione delle istituzioni, e per ultimo ma non ultimo, il silenzio (complice) dei mass media. Roberto Saviano non giudica né catechizza, non si scandalizza né critica. Roberto Saviano descrive. E' una voce narrante asettica, distante, fredda, che racconta con disarmante semplicità gli intrighi e gli intrecci più complicati della malavita. Certo, qualche passaggio trasuda vera commozione personale, a volte anche ...

Radiohead - In Rainbows 19/03/2008

Gli arcobaleni del genio

Radiohead - In Rainbows "In Rainbows" Negli arcobaleni. I Radiohead li ami perché ti spiazzano. Sempre. Tu ti butti da una parte e loro ti trafiggono dall'altra. Tu immagini Thom Yorke in depressione e lui ti sbatte in faccia un album da solista che è un piccolo gioiello elettronico, "The Eraser", ovvero colui che cancella, probabilmente tutte le stupidaggini che si erano scritte e dette su di lui. Incassi ti riprendi e ti dici: "OK! Thom ha intrapreso la carriera solista, il suo album è lontano anni luce da ciò che erano i Radiohead". Erano, sì, perché ormai i Radiohead sono morti... sepolti… defunti… trapassati… Non c'è il minimo dubbio. Il sito è pressoché chiuso. Notizie su album in lavorazione meno di zero. Addio Radiohead. E' stato bello. Fai per andartene, giri le spalle, ti incammini, sicuro di averli seppelliti… e loro ti spiazzano di nuovo! Hai la schiena illuminata da una luce colorata e ti ritrovi a guardare la tua ombra grigia che si allunga sull'asfalto. Loro luce colorata, tu sfumature di grigio. Loro l'iride degli arcobaleni, tu cinereo e ancora sconfitto. Sconfitto sei tu, i detrattori, le major discografiche, i critici stupidi e inaciditi che danno un bel 10 in pagella all'album dei Baustelle e un misero 7 e mezzo a "In Rainbows". Allora io dico a tutti voi, tenetevi stretti Charlie che fa il surf e le 'pseudopoetiche-filomilanesi-baustelliane'… teneteveli… io intanto mi godo "House of cards" e "Nude", "Faust Arp" e "Jigsaw falling into place". L'incipit è ...

Febbraio 2008 02/03/2008

Il cancro visto da vicino

Chiudete gli occhi e scappate via se non volete leggere. Io qui riporto una storia realmente accaduta, una storia di malattia e di incompetenza, ma che è anche uno sconvolgente ed appassionato elogio alla vita. Nel marzo del 1988 nasce la mia prima nipotina, la figlioletta della mia sorella più grande, uno scricciolo con due polmoni piccoli così, che solo l'incubatrice di una settimana hanno fatto respirare. Io, allora non ancora quindicenne, la guardavo in quella casetta di vetro e tubi, e già l'amavo alla follia. Pensavo: un giorno le racconterò questo momento, un giorno alzerò la testa fiero e pronuncerò la fatidica frase "Io ti ho vista nascere". Nel 1990 la piccola ha due anni, e cresce che è una meraviglia. Cammina e mormora le sue primissime parole. Ma un giorno di maggio, mentre sale le scale di casa sua, scivola su uno scalino rotto, e finisce a sedere sul pavimento. La caduta è tutt'altro che violenta ma la bambina piange. Affiora un livido. Si rivolgono ad un ortopedico: "la bambina fa solo i capricci", scherza il dottore con la radiografia in mano. Ma i pianti della piccola sono sempre più frequenti. Si rivolgono al primario di un famoso ospedale il quale, vista quella stessa radiografia, consiglia il ricovero immediato. "Perché?" "Per effettuare degli ulteriori controlli ed esami. Non allarmatevi, non ce n'è ragione". Segue una settimana di prelievi, di risonanze magnetiche, TAC. Qualche dottore accenna ad una operazione. "Ma perché operare?" "Per ...

Una nuvola come tappeto (Erri De Luca) 04/06/2003

Una luce nuova sulla Bibbia

OK Computer - Radiohead 20/05/2003

OK Computer... ma non ora... non qui...

15-05-03 15/05/2003

Juve-Real 3-1... ho fatto pace con il calcio

Amnesiac (Limited Edition) - Radiohead 14/04/2003

Il genio senza memoria

The Hunted - La preda 10/04/2003

La preda... nè carne nè pesce

Orizzonti di gloria 27/03/2003

Il nemico è dentro di noi

25-03-03 25/03/2003

GIU' LE MANI DAL PACIFISMO

22-03-03 22/03/2003

Una giornata particolare

Con la P 20/03/2003

IN NOME DEL PADRE DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO

Lolita (Dvd) 12/03/2003

Il desiderio carnale, l'incondizionato amore

Visualizza altre opinioni Torna sopra